Treviglio passa all’Allianz Cloud ma ci sono solo applausi per un’Urania che combatte per tutti i 40 minuti.

Gara bella ed intensa con i Wildcats che fanno soffrire per gran parte del match la corazzata di coach Finelli, sono Clark e Marini a regalare il successo agli ospiti, 72-84.

LA GARA
Inizio vibrante con Urania che cerca con energia di entrare in partita, due stoppate di Hill e tripla di Amato. Due falli prematuri, assai discutibile il secondo, non fermano il play rossoblu che spara un altro siluro, 6-2. Treviglio prova a farsi largo con le incursioni di Clark e Marini, sua la schiacciata che vale la parità a quota 10. Sale la pressione difensiva dei bergamaschi, Sacchetti ed ancora Marini mettono la freccia sfruttando anche i viaggi in lunetta, 15-19 alla prima sirena. Non mancano cuore ed orgoglio ad un Urania davvero da battaglia, ancora Amato risponde a Cerella con cinque punti d’autore, 20-24. Terzo fallo per il regista milanese che penalizza ulteriormente i ragazzi di coach Davide Villa, Maspero firma il break ospite, 20-28. Una fiammata di Potts rianima subito i Wildcats in una Allianz Cloud rovente, tripla dall’angolo di capitan Piunti, 27-28. Uno scatenato Clark prova a dare il nuovo break agli uomini di coac Finelli, si battono con efficacia anche Hill ed Ebeling, del figlio del grande sigilla il nuovo meno 2, 32-34. Da un antisportivo a Lombardi arriva nuova linfa per i Wildcats, serpentina di Potts per il sorpasso, 36-35 all’intervallo. Urania regala anche dopo la pausa lunga brani di spettacolo, assist di Amato per l’affondata di Hill, Potts regala il massimo vantaggio ai milanesi, 44-38. Treviglio fa la voce grossa a rimbalzo d’attacco ma Milano non molla, primi punti anche per Cavallero, 46-45 dopo l’ennesima bomba di Clark. Salgono i falli in casa rossoblu, terzo anche per Potts, ne approfitta il Gruppo Mascio con Marini che punisce dal perimetro, 51-53. Prosegue il parziale bergamasco sempre con il duo Marini-Clark in evidenza, sono 6 i punti di vantaggio per Treviglio alla penultima sirena, 52-58. E’ Cerella a dare la spallata decisiva al match, il veterano ex Olimpia Milano sigilla il primo margine in doppia cifra, 52-63. Volano via gli ospiti con Clark letale da tre, i Wildcats hanno comunque un finale leonino Potts, Hill e Piunti per il rabbioso meno 6, 69-75. Marini con un numero clamoroso e Giuri chiudono la sfida ma l’Allianz Cloud tributo un grande e meritato applauso ai suoi Wildcats, 72-84.
URANIA MILANO: Potts 20, Amato 17, Hill 13
GRUPPO MASCIO TREVIGLIO: Clark e Marini 26, Giuri e Cerella 8


Civatese - Blackcourth Basket Cucciago 71 - 69 Parziali 12-19, 28-29, 45-52

Civatese : Castagna Daniele 20, Panzeri Fabio 17, Galli Daniele 11, Butta Simone 6, Maver Andrea 6, Corti Andrea 5, Negri Alessandro 3, Frigerio Stefano 2, Castelnovo Gioele 1, Brusadelli Riccardo 0, Laci Mario 0, Capovilla 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto   
Blackcourth Basket Cucciago : Politi Filippo 20, Radice Leonardo 18, Angiolini Alberto 10, Gualazzi Alessandro 7, Gioia Pietro 6, Borghi Luca 2, Caviezel Fabio 2, Girolimetto Gianluca 2, Hamdar Adam 2, Loi Tommaso 0, Molteni Andrea 0, Molteni Matteo 0, All. Milo Francesco, ass.: Milo Francesco

La bufi edilcasa vince sulla sirena una partita difficile.
Nel primo tempo la civatese fatica e deve inseguire sempre l'avversario portandosi sul finale del
Secondo quarto sul meno1.
Nel terzo quarto la storia non cambia cucciago sfrutta il contropiede e l'1vs1 e si porta addirittura sul più 11 nell ultima frazione.
A 5 dalla fine inizia la rimonta della civatese che si porta sul più due  ma cucciago risponde  riportandosi in vantaggio.
fino al finale le due squadre si sorpassano a vicenda, arrivando con la civatese sopra di 1 a 15",cucciago non molla,risponde e segna a 6" il +1 con politi.
Timeout obbligato per la civatese che ritorna in campo con la rimessa in attacco,sale in cattedra il capitano Panzeri che segna da tre sulla sirena portando la civatese alla vittoria.
Commento coach
"Abbiamo inseguito per 35 minuti,ma al momento opportuno non è mancata la concentrazione per vincere la gara"


C Silver - Provvedimenti disciplinari - Terza giornata di ritorno

GIRONE VERDE
illeso

GIRONE ROSSO
  897 DENIS TELLINI (Gruppo M. Saviola VIADANA) All. DENIS TELLINI squalifica tesserato per 2 gare per comportamento offensivo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1b RG] Offese ispirate a discriminazione razziale e/o territoriale 897 MARKO POPADIC (GILBERTINA SORESINA) MARKO POPADIC squalifica tesserato per 2 gare per comportamenti non regolamentari tali da fomentare la reazione del pubblico o dei propri sostenitori [art. 35,3 RG]

GIRONE BLU
1074 Italcontrol TEAM 86 VILLASANTA ammonizione per violazione delle disposizioni in tema di efficienza dei campi di gioco [art. 38,1c RG] Doccia spogliatoio arbitri fredda 1076 MICHELE CRIPPA (Enginux CARPE DIEM CALOLZIOCORTE) MICHELE CRIPPA squalifica tesserato per 2 gare per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1c RG] 1077 Tecnoadda MANDELLO LARIO perdita gara per infrazioni che comportano la punizione sportiva della perdita della gara [art. 49 RG] Mancata presenza medico 
   
Maurizio Tomasini


Basket Biassono - Civatese 84 - 67 Parziali 24-24, 43-51, 63-56

Basket Biassono :  Carrara Mattia 21, Sala Alberto 18, Ruzzon Marco 17, Beretta Davide 7, Magni Andrea 6, Porcello Cristian 5, Rizzardi Mattia 4, Ruzzon Francesco 4, Didoni Federico 2, Andreoni Luca 0, Farina Lorenzo 0, Molteni Giacomo 0, All. Riboldi Maurizio, vice: Forneris Andrea  
Civatese :  Castagna Daniele 19, Corti Andrea 13, Butta Simone 12, Castelnovo Gioele 12, Frigerio Stefano 4, Galli Daniele 4, Brusadelli Riccardo 2, Laci Mario 1, Bosso Pierpaolo 0, Lomasto Marco 0, Maver Andrea 0, Panzeri Fabio 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto


Sconfitta in esterna per la civatese.
Primo quarto equilibrato con buon tiri da una parte è dall altra le squadre si studiano.
Nel secondo quarto la civatese stringe in difesa e grazie ai buon tiri si porta in vantaggio andando negli spogliatoi a più 8.
Rientro da dimenticare la civatese non riesce a trovare il tiro sulla zona dei padroni di casa, mente biassono dalla distanza dilaga mettendo a segno il parziale che segna la partita.
Ultimo quarto la civatese ci prova arriva a meno 3 ma poi si perde e biassono ne approfitta dalla distanza chiudendo le porte in difesa e vincendo la partita.

Commento coach
"Siamo partiti bene ma poi ci siamo inceppati,ci manca la continuità,lavoreremo ancora per migliorare"


Splendida impresa di Urania che rimonta e batte, dopo due overtime, Agrigento, 126-121.

In una sfida condizionata da falli ed un espulsione, i Wildcats prima subiscono la Moncada poi compiono una furiosa rimonta guidata da Amato e Pullazi forzando l’overtime. Non basta un prolungamento, con Montano, Potts, Piunti ed Ebeling fuori l’Allianz Cloud viene incendiata dalle triple di Amato (career high a quota 41), dalla grinta gladiatoria di un Pullazi (24 con 15 rimbalzi) trascinatore e dal lavoro oscuro di un commovente Hill (27 con 11 rimbalzi), dopo due supplementari arriva la storica vittoria rossoblu.
LA GARA
Parte
bene Agrigento che sfrutta la potenza di Marfo, veloce la transizione dei siciliani che operano il primo mini break della gara, 2-11. Il pressing e la fisicità degli ospiti mettono in difficoltà i Wildcats che faticano ad entrare nel match, Marfo e Francis per il più 15 della Fortitudo, 4-19. Anche la fortuna sorride alla Moncada, tripla di tabella di Grande, rabbiosa la reazione dei Wildcats che tornano sotto la doppia cifra di svantaggio con Pullazi e Potts, 14-23. Ambrosin è un martello ma Urania vuole continuare la rimonta, due schiacciate di Hill per il meno 7, 19-26. Un paio di ingenuità, oltre a qualche rimbalzo d’attacco concesso, lasciano in controllo Agrigento alla prima sirena con Grande protagonista, 22-31. Lotta con più determinazione la truppa di coach Villa che alza il muro difensivo, due triple frontali di Amato per il meno 1, 32-33. C’è spazio anche per l’azione da highlights tra Amato e Hill, non molla Agrigento che sfrutta le incursioni di Francis, 34-38. Milano accarezza più volte il sorpasso che finalmente arriva con un ispirato Amato, è comunque parità alla pausa lunga con il solito Ambrosin protagonista, 49-49. Riparte da dove aveva finito Ambrosin, Urania risponde colpo su colpo con Potts e Pullazi, 57-57. Un discutibile antisportivo a Montano dona nuova inerzia ai siciliani che operano un nuovo strappo, tripla di Chiarastella per il più 7, 57-64. Milano rimonta con orgoglio ma ancora una sono le scelte arbitrali a dare la svolta al match, la tensione tra Ambrosin e Piunti si risolve in un triplo antisportivo che costa l’uscita di scena del Principe dei Wildcats. 70-70. Il nervosismo non giova ai padroni di casa, cinque falli anche per Potts, Agrigento torna a più 7, 72-79. Si batte con grande agonismo la truppa di coach Villa che però ha le armi spuntate, fuori per falli capitan Piunti ed Ebeling, quest’ultimo protagonista di un furioso parziale. Proprio il play rossoblu mette i liberi che forzano l’overtime, 93-93. Nel primo prolungamento Urania resta in corsa con Amato e Pullazi, Ambrosin mette i liberi che valgono il secondo supplementare L’Allianz Cloud è una bolgia infernale, Milano ha la rabbia giusta per l’impresa, Pullazi ed Hill sono commoventi, i giovani Marra e Valsecchi si immolano su Grande ed Ambrosin, un Amato manda in cielo i Wildcats, 126-121.
URANIA MILANO: Amato 41, Hill 27, Pullazi 24
MONCADA ENERGY AGRIGENTO: Ambrosin 37, Grande 22, Marfo e Francis 19


C Silver - Provvedimenti disciplinari - XV giornata

GIRONE VERDE
  708 Ambrosetti POL. DAVERIO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]

GIRONE ROSSO
889 Gruppo M. Saviola VIADANA ammenda di Euro 80.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 889 DENIS TELLINI (Gruppo M. Saviola VIADANA) All. DENIS TELLINI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1b RG] 

GIRONE BLU
ILLESO    


Maurizio Tomasini


C Silver - Provvedimenti disciplinari - XIV giornata

GIRONE VERDE
ILLESO

GIRONE ROSSO
  884 PIETRO VALLI (MANERBIO BASKET) PIETRO VALLI squalifica tesserato per 1 gara per aver usato espressione blasfema durante la gara [art. 34 RG]

GIRONE BLU
1060 DI. PO. VIMERCATE ammenda di Euro 100.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 1062 SIMONE SMANIOTTO (Le Bocce CASA GIOVENTU' ERBA) SIMONE SMANIOTTO deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri [art. 32,3 RG,art. 33,1/1a RG] 1066 Gorla ABC CANTU' ammonizione per mancanza, rilevante irregolarità o guasto delle attrezzature obbligatorie [art. 40,1a RG]   

Maurizio Tomasini


URANIA - Splendida impresa che vince con autorità a Piacenza, 73-88.

Gara dominata dai Wildcats sempre avanti per tutto il match, prova collettiva di spessore della truppa di coach Villa trascinata dai botti e dalla creatività di Montano (19 punti), oltre dalla prestazione tutta sostanza di Potts (18 con 10 rimbalzi e 6 assist). Clamorosa gara anche di capitan Piunti (15 punti) presente in ogni strappo degli ospiti, prezioso il lavoro sotto traccia di Hill, Ebeling e Pullazi. Non basta all’Assigeco il solito McGusty, 30 alla sirena.

