News Robur

Tutte le News della NP Gordon Olginate
 
 
 
 
DUE PUNTI PER CREDERCI -- NPO GORDON vs BASKET LUGO

La  sfida con Lugo arriva nel momento giusto per la NPO che, dopo aver messo a segno il trittico vincente, ha dovuto piegarsi con grande onore contro Faenza e Orzinuovi che viaggiano a due punti dalla coppia di testa del campionato.  Pertanto la sfida con i romagnoli serve per tornare alla vittoria e rilanciarsi nel tentivo di avvicinarsi nuovamente alla posizione utile per evitare i play out.
La Gordon, in questo 2019 ha dimostrato i propri progressi e nel girone di ritorno ha saputo giocarsi ogni sfida fino all’ultima azione anche contro le prime della classe. Purtroppo questo fatto statistico non e’ servito per migliorare la propria classifica ma certamente ha fatto aumentare la propria autostima e consapevolezza di potersela giocare con chiunque.
Sabato sera al PalaRavasio coach Meneguzzo dovra’ inventarsi qualcosa per mettere in sicurezza i due punti e sfruttare il turno di riposo di campionato (finali di Coppa Italia) per ricaricare le batterie ed essere pronti al gran finale degli ultimi 50 giorni in cui puo’ accadere di tutto.
Ancora prematuro fare calcoli o tabelle di marcia ma presumibilmente la soglia della salvezza diretta potrebbe essere a quota 26 punti che significa dover vincere 5 vittorie nelle prossime 8 partite. Pero’, considerando il grande equilibrio di questo campionato,  potrebbero bastare anche 4 vittorie e prendersi il rischio dei passivi negli scontri diretti o delle classifiche avulse come lo scorso anno.
Lugo, e’ guidata da  coach Galetti, che con la sua esperienza e preparazione riesce a gestire uno dei roster piu’ giovani del torneo che ha dimostrato di valere la categoria. Lugo e’ capace di galvanizzarsi quando tutto funzione bene oppure uscire dalla partita subendo dei break che causano passivi anche piu’ pesanti di quanto si vede in campo.
Nelle ultime 10 partite ha uno score di 3 Vinte contro le concorrenti salvezza (Desio, Ozzano, Crema) e 7 sconfitte di cui 6 con oltre 15 punti di scarto.

Il roster Basket Lugo:
Il capitano e leader della squadra e’ Matteo Seravalli, classe ’91, capace di gestire i ritmi e servire assist (4,2 per partita) ai compagni senza disdegnare pesanti realizzazioni con percentuali al tiro sopra al 50%  con una media di 9,4 ppg. Antonio Brighi e’ il giocatore piu’ prolifico con 13,2 ppg e 42% dall’arco. Jacopo Bracci oltre agli 8 ppg e’ il miglior rimbalzista con 5,6 di media. Ma una delle caratteristiche di Lugo e’ che tutti i giocatori che scendono in campo hanno una buona vena realizzativa (ben 6 giocatori hanno una media tra i 6 e 8 punti) e se entrano in striscia diventa difficile contenerli soprattutto se riescono ad innescare le marce alte.


Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa
canecaccia.com

23/02/2019 07:49

NPO GORDON – REKIKO FAENZA: 52 – 61 (15-17; 29-34; 42-42) Le basse percentuali fermano la Gordon

Si ferma a 3 la striscia di vittorie Gordon che, nonostante la caratura dell’avversario, dimostra che la vittoria poteva essere alla propria portata se avesse tirato con percentauli appena sopra la media invece di un misero 29% dal campo. Gli innumerevoli errori su facili appoggi da sotto hanno alimentato, prima il rientro dei faentini trascinati dall’esordiente Giorgio Sgobba (ex Scafati A2) autore di 15 punti in 8’ del primo tempo e poi il sorpasso targato Chappelli vera spina nel pitturato con 15 rimbalzi e 16 punti. Nonostante tutto Olginate rimane sempre in scia e al 30’ e’ sul 42-42. Ad inizio dell’ultima frazione Venucci, non pervenuto fino a quell’istante, si scatena con un pesantissimo 3/3 dall’arco e 12 punti nel quarto che fa perdere le idee a De Bettin e Marino’. NPO ha la forza di riavvicinarsi ma si dimentica di Chiappelli che la punisce ancora da 3 per il +8 che chiude la sfida a 60” dalla sirena.
Olginate deve rammaricarsi per essersi presentata a questa sfida con i soliti assenti (Marra e Stolic) ma con Tagliabue febbricitante e Gorreri ancora claudicante per la botta al ginicchio subita a Bernareggio.
Pe la cronaca Olginate inizia molto bene e segna con continuita’ toccando il massimo vantaggio al 4’ sul 10-4. Per la Rekiko e’ Chiappelli che limita peggior sorte per i suoi e per 5’ e’ solo lui ad andare a referto. Coach Friso comprendendo la difficolta’ butta subito nella mischia l’ultimo arrivato Giorgio Sgobba che, a cavallo delle prime due frazioni sciolina tutto il suo sapere del basket con giocate di gran livello e segna 15 punti in 8’. Periodo in cui la Gordon si blocca in attacco per ben 4’ e subisce un 10-0 che porta gli ospiti a condurre  15-22 al 12’.
Al 16’ sul 22-30 coach Meneguzzo ferma il gioco con il time out che carica la NPO,  torna in campo e  segna da tre con Bartoli e Caversazio per un 7-0 che vale il 29-30 del 19’. Nell’ultimo giro di orologio i padroni di casa gestiscono male i propri attacchi e Sgobba trasforma i regali in oro e al riposo lungo si e’ sul 29-34.

Nel terzo periodo le difese hanno la meglio sugli spenti attacchi e dopo 6’ il parziale e’ un misero 7-4 che porta Olginate sul 36-38. Coach Meneguzzo deve iniziare a fare i calcoli con i falli avendo ben 3 giocatori con 4 falli (De Bettin, Caversazio, Tagliabue).
Faenza, dopo aver tirato nel primo tempo pochissimo da tre (0/3) cambia il suo assetto offensivo e sfrutta l’arma ma senza esito e la sua percentuale tocca lo 0/11. Il malconcio Gorreri ha la fiammata e con la sua tripla al 29’ arriva l’aggancio del 41-41 per poi chiudere il quarto sul 42 pari.
La partita, pur senza spettacolarita’, rimane entusiasmante per l’intensita’ e gli elevati ritmi. Si torna in campo e per 90” il punteggio non si muove ma Venucci, secondo miglior realizzatore del campionato, si ricorda delle sue qualita’ ed in 2’ esatti mette a segno un 3/3 dall’arco per 9 pesantissimi punti che fanno tremare le ginocchia ad un’impaurita Gordon.
Olginate continua a pasticciare pur non subendo altri canetsri ed al 36’ con il centro di De Bettin si e’ sempre a due possessi (46-51). Al 37’ Caversazio va in lunetta e con il suo 1/2 manca il -3 fermandosi sul 49-53. Immediato il time out di Faenza che sente il fiato sul collo di NPO.
Al rientro Fumagalli mette a segno un jumper perfetto del +6, sul fronte opposto Spera fa 1/2  dalla lunetta e nel contro attacco del 38’ la difesa lecchese si dimentica Chiappelli solo soletto che ha tutto il tempo per prendere la mira e siglare la tripla del 50-58 e mettere fine anticipatamente alla contesa in quanto Olginate non ha piu’ la lucidita’ per affondare la difesa opposta.
Partita caratterizzata dalle basse percentuali solo il 29% NPO e 38% Rekiko, con i faentini  che prima trovano 31 punti nel pitturato con i suoi lunghi e poi nel finale sfrutta l’ispirazione di Venucci ma soprattutto e’ stata capace di difendere fortissimo sui portatori di palla lecchesi che non sono stati assolutamente tutelati dalla coppia arbitrale e quando si costruisce con fatica le conclusioni arrivano sempre con affanno.
Per la Gordon nulla e’ compromesso, certo un successo con Faenza avrebbe avuto un significato esaltante ma la consapevolezza e’ che la squadra ci sia e possa afrrontare a testa alta ogni sfida delle prossime 9 partite.
Adesso lo staff medico e’ chiamato ad un grande lavoro per riportare in condizione gli acciaccati e giocarsi le prossime 9 finali a partire da domenica prossima ad Orzinuovi.