LA GARA
Avvio equilibrato con tante conclusioni rapide da entrambe le parti, tanti errori e qualche palla persa con Milano che avanti dopo lo squillo di Amato, 1-3. Querci e McGusty rilanciano le azioni dei padroni di casa, Pullazi risponde con un canestro da rimbalzo d’attacco e con l’assist che premia Ebeling, 6-8. Piacenza prova ad alzare la voce in area colorata con Skeens, Urania continua a far male dal perimetro, 8-11 dopo il botto di Potts arriva quello di Montano dall’angolo, 8-14. Lievita sino a più 9 il margine rossoblu dopo un altro siluro di Potts, Wildcats al comando alla fine del primo quarto, 14-21. Volano sino a più 16 i Wildcats che mostrano una produzione offensiva da urlo, imprendibili gli esterni Amato e Montano, grande lavoro anche di Pullazi e capitan Piunti in area colorata, 19-35. L’Assigeco reagisce trascinata da McGusty e Skeens, gli emiliani in un lampo sono di nuovo a meno 9 dopo la bomba di Miaschi, 28-37. Con pazienza Milano torna ad attaccare con grande efficacia, positivo anche il contributo di Ebeling in difesa, Urania avanti a metà gara 28-42. Dopo la pausa lunga più aggressiva la squadra di coach Salieri, il solito McGusty (graziato da un evidente fallo in attacco) per il meno 7, 41-48. Prosegue la rimonta degli emiliani con McGusty che prosegue il suo show personale, è una gara da un solo possesso dopo il canestro di Cesana, 49-52. Lottano i Wildcats con rabbia, nonostante i mancati fischi arbitrali, Montano e Piunti di puro orgoglio tengono avanti gli ospiti alla penultima sirena, 56-63 dopo due zampate del capitano. Clima da battaglia che sale di colpi in apertura di ultimo quarto, Ebeling si immola su McGusty, una bomba di Potts per il nuovo più 10, 61-71. Altra fiammata dei padroni di casa che si infuriano per un possibile fallo su McGusty, ancora Montano ed Hill con un tap-in preziosissimo spengono il PalaBanca di Piacenza, 71-82. Con autorità Milano gestisce il finale, dalla linea della carità Montano e Potts per i titoli di coda, 73-87.
ASSIGECO PIACENZA: McGusty 30, Skeens e Cesana 12
URANIA MILANO: Montano 19, Potts 18, Piunti 15


Civatese - Pall. Cabiate 71 - 65 Parziali 13-15, 45-29, 50-48, 60-60, D1ts

Civatese :  Butta Simone 18, Castagna Daniele 16, Maver Andrea 9, Corti Andrea 8, Panzeri Fabio 8, Galli Daniele 4, Negri Alessandro 4, Laci Mario 2, Lomasto Marco 2, Bosso Pierpaolo 0, Frigerio Stefano 0, Capovilla 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto  
Pall. Cabiate : Bloise Mattia 18, Marchetti Federico 11, Orsi Mattia 11, Nobili Andrea 10, Mazzola Jonathan  6, Tagliabue Samuele 5, Castiglioni Filippo 2, Granato Vincenzo 2, Cibinetto Riccardo 0, Minotti Filippo 0, Recalcati Mirko 0, Scotti Andrea 0, All. Orsi Paolo


La Bufi EDILCASA vince dopo un tempo supplementare una partita non per deboli di cuore.
Primo quarto molto equilibrato con le squadre che si studiano.
Nel secondo quarto la civatese chiude le maglie  in difesa e calibra il tiro da tre segnando 6 bombe nel quarto portandosi anche sul più 20 a metà quarto.
Terzo quarto la civatese rimane nello spogliatoio Cabiate ne approfitta restituendo il parziale subito nel secondo 19-5 a fine del quarto 
Ultima frazione Cabiate parte ancora in striscia portandosi a più 3 (54-57)a 2 minuti dalla fine,la
Civatese reagisce e rubando palla in difesa si porta sul 60-57 a 20 secondi dal finale. 
10 secondi Cabiate rimette in attacco e segna la tripla del pareggio a 2.8 dal finale.
La civatese ci prova ma non riesce a segnare si va al supplementare.
Supplementare la civatese ritorna padrona del campo e grazie alla difesa e ai 7!punti di butta si porta sul più 6 finale vincendo la partita.

Commento coach
"Sono contento per il ritorno alla vittoria,ma dobbiamo ancora lavora sulla continuità cercando di restare costanti anche fisicamente"


Vittoria con il brivido per Urania che piega Trapani e torna al successo, 75-70.

Gara controllata per larghi tratti dai Wildcats trascinati Potts e Montano, prezioso anche il lavoro in area colorata di Hill e Pullazi. Nel finale qualche rischio di troppo con Massone che trascina gli ospiti sino al meno 3, ancora Potts sigilla il match con due liberi.
LA GARA
Avvio equilibrato con Milano che si affida ad Hill, replica Trapani con la tripla di Rupil ed il canestro in avvicinamento di Stumbris, 4-5. Lo squillo di Amato sveglia l’Allianz Cloud e cambia l’inerzia del match, primo mini break rossoblu dopo il contropiede solitario di Potts, 15-7. Spreca un paio di chance per allungare la truppa di coach Davide Villa, immediata la punizione dei siciliani, 15-11 alla prima sirena. Prova il nuovo allungo Milano con il doppio botto di Potts dalla distanza, c’è il vantaggio in doppia cifra dopo il comodo appoggio di Amato, 24-13. Proprio da un antisportivo assegnato all’ex Udine riparte la rimonta amaranto, Rupil per il meno 4, 26-22. Due belle giocate di pura potenza di Pullazi donano nuova linfa all’attacco milanese, è un lampo che gli ospiti spengono con Massone, 38-32. Dopo l’intervallo pessimo inizio dei Wildcats che subiscono la maggiore aggressività degli ospiti, siciliani che mettono la freccia con Massone, 38-39. Prolungato blackout di Milano interrotto solo da un paio di acuti di Potts e Hill, sempre Massone protagonista tra gli ospiti, 42-45. La classe infinita di Montano è il motore del recupero rossoblu, del principe dei Wildcats il nuovo sorpasso, 50-45. Cavalcata esaltante dell’ex Fortitudo che regala spettacolo anche in apertura di quarto periodo, sua la tripla in transizione che dona il nuovo più 10 ad Urania, 64-54. La schiacciata in contropiede di Ebeling illude Milano che arriva sino al più 13, si fermano pericolosamente di nuovo i Wildcats, Trapani non muore mai e torna sotto trascinata da Romeo e Stumbris, 69-63. Trema di nuovo Urania che vede il film di Cremona materializzarsi dopo il canestro in penetrazione per il meno 3, 73-70. Potts scaccia gli incubi con i liberi della staffa, successo Wildcats, 75-70.
URANIA MILANO: Potts 24, Hill 15, Montano 12
2B CONTROL TRAPANI: Massone 17, Stumbris 13, Romeo 11
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Basket Rovello - Civatese 81 - 74 Parziali 17-13, 44-38, 58-55

Basket Rovello :  Pozzi Alessandro 17, Donega Luca 14, Aceti Oscar 12, Galbusera Andrea 12, Rampoldi Davide 8, Ronchetti Paolo 7, Losa Riccardo 4, Pessina Daniele 4, Olgiati Lorenzo 3, Cattaneo Simone 0, Marelli Jacopo 0, Colombo Edoardo ne, All. Rossini Luca, vice: Monti Alessandro 
Civatese :  Castagna Daniele 20, Laci Mario 15, Butta Simone 11, Corti Andrea 8, Galli Daniele 7, Panzeri Fabio 6, Lomasto Marco 4, Maver Andrea 3, Brusadelli Riccardo 0, Castelnovo Gioele 0, Frigerio Stefano 0, Negri Alessandro 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto  

La Bufi Edilcasa perde contro la prima in classifica una partita combattuta fino all ultimo.
La partita parte in salita da subito per l'edilcasa che segna ma subisce l'attivo avversario,secondo quarto  identico al primo sempre con la civatese a rincorrere.
Nella riapresa la civatese arriva al meno dodici ma stringe le maglie in difesa agguantando il 50 pari a 2 minuti dalla fine del terzo periodo.
Ultimo periodo non per i deboli di cuore,rovello allunga sul più nove la civatese si porta sul meno 3 a 2.50 dal termine.
Botta e risposta fino al minuto finale dove la civatese non trova il canestro e rovello segna dalla lunetta portandosi sul più 7 finale.

Commento coach
"Nonostante la sconfitta i miei ragazzi hanno giocato bene recuperando due volte uno svantaggio importante,abbiamo pagato gli errori ai liberi sul finale.Ora testa alla prossima lavoreremo per restare costanti."


La ASD Mojazza comunica di aver raggiunto l'accordo con coach Massimo Moro

tesserandolo come 1° allenatore della sua squadra senior.  Massimo sostituisce Luca Perini, dimessosi il 17/12 e già dalla prossima gara guiderà la squadra nel campionato di serie D, gir. Azzurro.


Il Basket Team 1995 Pizzighettone è lieto di comunicare l’arrivo di Giancarlo Favali, ala classe 2000 di 196 cm per 95 kg, fino al termine della stagione

Il Basket Team 1995 Pizzighettone è lieto di comunicare l’arrivo di Giancarlo Favali, ala classe 2000 di 196 cm per 95 kg, fino al termine della stagione

Favali inizia a giocare a pallacanestro nel Basket Terracina, per poi partire a 14 anni alla volta dell’avventura con la Stella Azzurra Roma. Successivamente si sposta sulla riviera adriatica coi Crabs Rimini e poi raggiunge il Kleb Ferrara, impegnato sui due fronti con giovanili e prima squadra.

A ruota nel 2019-20 è tempo dell’esperienza ad Ozzano in Serie B, mentre nel 2020-21 arriva a Chieti in Serie A2, compagno di squadra dell’ex indimenticato Lazar Lugic. In Abruzzo viene impiegato per 10 minuti di media, realizza 2 punti a partita.

Nella stagione 2021-22 viene ingaggiato dalla formazione Langhe Roero di serie B. Purtroppo la sua avventura in Piemonte termina subito in settembre per brutto infortunio al ginocchio. Dopo aver recuperato completamente e svolto tutta la preparazione precampionato con Latina ora è pronto per l’avventura con i Grifoni.

Da parte di tutta la società, ben arrivato Giancarlo!

Nella foto Giancarlo Favali con il vicepreside Marco Sbaruffati

Sarah De Bona


Prima trasferta del 2023 per Urania che va a far visita alla Juvi Cremona, palla a due al PalaRadi domenica alle 18.

Gara insidiosa contro una squadra alla caccia di punti per risalire la classifica. Pericoli e situazioni tecniche interessanti che, come sempre, vengono analizzate da coach Davide Villa:
“La Juvi è una squadra pericolosa che ha in Allen il terminale offensivo principale. L’ex Cantù ha tantissimo talento ma non è il solo da dover temere, il nuovo straniero Douvier ha dimostrato da subito di poter avere un impatto significativo. Anche il gruppo degli italiani ha ottime individualità, a partire da Reati che sa colpire con efficacia dall’arco. Per noi sarà decisivo, come quasi sempre, l’approccio alla partita. Evitando bruschi cali di tensione e continuando a cercare le nostre migliori opzione offensive, abbinandole ad una buona concentrazione difensiva”.
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Il Basket Iseo comunica di aver risolto in modo consensuale il rapporto con la guardia/ala

L’atleta, prodotto del settore giovanile gialloblu, ha maturato la
propria scelta con l’intento di trovare una squadra che gli garantisca maggior minutaggio e
la possibilità di crescere giocando con più continuità.
A Rocco, che finirà la stagione con la maglia dello
Yes Basketball Gussago di Serie C
Silver, vanno i ringraziamenti per quanto fatto in questi anni (dalla stagione 2018/2019
stabilmente in prima squadra) e i migliori auguri per il prosieguo della propria carriera.


Apre con un successo il 2023 Urania che batte Latina dopo una gara dai due volte, 78-70.

Apre con un successo il 2023 Urania che batte Latina dopo una gara dai due volte, 78-70.

Wildcats scintillanti per oltre 15 minuti con Montano che innesca Hill e Potts per un più 27 che sembra non ammettere repliche. La Benacquista non molla ed approfitta delle pause di Milano per rientrare con Lewis ed Alipiev sino a meno 5. Nel finale una bomba di Montano e due liberi di Hill gelano la rimonta ospite.

LA GARA
Inizio freddo per entrambe le squadre, di Hill il primo acuto rossoblu, 3-2. Non decolla il match in termini di ritmo ma si scaldano le mani dei protagonisti, Rodriguez risponde ad Amato ed è sorpasso ospite, 6-7. Seconda penalità per Pullazi che costringe coach Villa a cambiare lo scacchiere, è ancora Hill a trovare il gioco interno che aziona il break dei Wildcats, 13-7. Una magia di Montano e due liberi di Ebeling portano in doppia cifra il vantaggio di Urania, Amato fa volare i padroni di casa sino al più 13, 20-7. Sotto di 15 i laziali trovano la reazione firmata da Cacace, 25-11 alla prima sirena. Prova a tenere le redini della sfida Milano grazie alle invenzioni di Potts, il margine rossoblu accarezza i venti punti, 32-13. Coach Gramenzi cerca di mescolare le carte con zona e pressing, con pazienza e con un Valsecchi brillante in fase di assistenza i Wildcats arrivano al più 21 con il sigillo del capitano, 36-15. Sul più 24 si prende una pausa l’attacco milanese che riprende a correre con la tripla in transizione di Montano, 42-15. Parrillo, Lewis e Rodriguez suonano la carica per Latina prima dell’intervallo, 45-26 alla pausa lunga. Prosegue il recupero della Benacquista anche dopo l’intervallo, le improvvisazioni di Lewis e Rodriguez mettono in difficoltà Urania, l’energia di Moretti un fattore nel clamoroso recupero laziale, 45-38. Milano a secco per oltre 5 minuti, interrompe la grande sete la doppia schiacciata di Hill. Due canestri di potenza di Pullazi non riescono però a dare un ulteriore strappo alla gara, 59-49 alla penultima sirena. Latina sembra avere più benzina nel motore e prova la spallata decisiva, stringono i denti i Wildcats con Hill ancora a referto, 65-53. Non molla la Benacquista aggrappata al match grazie al talento di Lewis che mette paura all’Allianz dopo il gioco da 3+1, 71-66. Una bomba di Montano scaccia gli incubi, di Hill dalla lunetta i liberi della staffa, 78-70. 


URANIA MILANO: Potts 18, Hill 15, Montano 14

BENACQUISTA LATINA: Lewis 22, Alipiev 12, Cacace e Rodriguez 10

UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Saronno - L'inizio del 2023 porta un bel regalo in casa AZ Robur Basket Saronno,

Saronno - L'inizio del 2023 porta un bel regalo in casa AZ Robur Basket Saronno,

il ritorno di Gabriele Pellegrini, talentuosa ala protagonista delle recenti vittorie saronnesi in campionato e Coppa Lombardia. Dopo aver contribuito ai successi della Serie C Gold 2021 e della Coppa Lombardia 2022 e dopo una prima esperienza in Serie B con la Virtus Imola, il classe 2002 fa rientro a Saronno per la seconda parte della stagione, come rinforzo per il roster di coach Renato Biffi. Porta in dote una quota importante di punti (l'anno scorso doppia cifra di media per tutto l'anno), pericolosità offensiva interna e perimetrale e presenza difensiva grazie ad un fisico che sembra disegnato per la pallacanestro. La giovane ala saronnese è nata e cresciuta in città, compiendo tutta la trafila delle giovanili roburine, segnalandosi per le vittorie dei campionati Under16 e Under19, sempre da protagonista. Il suo è un gradito ritorno, per dare ancora maggiore profondità ad un gruppo che ha già fatto piuttosto bene nel corso del girone d'andata. La stagione ricomincia sabato 7 gennaio alle 17.30 a Daverio per il turno di Coppa Lombardia e poi sabato 14 gennaio alle 21 a Gazzada per la prima giornata del girone di ritorno con il 7Laghi.
Diego Marturano - Ufficio Stampa Robur Basket Saronno


Il Basket Team 1995 Pizzighettone comunica che Nicolas Pairone non proseguirà la sua avventura con la Mazzoleni per sopraggiunti motivi lavoratovi.

Il Basket Team 1995 Pizzighettone comunica che Nicolas Pairone non proseguirà la sua avventura con la Mazzoleni per sopraggiunti motivi lavoratovi.

L’ala argentina protagonista in questi anni con i colori biancoblu è dunque costretta ad interrompere il suo impegno sportivo.
A Nico va il ringraziamento per quanto fatto in questi mesi e un grande in bocca al lupo.

La società sta sondando il mercato per valutare un nuovo innesto




Mission impossible natalizia per Urania che apre il girone di ritorno in casa della capolista Cantù,

palla a due mercoledì al Pala Fitline di Desio alle 20.30. Brucia ancora la sconfitta rocambolesca con Torino per i Wildcats, coach Davide Villa prova a spingere il gruppo verso l’impresa:
“Sappiamo di avere di fronte una squadra molto forte, che viene da una lunghissima serie di vittorie e che è imbattuta in casa. Cantù è coperta in ogni ruolo dove può offrire talento, esperienza e versatilità. Coach Sacchetti da sempre offre un basket offensivo di grande qualità, ma va sottolineato anche che l’Acqua San Bernardo è prima anche nelle statistiche difensive. Noi veniamo da una sconfitta dolorosa per come è maturata, proprio dopo una partita molto ben giocata sotto tanti aspetti ma non gestita bene nel finale. Per questo dovremo provare a voltare pagina, ripartendo dalle tante cose buone fatte sabato, dare il massimo e provare a realizzare quella che a tutti gli effetti sarebbe un’impresa”.
Suona la carica anche capitan Piunti:
“Contro Cantù sarà durissima, loro sono imbattuti da tante partite e vengono da un successo travolgente. Noi dovremo cercare di fare ancora meglio rispetto all’ultima sfida, ben giocata ma dove ci è mancata lucidità per chiudere una gara che avevamo nelle mani. Cercheremo di migliorarci ancora, spostando l’asticella e mettendo tutto quello che abbiamo, per provare una grande impresa contro una delle favorite per la promozione finale”.
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


C Silver XXIII Giornata - Provvedimenti disciplinari

GIRONE VERDO
ILLESO

GIRONE ROSSO
  872 Gruppo M. Saviola VIADANA ammenda di Euro 160.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per circostanza aggravante speciale per offese o minacce frequenti nei confronti di un tesserato ben individuato[art. 27,4b RG rec.,art. 28,3 RG] 
875 PALL. MONTECLARENSE ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 875 GABRIELE POLI (PALL. MONTECLARENSE) GABRIELE POLI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1b RG]A fine partita 875 DAVIDE MOMBELLI (PALL. MONTECLARENSE) DAVIDE MOMBELLI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1b RG]A fine partita

GIRONE BLU
1055 EDOARDO CHIRICO (FORTITUDO BUSNAGO) EDOARDO CHIRICO squalifica tesserato per 4 gare per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco e per non aver immediatamente abbandonato il terreno di gioco, dopo essere stato espulso [art. 33,3/1c RG,art. 36 RG] 
1057 Pezzini MORBEGNO 70 ammenda di Euro 80.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 1057 IVAN BIANCHI (Pezzini MORBEGNO 70) All. IVAN BIANCHI squalifica tesserato per 2 gare per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri e per comportamenti non regolamentari espressi platealmente e/o in modo violento, posti in essere da tesserati durante lo svolgimento di una gara [art. 32,3 RG,art. 33,1/1b RG,art. 35,1c RG] 1057 Pezzini MORBEGNO 70 ammonizione per violazione delle norme relative alle caratteristiche del campo di gioco, sopravvenute rispetto alla omologazione dello stesso campo [art. 38,1d RG]Assenza di passaggio protetto da campo di gioco e spogliatoi 
1059 MATTEO LEVA (Fondaz. Novacaritas Onlus INDIPENDENTE) MATTEO LEVA deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG]    

Maurizio Tomasini


Civatese - Pall. Lissone 70 - 79 Parziali 15-19, 40-43, 60-61

Civatese :   Castagna Daniele 23, Castelnovo Gioele 18, Laci Mario 15, Corti Andrea 6, Panzeri Fabio 5, Negri Alessandro 2, Galli Daniele 1, Brusadelli Riccardo 0, Butta Simone 0, Frigerio Stefano 0, Lomasto Marco 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto 
Pall. Lissone :  Galliani Igor 34, Guarnaccia Edoardo 18, Viganò Stefano 10, Gallucci Manuele 4, Ghiglia Francesco 4, Ratti Filippo 3, Boniolo Andrea 2, Faccioli Federico 2, Peco Emilio 2, Dascola Loris 0, Collini 0, Lupi Timini Riccardo ne, All. Santolini Giorgio, vice: Zappa Gianluca, Sala Matteo, Riboldi Gabriele   

La bufi edilcasa perde l'ultima partita casalinga del 2022.
Già dal primo quarto si capisce che la serata sarà dura per la civatese.
Rimane attaccata all avversario ma non riesce a a superlarlo.
Alla fine del terzo si porta sul meno 1 ma non riesce ad avere il guizzo per superare l'avversario. Nell ulmtimo quarto la difesa traballa civate va sotto di 10 ma riporta a meno due. Sul finale cede e perde di 9.

Commentò coach
"Ennesima partita giocata sottotono in difesa.
In questa pausa natalizia lavoreremo per cercare la
concretezza  che avevamo all'inizio dell'anno"


C Silver - Provvedimenti Disciplinari XII Giornata

GIRONE VERDE
  682 LUCA MEI (ARDENS SEDRIANO) All. LUCA MEI squalifica tesserato per 1 gara per aver usato espressione blasfema durante la gara [art. 34 RG] 685 Cares Impianti VENEGONO ammenda di Euro 80.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 685 Edimes SANMAURENSE PAVIA ammenda di Euro 100.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]

GIRONE ROSSO
ILLESO

GIRONE BLU
1048 Le Bocce CASA GIOVENTU' ERBA ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per minacce collettive e frequenti [art. 27,4b RG rec.,art. 27,5bd RG] 1048 Le Bocce CASA GIOVENTU' ERBA ammenda di Euro 150.00 per mancanza, rilevante irregolarità o guasto delle attrezzature obbligatorie, con recidiva [art. 40,1b RG rec.] 1050 OMAR LONGHI (Tecnoadda MANDELLO LARIO) OMAR LONGHI ammonizione per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1a RG] 1052 ALESSIO ASCENZO (O.SA.L. NOVATE) All. ALESSIO ASCENZO deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG] 1052 MATTEO CIGADA (O.SA.L. NOVATE) MATTEO CIGADA deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG] 1051 DI. PO. VIMERCATE ammenda di Euro 100.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 1051 FORTITUDO BUSNAGO ammenda di Euro 100.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]   

Maurizio Tomasini


Civatese - Nuovo Basket Groane 2005 74 - 81 Parziali 12-16, 28-42, 50-54

Civatese :  Castagna Daniele 27, Laci Mario 9, Panzeri Fabio 9, Maver Andrea 8, Negri Alessandro 6, Castelnovo Gioele 5, Lomasto Marco 4, Butta Simone 3, Galli Daniele 3, Bosso Pierpaolo 0, Brusadelli Riccardo 0, Frigerio Stefano 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto  
Nuovo Basket Groane 2005 :  Barbieri Andrea 23, Colombo Luca 18, Raffaldi Diego 15, Cassano Jean Jaures 9, Arienti Andrea 6, Toffanin Matteo 6, Colzani Luca 2, Fumagalli Tommaso 2, Colombo Andrea 0, Corti Tommaso 0, Galimberi Chiristian 0, Colonna Davide 0, All. Longoni Andrea, ass: Perciabosco Gaetano  

La bufi edilcasa perde contro lentate una partita difficile.
Primi due quarti sotto tono per la civatese che incassa 42 punti subendo il gioco in velocità di lentate e non riuscendo a segnare.
Nel terzo quarto la civatese chiude le maglie in difesa e con castagna che sale in cattedra si porta sul meno quattro a fine del quarto.
Ultima frazione tutta di un fiato per entrambe le squadre,la Civatese si porta sul più uno ma poi subisce e finisce a meno sette,si riporta ancora sul pari ma nel finale subisce i liberi avversari non riuscendo a segnare ricadendo sul meno sette finale.

Commento coach
"Siamo partiti in sordina ma poi ci siamo ripresi fino al più 1.Ci sono mancati i punti nelle mani sul finale"


Pullazi, Potts e Montano trio da favola, Urania doma Rieti, 93-83

Vittoria importante per Urania che piega una coraggiosa Rieti dopo una sfida combattuta, 93-83. Gara a strappi con gli ospiti sempre a contatto grazie a Tortù e Tucker, a risolvere il match il trio delle meraviglie Montano-Potts-Pullazi. Le creazioni sartoriali del Principe, le stoccate della Roccia rossoblu e le zampate del gladiatore romano nei momenti cruciali gli ingredienti del successo della truppa di coach Davide Villa.
LA GARA
E’ Rieti a partire forte, Tucker e Tortù per il primo mini break dei sabini, 2-7. Potts prova a scuotere Milano con uno squillo dall’arco, buono il lavoro anche di Hill in transizione ed è sorpasso, 9-8. Gli ospiti cercano con insistenza i mismatch in area colorata, un blitz di Timperi vale il controsorpasso, 9-12. Arriva la seconda penalità per Potts con coach Villa costretto a cambiare lo scacchiere della gara, buono l’impatto uscendo dalla panchina di Ebeling, una tripla di Montano sigilla il massimo vantaggio prima del buzzer beater di Del Testa che chiude il quarto iniziale, 25-19. Aumenta l’aggressività della difesa reatina ma un positivo Hill ed ancora Ebeling danno la spinta ai Wildcats, 30-21. Rieti si affida all’esplosività di Tucker ed a brani di zona, immediato il recupero degli uomini di coach Ceccarelli che sono ad un solo possesso dopo l’appoggio del centro statunitense, 30-27. Una fiammata del duo Potts-Amato rilancia le azioni milanesi, Pullazi trasforma un rimbalzo d’attacco nel primo vantaggio in doppia cifra, 38-28. Non mollano i laziali che non riescono però ad arginare la furia di Potts, Tucker sulla sirena segna il meno 11, 44-33. Dopo la pausa lunga reazione della NPC, arriva il terzo fallo di Potts con Rieti che capitalizza con la schiacciata di Tucker. Parziale aperto ospite con Urania che non segna per oltre 3 minuti, comodo canestro di Geist che vale il 44-39. Blackout totale che i Wildcats pagano caro, si scatena Timperi in transizione, il sorpasso arriva inevitabile con la corsa solitaria di Zugno, 44-46. Pullazi interrompe la grande seete con due triple di puro orgoglio, un regalo della terna arbitrale (antisportivo sanzionato a Montano) dona nuova inerzia ai laziali, 50-49 dopo il quarto fallo di Potts. Pullazi si prende sulle spalle l’attacco rossoblu, arriva anche il siluro di Amato che rimette 8 punti di margine per Milano, 59-51. Mai domo Tortù che prova a produrre un altro recupero laziale, tre magie di Montano lasciano Urania avanti di 10 alla penultima sirena, 66-56. Rieti dimostra coraggio ed energia, i Wildcats non brillano per intensità difensiva, tutto da rifare al 33’, 69-68. Poca lucidità offensiva dei padroni di casa, la tripla di Nonkovic vale la parità, 71-71. Rientra Potts e si riapre il luna park rossoblu, Ebeling e Montano per il più 10 che sembra decisivo, 84-74. Superficialità e palle perse danno invece linfa a Rieti che tenta l’ultimo assalto, schiacciata di Tucker per il meno 4, 84-80. Serve il botto decisivo ed arriva da un Pullazi da MVP, Montano e Potts accendono i titoli di coda, 93-83.
URANIA MILANO: Pullazi 25, Potts 24, Montano 18
NPC RIETI: Tucker 20, Tortù 17, Geist 13


Basket Pescate - Civatese 63 - 70 Parziali 20-25, 38-41, 51-65

Basket Pescate :  Motta Riccardo 15, Cazzaniga Matteo 12, Butti Marcello 11, Garota Giacomo 9, Crevenna Francesco 8, Colombo Lorenzo 4, Bianchi Simone 2, Porcaro Matteo 2, Cala Mathias 0, Chirico Francesco 0, Invernizzi Federico 0, All. Figini Davide, vice: Taruselli Gabriele
Civatese :  Butta Simone 15, Castagna Daniele 15, Panzeri Fabio 13, Castelnovo Gioele 7, Corti Andrea 7, Galli Daniele 7, Negri Alessandro 4, Laci Mario 2, Boselli Dario 0, Bosso Pierpaolo 0, Lomasto Marco 0, Maver Andrea 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto

La bufi civatese si aggiudica un derby combattuto fino alla fine.
La civatese parte forte grazie ai canestri di Castagna Galli e Panzeri assieme alla buona difesa scava un vantaggio di ben 12 punti.
Tutti direbbero "partita finita" ma invece no:
la Bufi Civatese si inceppa e alcuni errori in attacco e grazie ai tiri dalla distanza pescate infila un parziale di 23-13 riaprendo la gara prima della pausa lunga.
Terzo quarto la civatese si riaccende dimostrando la superiorità e grazie a un butta indemoniato(9 punti nel quarto) e ai canestri di Castelnovo insieme alla buona difesa si riporta sopra di 16 lunghezze.
Nell ultimo quarto quando per l'ennesima volta sembrava tutto fatto pescate risorge e grazie ad un momento di blackout della civatese si riporta meno sul meno tre (61-64)la civatese avvantaggiata dal gap del terzo quarto e alla buona difesa gestisce e grazie ai tiri liberi(8 su 8) nell ultima frazione si aggiudica il derby.