Tabellini:
NPO GORDON: Bet ne, Bugatti 8, Errera 2, Tagliabue 7, Masocco ne, Marino’ 2, Bartoli 5, Gorreri 3, Caversazio 8, Carella,  Spera 6,  De Bettin 11, All. Massimo Meneguzzo
REKIKO FAENZA: Fumagalli 7, Costanzelli, Silimbani, Casagrande 2, Venucci 16, Zampa 1, Petrucci 4, Pambianco ne, Chiappelli 16, Sgobba 15,All. Massimo Friso

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa
canecaccia.com

10/02/2019 13:33

NP GORDON OLGINATE -- DUE PUNTI SUDATI MA PREZIOSI

NPO GORDON – AURORA DESIO: 67-64 (19-19; 38-33; 49-48)

Vittoria dove essere e cosi’ e’ stato in una partita non bella che ha messo a dura prova la tenuta emotiva di tutto il pubblico. Troppo alta la posta per sperare di vedere un incontro spumeggiante.
Ogni pallone scottava ed Olginate, dopo aver allungato  e sfiorato per due volte la doppia cifra di vantaggio, si e’ fatta riprendere e sorpassare.
L’ultimo sorpasso di Desio e’ arrivato al 37’ su due triple di indiavolato Perez che esulta anticipatamente (56-58). A cui risponde per il controsorpasso Caversazio da 3 e poco dopo,  Bartoli mette il suo sigillo da 3 (64-60) mettendo due possessi di differenza che danno un po’ di ossigeno a Marino’ & co.
Un gran Lenti (19 punti e 7 rimbalzi) non si arrende e prima fa 4/4 ai liberi intervallato dal canestro del capitano NPO portandosi sul 66-64 e quando la Gordon non realizza il doppio possesso a 4” dalla sirena fa subisce fallo ma dalla lunetta fa 0/2 e consegna il foglio rosa a NPO che con questi due punti mette ben 6 lunghezze di distanza dall’ultimo posto di Desio e mantiene accesa la speranza di uscire dalla fascia dei Play Out.
Questa sera, in una partita non bella Coach Meneguzzo ha ritrovato un ottimo Caversazio (15 punti – 8 rimbalzi – 22 valutazione), al rientro dopo un mese di squalifica e oltre al positivo impatto del neo acquisto Spera ha avuto la conferma dei continui progressi del giovane Bugatti autore di un’altra positiva prrestazione farcita di 9 punti, 10 rimbalzi, 2 assist, 17 di valutazione.  

Per la cronaca, Desio inizia meglio e si porta sul 2-5 ma gia’ al 4’ il punteggio e’ in parita’ e vi rimane fino alla prima sirena con la breve eccezione in cui Spera fa l’esordio e con la sua mobilita’ e ritmo destabilizza gli avversari e Olginate passa a condurre sul 16-11 per poi chiudere il periodo sul 19-19 grazie alla spinta di Tommei.
Nella seconda frazione Perez segna la tripla del +5 (19-24) mentre Olginate reagisce ancora sull’asse Spera-Bartoli ma nel punteggio rimane sempre sotto di un possesso fino al 17’ sul 28-31. A questo punto Caversazio si sblocca e mette 7 punti consecutivi con Tagliabue che sfrutta un ribaltamento per siglare la tripla del 10-0 di parziale per il 38-31 e andare al riposo lungo sui liberi di Lenti del 38-33.

Il secondo tempo inizia col vento a favore della Gordon che tocca il massimo vantaggio al 21’ sul 42-33. Desio si riaccende e con un break di 7-0 ritorna in scia sul 44-42. Coach Meneguzzo richiama i  suoi ragazzi per una bella strigliata e al 25’ NPO torna a scavare un mini vantaggio di 5 lunghezze. Prima dell’ultimo riposo Perez pareggia e De Bettin fa1/2 ai liberi per il 49-48 del 30’.

Si torna in campo e la Gordon sembra staccare il vantaggio decisivo ed al 33’ torna sul 56-48 con Lenti che commette il 4 fallo. Sembra fatta ed invece l’inerzia passa nelle mani dei brianzoli che in 3’ segnano 10 punti senza subirne uno e sorpassano sul 56-58. Ma questo, come detto in apertura sara’ l’ultimo sorpasso.

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa

I Gordon’s boys festeggiano pacatamente perche’ la loro testa e’ gia’ a mercoledi quando dovranno affrontare, nel turno infrasettimanale, i Reds di Bernareggio per poi tornare domenica 3 Febbraio alle 18,00 al PalaRavasio nella sfida con Vicenza.

Tabellini:
NPO GORDON: Bet ne, Bugatti 9, Errera, Tagliabue 12, Masocco, Marino’ 7, Bartoli 10, Gorreri 5, Carella,  Spera 4,  De Bettin 5,
All. Massimo Meneguzzo

AURORA DESIO: Giacomelli 8, Perez 15, Tommei 12, Beretta 3, Busetto 4, Brown, Fiorito 3, Peri, Lenti 19, Torchio ne, Pesenato,
All. : Ghirelli
canecaccia.com