Commento coach:
"Vincere il primo derby della provincia ha un peso importante, sia a livello mentale che di classifica.
Abbiamo giocato due ottimi quarti in cui siamo riusciti a scavare due buoni parziali, di contro ci siamo fatti recuperare troppo facilmente complice il black out totale dell’ultimo quarto.
Dobbiamo lavorare per restare mentalmente presenti nell’arco dei quaranta minuti e non essere così altalenanti cocedendo troppo agli avversari."


C Silver - Provvedimenti disciplinari - Decima Giornata

GIRONE VERDE
ILLESO

GIRONE ROSSO
853 ADAM EL IBRAHIMI (Gruppo M. Saviola VIADANA) ADAM EL IBRAHIMI squalifica tesserato per 2 gare per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1b RG]reiterato

GIRONE BLU
1034 FORTITUDO BUSNAGO ammenda di Euro 80.00 per offese collettive


Civatese - Doppio Malto O. Cadorago 79 - 51 Parziali 21-15, 35-32, 52-42

Civatese :  Panzeri Fabio 24, Castagna Daniele 12, Butta Simone 11, Galli Daniele 8, Castelnovo Gioele 7, Laci Mario 6, Bosso Pierpaolo 5, Lomasto Marco 3, Maver Andrea 2, Boselli Dario 1, Frigerio Stefano 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto  
Doppio Malto O. Cadorago :  Casadio Filippo 11, Bejtulla Maliqi 9, Baparapè Malik 8, Gavioli Alessio 7, Arnaboldi Marco 4, Bellone Dante 3, Bernasconi Igor 3, Santimone Andrea 3, Tripodi Matteo 3, Colombo Thomas 0, All. Serafini Angelo, vice: Accardi Andy

Partita da due volti per la bufi civatese che alla fine porta a casa la gara.
Prima metà della partita molto equilibrata civate non entra in ritmo e si adegua all'avversario con un ritmo molto blando.
Al rientro dagli spogliatoi la situazione cambia la civatese inizia ad accendersi e si porta sul più 10.
Nell ultima frazione cadorago affonda sotto la difesa civatese e le ampie rotazioni,
La bufi civatese sfrutta il momento per andare a più 20 mantenendo il divario fino alla fine.


Commento coach
"Sono contento per la vittoria però dobbiamo ancora migliorare sull'approccio dei primi due quarti,sono soddisfatto della reazione nella seconda metà.ora testa a venerdì prossimo"


C Silver - Provvedimenti disciplinari - Nona Giornata

GIRONE VERDE
  661 NICHOLAS ANELLI (Arcadis Italia CORSICO) NICHOLAS ANELLI squalifica tesserato per 3 gare per comportamento minaccioso o intimidatorio nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1c RG]a fine partita, lanciava il pallone addosso al direttore di gara 664 Cares Impianti VENEGONO ammenda di Euro 75.00 per mancata designazione del dirigente accompagnatore o mancata designazione o mancato o parziale assolvimento ai prescritti compiti del dirigente addetto agli arbitri e agli Ufficiali di campo [art. 38,1f RG] 664 Cares Impianti VENEGONO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 666 Velasca Milano S.PIO X MILANO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]

GIRONE ROSSO
844 FEDERICO CULLURA' (Pentavac Basket Chiari) All. FEDERICO CULLURA' ammonizione per proteste avverso decisioni arbitrali [art. 32,1a RG]a fine partita 

GIRONE BLU
1026 FORTITUDO BUSNAGO ammonizione per violazione delle disposizioni in tema di efficienza dei campi di gioco [art. 38,1c RG] Doccia spogliatoio arbitri fredda 1027 GMG Food & Drink BOTTANUCO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 1027 Italcontrol TEAM 86 VILLASANTA ammenda di Euro 80.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 1030 DI. PO. VIMERCATE ammenda di Euro 100.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]    



Sabato sera, in occasione della nona giornata del campionato di Serie C Gold 2022/2023, i ragazzi dell’AZ Pneumatica Robur Basket Saronno

Sabato sera, in occasione della nona giornata del campionato di Serie C Gold 2022/2023, i ragazzi dell’AZ Pneumatica Robur Basket Saronno

hanno indossato durante il riscaldamento una maglietta di sensibilizzazione alla causa dell’Associazione Italiana Studio Pancreas (Aisp) per la ricerca sul cancro. L’occasione è stata quella della Giornata mondiale per la prevenzione del tumore al pancreas, che era in programma quest'anno giovedì 17 novembre. La maglietta di sensibilizzazione era collegata all’evento tenutosi a Limbiate domenica 20 novembre, la Camminata delle Città. La società ha voluto partecipare indossando la maglietta rappresentativa dell’evento come segnale di vicinanza alla causa ed agli obiettivi dell’Aisp, con l’intento di creare consapevolezza sulle neoplasie pancreatiche e impegno a promuovere informazione e soprattutto prevenzione. Quello del pancreas è uno dei tumori che fa più paura, e proprio per questo è necessario parlarne e farne parlare, anche grazie ad iniziative come quelle del fine settimana.
Ezio Vaghi, presidente della Robur Basket Saronno: «L’importanza di queste campagne di sensibilizzazione è chiara all’interno del messaggio che lanciano. Quando gli amici dell’organizzazione ci hanno proposto di aderire non abbiamo esitato, perché, seppur con un piccolo gesto come indossare una maglietta, sappiamo di poter raggiungere quanto meno il nostro pubblico e chi ci segue. È un piccolo passo, ma è un punto di partenza per fare luce su una patologia troppo spesso ignorata, sostenendo prevenzione e ricerca».
--
Diego Marturano - Ufficio Stampa Robur Basket Saronno


Sportiva Basket Sondrio - Civatese 72 - 56 Parziali

Sportiva Basket Sondrio :  Benvenuti Mattia 17, Parolo Roberto 14, Motalli Tommaso 11, Spinelli Gregorio 9, Orsi Giuseppe 8, Bertini Matteo 7, Lavizzari Pietro 4, Lo Verso Sebastiano 2, Monaco Stefano 0, Bonfadini Filippo 0, Mercedes Carlos Gabriel 0, All. Busi Alessandro, ass: Marchetti Luca, Scala Francesco  
Civatese : Panzeri Fabio 20, Castagna Daniele 14, Negri Alessandro 10, Butta Simone 5, Corti Andrea 3, Castelnovo Gioele 2, Lomasto Marco 2, Boselli Dario 0, Bosso Pierpaolo 0, Frigerio Stefano 0, Maver Andrea 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto

La Bufi Eilcasa perde a sondrio Una trasferta difficile.
Nei primi due quarti sondrio impone il ritmo e civate non riesce a entrare in ritmo subisce dalla distanza concedendo troppo all avversario.
Nel terzo quarto la Situazione non cambia e sondrio si porta fino al più 21.
Nell ultimo quarto la civatese esce dal guscio trascinata da un intramontabile Panzeri che sprona il gruppo con due triple,la squadra risponde e si porta al meno 8 ma purtroppo è tardi per partire alla carica,finisce con una sconfitta amara.
Commento coach
Sconfitta!! Maturata nei primi due quarti dove i nostri ragazzi hanno concesso a Sondrio una difesa blanda e poco aggressiva. Gli avversari hanno scavato subito un solco di 20 punti, indirizzando la partita verso il successo. Non è bastata la difesa  aggressiva e fisica nella ripresa a colmare il gap, siamo arrivati fino al -8 ma poi le scarse energie e qualche discutibile scelta arbitrale ci hanno giustamente assegnato la quarta sconfitta stagionale.


URANIA A FIANCO DELLA PRO LOCO DI BARZANÒ PER AIUTARE LA RICERCA SUL DIABETE

URANIA A FIANCO DELLA PRO LOCO DI BARZANÒ PER AIUTARE LA RICERCA SUL DIABETE

Siamo lieti di annunciare che Urania Basket sarà al fianco della Pro Loco di Barzanò durante tutte le attività organizzate dal Comune Lecchese in occasione della Giornata Mondiale del Diabate (14 Novembre).
La famiglia dei Wildcats ha deciso di contribuire attivamente alla causa devolvendo parte dell’incasso del big Match di Sabato 19 Novembre contro Vanoli Cremona per aiutare la ricerca dell’Ospedale San Raffaele di Milano. Per questo motivo invitiamo tutti i tifosi e le famiglie dell’Academy a partecipare alla partita!
Inoltre, Domenica 20 Novembre la compagine degli Under 17 Academy parteciperà all’amichevole celebrativa contro la compagine locale, a conclusione della settimana benefica per la ricerca sul Diabete.
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


C Silver - Provvedimenti disciplinari ottava giornata di andata

GIRONE VERDE
656 PALL. CERRO MAGGIORE ammenda di Euro 75.00 per mancata designazione del dirigente accompagnatore o mancata designazione o mancato o parziale assolvimento ai prescritti compiti del dirigente addetto agli arbitri e agli Ufficiali di campo [art. 38,1f RG]

GIRONE ROSSO
839 E' Più BK CASALMAGGIORE ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 839 GILBERTINA SORESINA ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]

GIRONE BLU
1018 Gorla ABC CANTU' ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per circostanza aggravante speciale per offese frequenti nei confronti di un singolo tesserato avversario individuato [art. 27,4b RG,art. 28,3 RG] 1018 O.SA.L. NOVATE ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 1018 DARIO POGLIANI (O.SA.L. NOVATE) Acc. DARIO POGLIANI inibizione determinata dal 15/11/2022 al 25/11/2022 per comportamento offensivo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco e per tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di capitano della squadra, dirigente di società o addetto agli arbitri rivestita [art. 33,3/1b RG,art. 21,5a RG] 1022 Pezzini MORBEGNO 70 ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]


Italcontrol Team 86 Villasanta - Fortitudo Busnago 55 - 50 Parziali 13-19, 26-23, 37-38

Italcontrol Team 86 Villasanta :  Monguzzi Francesco 12, Marchisio Alessandro 11, Frosi Manuel 8, Mladjenovic Marko 7, Moscatelli Marco 6, Dellavalle Daniele 5, Brambilla Cristian 3, Paganotto Federico 3, Colombo Mirko 0, Terruzzi Matteo 0, Schiavon Matteo ne, All. Bonfio Andrea, ass: Merlo Alberto, Assi Roberto  
Fortitudo Busnago :   Favalessa Matteo 17, Casati Simone 15, Perego Davide 5, Maniero Davide 4, Arioli Federico 3, Parlato Riccardo 3, Trassini Pietro 3, Brigatti Riccardo 0, Epis Daniele 0, Ghisleni 0, Calamari Michele ne, Sala ne, All. Galli Alessandro, vice: Brigatti Nives

Commento: Momento non facile quello che stanno attraversando i Villasantesi, che devono fare i conti con una serie di indisponibilità molto più elevata della norma, arrivano da una brutta sconfitta della scorsa settimana contro Vimercate e si apprestano ad affrontare l'esperta squadra di Busnago, prima in classifica. Sarà l'affrontare una gara in cui non hai poi molto da perdere, oppure sarà anche la fortuna di incontrare un avversario non particolarmente concentrato, ma fatto stà che ne esce una partita molto combattuta, giocata punto a punto fino al termine con i padroni di casa che strappano i due punti con le unghie e con i denti.
Inizio partita che appare semplice per gli ospiti, che mettono in mostra la loro qualità, contro una compagine villasantese che fatica a trovare la via del canestro. Incredibile inversione di rotta nei secondi 10 minuti, con i padroni di casa sempre concentrati e con gli ospiti invece che non ne azzeccano una, mettendo a referto la miseria di 4 punti in 10 minuti e finendo sotto all'intervallo lungo per 26 a 23.
Il secondo tempo parte come era partito il primo, Busnago sembra poter avere la meglio con un parziale in poche battute di 10 a 0, ma ancora una volta non riesce a dare continuità alla sua supremazia e lascia che i ragazzi di Villasanta punto dopo punto e difesa dopo difesa tornino sotto fino al -1 del trentesimo. Chiaro l'obiettivo di coach Bonfìo, che è quello di arrivare negli ultimi due minuti ancora vicini agli avversari per potersela poi giocare, e così è stato, seppure a metà ultimo quarto di gioco Casati abbia nuovamente fatto un break di 8 punti con 2 triple in una manciata di secondi, questo non basta a smontare i Villasantesi che con l'aiuto di tutto il giovanissimo team in campo porta a casa due punti preziosi, più che per la classifica per il morale e per la consapevolezza di potersela giocare contro chiunque, anche a prescindere dagli infortuni.
Una dura lezione anche per gli ospiti, con coach Galli che ovviamente lavorerà su testa e concentrazione di un gruppo con qualità individuali sicuramente superiori a quasi tutte le altre formazioni di serie C silver.