27/01/2019 09:14

NPO Gordon Olginate -- LA GRANDE IMPRESA SI FERMA SUL -2 A 12” DALLA SIRENA

JUVI CREMONA - NPO GORDON: 84 – 79 (18-16; 42-36; 64-47)
La grande impresa si ferma sull’81-79 a 12” dalla sirena finale dopo un break di 32-17, con Valenti che freddissimo dalla lunetta fa il 2/2 che mette due possessi di distanza e chiude una partita dove, ancora una volta, la Gordon deve farsi l’autocritica.
Partita che per 18’ e’ stata in totale equilibrio con il punteggio che si e’ alternato costantemente con un possesso di massimo vantaggio per entrambe le formazioni,  nonostante il totale dominio juvino nei rimbalzi di 22 Vs 8 a meta’ partita e 37 a 20 finale.  Equilibrio caratterizzato da una grande prestazione difensiva della Juvi con Olginate che riesce a rimanere in partita per l’ottimo avvio di Bugatti (6 punti consecutivi) e un’ottimo impatto balistico di Gorreri con 11 punti nel secondo quarto.
Ma, negli ultimi possessi del primo tempo la coppia Valenti ed  Esposito,  da soli autori di un 9-0 in un minuto, capitalizzano al meglio le dolorosi distrazioni NPO e la tripla dell’ex Desio sigla il primo strappo della partita sul  +8 (42-34) a cui risponde un lucido  De Bettin per il 42-36 del riposo lungo.
Olginate rientra dagli spogliatoi inspiegabilmente con troppo timore e dal 22’ al 24’ si fa schiacciare letteralmente da uno scatenato Esposito che continua la sua striscia dei 5 punti finali di tempo con altri 8 punti a cui si aggiungonoi altri 4 punti del solito Valenti per un parzialone di 12-2 del 56-38.
Il time out chiamato da Coach Meneguzzo non porta nulla di buono e e si tocca il pesantissimo passivo di 60-40 al 25’ che matematicamente sancisce un break di 28-7 nei 7’ a cavallo dei due tempi.
Una scoppola troppo pesante per i valori delle due formazioni in campo anche se Olginate continua a non avere disponibili Marra – Caversazio – Stolic.
Al 28’ arriva il massimo vantaggio 64-43 sullo schiaccione di Ababacar che si invola in contropiede su palla persa di Bugatti . Schiacciata che da’ la scarica di adrenalina proprio a Bugatti (17 punti alla fine) che, con 4 punti di determinazione limita i danni e chiude la terza frazione sul 64-47.
Al rientro si vede una Gordon che gioca decisamente meglio e sembra aver dimenticato la botta del pesante passivo, ma la Juvi risponde colpo su colpo ed al 34’ si e’ ancora troppo distanti sul 69-54.  
Coach Meneguzzo non cambia piu’ e da’ fiducia allo stesso quintetto che sembra aver preso le misure a Cremona. De Bettin inizia ad essere presente in ogni angolo del campo aprendo la difesa avversaria ed offrendo spazi fruibili a Bugatti e Gorreri che iniziano a far male ai ragazzi di Coach Brotto che sul 72-64 del 36’ chiama time out.
Olginate inizia a sentire profumo di impresa e sui liberi di Marino’ del -6 nel ribaltamento, NPO difende benissimo, ma Esposito e’ altrettanto  bravo a trasformare da 3 una palla viziata da infrazioni di 3” sulla sirena del possesso dei 24” per un canestro che sembra chiudere l’incontro a poco piu’ di 2 minuti dalla fine (79-70).
Bona con tutta la sua esperienza si aggiudica falli veniali a favore e dalla lunetta ne segna sette nel quarto con Olginate che risponde benissimo e a 61” dalla fine NPO e’ sempre sotto 81-72.
Ma la Gordon dell’ultimo quarto e’ ben diversa e non vuole far regali e con tre giocate perfette De Bettin e Bugatti da 3 si portano sull’81-79 a 14” dalla sirena.
Time out Juvi e coach Brotto sfrutta la nuova regola del possesso difensivo, palla a Valenti e Tagliabue commette fallo sistematico facendo passare solo 1 secondo. Valenti dimostra tutta la sua classe e freddezza e con un 2/2 mette due possessi di differenza e salva la Juvi dall’incredibile recupero di Olginate che era arrivata sul -2 grazie ad un parziale di 32-17 del quarto fianle.
A questo punto la situazione Gordon e’ decisamente complicata nonnostante stia dimostrando di potersela giocare con tutti gli avversari in emergenza assenze. Sabato prossimo ci sara’ una partita chiave con la sfida contro Desio (che in settimana ha esonerato Coach Frates) e sara’ determinante vincere e mettere 6 punti di vantaggio sulla diretta concorrente per la salvezza.
Sabato Caversazio rientrera’ dall’ingiusta squalifica (Gatto – BMR 2000 - continua ad essere impunito – ndr) mentre ci si augura altre buone news sul fronte infermeria.
Sfida che si aspetta molto calda e ci si augura di avere il supporto del grande pubblico NPO   
Vi aspettiamo  al PalaRavasio sabato 26 Gennaio ore 21,00.
Tabellini:
JUVI CREMONA: Bona 19, Mannini, Ndiyae 6, Belloni 5, Vacchelli, Veronesi 9, Esposito 21, Sipala 2, Perini ne, Speronello 3, Valenti 19, All. Pierluigi Brotto
NPO GORDON: Stolic ne, Bugatti 17, Bet, Errera , Tagliabue 5, Masocco ne, Marino’ 10, Bartoli 6, Gorreri 16, Carella 6, De Bettin 19 All. Massimo Meneguzzo

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
canecaccia.com

21/01/2019 00:13

GORDON SCIUPA TUTTO IN 90” -- NPO GORDON – ANTENORE PADOVA: 68-81 (20-21; 36-36; 56-53)

Coach Perego, ancora alla guida dell Gordon per la squalifica dell’Head coach Meneguzzo,  sfiora l’impresa di battere la Virtus Padova con una partita giocata alla pari per 36’ per poi distrasi nel momento piu’ importante dell’incontro subendo in 90” due triple di Schiavon che scavano il break decisivo del 60-67 del  37’. Vano il tentativo di un buon Gorreri (Arrivato solo due giorni fa) che con la sua tripla da’ l’illusione di poter rientrare ma De Nicolao e Bovo segnano altri canestri pesanti che chiudono definitivamente l’incontro.
Un vero peccato sprecare una simile occasione perche’, nonostante la situazione precaria con le assenze di Marra, Caversazio e Stolic, una vittoria avrebbe consolidato ulteriormente i progressi che NPO sta’ facendo in queste ultime settimane.
Adesso tutto da rifare e nei prossimi quattro turni bisognera’ fare punti pesanti per risalire definitivamente la classifca dovendo affrontare in serie Cremona, Desio, Bernareggio e Vicenza.

La Cronaca:
L’inizio partita e’ schioppettante con canestri a ripetizioni; Padova trainata da 8 punti di Filippini tira con l’88% e NPO che, prima conduce (13-10 al 5’) e poi chiude in recupero con le triple di Bartoli e Gorreri per il 20-21 sulla sirena.
Nella seconda   frazione Coach Rubini, ancora senza l’infortunato Motta, aumenta l’intensita’ difensiva francabollando Marino’ e De Bettin e la Gordon perde fluidita’ offensiva trovando punti solo con Tagliabue che in 6’ sul campo segna 9 punti che  permettono ad NPO di recuperare dal 27-32 del 17’ ed chiudere il primo tempo in perfetta parita’ sul 36-36.
Nel terzo quarto Olginate prende le misure all’attenta difesa di Padova e trova ottime giocate e canestri da Bugatti e Gorreri che prima pareggia e poi sorpassa al 29’ dando l’impressione di poter controllare e giocarsi la partita fino alla fine e alla terza sirena si trova avanti 56-53.
Padova, si affida all’esperienza e alla tecnica di un indispensabile Piazza che da buon direttore di orchestra riesce sempre a fare la cosa giusta con sapienti passaggi o canestri determinanti mentre Olginate questa sera soffre principalmente nella fluidita’ della circolazione di palla e appena i rifornimenti per Tagliabue – top scorer con 20 punti e 27 di valutazione – il tabellone rimane fermo per 3 lunghi minuti sul 60 pari del 35’.
A questo punto Schiavon ritrova la precisione al tiro e con due triple apre un solco di 7 punti di vantaggio. Olginate non ha la lucidita’ mentale di riorganizzarsi e reagire perdendo coralita’ in attacco e perdendo palloni pesanti che finiscono nelle mani del talentuoso  Bovo (15 punti alla fine) e De Nicolao che non sbagliano nulla e affossano la Gordon sotto un passivo fin troppo pesante per come e’ andata la partita e alla sirena il punteggio e’ 68-81

Il prossimo turno si andra’ a Cremona (sabato 19 Gennaio ore 19,00) ritrovando Coach Meneguzzo ma sempre senza Marra e Caversazio che scontera’ l’ultima giornata di penalita’ ma con Gorreri e Bet che avranno una settimana in piu’ di allenamenti con i compagni

Tabellini:
NPO GORDON: Stolic ne, Bet, Bugatti 8, Butta ne, Errera 3, Tagliabue 20, Masocco, Marino’ 7, Bartoli 11, Gorreri 11,  Carella 4,  De Bettin 4,
All. Massimo Meneguzzo
ANTENORE PADOVA: Verzotto 3, Schiavon 12, Visone, Mazzonetto ne, Pellicano, De Nicolao 12, Filippini 13, Motta ne, Piazza 13, Ferrari 13, Basso, Bovo 15
All. Daniele Rubini

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa
canecaccia.com

13/01/2019 12:34

LA CORTE D’APPELLO RIVEDE LE SANZIONI A FAVORE DI NPO

In data odierna alle ore 17,36 la Societa’ Nuova Pallacanestro Olginate ha ricevuto notifica sull’esito del reclamo relativo alle pesanti sanzioni della partita BMR 2000 Reggio Emilia – NPO GORDON.
Ecco il testo integrale della comunicazione:

La Corte Sportiva d'Appello,
nella seduta odierna, in parziale accoglimento del reclamo, revoca il provvedimento di ammonizione inflitto all'aiuto allenatore Vitelli Piergiorgio, al preparatore fisico Castagna Angelo e agli atleti Masocco Jacopo, Marinò Matteo, Carella Mirko, Stolic Mladen, Simone Butta e Danilo Errera, tutti della soc. Nuova Pall. Olginate;
annulla il provvedimento di squalifica inflitto all'atleta della Nuova Pall. Olginate Federico De Bettin;
riduce il provedimento di squalifica dell'atleta Edoardo Caversazio della soc. Nuova Pall. Olginate a 3 gare (di cui una già scontata) (art.33, 3-2b R.G.);
conferma il provvedimento di ammonizione inflitto all'atleta Marco Tagliabue della Nuova Pall. Olginate;
trasmette gli atti per eventuali provvedimenti di competenza relativamente al comportamento tenuto dall'alteta Tommaso Gatto della BNR Reggio Emilia alla Procura Federale;
trasmette gli atti al C.I.A. per quanto di competenza.
Alla luce del parziale accoglimento del reclamo,  Federico De Bettin sara’ regolarmente in campo nella prossima partita contro Padova col rammarico di non aver potuto giocare il precedente turno contro la Super Flavor Milano.
In conclusione agli spiacevoli fatti avvenuti al Palaregnani di Scandiano la societa’ NPO e’ lieta di aver confermato e documentato con i fatti della propria lealta’ sportiva che era stata messa in discussione ingiustamente. 

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
canecaccia.com

11/01/2019 19:27

TIGERS CESENA - NPO GORDON: 74 – 55 (22-9; 38-19; 58-39) --- I TIGERS SONO TROPPO FORTI

Nella trasferta di Cesena, Olginate si presenta senza Tagliabue, Carella e con l’infortunato Stolic in panchina ma inutilizzabile e l’incontro da difficile si trasforma immediatamente in impossibile.
Infatti i cesenati, dopo 3’ di assestamento, hanno saputo inferierire un parziale di 18-2 marchiato Brkic che non ha trovato ostacoli nel pitturato Gordon creando cosi’ il break decisivo che ha segnato l’esito della partita gia’ alla prima sirena con la conferma definitiva al riposo lungo sul 38-19.
Troppo il divario tecnico tra i due roster con i padroni di casa capaci di tirare con lo stesso esito sia da 2 che da 3 chiudendo con il 43% mentre NPO chiude con un misero 31% da 2 e 21% da 3 con i soli
Caversazio e Marra capaci di rendersi veramente pericolosi per i Tigers.
La partita inizia con la tripla di Caversazio ed un buon ritmo per NPO che al 3’ si trova avanti 7-4. Per Cesena ci pensa Brkic a sistemare le cose e con canesrtri a ripetizione (9 punti nel quarto) determina un
allungo micidiale di 18-2 per un 22-9 alla prima sirena.
La seconda frazione le due formazioni iniziano contratte fino a quando Dagnello, ex Lecco, uscito dalla panchina segna due pesanti triple per il 30-13 del 14’.
Olginate continua a litigare col ferro e con un misero 1/13 dall’arco e con il 22% dal campo non muove il punteggio per ben 5’ fino a quando arrivano due tiri liberi di Caversazio del 17’ ma Cesena torna a segnare
con regolarita’ e alla tripla di Papa arriva il +20 del 35-15 per andare negli spogliatoi sul 38-19.
Primo tempo senza storia con la Gordon che subisce le qualita’di Cesena determinata a voler chiudere subito l’esito dell’incontro per balzare al primo posto in classifica.
Il terzo quarto inizia con le difese molto permissive e dopo solo 3’ il parziale e’ di 10 pari con Dagnello e Caversazio in evidenza. Proprio Caversazio si dimostra l’unico giocatore lecchese in palla (13 punti in 20’)
e sul 48-29 coach Di Lorenzo chiama time out. Al rientro la musica non cambia e alla terza sirena la partita sembra definitivamente chiusa sul 58-39.
L’ultimo periodo si dimostra senza velleita’ in cui i due coach iniziano a ruotare i propri giocatori con la consolazione per la Gordon di aver chiuso il secondo tempo sul 36 pari.
La dodicesima giornata ha di fatto spaccato in due la classifica con le 5 squadre in lotta per la retrocessione distaccate di 6 punti dal primo posto utile per la salvezza.
Situazione molto complicata in cui la Gordon dovra’ ottimizzare al meglio i prossimi incontri in casa con Ozzano (22/12) e Reggio Emilia (6/1/19) e nella trasferta contro Urania (30/12).
Prossimo incontro prenatalizio al PalaRavasio sabato 22 Dicembre ore 21,00.
Tabellini:
TIGERS CESENA: Raschi 5, Brkic 12, De Fabritiis 7, Papa 7, Poggi, Battisti 5, Dagnello 13, Sacchettini ne, Puntolini, Trapani 11, Ferraro 14, Rossi, All. Di Lorenzo
NPO GORDON: Stolic ne, Bugatti, Errera 2, Masocco, Marino’ 13, Bartoli 6, Marra 15, Caversazio 13, Cusinato, De Bettin 6, All. Massimo Meneguzzo

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa
canecaccia.com

17/12/2018 01:04

NPO GORDON - PALL. CREMA, Campionato Serie B, NPO SI GIOCA TUTTO . . CREMA CAMBIA IL COACH

Siamo solo ad un terzo del campionato e la partita contro Pall. Crema potrebbe risultare decisiva per il proseguo del campionato NPO. Una vittoria potrebbe rilanciare le aspirazioni della Gordon e soprattutto il morale di un gruppo che, nonostante la classifica, a sprazzi ha dimostrato di poter competere con molte squadre di questo difficile e competitivo campionato cadetto. Partita tanto importante da indurre la dirigenza di Crema, ad effettuare un cambio in corsa annunciando l’esonero di Coach Lepore affidando la squadra al suo Assitente Giovanni Noli. Domenica alle ore 18,00 al PalaRavasio Coach Meneguzzo e’ determinato a voler rendere dura la vita ai cremaschi che si trovano a due punti sopra in classifica che, dopo l’ottimo campionato della scorsa stagione, hanno cambiato pelle rinnovando completamente il proprio roster compreso lo staff tecnico. Anche per Crema l’inizio stagione non e’ stato tra i migliori con uno score di 3 vinte e 7 perse. Le vittorie sono maturate tutte contre le formazioni di pari livello come Lugo, Reggio Emilia e Bernareggio mentre le sconfitte in alcuni casi sono state estremamente pesanti come con Urania, Orzinuovi e Padova. Proprio da questi pesanti passivi scaturisce il fatto di avere la seconda peggiore difesa subendo 79 punti a partita contro i 70 punti di Olginate (5° miglior difesa) Pertanto la lettura della stagione potrebbe farci pensare che Crema si trova a suo agio contro le pari livello mentre sprofonda con le top Come detto, il roster e’ stato completamente rinnovato con innesto di 10 giocatori giovani ma gia’ affermati in campionati di Serie B e prevalentemente provenienti dal Girone D. Ritroviamo Montanari ex Palermo e Legnini ex reggio Emilia; Sorrentino ex Costa D’Orlando; Norcino ex Battipaglia; Pedrazzani ex Pozzo di Gotto; Biordi ex Catanzaro; Toniato ex Rimini; Enihe ex Moncalieri; Nicoletti ex Pegli; Gianninoni ex Bologna. Crema e’ una squadra da temere nel tiro da 3, che viaggia con il 36% di media contro il 30% dei lecchesi che puo’ avvalersi di Legnini, Norcino (43% di media) e Montanari (36% di media) capaci di scavare importanti break durante il match. Nella fase offensiva Crema, grazie a 4 giocatori in doppia cifra, – Montanari – 17,3pp, Norcino - 13,1pp, Pedrazzani – 11,7pp e Legnini – 11,1pp – realizza 71 punti di media contro i 63 della Gordon. Il miglior rimbalzista con 5,8 di media e’ il play Montanari a dimostrazione dell’eccletticita’ del roster e delle ampie rotazioni che coach Lepore ha applicato nella sua gestione tecnica. Nel delicato incontro di domenica, Olginate dovra’ continuare a dimostrare sul campo le ultime due convincenti prestazioni con Lecco e SanVe, dove ha giocato alla pari con due formazioni che si stanno contendendo un posto Play Off. Coach Meneguzzo dovra’ ritrovare la miglior forma di Marco Tagliabue alle prese con il recupero per la distorsione alla caviglia e l’apporto offensivo della guardia tiratrice Lorenzo Bartoli che in coppia con Alessandro Marra potrebbero garantire punti preziosi e tanti spazi per i compagni Caversazio & Co. Naturale e scontato dire che il sostegno del nostro grande pubblico delle grandi occasioni potrebbe essere di vitale importanza per muovere la classifica dopo due mesi di stop. VI ASPETTIAMO – LET’s GO NPO