Uff. stampa Team86 Basket Villasanta


America Graffiti e Urania di nuovo insieme per la Stagione 2022/2023

Urania Basket Milano è lieta di annunciare il rinnovo del rapporto di collaborazione con America Graffiti per la stagione 2022/2023.
America Graffiti, nota catena della ristorazione italiana ispirata al tipico diner americano, scende in campo a fianco di Urania Basket per la stagione 2022/2023.
Amanti degli USA nel nome, nel design e nel menu, con gustosissimi burger, golosissimi milkshake e servizio free refill, America Graffiti sceglie di rinnovare anche per questa stagione la partnership con i Wildcats milanesi del basket, uno degli sport americani per eccellenza. Sarà anche sponsor ufficiale degli under 13, perché crede nei giovani talenti e nello sport.
Per tutta la stagione, i tesserati Urania e i tifosi che presenteranno il biglietto o l’abbonamento alle partite avranno il 10% di sconto nel ristorante di Milano S. Siro, in Via Achille, 4 angolo Via Fetonte, per un appuntamento prima o dopo una partita, ma non solo: per la pausa pranzo, per una cena fra amici o per festeggiare un evento con la famiglia in una location informale, casual e sempre caratteristica.
America Graffiti è un format libero, street, colorato, dove chiunque è libero di essere chi vuole, come vuole e vivere il momento.
“Eat it, drink it, live it, feel it. Mordi l’America!”
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Brusca frenata per Urania, Wildcats fermati a Trevigio, 75-57

Brusca frenata per Urania, Wildcats fermati a Trevigio, 75-57

Cade dopo quattro successi di fila Urania che perde a Treviglio, 75-57. Gara dominata dai padroni di casa trascinati da Lombardi e Marcius, mai realmente in partita i Wildcats, privi di Amato, nonostante la buona prova del giovane Valsecchi.
LA GARA
Parte forte Treviglio con Marcius subito in evidenza, 6-2 dopo tre canestri del centro croato. Milano alza il ritmo e si affida alla creatività di Montano, Gruppo Mascio ancora avanti dopo 4 punti filati di Lombardi, 12-5. Si blocca completamente l’attacco dei Wildcats che non trova conclusioni perimetrali, ancora Lombardi e Cerella per il primo margine in doppia cifra dei bergamaschi, 16-5. Sblocca l’impasse un’ottima iniziativa di Valsecchi, lievita però sino al più 14 l’allungo della Blu Basket con il botto di Maspero ed il semigancio di Bruttini, 21-7 alla prima sirena. Copione immutato anche in apertura di secondo quarto, poche idee e tanti errori per Milano, un paio di zampate di capitan Piunti e la tripla di Valsecchi gli unici acuti rossoblu, 37-14. Il primo canestro di Potts arriva solo a 3 minuti dalla pausa lunga, Lombardi e compagni in controllo a metà gara, 46-19. Scarto che diventa una montagna da meno 30 da scalare dopo l’intervallo, altra bomba di Lombardi, 51-21. Primo segnale di risveglio degli uomini di coach Davide Villa, il solito Valsecchi e tre buone giocate di Pullazi per il meno 21, 53-32. I padroni di casa contengono la sfuriata di Urania, è solido il vantaggio della Gruppo Mascio alla penultima sirena, 58-33. Amministrazione controllata per Treviglio nell’ultima frazione, una fiammata di Montano ricuce sino al meno 19, 64-45. Un antisportivo generoso affibbiato ad Ebeling ed il tecnico a Piunti spengono l’ultimo sussulto ospite, 70-49.
GRUPPO MASCIO TREVIGLIO: Lombardi 18, Marcius 15, Marini 14
URANIA MILANO: Pullazi 14, Potts 10, Montano e Hill 8
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Civatese - Ars Rovagnate 74 - 61 Parziali 17-12, 43-29, 54-47

Civatese :   Negri Alessandro 19, Panzeri Fabio 19, Castelnovo Gioele 12, Castagna Daniele 8, Laci Mario 6, Galli Daniele 4, Lomasto Marco 4, Butta Simone 2, Boselli Dario 0, Bosso Pierpaolo 0, Brusadelli Riccardo 0, Frigerio Stefano 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto 
Ars Rovagnate :  Marinello Roberto 17, Ticozzi Gianluca 10, Koudou Landry 8, Bassani Marco 5, Cereda Jacopo 4, Kriaa Ulysse 4, Pelloli Tommaso 4, Pironato Dario 4, Valeriano Jacopo 4, Magni Renato 1, Sirtori Giorgio 0, Colombo Luca ne, All. Monti Michele, vice: Riva Alessandro, Kabashi Enton

La bufi civatese vince in casa dopo due sconfitte consecutive.
Primo quarto la civatese parte bene riuscendo a scavare un primo vantaggio importante.
Nel secondo quarto mette a segno 25 punti grazie a Negri e Panzeri.
Nel terzo quarto la situazione cambia rovagnate mette la zona e la bufi EDILCASA fatica a segnare,srl sfruttando questo momento rovagnate si riporta a meno sette.
Nell'ultima frazione civate riacquista la lucidità con 8 punti di castagna e restie a rovagnate che prova dalla distanza,negli ultimi minuti gestisceil vantaggio finendo sul  più 13.

Commento coach:
"Dopo due sconfitte serviva una vittoria e i miei ragazzi non mi hanno deluso,hanno tenuto la concentrazione quando serviva. Abbiamo ancora molto da lavorare per gestire meglio i vantaggi con meno frenesia però sono soddisfatto della partita,ora testa a sondrio"


I Wildcats servono il poker, Urania corsara ad Agrigento, 75-77

I Wildcats servono il poker, Urania corsara ad Agrigento, 75-77

Sicilia ancora generosa con i Wildcats che si godono il quarto successo consecutivo passando ad Agrigento, 75-77. Dopo un inizio scintillante, con Potts assoluto protagonista, Urania subisce il ritorno di Ambrosin e compagni che costringono Milano ad un arrivo in volata deciso dalla zampata quasi sulla sirena di Hill. Cinque uomini in doppia cifra nella truppa di coach Davide Villa, fondamentale il lavoro sotto traccia di Pullazi (ennesima doppia doppia da 11 punti e 10 rimbalzi). 


LA GARA
Avvio equilibrato con Francis che risponde al primo botto di Potts, 5-5. Ottima l’intesa in area colorata dei lunghi Wildcats, Hill e Pullazi ed un altro siluro di Potts per il mini break rossoblu, 7-12. Agrigento si affida al talento di Francis ed alle improvvisazioni di Ambrosin, non arretra il trio delle meraviglie Montano-Amato-Potts, ennesimo botto dell’ex Leiden e primo margine in doppia cifra per gli ospiti, 11-22. Lievita sino al più 14 il margine di Urania con Amato in versione Von Karajan, 18-32 alla prima sirena. Più aggressivi i siciliani in avvio di secondo periodo che schierano un quintetto senza americani, Ambrosin con una tripla in transizione riporta a meno 9 la Moncada, 25-34. Wildcats che faticano a ritrovare ritmo e fluidità offensiva, prosegue la rimonta biancazzurra con la gara che ora è ad un solo possesso complice anche qualche dubbia chiamata arbitrale, 39-40 con Costi grande protagonista. Con pazienza e lucidità Milano tiene botta, Ebeling e Cavallero regalano un prezioso più 6 ad Urania all’intervallo, 41-47. Copione immutato dopo la pausa lunga, poca reattività dei Wildcats che attaccano con poca convinzione, il nervosismo di Potts (sin li il migliore tra i rossoblu) ed i troppi falli offensivi condizionano gli ospiti, c’è la parità a quota 47. Montano sblocca Milano ma è un fuoco fatuo, uno scatenato Ambrosin fa esplodere il Pala Moncada, 52-49. Grande e Marfo provano lo strappo per Agrigento, Montano tiene Urania a contatto, 55-55. Le quattro penalità del Principe, Potts e Hill mettono in difficoltà lo scacchiere di coach Villa, battaglia aperta alla penultima sirena, 64-63. Scendono le percentuali dal perimetro di Milano che si aggrappa ai rimbalzi d’attacco di un indomito Pullazi, 66-66. L’equilibrio lo rompe la fiammata del fattore X Peterson per il più 4, Urania ha ancora orgoglio e forza per tornare sotto ed è ennesima parità a quota 75 con Ebeling fondamentale sui due lati del campo. Potts ha il pallone per la vittoria ma sbaglia la tripla, il capolavoro lo fa Hill che tramuta un rimbalzo d’attacco nel canestro del sorpasso. I Wildcats murano l’ultimo assalto agrigentino ed è gioia rossoblu, 75-77.

MONCADA AGRIGENTO: Ambrosin 17, Costi e Grande 15
URANIA MILANO: Potts 20, Hill 15, Pullazi 11

UFFICIO STAMPA URANIA MILANO



Civatese - Basket Seregno 72 - 74 Parziali 14-23, 30-31, 45-46, 66-66, d1ts

Civatese :  Castagna Daniele 26, Laci Mario 11, Panzeri Fabio 10, Negri Alessandro 9, Galli Daniele 6, Castelnovo Gioele 3, Lomasto Marco 3, Butta Simone 2, Frigerio Stefano 2, Bosso Pierpaolo 0, Brusadelli Riccardo 0, Maver Andrea 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto 
Basket Seregno :  Gianotti Davide 21, Ventura Roberto 15, Pellizzoni Riccardo 12, Caglio Federico 8, Barni Luca 7, Montagna Roberto 6, Schiatti Filippo 3, Sanfilippo Leonardo 2, Torchio Andrea 0, Foiano Simone ne, All. Perego Ivano, vice: Viganò Alessandro

L'Edilcasa bufi perde dopo un tempo supplementare una partita combattuta fino all'ultimo.
Nel primo quarto seregno impone il ritmo segnando dalla distanza portandosi a fine quarto a più 9 civate fatica a entrare in partita.
Nel secondo quarto la civatese esce dal guscio e con la buona difesa concede solo 8 punti a serengno riportando la partita sul -1 con buone conclusioni e buona difesa.
Terzo quarto le squadre si equivalgono civate resta sempre sotto mantiene botta rimanendo a 1 punto dagli avversari.
Nell ultima frazione civate mette la 5 con castagna (26 punti) e si porta anche a più nove a metà del quarto, sembra fatta ma seregno non molla e sfruttando errori in attacco dell'edilcasa con due tiri da tre si porta sul pareggio a un minuto dal termine e subito dopo segna il vantaggio. La civatese con un colpo di reni riagguanta il 66 pari.
Over time seregno parte forte portandosi a più 5 dopo due minuti.
Ultimi due minuti da cardiopalma con le squadre sempre punto a punto fino a sette secondi  dal termine quando seregno si  porta sul più due finale con due tiri liberi,l'edilcasa ci prova ma sbaglia.


  Commento coach
Partita persa per inesperienza, nel momento di essere razionali e freddi per gestire il vantaggio creato con fatica e buon lavoro difensivo, abbiamo concesso tiri dall'arco con troppa facilità. Loro bravi nel crederci e noi poco furbi nel concederglielo.
Nulla da recriminare nell impegno dei ragazzi che faranno tesoro sicuramente di questi errori per non ripeterli.


Pall. Masters Carate - Civatese 75 - 62 Parziali 20-9, 38-27, 59-40

Pall. Masters Carate :  Passero Davide 21, Giuffrè Riccardo 16, Mauri Simone 12, Fumagalli Riccardo 9, Caglio Luca 6, Galbiati Paolo 6, Villa Filippo 3, Oliva Gabriele 2, Molteni Simone 0, Redaelli Raffaele 0, Kamgna Fokwa 0, Villa Luca 0, All. Oldani Diego, ass: Antonini Andrea, Agazzi Emanuele  
Civatese :  Castagna Daniele 16, Panzeri Fabio 13, Castelnovo Gioele 6, Galli Daniele 6, Laci Mario 6, Corti Andrea 5, Butta Simone 3, Lomasto Marco 2, Maver Andrea 2, Negri Alessandro 2, Bosso Pierpaolo 1, Frigerio Stefano 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto

L'edilcasa bufi civatese perde in trasferta contro Carate.
La civatese nei primi due quarti fatica e Carate ne approfitta mettendo un gap di 11 punti di vantaggio.
Nel terzo quarto l'edilcasa bufi perde il controllo e finisce il quarto sotto di 19.
Nell ultima frazione la civatese reagisce ma oramai il divario è troppo ampio per cercare di raddrizzare la gara,riesce a portarsi a -13 ma non di più.
Commento coach
"Battuta d'arresto contro una squadra che doveva fare punti.Abbiamo concesso troppo in difesa e in attacco abbiamo sbagliato canestri facili non riuscendo ad entrare mai in partita."


Urania rimonta e spettacolo, Piacenza domata 76-69

Urania rimonta e spettacolo, Piacenza domata 76-69

Rimonta vincente per i Wildcats che fermano Piacenza con uno splendido quarto periodo, 76-69. Dopo aver sofferto le incursione dell’ex al curaro Sabatini la truppa di coach Davide Villa partorisce una ripresa rabbiosa. Amato lancia il recupero con le triple che esaltano l’Allianz Cloud, Potts esplode in un finale da fuoriclasse, un commovente Hill in area colorata mette il timbro alla vittoria rossoblu. Senza capitan Piunti, e con Ebeling al rientro, sempre prezioso il contributo del Principe Montano.
LA GARA
Subito aggressiva la difesa piacentina che toglie spazio agli esterni milanesi, mordono anche i Wildcats che impattano a quota 2 con Amato. Basso ritmo e basse le percentuali dal campo, l’ex Sabatini mette la prima tripla del match, 4-5. Skeens e Pascolo si fanno sentire in area colorata, ribatte colpo su colpo Hill, 10-9. Scaldano le mani i padroni di casa, Montano e Pullazi esaltano l’Allianz Cloud dall’arco, 16-12. Immediata la reazione piacentina con McGusty, un buzzer beater di Pascolo e una tripla di Querci riportano avanti gli ospiti, 16-21 alla prima sirena. Montano sblocca Urania ma la tempesta perfetta dal perimetro dell’Assigeco non si ferma, 18-25. Si scatena il contropiede degli uomini di coach Salieri, Milano si aggrappa ad Hill, 24-31. L’asse Sabatini-Pascolo è un rebus di difficile soluzione per i Wildcats, c’è il vantaggio in doppia cifra dopo due incursioni di McGusty, 27-37. Cerca, con poca fortuna, tante soluzioni perimetrali Urania che affonda sino a meno 14, un lampo di Montano ed Ebeling regala un mini break prezioso poco prima della pausa lunga, 32-42. Dopo l’intervallo prova la rimonta Milano con Amato che prende fuoco, attacca con pazienza Piacenza sfruttano Skeens in vernice, 38-46. Più verve e rabbia da parte dei Wildcats che trovano finalmente il primo guizzo di Potts, ancora Amato per il meno 2, 44-46. Un indemoniato Sabatini tenta di riprendere in mano le redini del match, Milano non molla e resta a contatto dopo la tonante schiacciata di Ebeling e la zampata di Amato che chiude il terzo periodo, 56-58. Torna avanti la truppa di coach Villa dopo i liberi di Hill, il bonus prematuro degli ospiti regala buone chance dalla lunetta che Amato e Potts capitalizzano, 67-62. Sul più 5 si ferma la produzione offensiva rossoblu, Piacenza ha due volte il pallone dell’aggancio. E’ un superbo Potts a respingere il primo arrembaggio Assigeco con 5 punti d’autore, 73-65. Non manca l’orgoglio agli uomini di coach Salieri che tentano l’ultimo assalto, Potts e Hill chiudono però con le marce alte, l’ex Mitteldeutscher sigilla la sfida con la schiacciata della staffa, 76-67.
URANIA MILANO: Hill 18, Amato 17, Potts 15
ASSIGECO PIACENZA: Pascolo 16, Sabatini 15, McGusty 14
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


MATTEO MONTANO MVP BY H2O POWER SPRAY

MATTEO MONTANO MVP BY H2O POWER SPRAY

Prova collettiva di grande valore di Urania che espugna con merito il Pala Auriga di Trapani. Nell’impresa corsara degli uomini di coach Davide Villa spicca la prova tutta sostanza di Matteo Montano. Per il Principe dei Wildcats tante magie e giocate decisive, il tutto condito da 21 punti, 8 rimbalzi, 4 assist e 4 recuperi, per un mostruoso 40 di valutazione a fine gara. Per questo l’MVP della 4ª Giornata By H2O POWER SPRAY è MATTEO MONTANO.

UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


C Silver - Provvedimenti disciplinari - V Giornata

GIRONE VERDE
635 Edimes SANMAURENSE PAVIA ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 639 STEFANO PONTISSO (Fluidotecnica AIRONI ROBBIO) STEFANO PONTISSO ammonizione per comportamenti non regolamentari sporadici posti in essere da tesserati durante la disputa di una gara [art. 35,1a RG]

GIRONE ROSSO
819 PAOLO CHIARELLO (LUX EXCELSIOR BERGAMO) PAOLO CHIARELLO deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG] 821 FEDERICO ROSSI (Lic Packaging VEROLANUOVA) FEDERICO ROSSI deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG] 821 RAIMEL ROLANDO DE LA CRUZ VILLEGAS (YES BASKETBALL GUSSAGO) RAIMEL ROLANDO DE LA CRUZ VILLEGAS ammonizione per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri e per riparazione del danno o spontanea eliminazione o attenuazione delle conseguenze della propria infrazione [art. 33,1/1a RG,art. 21,4c RG]

GIRONE BLU
998 FORTITUDO BUSNAGO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG] 998 FORTITUDO BUSNAGO ammenda di Euro 75.00 per mancata designazione del dirigente accompagnatore o mancata designazione o mancato o parziale assolvimento ai prescritti compiti del dirigente addetto agli arbitri e agli Ufficiali di campo [art. 38,1f RG ] 998 FORTITUDO BUSNAGO ammenda di Euro 150.00 per utilizzo di un marchio di sponsorizzazione non autorizzato [art. 38,1a RG rec.] 999 Enginux CARPE DIEM CALOLZIOCORTE ammonizione per mancanza, rilevante irregolarità o guasto delle attrezzature obbligatorie [art. 40,1a RG] 1001 DI. PO. VIMERCATE ammenda di Euro 80.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.] 



ABC Cantù - Italcontrol Team 86 Villasanta 67 - 72 Parziali 21-21, 39-40, 58-53

ABC Cantù :  Brembilla Davide 16, Meroni Gregorio 13, Tarallo Gabriele 12, Tosetti Carlo 11, Elli Stefano 6, Trombetta Luca 4, Borsani Guglielmo 2, Cattaneo Luca 2, Terragni Pietro 1, Mazzoleni Alessandro 0, Stefanov Rubin 0, Toluwa George Miracle 0, All. Costacurta Mattia, ass: Pozzoli Giovanni   
Italcontrol Team 86 Villasanta :  Leggiero Michele 17, Moscatelli Marco 15, Morse Demerick 12, Mladjenovic Marko 10, Frosi Manuel 9, Monguzzi Francesco 9, Bettoschi Bogdan 0, Dellavalle Daniele 0, Marchisio Alessandro 0, Colombo Mirko 0, Terruzzi Matteo 0, All. Bonfio Andrea, ass: Merlo Alberto, Assi Roberto

Commento: Terza vittoria in trasferta su tre gare per i ragazzi di Villasanta, questa volta contro ABC Cantù, squadra composta dagli U19 nazionali di Cantù, giovani a cui non manca sicuramente talento e fisico. Inizio spumeggiante da etrambe le parti con belle giocate offensive e con i canturini implacabili dalla lunetta, 21 pari al decimo minuto ed equilibrio che continua anche nel secondo periodo di gioco per arrivare al'intervallo lungo con gli ospiti in vantaggio di un solo punto, sul 40 a 39. Dopo l'intervallo la squadra del TEAM86 pur continuando a difendere ha qualche passaggio a vuoto offensivo, ed i padroni di casa ne approfittano portandosi a condurre di 5 punti all'inizio dell'ultima frazione di gioco. E' proprio a questo punto che la squadra Villasantese dimostra una crescita nell'autostima con voglia di vincere e di farlo tutti insieme e complice qualche battuta a vuoto offensiva dei giovani avversari porta a casa la meritata quarta vittoria della stagione.
Purtroppo l'assenza del play Villasantese Castiglioni, infortunatosi la scorsa settimana, non sarà breve, ma a Cantù il gruppo squadra ha dimostrato di avere le capacità di sopperire anche a questa assenza con il contributo di tutto il team.


Wildcats da favola a Trapani, Urania passa al Pala Auriga, 80-90

Wildcats da favola a Trapani, Urania passa al Pala Auriga, 80-90

Superlativa prova di Urania che, nonostante le assenze di Piunti ed Ebeling, passa con autorità a Trapani, 80-90. Sfida dominata per larghi tratti dai Wildcats che respingono gli ultimi assalti dei siciliani nel finale. Cinque in doppia cifra per la truppa di coach Villa con il trio delle meraviglie Amato-Potts-Montano in evidenza. Importante il lavoro a rimbalzo di Hill (che accarezza la doppia doppia) e Pullazi, minuti di qualità anche per i giovani Cavallero (7 punti a referto) e Valsecchi. Non bastano alla 2B Control le fiammate di Massone e Romeo, 33 punti combinati.

LA GARA
Partenza equilibrata del match, Hill e Potts rispondono a Mollura, 5-4. Buona transizione offensiva di Amato e compagni che reggono ai tentativi di strappo dei siciliani, Wildcats avanti il morbido appoggio di Potts, 7-10. Sale il nervosismo tra i padroni di casa, antisportivo a Mollura e tecnico a coach Parente, bella ricezione di Cavallero che sigilla il più 4, 9-13. Ci prende gusto il giovane Wildcat, tripla a referto, momento magico per gli ospiti che volano sull’asse Potts-Montano, 9-18. Jenkins e Romeo cercano di scuotere Trapani, Milano non molla ed intasca il primo vantaggio in doppia cifra, 15-26 dopo la fuga di Potts. La 2B Control si aggrappa a capitan Mollura, Montano e Potts tengono saldamente avanti gli ospiti alla prima sirena, 21-32. Cresce l’aggressività degli uomini di Parente in apertura di secondo quarto, Carter fa la voce grosse in area colorata, Pullazi spegne il primo tentativo di rimonta, 28-37. Prosegue la spallata dei siciliani con Massone in evidenza, suoi i punti del meno 2 granata, 38-40. Regge Urania grazie ai liberi ed al buon lavoro a rimbalzo d’attacco, 48-50 a metà gara. Altro assalto trapanese dopo la pausa lunga, Carter aggancia i Wildcats a quota 50, immediata la risposta di Montano che mette due siluri filati, 50-56. Le improvvisazioni di Massone e Jenkins danno nuova spinta alla 2B Control, Milano però è gelida da fuori, Amato piazza due bombe per il nuovo vantaggio in doppia cifra, 56-66. Vola sino a più 14 la truppa di coach Villa prima del rientro dei siciliani alla penultima sirena, 60-70. Abbassa il quintetto coach Parente, scelta che premia i padroni di casa più aggressivi sul perimetro, Mollura è il trascinatore nel nuovo tentativo di rimonta, 64-72. Preziosissimo il lavoro di Hill in vernice, Potts ringrazia con il più 12 in penetrazione, 64-76. Non mollano Jenkins e Massone che rilanciano le quotazioni della 2B Control, si infiamma il Pala Auriga che sente profumo di rimonta, 72-76. Quota 76 che sembra un incubo per i Wildcats, Montano sblocca l’impasse ma non cambia l’inerzia della sfida, 76-79. Spartito che passa di mano dopo due meraviglie di Potts e Amato, penetrazione dell’ex Leiden e tripla spaccagambe del play milanese, i Wildcats sono sulla rampa di lancio, 76-86. Trapani ha ancora l’orgoglio per provare l’ultimo assalto, Montano lo spegne con i liberi della staffa, 80-90.


2B CONTROL TRAPANI: Rometo 17, Massone 16, Jenkins


Civatese - Basket Nibionno 78 - 69 Parziali 18-16, 39-37, 60-55

Civatese :   Castagna Daniele 17, Panzeri Fabio 14, Castelnovo Gioele 12, Negri Alessandro 12, Corti Andrea 8, Galli Daniele 5, Brusadelli Riccardo 4, Butta Simone 2, Lomasto Marco 2, Maver Andrea 2, Boselli Dario 0, Laci Mario 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto 
Basket Nibionno :   Corbetta Andrea 19, Carsana Erik 12, Borghesi Alessandro 11, Bonfanti Jacopo 6, Brambilla Davide 5, Gaddi Michele 5, Moltrasio Aronne 3, Origgi Filippo 3, Viganò Mattia 3, Massanzana Elia 2, Castelli Manuel 0, Panzeri L. 0, All. Bertolini Paolo, ass: De Lazzari Roberto, Ranieri Niccolò 

L'edilcasa bufi civatese vince una partita sempre al comando.
Primo quarto L civatese parte con un parziale di 14-4 poi la zona di Nibionno e un corbetta in forma recupera il divario portando a meno 2 lo svantaggio.
Nel secondo quarto Nibionno rimane a zona e la civatese fatica a scappare.
Terzo quarto la bufi edilcasa concede poco all avversario portando il vantaggio a più 5.
È nell ultima frazione che civate scava il solco grazie a ottimi canestri da sotto e tiri da tre di castagna di porta a più 17 a tre dal termine,Nibionno reagisce infilando 9 punti da tre i tre azioni ma oramai è troppo tardi e la civatese vince con un più nove.
Commento coach
"Ottima prova da parte dei miei ragazzi. Abbiamo gestito bene la partita dobbiamo imparare a tenere la testa fino alla fine"


GIDDY POTTS MVP BY FUTURENERGY

GIDDY POTTS MVP BY FUTURENERGY

Primo brillante successo per Urania che ha regolato la Juvi Cremona. Gara collettiva di spessore dei Wildcats, in cui spicca la super prestazione di Giddy Potts. Per il nativo dell’Alabama serata da leader, sia dal punto di vista emotivo che da quelli dei “semplici” numeri: 28 punti, conditi da 7 rimbalzi e con un sontuoso 4/4 da tre, per un complessivo 33 di valutazione. Per questo Giddy Potts è L’MVP della 3ª by FUTURENERGY

UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


C Silver - Provvedimenti disciplinari IV giornata

GIRONE VERDE
628 ALBERTO BOMBELLI LAVAZZA (PALL. CERRO MAGGIORE) Acc. ALBERTO BOMBELLI LAVAZZA inibizione determinata dal 18/10/2022 al 02/11/2022 per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri e per tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di capitano della squadra, dirigente di società o addetto agli arbitri rivestita [art. 32,3 RG,art. 33,1/1a RG,art. 21,5a RG] 629 LEONE XIII MILANO ammonizione per violazione delle disposizioni in tema di efficienza dei campi di gioco [art. 38,1c RG] Spogliatoio arbitri in condizioni igieniche inadeguate

GIRONE ROSSO
808 VITTORIO SOLDATI (Crema Assicuraz. OMBRIANO 2004) Acc. VITTORIO SOLDATI squalifica tesserato per 1 gara per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per non aver immediatamente abbandonato il terreno di gioco, dopo essere stato espulso [art. 32,3 RG,art. 36 RG] 811 BLU OROBICA BERGAMO ammenda di Euro 75.00 per violazione degli artt. 43 commi 2,3 e 4, se è stato comunque possibile disputare la gara, e 44 R.E. Gare [art. 38,1h RG]

GIRONE BLU
994 DI. PO. VIMERCATE ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per minacce collettive e frequenti [art. 27,4b RG ,art. 27,5bd RG]


Italcontrol Team 86 Villasanta - Carpe Diem Calolziocorte 69 - 64 Parziali 20-15, 32-29, 46-48

Italcontrol Team 86 Villasanta :  Mladjenovic Marko 14, Monguzzi Francesco 11, Moscatelli Marco 9, Castiglioni Julian 8, Bettoschi Bogdan 7, Leggiero Michele 6, Marchisio Alessandro 6, Frosi Manuel 4, Morse Demerick 4, Dellavalle Daniele ne, Colombo Mirko ne, Paganotto Federico ne, All. Bonfio Andrea, ass: Merlo Alberto, Assi Roberto   
Carpe Diem Calolziocorte :  Rusconi Martino 13, Meroni Leonardo 12, Crippa Michele 11, Crippa Riccardo 10, Castagna Francesco 8, Longhi Samuele 6, Mazzoleni Thomas 2, Pirovano Mattia 2, Carcano Giorgio 0, Minari Simone 0, Galli Riccardo ne, All. Mazzoleni Angelo, vice: Ciceri Alessandro  

COMMENTO: Quarta di campionato a Villasanta con i padroni di casa che affrontano Calolziocorte. Partenza in equilibrio con i padroni di casa che nella seconda parte del primo quarto passano a condurre dimostrando tanta voglia di fare bene di fronte al proprio pubblico, 20 a 15 al decimo minuto. Secondo quarto sempre in equilibrio ma con Villasanta sempre di poco avanti, attacchi non brillantissimi ma sicuramente il merito è anche delle difese molto aggressive, all'intervallo lungo sempre Villasanta a condurre ma di misura sul 32 a 29. L'inizio del terzo periodo di gioco pare dimostrare una maggiore freschezza ed una maggiore efficacia nell'ampiezza del roster Villasantese rispetto agli avversari, il divario cresce fino al +10 ma una reazione di carattere e qualità guidata da Meroni riporta sotto Calolzio con un parziale di 14 a 2 negli ultimi tre minuti del terzo quarto di gioco chiuso con il primo vantaggio ospite sul 48 a 46. Ultimo quarto in equilibrio ma con Villasanta che torna a far vedere la voglia di mettercela tutta per vincere, e pur dovendo combattere fino all'ultima manciata di secondi porta a casa meritatamente la vittoria sul 69 a 64.
Come spesso accade nelle gare equilibrate gli episodi possono segnare il risultato, anche se la sensazione generale è di una Calolzio con qualche atleta di notevole esperienza e qualità ma una Villasanta con un gruppo più ampio e combattivo.


Blackcourth Basket Cucciago - Civatese 50 - 64 Parziali 11-10, 25-32, 36-45

Blackcourth Basket Cucciago :  Politi Filippo 19, Caviezel Fabio 11, Gualazzi Alessandro 8, Girolimetto Gianluca 4, Sirtori Vittorio 4, Radice Leonardo 2, Bernasconi Luca 1, Loi Tommaso 1, Gioia Pietro 0, Hamdar Adam 0, Molteni Matteo 0, Zonta Elia 0, All. Milo Francesco, ass.: Milo Francesco  
Civatese :  Castagna Daniele 24, Negri Alessandro 7, Butta Simone 6, Castelnovo Gioele 6, Panzeri Fabio 6, Galli Daniele 5, Corti Andrea 3, Brusadelli Riccardo 2, Lomasto Marco 2, Maver Andrea 2, Frigerio Stefano 1, Laci Mario 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto 

La Bufi EDILCASA vince una partita conducendo per 40 minuti grazie ai tiri dalla lunga distanza e alla difesa.
Nel primo quarto le squadre si studiano e finisce senza grandi emozioni.
Nel secondo quarto la bufi edilcasa cambia marcia e infila 22 punti subendone solo 14 e mettendo un buon vantaggio alla pausa.
Nel terzo la civatese chiude le maglie e arriva a più 16 per poi concede qualche punto di troppo a cucciago.
Nell ultima frazione la civatese sbanda un attimo grazie ad un cucciago che non smette di crederci il quale arriva anche a meno 4, la determinazione e la difesa di civate esce e si riporta a più 14 concludendo la partita.

Commento coach
"Il buon lavoro svolto in settimana si è visto in campo.I miei ragazzi hanno tenuto la lucida anche quando cucciago a tre dal termine si è portato a meno 3.ora testa alla prossima"


Pol. Rondinella - Italcontrol Team 86 Villasanta 48 - 88 Parziali 23-21, 32-47, 42-63

Pol. Rondinella :  Balaara Angelo 9, De Donà Lorenzo 8, Carmagnola Andrea 7, De Mezza Giacomo 7, Corigliano Carlo 7, Quarto di Paolo 3, Biavaschi Stefano 2, Galasso Riccardo 2, Rizzi Antonio 2, Borozenets Nikita 1, Bassi Giacomo 0, Cirulia Francesco 0, All. Telesi Riccardo, vice: Tavakoli Moeid, Ass: Brambilla Gianluca   
Italcontrol Team 86 Villasanta :  Monguzzi Francesco 19, Morse Demerik 18, Leggiero Michele 15, Castiglioni Julian 9, Bettoschi Bogdan 8, Mladenovic Marko 8, Moscatelli Marco 5, Dellavalle Daniele 3, Frosi Manuel 3, Marchisio Alessandro 0, Colombo Mirko 0, Paganotto Federico 0, All. Bonfio Andrea, ass: Merlo Alberto, Assi Roberto

Commento: I sestesi padroni di casa partono forte, Rondinella segna tutto il possibile nel primo quarto che si chiude sul +2, comunque con anche un ottimo atteggiamento degli atleti villasatesi che fanno già intravedere una grande voglia di fare bene e riscattare la sconfitta della settimana precedente contro Morbegno. Un parziale di 26 a 9 per gli ospiti chiude di fatto l'incontro già all'intervallo lungo con il TEAM86 che poi allunga e controlla senza nessun affanno un match chiuso sul +40.
Ottima gara di squadra, con intensità difensiva e collaborazione offensiva da parte di tutto il team che porta i ragazzi di coach Bonfìo alla seconda vittoria nelle prime tre gare di campionato. Certo gli avversari non hanno opposto una grande resistenza quindi bisognerà attendere le prossime gare per valutare la reale crescita del gruppo. Già domenica prossima la gara contro Calolzio potrebbe essere significativa.


Sconfitta che sa di beffa per Urania che cede dopo un supplementare in casa della Benacquista.

 Sconfitta che sa di beffa per Urania che cede dopo un supplementare in casa della Benacquista.

Latina al comando per larghi tratti poi la rimonta dei Wildcats trascinati da un immenso Potts (33 punti), una giocata da 4 punti di Rodriguez è decisiva per forzare l’overtime per i padroni di casa. Nel prolungamento Urania accarezza il successo ancora con Potts, sono Lewis e Rodriguez a strappare il match per i laziali.

LA GARA
Rodriguez alza subito il ritmo del match con due incursioni, risponde Amato con una tripla ma è vantaggio Latina con il comodo appoggio di Alipiev, 6-3. Urania prova a cercare il post basso di Potts, si apre il campo per i Wildcats che vanno a referto con il botto di Ebeling, 8-8. Fall è un fattore per la Beniacquista a rimbalzo, primi squilli di Lewis che mandano avanti i padroni di casa, 13-10. Scendono le percentuali dal campo nella fase centrale del primo quarto, qualche sbavatura difensiva costringe coach Villa a fermare la gara con un timeout, 17-12. Una fiammata di Piunti, cinque punti filati per il capitano rossoblu, tiene Milano a contatto alla fine del primo quarto, 21-17. Gli uomini di coach Gramenzi fanno male dal perimetro, botto di Parrillo, Urania reagisce trovando punti preziosi in vernice da Pullazi e Piunti, 26-25. Montano e Potts con due giocate di puro talento confezionano la parità a quota 31, è Alipiev a dare nuova linfa all’attacco nerazzurro, 39-34. Splendido il duello tutta creatività in cabina di regia tra Amato e Rodriguez, il finale di tempo sorride ancora ai laziali che chiudono avanti 44-40 a metà gara. Dopo la pausa lunga un rabbioso Ebeling apre le danze per i Wildcats, c’è la nuova parità a quota 46. Urania spreca la chance per allungare, immediata la punizione di Rodriguez e Lewis, 51-46. Toccano il massimo vantaggio i padroni di casa, più 7 firmato da Fall, i milanesi restano in scia grazie ai liberi di Montano ed al tap-in di Hill, 55-53. Non fortunati gli ospiti che perdono Ebeling per un problema al piede, sbagliano troppe triple aperte i Wildcats, la Bancquista ringrazia con Lewis che fa esplodere il PalaBianchini, 63-55 alla penultima sirena. Arriva in doppia cifra il margine nerazzurro dopo il tap-in fortunoso di Moretti, Amato e Piunti con orgoglio cercano di far rientrare la truppa di coach Villa, 68-64 dopo l’assist al bacio di Montano che premia Potts Lottano con coraggio i lunghi rossoblu, ancora Hill e Pullazi a referto, si arriva ancora ad un solo possesso prima della nuova fiammata laziale, Fall tiene lontana la minaccia per i padroni di casa, 76-68. Non manca il cuore ad Urania che torna sotto trascinata da Potts, 76-75 ad un minuto dal termine. Indemoniato l’ex Mantova sigilla da fuoriclasse anche la bomba del sorpasso, la giocata decisiva però è di Rodriguez che, con una carambola che vale 4 punti, riporta avanti Latina, 80-78. C’è tempo per l’ultimo sussulto con Potts gelido che pareggia dalla lunetta, Parrillo sulla sirena stecca il tiro della vittoria ed è overtime, 80-80. Emozioni infinite nel prolungamento, Potts è immenso ed illude i Wildcats, sono Lewis, Fall e Parrillo a cambiare l’inerzia della sfida, di Rodriguez i liberi del successo nerazzurro, 93-91.
BENACQUISTA LATINA: Rodriguez 22, Lewis 20, Alipiev 17
URANIA MILANO: Potts 33, Piunti 13, Hill 12
UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Civatese - Basket Biassono 65 - 68 Parziali 18-23, 29-40, 44-58

Civatese :  Castagna Daniele 27, Panzeri Fabio 11, Negri Alessandro 8, Butta Simone 7, Corti Andrea 5, Galli Daniele 5, Brusadelli Riccardo 2, Boselli Dario 0, Bosso Pierpaolo 0, Frigerio Stefano 0, Lomasto Marco 0, Maver Andrea 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto 
Basket Biassono :  Ruzzon Marco 14, Carrara Mattia 12, Sala Alberto 10, Beretta Davide 8, Fossati Fabrizio 8, Magni Andrea 8, Rizzardi Mattia 8, Andreoni Luca 0, Didoni Federico 0, Farina Lorenzo 0, Viscardi Daniel 0, All. Riboldi Maurizio, vice: Forneris Andrea

L'edilcasa bufi perde in casa  all ultimo minuto  una partita in continua rincorsa all avversario
Nel primo quarto Biassono fa capire subito la sua superiorità ma è nel secondo che affonda la civatese 
Grazie al buon tiro e alle sviste in difesa dei grigiorossi.
Nel terzo quarto la civatese affonda e sembra una partita già finita con un quarto ancora da giocare meno 14 sul tabellone.
Nell ultima frazione la civatese risorge grazie alla difesa ed a un inarrestabile castagna (27 punti per lui), a 4 dalla fine si porta al meno 2 e manca il pareggio per un soffio.Biassono segna e torna a piu 5,  e il punteggio fino a 20 secondi dal termine rimane sempre più due più tre per gli ospiti.però la civatese non molla e si porta sul meno tre a 6 secondi dalla fine con con palla in mano grazie all invasione su tiro libero di biassono.
Sulla rimessa parte il tiro e prende il primo ferro rimbalzo altro tiro che condannanda i padroni di casa all sconfitta.

Commento coach
"Partita di carattere dei nostri ragazzi,  Biassono squadra organizzata con ottimi giocatori, sapevamo delle loro qualità al tiro, nei primi due quarti ci hanno messo in difficoltà prendendo un vantaggio di 14 pt ricucito poi a inizio terzo quarto. Avanti ancora loro con un parziale nel quarto finale, ma bravi noi con una difesa aggressiva a rientrare fino al meno due, poi probabilmente la maggior esperienza ha dato la vittoria a Biassono. Sono comunque soddisfatto, in settimana sotto con il lavoro per colmare le lacune emerse."


Prima trasferta di campionato per Urania che va a far visita alla Benacquista Latina,

palla a due al PalaBianchini sabato alle 20.30.
Gara complessa contro la squadra laziale che, come i Wildcats, ha subito uno stop all’esordio, KO a Casale Monferrato. Temi tecnici ed emotivi come sempre spiegati da coach Davide Villa nella consueta analisi prepartita: “Dovremo cercare un approccio alla gara molto più intenso e concentrato rispetto alla partita casalinga con Cantù. Latina è una squadra camaleontica ed imprevedibile, capace di parziali con un play creativo come Rodriguez. Sarà un match dove dovremo quindi estendere la capacità di difendere ed attaccare con lucidità, continuando a credere nella nostra crescita”.
Progresso e consapevolezza, fattori condivisi anche dalla truppa Wildcats come spiega Michele Ebeling: “Vogliamo continuare a migliorare la nostra intesa tecnica, progredire e sfruttare le nostre qualità individuali in un contesto corale efficace, siamo fiduciosi di poter realizzare questi progressi, e vogliamo già dimostrarlo nella gara di Latina”.

UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Provvedimenti Disciplinari - C Silver - Seconda Giornata

solo Girone BLU

CARPE DIEM CALOLZIOCORTE ammenda di Euro 75.00 per mancata designazione del dirigente accompagnatore o mancata designazione o mancato o parziale assolvimento ai prescritti compiti del dirigente addetto agli arbitri e agli Ufficiali di campo [art. 38,1f RG]


L’AZ Pneumatica Robur Basket Saronno annuncia l’ingaggio di Guido Villamil Galan,

L’AZ Pneumatica Robur Basket Saronno annuncia l’ingaggio di Guido Villamil Galan,

centro argentino classe 1988 proveniente dal campionato spagnolo Liga Eba dove ha chiuso la stagione 2021/2022 nell’Huelva Comercio con 21 gare giocate, 11 punti e 7 rimbalzi di media in 30 minuti di utilizzo a partita. Alto 205 centimetri, porta nel roster di coach Renato Biffi indubbie qualità difensive ed offensive di presenza in area, di conoscenza cestistica e di fisicità. Parla benissimo italiano (abita in zona), si è già integrato nel gruppo partecipando al primo allenamento martedì sera e sarà già disponibile per la gara interna di sabato 8 ottobre (PalaRonchi, ore 21) con Marnate, valevole per il terzo turno del campionato di Serie C Gold.
Si tratta del terzo giocatore di passaporto straniero della storia della Robur. Il primo fu il simbolo della crescita della società, Charlie Yelverton, che vinse da giocatore il campionato di Serie D e successivamente contribuì in modo fondamentale alla formazione di tantissimi giovani talenti nel settore minibasket. Il secondo invece è stato Gabriel Parizzia, altro talentuoso argentino. Villamil rappresenta un profilo importante per la categoria e andrà ad inserirsi in un roster composto per la maggior parte da giovani cresciuti in casa con aggiunte di livello tecnico.

Il roster dell’AZ Robur Basket Saronno 2022/2023:
playmaker: Luca Bellotti, Tommaso Banfi
guardie: Francesco De Capitani, Matteo Beretta, Alessandro Fabbian, Filippo Cova, Leonardo Figini
ali: Davide Tresso (capitano), Andrea Negri, Pietro Ugolini, Giacomo Motta
centri: Andrea Quinti, Pietro Fusella, Guido Villamil Galan
coach: Renato Biffi; assistenti: Ezio De Piccoli, Gianni Bettoni; preparatore: Francesco Giandomenico
--
Diego Marturano - Ufficio Stampa Robur Basket Saronno


Italcontrol Team 86 Villasanta - Morbegno 70 58 - 71 Parziali 14-16, 30-32, 43-50

Italcontrol Team 86 Villasanta :  Castiglioni Julian 18, Monguzzi Francesco 11, Leggiero Michele 10, Mladenovic Marko 6, Frosi Manuel 5, Morse Demerik 4, Moscatelli Marco 2, Paganotto Federico 2, Bettoschi Bogdan 0, Dellavalle Daniele 0, Marchisio Alessandro 0, Brambilla Cristian 0, All. Bonfio Andrea, ass: Merlo Alberto, Assi Roberto   
Morbegno 70 :  Eerikinharju Elias Vilho 18, Del Barba Davide 17, Gottari Giorgio 13, Folzani Federico 10, Broggi Andrea 9, Manni Emanuele 2, Galli Giorgio 1, Martinalli Filippo 1, Salvadori Stefano 0, Scalera Luigi 0, All. Bianchi Ivan, vice: Del Nero PierGiuseppe

Commento:
Gara molto intensa e fisica, partono forte i padroni di casa del TEAM86 Villasanta che vanno sul 10 a 3 e poi sul 12 a 5 nei primi 3 minuti sorprendendo gli ospiti, ma Morbegno non si scompone e dimostra solidità e soprattutto una chiara visione dell'incontro recuperando il divario e passando a condurre di 2 punti al termine del primo quarto. Secondo quarto in sostanziale parità con Villasanta che da la sensazione di poter riprendere il controllo del match senza mai realmente riuscirci.
Dopo l'intervallo lungo, quando il pubblico di casa si aspettava una accellerazione dei suoi ragazzi avviene invece il contrario, con Morbegno che non sbaglia un colpo e passa a condurre il match dominando il terzo quarto di gioco concluso sul +7. Il primo minuto dell'ultimo periodo sembra dare una possibilità ai villasantesi che si portano sul -2 ma da li in poi non c'è storia e gli ospiti portano a casa i due punti con pieno merito.