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE
Addetto Stampa
canecaccia.com

05/12/2018 23:45

RUCKER - NP GORDON OLGINATE NON BASTA IL +9, SPRECA TUTTO NEL FINALE


RUCKER SAN VENDEMIANO - NPO GORDON: 76-70 (20-14; 36-35; 51-57)
Olginate torna dalla lunga trasferta di San Vendemiano (Treviso) con il suo settimo foglio giallo che complica ulteriormente la situazione in classifica in quanto anche Reggio Emilia la affianca a 4 punti andando a vincere a Milano contro la corazzata Urania.
La sconfitta NPO e’ dolorosa perche’ arrivata dopo essere riusciti a mettere alle corde gli avversari toccando anche il +9 e avendo la possibilita’ di chiudere anticipatamente i conti. Purtroppo l’inizio della quarta CS#27 1/12/2018

frazione e’ stata fatale offrendo sul vassoio punti preziosi a Mossi & co che non si sono fatti scappare la ghiotta occasione di impattare e allungare per poi non farsi piu’ raggiungere
Olginate inizia l’incontro con un quintetto inedito composto da Marra, Bugatti, De Bettin, Caversazio, Cusinato mentre la Rucker schiera Vedovato, Malbasa, Rossetto, Perin, Bloise.
Dopo un buon inizio in cui i lecchesi si portono sul 3-6 del 3’ vanno in bonus con Cusinato con gia’ a 2 falli. La Rucker reagisce immediatamente con un 9-0 guidata da Bloise che da il via al primo allungo del 12-6. Nellle file NPO Caversazio sembra quello piu’ in gas ed interrompe il break; ma i padroni di casa riprendono a macinare e con un altro 7-0 toccano il massimo vantaggio del 19-8 all’8’.
Coach Meneguzzo gioca la carta Tagliabue (ancora non al meglio dopo l’infortunio), ma la situazione migliora grazie alle produttive mani di Caversazio che limita i danni andando e alla prima sirena si e’ sul 20-14.
La seconda frazione inizia con Malbasa che mette un mattone da 3 punti del 23-14. Canestro che sembra risvegliare Olginate e Marra mette a segno i suoi primi punti e grazie al contributo di Marino’ arriva un confortante 8-0 del 23-22 al 13’. Il punteggio continua a muoversi ad elastico e arriva un altro 7-0 di marca trevigiana e 30-22. La Gordon questa sera sembra piu’ solida e determinata, non si scoraggia ed ha la forza di reagire riportandosi sotto grazie ad un gran Caversazio che con un 5/5 da 2 e 3/3 liberi ne mette ben 13 nel primo tempo andando negli spogliatoi col minimo svantaggio del 36-35 nonnostante un deficit sfavorevole a rimbalzo con 13 rimbalzi per la Gordon contro i 24 dei padroni di casa di cui ben 7 offensivi.
Nel terzo periodo De Bettin e’ immarcabile ed in 6’ mette a segno ben 13 punti che valgono sorpasso e deciso allungo di Olginate sul 43-51. Coach Mian deve fermare il gioco con un time out. Il gioco riprende con un libero di Bloise che blocca la fuga NPO. Ci pensa Bugatti a toccare il massimo vantaggio del +9 a cui replica ancora Malbasa con una tripla. Il gioco diventato concitato con Olginate che spreca un triplice possesso prima di subire i liberi di Malbasa del 49-53 al 28’.
Il quarto si chiude con De Bettin che sfida la difesa locale andando a segno ancora e realizzando ben 18 punti nella frazione sui 22 di marca NPO e al 30’ la Gordon e’ avanti meritatamente 51-57
Nell’ultimo periodo San Vendemiano parte forte e in 2’ e’ gia’ sul 56-57 con Bugatti che compie due falli ingenui e conseguente tecnico che lo mettono seduto in panchina per il 5 fallo offrendo il via al pesante break dei veneti.
Rientra Tagliabue ed arrivano subito i primi punti della frazione e l’ultimo vantaggio 56-59. Sul fronte opposto Mossi sta’ entrando in partita e segna a ripetizione. Con il suo 3/3 dalla lunetta arriva il pareggio prima e con il successivo canestro c’e’ il sorpasso sul 61-59 e 10-2 di parziale. Coach Meneguzzo chiama time out e alla ripresa Caversazio dalla lunetta ne approfitta per pareggiare al 35’.
Ancora Mossi mette un sigillo da 3 per il 66-61; Tagliabue replica dal pitturato prima e dalla lunetta manca il secondo tentativo del potenziale -3 al 38’ rimanendo sul 68-64. CS#27 1/12/2018

Sul ribaltamento di fronte e’ Bloise che punisce NPO con due centri che valgono il 74-66 a 75” dalla sirena. Olginate tenta il tutto per tutto ma non riesce piu’ ad avvicinarsi e deve subire la settima sconfitta consecutiva (76-70) che matura dopo una incoraggiante prestazione che pero’ non produce nessun beneficio per la classifica.
Prossimo decisivo appuntamento sara’ domenica 9 Dicembre alle ore 18.00 al PalaRavasio dove ci vorra’ tutto il calore del proprio pubblico a sostenere i Gordon’s Boys.
Tabellini:
SAN VENDEMIANO: Bloise 12, Mossi 19, Perin 13, Vedovato 9, Battistuzzi ne, Bartoli 4, Lurini 2, Malbasa 13, Rossetto 4, Durante ne, Oyeh ne,
All. Marco Mian
NPO GORDON: Stolic ne, Bugatti 4, Errera , Tagliabue 11, Masocco ne, Marino’ 3, Bartoli , Marra 6, Caversazio 17, Carella , Cusinato 2, De Bettin 27,
All. Massimo Meneguzzo
Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto stampa
canecaccia.com

02/12/2018 09:21

NPO GORDON – GIMAR BASKET LECCO: 55 – 66 (15-17; 34-32; 42-49) --- Lecco vince un derby opaco

Lecco si aggiudica un derby ben lontano dall’intensita’ agonistica vista lo scorso anno e le due formazioni confermano il loro opaco stato di forma. La Gimar ha costruito la vittoria nel secondo tempo grazie ad una buona difesa e ad un 6/10 al tiro da 3 potendo contare ben 31 punti dalla panchina contro i 14 NPO, mentre la Gordon dopo un buon primo tempo chiuso in vantaggio ha pagato duramente l’assenza di Marco Tagliabue, sceso in campo per pochi minuti per onor di firma, giocando a lungo con Caversazio da 5 e senza un punto di riferimento nel pitturato ha dovuto affidarsi oltremodo a giocate perimetrali diventando troppo prevedibile in attacco e finendo nelle trappole difensive preparate da Coach Paternoster.
Al fischio di inizio Olginate si schiera con Marino’, De Bettin, Marra, Errera, Caversazio mentre Lecco si affida a Teghini, Cacace, Di Prampero, Caceres e Rattalino. Dopo le prime giocate dove
tutte le conclusioni vanno a vuoto la partita inizia ad ingranare con continui controsorpassi in cui Teghini con 7 punti e’ il giocatore piu’ pericoloso (top scorer alla fine con 16 punti) con NPO ferma al 28% al tiro che rimane in scia alla prima sirena sul 15-17.
Nella seconda frazione Lecco subisce e va in apprensione quando Tagliabue appare sul parquet.
Olginate lo cerca e trova maggiori soluzioni offensive, ne beneficiano le percentuali realizzative che schizzano al 55% dal campo e con la coppia Marra/Bartoli che trovano maggiori spazi
andando a segno a ripetizione (12 punti in due nel quarto) sorpassando e tenendo l’inerzia della partita nelle proprie mani sul 34-32 al riposo lungo.
Ancora Marra apre i giochi del secondo tempo con il canestro che vale il massimo vantaggio NPO sul 36-32 a cui Teghini risponde immediatamente con la tripla del -1 al 33’. Nel frattempo
Tagliabue torna in panchina dolorante e le soluzioni offensive NPO diventano scontate e innocue.
La partita si addormenta rimanendo nel totale equilibrio e al 27’ e dopo i tiri liberi di Caceres il tabellone segna 39-41. Come un fulmine arrivano due errori difensivi NPO che colpevolmente
lasciano liberi Teghini e Brunetti che mettono a segno due triple letali per il 39-47 del 28’ che fanno suonare il gong di un break pesantissimo per i colori di casa. Negli ultimi due minuti
Olginate limita il break grazie a 3 liberi senza capitalizzare al meglio l’antisportivo fischiato a Cacace che ferma De Bettin in contropiede con il risultato fermo sul 42-49 dell’ultimo riposo.
Il tempo di iniziare i giochi e Bartoli sigla il -5 illudendo i propri sostenitori in un recupero ma Di Prampero, assente per 30’ decide di iscriversi a referto con il suo marchio di fabbrica segnando
una pesantissima tripla del 44-52. NPO riece a tenere viva la partita fino al 37’ per poi abdicare ancora una volta davanti a due errori di letture difensive lasciando tutto solo Caceres sotto
canestro e poi subendo l’ennesima tripla di Marinello che con un 5-0 porta lecco sul 50-62 del 38’ e derby nelle mani di Lecco.
Olginate non blocca la striscia negativa di 6 sconfitte consecutive ma a differenza della partita di Lugo ritrova un buon atteggiamento di squadra dove tutti i giocatori si sono applicati al meglio
ma nulla hanno potuto per compensare la mancanza di pericolosita’ nel pitturato visto l’assenza del proprio giocatore piu’ pericoloso.
Tabellini:
NPO GORDON: Stolic ne, Bugatti ne, Errera 1, Tagliabue, Masocco ne, Marino’ 12, Bartoli 10, Marra 11, Caversazio 7, Carella 4, Cusinato , De Bettin 10, All. Massimo Meneguzzo
GIMAR BASKET LECCO: Marinello 14, Favalessa ne, Teghini 16, Galasso ne, Caceres 8, Molteni 5, Chinellato 4, Brunetti 8, Cacace 2, Ratti ne, Rattalino 2, Di Prampero 7, All. Antonio Paternoster

Prossima partita Sabato 1 Dicembre 2018 alle 20,30 a San Vendemiano (TV)
Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa
canecaccia.com

25/11/2018 11:11

Campionato Serie B – Girone B UNA GRANDE SFIDA, TUTTI I N PIEDI ---- NP GORDON OLGINATE - ORZI BASKET

Dopo ben 4 trasferte nelle prime 6 giornate, NPO torna al PalaRavasio (domenica 11 Nov. Ore 18,00) e per una formazione rinnovata per 10/12, giovane ed ancora in cantiere dover giocare quasi sempre fuori casa non ha certo facilitato il cammino di assestamento e la propria crescita.
Olginate, dopo il doppio successo con Cremona e Desio e’ incappata in una serie di tre sconfitte con Bernareggio, inaspettata e incolore prestazione e nelle due difficilissime trasferte con le corazzate Vicenza e l’imbattuta Faenza (prima e seconda in classifica). Ma il calendario non lascia respiro ed al PalaRavasio arriva la fortissima Orzinuovi che, dopo la retrocessione dalla A2 ha deciso di cambiare pelle affidando la panchina all’esperto Salieri che arriva dal miracolo Crema dello scorso anno ed inserendo i migliori giovani del territorio nazionale accreditandosi tra le maggiori candidate a tornare immediatamente in A2.
Anche Orzinuovi, come tutte le formazioni che hanno subito un forte rinnovaento hanno avuto un inizio stagione balbettante perdendo ben 3 delle 4 partite interne contro Faenza, San Vendemiano e Vicenza e vincendo con grande autorita’ con Ozzano. Mentre fuori casa, non avendo il peso del proprio pubblico hanno regolato Bernareggio e soprattutto l’ex Crema di Salieri e Peroni.
Ben 11 sono i nuovi giocatori acquistati durante l’estate, tutti nati tra il 1994 e 1999 e tutti potrebbero giocare in quintetto in molte formazioni di Serie B a dimostrazione del valore del roster di Orzi.
Porprio il nostro grande Jack Siberna fu uno dei primi innesti e su cui coach Salieri fa grande affidamento. Poi troviamo Andrea Tassinari Play (SG Legnano – Serie B – ’96); Michele Peroni Guardia (Lecco-Crema – B - ’94); Tommaso Bianchi Play (Crema – B – ’96); Lorenzo Galmarini Centro (Montecatini – B - ’96); Mirko Turel Ala (Cagliari – B – ’95); Lazar Kekovic Ala (Vicenza – bB – ’99); Vincenzo Pipitone Centro ( Scafati – A2 – ’94); Bozidar Labovic Guardia (Ferrara – C Silver – ’00); Lorenzo Varaschin Ala (Matera – B – ’98); Marco Timperi Guardia/Ala (Mantova – A2 – ’97).
Orzi ha il miglior attacco con 78 punti di media e affrontera’ NPO che detiene la seconda miglior difesa con 68 punti subiti di media capace di tenere gli avversari al 27% dall’arco. Balisticamente Orzi tira con 54% da 2 , il 30% da 3 e il 66% dai liberi. Netto il divario a rimbalzo dove NPO ne cattura solo 30 contro i 38 dei prossimi avversari.
In questo avvio di stagione lo starting five preferito da Coach Salieri e’ Turel, Timperi, Siberna, Galmarini, Bianchi avendo dovuto rinunciare spesso a Pipitone infortunatosi ma pronto al rientro. Dalla panchina minuti e punti preziosi arrivano da Tassinari, Peroni, Varaschin.
Ben 5 giocatori sono in doppia cifra realizzativa dove Siberna con il suo 67% da 2 e i 30’ in campo e’ sicuramente uno dei giocatori piu’ pericolosi. Il miglior rimbalzista e’ Galmarini con 7,5 di media di cui ben 3,3 in attacco. Turel e’ precisissimo dalla lunetta con il 96% mentre Bianchi distribuisce 4,7 assist a partita.