Non riesce la grande impresa ad Urania che deve cedere a Cantù nella prima di campionato, 70-85

il finale a favore dei brianzoli. Dopo un primo tempo equilibrato con diversi momenti brillanti i Wildcats non riescono a contenere le transizioni guidate da Rogic e Nikolic. Non bastano a Milano le fiammate di Potts, Pullazi ed Amato.

LA GARA
Parte forte Cantù che sfruttano la potenza di Hunt in vernice, fatica a trovare risposte Milano che si sblocca con Potts. Alza il ritmo l’Acqua San Bernardo che si giova delle incursioni di Rogic e Bucarelli, c’è sempre un rovente Potts a frenare la fuga biancoblu, 13-15. Mette la freccia Urania lanciata dai botti di Pullazi e Montano, immediata la replica brianzola con due siluri di Berdini e Severini, 18-21 alla prima sirena. Gara bella e vibrante con i Wildcats da battaglia in apertura di seconda frazione, Potts è indemoniato mentre capitan Piunti e Pullazi gladiatori in area colorata, due botti di Amato e Potts per il massimo allungo milanese, 29-24. Momento magico per Milano interrotto da un flopping discutibile assegnato ad Amato, Cantù ringrazia ed impatta con Rogic, 30-30. Sempre Rogic in evidenza prima della pausa lunga, Urania insegue a metà gara colpita da Nikolic, 35-45. Cantù prova lo strappo dopo l’intervallo, arrivando sino al più 15, c’è la terza penalità di Hill, l’Acqua San Bernardo in controllo dopo il canestro solitario di Nikolic, 40-55. Con orgoglio i Wildcats cercano di rientrare, due belle iniziative di Ebeling nel mini parziale rossoblu, 44-55. Ci mette agonismo e grinta Urania ma peccano in lucidità i Wildcats che non riescono a ritrovare la fluidità offensiva della parte centrale del primo tempo, due belle giocate di Amato nel finale di terzo quarto per il 48-60 della penultima sirena. Copione immutato anche nel quarto periodo, gli esterni brianzoli trovano ottime opzioni offensive, Bucarelli e Rogic dilatano il margine a più 20, 50-70. Nel finale ci provano con orgoglio i Wildcats con Pullazi in evidenza, Cantù controlla la gara e chiude con Berdini, 70-85.


URANIA MILANO: Potts 16, Pullazi 13, Amato 12

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’: Baldi Rossi 16, Nikolic e Rogic 15


LA PREVIEW DI URANIA - CANTU’

Inizia con una gara dal prestigio assoluto la quarta stagione consecutiva di Urania in serie A2, all’Allianz Cloud arriva la corazzata Cantù, palla a due sabato alle 20.30. 
Derby che si rinnova dopo la gara di SuperCoppa che vedrà i milanesi impegnati contro una delle grandi favorite alla promozione finale. Tanti stimoli e motivi di interesse per la truppa di coach Villa che analizza con noi il prepartita: “Avremo di fronte una squadra allestita per fare un grande torneo, a mio parere forse la vera favorita per la promozione. Cantù ha un roster lungo, costruito con equilibrio e ricco di talento, oltre ad una dose importante di esperienza. Un pacchetto lungo versatile e di assoluto valore a cui hanno aggiunto un giocatore di categoria superiore come Baldi Rossi. Per noi la sfida arriva molto presto in termini di difficoltà assoluta, dato il valore dell’avversario ma anche dei nostri piccoli problemi di rodaggio, complici anche gli infortuni che hanno rallentato la nostra crescita. Ci sono però anche i grandi stimoli che arrivano dall’affrontare una squadra storica e blasonata come quella di coach Sacchetti, una spinta emotiva che cercheremo di utilizzare”. 
Stimoli e carica che non mancano certamente mai a capitan Giorgio Piunti: “Sappiamo della difficoltà di affrontare una squadra forte e completa come Cantù. Siamo anche consapevoli del fatto che dobbiamo ancora affinare intesa e meccanismi ma abbiamo voglia di fare un bell’esordio, e di giocare con grande energia ed intensità questo derby davanti al nostro pubblico”.

Pubblico rossoblu che, oltre al derby, avrà una serata davvero ricca di appuntamenti imperdibili all’Allianz Cloud.
    • Un grande ospite aprirà gli eventi della giornata: prima della palla a due verrà consegnata una maglietta celebrativa a centrocampo a CHUCK JURA, leggendario giocatore della Pallacanestro Milano che furoreggiò proprio nella cornice dell’allora PalaLido.
    • Si continua con la presentazione. nell’intervallo tra 1° e 2° quarto, della squadra di Baskin di Opera.
    • Durante l’ intervallo Lungo avrà luogo una sfilata di moda
    • Si chiuderà, nell’intervallo tra il 3° ed il 4° periodo, con le premiazioni del torneo di minibasket disputato nel pomeriggio.

UFFICIO STAMPA URANIA MILANO


Pall. Cabiate - Civatese 52 - 54 Parziali 10-17, 26-29, 42-42

Pall. Cabiate :  Mazzola Jonathan  11, Minotti Filippo 8, De Feo Francesco 7, Bloise Mattia 6, Granato Vincenzo 6, Marchetti Federico 4, Nobili Andrea 3, Orsi Mattia 3, Scotti Andrea 3, Tagliabue Samuele 1, Cibinetto Riccardo 0, Rota Lorenzo ne, All. Orsi Paolo  
Civatese :  Castagna Daniele 19, Galli Daniele 12, Butta Simone 7, Lomasto Marco 5, Corti Andrea 4, Negri Alessandro 4, Panzeri Fabio 3, Boselli Dario 0, Bosso Pierpaolo 0, Brusadelli Riccardo 0, Frigerio Stefano 0, Maver Andrea 0, All. Lazzari Fausto, vice: Aldeghi Umberto

L'Edilcasa civatese porta a casa la prima vittoria su un campo ostico.
Civate parte bene nel primo quarto con difesa forte creando spazi e buon tiri.
Nel secondo quarto le squadre si equivalgono solo con un tiro sulla sirena Cabiate agguanta il meno 3.
Nel terzo quarto Cabiate chiude le maglie in difesa e si porta in vantaggio per la prima volta civate reagisce agguantando il pareggio.
Ultima frazione tirata punto a punto,civate si schiera a zona condizionando l'attacco di Cabiate con un parziale di 7 a zero civate si porta a più cinque a 3 dal termine mantenendo il vantaggio.
Negli ultimi due minuti il gioco rimane spezzettato per la fatica ma civate riesce a mantenere i possessi vincendo


C Silver - Provvedimenti disciplinari - Prima Giornata

GIRONE VERDE NIENTE

GIRONE ROSSO
Cryo Service ROBUR ET FIDES SOMAGLIA ammonizione per mancanza, rilevante irregolarità o guasto delle attrezzature obbligatorie [art. 40,1a RG] Display 24'' non funzionante

GIRONE BLU

GIUSEPPE STEFANO BRAMBILLA (POL. RONDINELLA) Add. Arb. GIUSEPPE STEFANO BRAMBILLA inibizione determinata dal 27/09/2022 al 04/10/2022 per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di capitano della squadra, dirigente di società o addetto agli arbitri rivestita [art. 32,3 RG,art. 21,5a RG] 
970 FORTITUDO BUSNAGO ammonizione per utilizzo di un marchio di sponsorizzazione non autorizzato [art. 38,1a RG] 
975 ANDREA MOSCHINI (DI. PO. VIMERCATE) 1° Ass. ANDREA MOSCHINI squalifica tesserato per 2 gare per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1c RG]


Mandello Lario - Italcontrol Team 86 Villasanta 61 - 81 Parziali 12-18, 28-44, 44-64

Mandello Lario :  Longhi Omar 12, Papa Niang Ibrahim 11, Combi Stefano 9, Balatti Daniele 8, De Gregorio Thomas 6, Ratti Andrea 6, Marrazzo Giacomo 5, Lanfranconi Samuele 2, Melzi Sebastiano 2, Invernizzi Alessio 0, Lanfranconi Leonardo 0, Puglisi Francesco 0, All. Tocalli Federico, ass: Triboli Marco  
Italcontrol Team 86 Villasanta :  Castiglioni Julian 18, Leggiero Michele 13, Mladenovic Marko 12, Bettoschi Bogdan 10, Morse Demerik 9, Moscatelli Marco 7, Monguzzi Francesco 6, Dellavalle Daniele 3, Marchisio Alessandro 3, Brambilla Cristian 0, Colombo Mirko 0, Urso Andrea ne, All. Bonfio Andrea, ass: Merlo Alberto, Assi Roberto.

Commento Villasanta:
Partenza con il turbo per i ragazzi del TEAM86 che nel primo incontro ufficiale della stagioni affrontano fuori casa Mandello dominando l'intero incontro.
Ottimo l'approccio alla gara, sicuramente ben preparato dallo staff tecnico e con i ragazzi di Villasanta che fin dalle prime battute dimostrano una buona concentrazione ed anche di essere in giornata positiva al tiro da fuori, cosa che evidentemente invece non riesce alla squadra di casa con un notevole differenziale nella percentuale di realizzazione. Il +6 del primo quarto diventa un +16 all'intervallo lungo. La musica non cambia nemmeno nella seconda parte dell'incontro con i Villasantesi che prendono il largo fino anche ad un +25 a due minuti dal termine.
Ottima prestazione per tutti i componenti della squadra Brianzola, guidata dal top scorer del match Julian Castiglioni, che aveva in panchina anche Andrea Urso, impossibilitato a giocare per un grave infortunio patito nell'ultima amichevole e che lo costringerà ad una lunga assenza dai campi di gioco, ha comunque partecipato con i compagni all'esordio e gioito con loro al termine dell'incontro.
Piuttosto sotto tono invece i padroni di casa, con qualche assenza di rilievo e con il lungo Papa Niang che è stato limitato nel secondo tempo da un infortunio alla caviglia che non gli ha impedito di stare in campo ma non certo al meglio delle sue possibilità.


L’AZ Robur Basket Saronno

ancora protagonista in Serie C Gold, con rinnovate ambizioni. Parte sabato sera, alle 21, al PalaRonchi, il nuovo campionato 2022/2023 e la squadra di coach Renato Biffi giocherà ancora per il vertice. Questa volta con un significato in più, perché per la prima volta in tanti anni, per via dell’attesa riforma dei campionati, duellare per i piani alti della classifica dà l’occasione di un immediato salto di categoria. Dalla stagione 2023/2024, infatti, sarà reintrodotta quella che una volta veniva chiamata Serie B2. La C Gold 2022/2023 è stata suddivisa in due gironi, le prime due classificate di entrambi i raggruppamenti saranno automaticamente ammesse al futuro torneo interregionale, mentre fino al decimo posto ci saranno playoff per stabilire altre sei promozioni. Per raggiungere l’obiettivo, la squadra è stata parecchio rinnovata: in estate è stato dato l’addio alla vecchia guardia protagonista negli ultimi anni, Jack Mariani, Max Politi, Marcello Cozzoli, Andrea Marusic e Lollo Gergati, mentre Gabriele Pellegrini è andato a giocare in B per continuare a crescere e la speranza è di riabbracciare al più presto possibile Ale Gurioli. Il nuovo gruppo è fresco, rampante, energico e pieno di talento. Si riparte dai giovani veterani cresciuti in casa, il nuovo capitano Davide Tresso, il centro Andrea Quinti e l’esterno Francesco De Capitani. Con loro, giocatori che hanno già vinto in maglia roburina come la guardia Matteo Beretta, il centro Pietro Fusella ed il playmaker Luca Bellotti. I primi due hanno vinto il campionato 2021, Beretta ha centrato il bersaglio grosso anche nel 2022 con Busto, mentre il terzo è stato protagonista nella vittoria del 2016. Ci sono poi le nuovissime acquisizioni, l’ala di altra categoria Shaggy Negri e l’ala della nazionale di San Marino Pietro Ugolini. Entrambi reduci da campionati di Serie B, alzano il tasso tecnico e fisico della squadra. A completare il roster tanti giovani sfornati nelle fucine del PalaRonchi: l’ala Giacomo Motta e le guardie Filippo Cova, Tommaso Banfi, Ale Fabbian e Leonardo Figini, tutti campioni regionali Under19 nel 2022. In panchina ovviamente le leggende viventi roburine Renato Biffi ed Ezio De Piccoli, coadiuvati dal preparatore Frank Giandomenico e dall’assistente Gianni Bettoni. In programma alla prima giornata subito l’incrocio importante nel derby con Gazzada, squadra esperta, pronta e di alto livello che giocherà per i medesimi obbiettivi; subito uno scontro diretto che dirà qualcosa ma non tutto, perché la stagione sarà lunghissima e intensa come non mai.


ROBUR BASKET SARONNO
da sx in piedi: Giacomo Motta, Andrea Quinti, Guido Villamil Galan, Pietro Fusella, Pietro Ugolini, Andrea Negri, Francesco De Capitani, Davide Pagani
da sx in basso: Leonardo Figini, Filippo Cova, Luca Bellotti, Davide Tresso (Capitano), Matteo Beretta, Alessandro Fabbian, Tommaso Banfi



Copyright 2010 canecaccia.com
All Rights Reserved