Appuntamento Domenica 11 Novembre ore 18,00 al PalaRavasio
Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE
Addetto Stampa
canecaccia.com

08/11/2018 13:02

TRAMAROSSA VICENZA - NPO GORDON: 68-60 (13-19; 36-29; 53-39) ... NPO SI SVEGLIA TROPPO TARDI

Olginate, dopo un positivo inizio (13-19) si addormenta nei due quarti centrali (40-20) e quando decide di tornare a giocare dal -15 in 4’ arriva sul -2, Vicenza trema ma dall’alto dell’esperienza dei suoi giocatori negli ultimi 3’ si aggiudica l’incontro che gli permette di rimanere sul secondo gradino della classifica a ridosso delle prime. Per NPO tanto rimpianto per aver giocato la partita per solo 15’ dimostrando che con il giusto approccio in campo gli avversari non erano cosi’ distanti.
Al PalaGoldoni Coach Meneguzzo schiera contemporaneamente Cusinato e Tagliabue per contrastare il temibile pacchetto di lunghi dei veneti (Corral, Crosato, Campiello) completando lo starting five con De Bettin, Bugatto, Caversazio. Vicenza inizia con Demartini, Quartieri, Contrino, Corral, Crosato.
L’inizio partita e’ farcito da parecchi errori e per vedere il primo tiro si deve attendere ben 100 secondi con il canestro dei padroni di casa. Olginate pero’ e’ ben schierata in campo e con una difesa aggresiva mette in seria difficolta’ i veneti che trovano a fatica il ferro e quando i lecchesi accellerano anche in attacco riescono a fare male andando sul 6-11 del 5’ con  Coach Venezia che richiama i suoi per un time out. L’inserimento di Montanari porta 4 punti e maggior incisivita’ in attacco ma l’inerzia della partita rimane in mano agli ospiti che con il gioco da tre punti di Tagliabue alla prima sirena si e’ sul 13-19. 
Il secondo quarto inizia con Vicenza determinatissima e in 1’ e’ gia’ sorpasso con la tripla di Andrea Campiello per il 20-19. La Gordon subisce il colpo ed al 15’ il parziale e’ addirittura 14-1 con il tabellone che segna 27-20. I veneti nella frazione sono implacabili dall’arco con 4/5 mentre  i lecchesi trovano punti preziosi solo con de Bettin e Tagliabue riuscendo a ricucire a 30” dal riposo lungo sul -4 ma, ancora una volta e’ un positivo Montanari a segnare la tripla del 36-29 di meta’ partita.
Anche il secondo tempo riprende con Olginate poco convinta nei propri mezzi e con grosse difficolta’ nell’attaccare la zona avversaria. La palla ristagna nelle mani dei giocatori e le scelte di tiro sono sempre frutto di iniziative personali dell’ultimo istante mentre Campiello & Co pur senza incantare concretizzano al meglio la loro supremazia toccando per la prima volta il +14 (47-33) del 26’. La partita procede senza sussulti arrivando all’ultimo quarto sul 53-39 che significa un pesantissimo 40-20 per Vicenza nei due quarti centrali dell’incontro.
Coach Meneguzzo, decisamente contrariato per l’atteggiamento dei suoi butta nella mischia il giovanissimo Stolic che con la sua reattivita’ ha il merito di accendere la scossa difensiva dei suoi compagni e dal 57-42 del 32’ NPO si sveglia, cambia pelle difendendo come sa e attaccando in velocita’ e al 37’ si e’ sul 59-57 con super parziale di 15-2 che se non fosse stato per un canestro fortunoso di Contrino sarebbe arrivato addirittura il pareggio.
Al PalaGoldoni il pubblico ammutolisce e a Vicenza tremano le gambe per aver permesso ad Olginate di riaprire la partita. Ma in campo ci sono giocatori di grande esperienza come Corral che sanno creare spazi importanti e come sulla sirena del primo tempo Montanari (MVP con 14 punti e 5 rimbalzi) impietosamente mette un triplone decisivo del 62-57. Una mazzata per i sogni di rimonta NPO che a questo punto deve forzare per rientrare ma i tiri di Bartoli e Caversazio si fermano sul ferro mentre Campiello e Corral non si fanno scappare l’occasione di contabilizzare gli errori degli avversari chiudendo il conto sul 68-60.
Per Olginate un vero peccato aver giocato l’incontro per soli 15’ ed aver subito le scelte tattiche dei forti avversari. Questi sono errori che in questa categoria e contro roster cosi’ dotati non ci si puo’ permettere.
Adesso per i lecchesi ci sara’ ancora un turno esterno contro la capo classifica  Faenza per poi tornare al PalaRavasio domenica 11 Ottobre alle 18,00 contro l’altra corazzata Orzinuovi  di Jack Siberna. Saranno due incontri molto difficili dove NPO dovra’ cercare di acquisire esperienza senza disdegnare l’opportunita’ di giocarsersele fino in fondo come ha fatto nel finale di Vicenza.
Coach Meneguzzo commenta: “Non siamo stati capaci di mantenere la concentrazione giusta per tutto l’incontro, mi aspetto di piu’ dai miei ragazzi e soprattutto quelli conoscono gia’ questo campionato. Abbiamo subito troppo a rimbalzo. Quando abbiamo fatto quello che sappiamo fare la partita e’ cambiata”

Tabellini:
TRAMAROSSA VICENZA: Quartieri 3, Kedzo ne, Demartini 5, Montanari 14, Corral 14, Rigoni ne, Campiello U. 4, Mezzalira ne, Conte 4, Contrino 6, Campiello A. 10, Crosato 8,
All . Marco Venezia
NPO GORDON: Stolic 3, Bugatti 2, Errera ne, Tagliabue 15, Masocco ne, Marino’ 3, Bartoli 10, Delvecchio 2, Caversazio 10, Carella 3, Cusinato 3, De Bettin 9,
All. Massimo Meneguzzo

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa 
canecaccia.com

29/10/2018 09:24

La Gordon non ha nemmeno il tempo per metabolizzare l’impresa di Desio che deve concentrarsi immediatamente sull big match di Mercoledi 24 Ottobre (20,30)

La Gordon non ha nemmeno il tempo per metabolizzare l’impresa di Desio che deve concentrarsi immediatamente sull big match di Mercoledi 24 Ottobre (20,30)

che si disputera’ al PalaRavasio contro Bernareggio che e’ una diretta concorrente per la salvezza.
Turno infrasettimanale per questa Serie B che inizia ad entrare nel vivo del campionato e che in 8 giorni si giocheranno 3 partite che serviranno a delineare il profilo delle formazioni e conseguenti ambizioni dopo il mercato estivo.
Coach Meneguzzo, nel dopo gara di Desio e’ stato chiaro, abbiamo disputato una buona partita come collettivo e tutti si sono fatti trovare pronti ma la nostra concentrazione deve andare immediatamente alla sfida con Bernareggio. Non possiamo permetterci di fare passi falsi in casa ed il pubblico deve aiutarci diventando la nostra arma in piu’ affinche’ giocare al PalaRavasio sia difficile per tutti.
La partita con Bernareggio sara’ importantissima ed Olginate, oltre nel cercare di lasciare a secco gli avversari, dovra’ ribaltare la doppia sconfitta dello scorso anno in cui proprio i brianzoli condannarono NPO ai Play Out per differenza canestri scaturita proprio nello scontro diretto.
La formazione di Coach Cardani, al suo terzo anno sulla panchina dei Red’s , arriva alla sfida del PalaRavasio ancora a zero punti avendo avuto un calendario in cui ha affrontato tre formazioni di fascia alta. Ecco i risultati:
Durante l’estate i Red’s si sono rinnovati perdendo giocatori importanti ma muovendosi bene sul mercato riuscendo ad inserire uno dei migliori realizzatori della serie cadetta Stefano Laudoni (classe ’89 - ex Palestrina – Urania) e coprendo il vuoto lasciato da De Bettin accapparrandosi il nostro ex Davide Todeschini. Nel ruolo di centro da Faenza e’ arrivato Giordano Pagani (classe ’98 - ex Cantu’); come guardia Marco Ruzzon (classe ’99 – ex Cantu’ C silver); Gabriele Tulumello (classe ’00 – Casale C Gold); Federico Finazzer Flory (classe ’00 – Olimpia Milano); Riccardo Ghedini (classe ’02 – San lazzero C Gold). Il roster si completa con la conferma di Baldini, Bossola, Restelli , Monina.

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE
Addetto Stampa
canecaccia.com

24/10/2018 12:15

UNA GORDON CHE CRESCE - Serie B Girone B

UNA GORDON CHE CRESCE - Serie B Girone B

Al debutto al PalaRavasio, Olginate conquista una vittoria importantissima per la crescita e la motivazione della giovane formazione di Coach Meneguzzo.
La Gordon si aggiudica la gara solo nel finale e seppur il punteggio sia rimasto in bilico per tutto il secondo tempo i lecchesi nel secondo quarto hanno addirittura toccato il 30-13 che sembrava potesse chiudere l’incontro anzitempo.
Al fischio di inizio Coach Meneguzzo schiera De Bettin, Bartoli, Caversazio, Cusinato, Tagliabue mentre la Juvi, con Bona ancora fermo, schiera Belloni, Manini, Ndiaye, Esposito, Valenti.
Dopo 3 minuti di studio e tanta tensione con il punteggio sul 4-4 NPO trova slancio e riuscendo a velocizzre il gioco mette a segno il primo break andando sul 12-4 con Delvecchio artefice di una gran schiacciata.
Coach Brotto ferma il gioco con un time out correndo ai ripari e passa schierando una difesa a zona che non cambiera’ piu’ fino alla fine mettendo in seria difficolta’ la Gordon che, con un gioco troppo lento trova soluzioni solo dall’arco che si fermano immancabilmente sul ferro. Proprio l’1/12 da tre ed un misero 2/9 ai liberi permette alla Juvi di rientrare e chiudere la prima frazione sul minimo scarto 15-13, trascinati da Valenti che si dimostrera’ il vero leader dei cremonesi.
Il secondo quarto inizia con una brillantissima NPO che oltre a velocizzare il gioco trova proprio dall’arco le frecce per mettere in ginocchio gli avversari e con 3 bombe consecutive, di cui due di un incontenibile De Bettin, i lecchesi strodiscono la Juvi che per ben 6’ non trova piu’ la via del canestro subendo un parziale di 15-0 andando vicinissimi al KO sul 30-13.
Proprio quando sugli spalti ci si augura di assistere ad un partita in discesa la coppia Valenti, Veronesi in poco piu’ di 3’ rispondono con 14-0 che confermano che Olginate ha ottime qualita’ tecniche ma e’ ancora un cantiere aperto e al riposo lungo si va sul 30-27.
Si torna in campo con Olginate che non riesce a trovare l’antidoto alla zona cremonese che, viste le mani ghiacciate di Bartoli & co (NPO chiudera’ con 9/38 da 3), motiva ulteriormente Cremona a chiudersi nel pitturato lasciando praterie sul perimetro col risultato che la partita non decolla nel punteggio e si gioca punto a punto. A meta’ quarto arriva anche il sorpasso ospite che toccano il massimo vantaggio sul 41-44 che fa temere il crollo psicologico dei giovani olginatesi.
Il time out di Meneguzzo e la leaderhip in campo di un motivatissimo Tagliabue spronano i compagni a non mollare e alzare il ritmo difensivo mettendo a segno un 5-0 con la tripla di un ritrovato Bartoli che vale il controsorpasso e per chiudere la frazione ancora avanti sul 46-45.
Gli ultimi 10’ minuti sono caratterizzati da tanta tensione ed equilibrio con la posta in palio che e’ troppo importante per far giocare le due giovani formazioni con serenita’ e i canestri arrivano col contagocce. Cremona in un paio di occasioni riece a mettere la testa avanti di un punto ma Olginate ha uno strepitoso De Bettin - MVP, 23 punti, 3 assisti, 19 valutazione - che inventa prima una fortunosa tripla di tabella e poi a 17” dalla sirena segna in penetrazione fuori equilibrio che da’ 3 punti di vantaggio a cui la Juvi non riesce piu’ ad andare al tiro grazie ad una perfetta azione difensiva di Olginate.
Il commento di Coach Meneguzzo: “sono molto soddisfatto per l’atteggiamento mentale e la crescita dei miei ragazzi rispetto a Padova, questa sera avremmo anche potuto perdere ma nessuno avrebbe potuto dire che la squadra non ha giocato con la convinzione ed il cuore che vorremmo sempre vedere sul parquet. Potevamo chiuderla prima ma siffrendo oltremodo la loro zona ci siamo fatti riprendere. Bella la reazione quando abbiamo subito il sorpasso. Un grazie al pubblico per averci dimostrato di essere con noi. Domenica andiamo a Desio contro uno squadra forte e ben allenata, dovremo fare un altro step di crescita per poter metterli in difficolta’”
Tabellini:
NPO GORDON: Stolic ne, Bugatti, Errera ne, Tagliabue 7, Masocco, Marino’ 3, Bartoli 8, Delvecchio 6, Caversazio 9, Carella 2, Cusinato 2, De Bettin 23,
All. Massimo Meneguzzo
JUVI CREMONA: Manini 5, Ndiaye 5, Dolzam ne, Belloni 3, Vacchelli, Veronesi 13, Esposito 5, Sipala ne, Speronello 2, Contini 2, Valenti 20,
All. Pierluigi Brotto
canecaccia.com

14/10/2018 11:44

NPO SI RINFORZA - ARRIVA MIRKO CARELLA

NPO SI RINFORZA - ARRIVA MIRKO CARELLA

NPO GORDON torna a sorpresa sul mercato e a poche ore dall’inizio del campionato di Serie B allunga le proprie rotazioni tra le ali/guardie con l’ingaggio dell’ala Mirko Carella classe ‘98 . Nato a Genova ma cresciuto a Cesena, il giovane neo-acquisto NPO ha militato con la maglia della prestigiosa società Virtus Bologna sin dall’Under 15. Nelle partite rilevate con le giovanili della Virtus viaggia a 7.3 punti di media, con una stagione da 10.2 punti a gara nella competitiva Under 18 Eccellenza (2015/2016): nel corso della sua esperienza giovanile strappa anche delle convocazioni in raduno con la nazionale Under 17, a dimostrazione della gran considerazione del prospetto virtussino nello staff Azzurro. Nella stagione 2016/2017 Mirko partecipa stabilmente agli allenamenti dell’A2 Virtus, ma si vede anche in C Gold con la Polisportiva Pontevecchio, con cui disputa esclusivamente le partite: numeri discreti per lui, 7 punti di media con un best di 16 contro Montecchio Arena e sei partite comodamente sopra la doppia cifra.
Nell’ultima stagione ha esordito in A2 con la Bondi’ Ferrara disputando i Play Off, trovando anche alcuni scampoli di partita e facendo tanta esperienza allenandosi con giocatori di alto livello.
Mirko, da ieri fresco ventenne e’ pronto per una esperienza di primo livello in Serie B e trova in Olginate il palcoscenico perfetto per buttarsi subito nel basket giocato.
Il commento di Coach Meneguzzo: Abbiamo deciso di inserire Mirko per aumentare la nostra consistenza nel reparto delle guardie andando ad ampliare le nostre soluzioni di gioco Un entusiasta Mirko Carella commenta cosi’ il suo arrivo: “Anche se ho perso la prima parte di preparazione sono estremamente felice di essermi aggregato a questo gruppo ed in particolar modo ringrazio coach Meneguzzo che, dopo solo due giorni di allenamenti, mi ha dato fiducia e ha creduto in cio’ che potro’ dare alla NPO. Spero di migliorarmi il piu’ possibile per essere utile alla squadra soprattutto per dimenticare le difficolta’ dell’ultima stagione”
Benvenuto Mirko
Addetto Stampa NPO
Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
canecaccia.com

04/10/2018 23:21

 
 
 
 
Copyright 2017 canecaccia.com
All Rights Reserved