canecaccia.com
 




Ultimi Video On Demand
Team 86 Villasanta - ASD Morbegno, C Silver Girone A, IX Giornata

Team 86 Villasanta - ASD Morbegno, C Silver Girone A, IX Giornata

interviste di Gianni Favalessa

21/11/2017 23:38

Evolut Romano Basket - Manerbio Basket, C Gold XI Giornata

Evolut Romano Basket - Manerbio Basket, C Gold XI Giornata

Interviste di Marco Carrara

19/11/2017 23:39

Lic Verolanuova - Lions Asola, C Silver IX Giornata

Lic Verolanuova - Lions Asola, C Silver IX Giornata

interviste di Mario Iacomelli

19/11/2017 13:24

Corona Piadena - Evolut Romano Basket, C Gold Girone A, X giornata

Corona Piadena - Evolut Romano Basket, C Gold Girone A, X giornata

interviste di Marco Carrara

14/11/2017 09:11

Lumezzane - Lic Verolanuova, C Silver Girone C, VIII Giornata

Lumezzane - Lic Verolanuova, C Silver Girone C, VIII Giornata

Interviste di Claudio Canini

12/11/2017 08:35

Caccia Mista n° 2 - ospite Riccardo Piccinini, coach Basket Lions Del Chiese

Caccia Mista n° 2 - ospite Riccardo Piccinini, coach Basket Lions Del Chiese

Caccia Mista n° 2, condotta da Claudio Canini e Maurizio Tomasini

10/11/2017 07:35

Team 86 Villasanta - Gamma Bk Segrate, C Silver Girone A - Settima Giornata

Team 86 Villasanta - Gamma Bk Segrate, C Silver Girone A - Settima Giornata

interviste di Gianni Favalessa

08/11/2017 09:47

Opera Basket Club - Virtus Cermenate, IX Giornata di Andata

Opera Basket Club - Virtus Cermenate, IX Giornata di Andata

interviste di Vittorio Velardo

06/11/2017 10:06

Evolut Romano Basket - Pall. Milano, C Gold Girone A, IX Giornata

Evolut Romano Basket - Pall. Milano, C Gold Girone A, IX Giornata

interviste di Marco Carrara

06/11/2017 10:44

Basket Sarezzo - Liv Verolanuova, C Silver Girone C - Sesta Giornata

Basket Sarezzo - Liv Verolanuova, C Silver Girone C - Sesta Giornata

Interviste di Mario Iacomelli

02/11/2017 23:40

Serie A 2 V Giornata, AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI - UDINE

Serie A 2   V Giornata, AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI - UDINE

Interviste di Mario Iacomelli

29/10/2017 23:15

Evolut Romano Basket - Juvi Cremona, C Gold Girone A - VI Giornata

Evolut Romano Basket - Juvi Cremona, C Gold Girone A - VI Giornata

Interviste di Marco Carrara

22/10/2017 18:01

Caccia Mista Prima puntata 2017

Caccia Mista Prima puntata 2017

Condotta da Claudio Canini e Maurizio Tomasini

18/10/2017 08:54

Tean 86 Villasanta - Fortitudo Busnago, C Silver Girone A, III Giornata

Tean 86 Villasanta - Fortitudo Busnago, C Silver Girone A, III Giornata

Interviste di Gianni Favalessa

16/10/2017 19:35

CSA Agrate - Evolut Romano, C Gold Girone A V Giornata

CSA Agrate - Evolut Romano, C Gold Girone A V Giornata

interviste di Marco Carrara

16/10/2017 08:26

Serie A2 Est, Terza Giornata, AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI - ROSETO

Serie A2 Est, Terza Giornata, AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI - ROSETO

interviste di Mario Iacomelli

15/10/2017 22:54

Ome 01 - Lic Verolanuova, C Silver Girone C, III Giornata di Andata

Ome 01 - Lic Verolanuova, C Silver Girone C, III Giornata di Andata

Interviste di Mario Iacomelli

14/10/2017 16:26

Argomm Iseo - Juvi Cremona, C Gold Girone A, IV Giornata di andata

Argomm Iseo - Juvi Cremona, C Gold Girone A, IV Giornata di andata

interviste di Marco Carrara

12/10/2017 17:39

Opera Basket Club - Cistellum Cislago, C Gold Girone B, IV giornata di andata

Opera Basket Club - Cistellum Cislago, C Gold Girone B, IV giornata di andata

Interviste di Vittorio Velardo
audio precario

12/10/2017 09:02

Villasanta - Novate, C Lombardia Girone A, Seconda Giornata di Andata

Villasanta - Novate, C Lombardia Girone A, Seconda Giornata di Andata

interviste di Gianni Favalessa

10/10/2017 09:28

Evolut Romano - Pall. Lissone, C Gold Girone A, III Giornata di Andata

Evolut Romano - Pall. Lissone, C Gold Girone A, III Giornata di Andata

Interviste di Marco Carrara

08/10/2017 21:55

Lic Verolanuova - Bellini Virtus Gorle, C Silver Girone C, II Giornata di andata

Lic Verolanuova - Bellini Virtus Gorle, C Silver Girone C, II Giornata di andata

Sintesi
riprese di Maurizio Tomasini

08/10/2017 19:07

Orzinuovi - Trieste - Serie A2, prima giornata di andata

Orzinuovi - Trieste - Serie A2, prima giornata di andata

interviste di Mario Iacomelli

04/10/2017 14:42

Seriana Basket - Lic Verolanuova - C Silver Girone C - I Giornata di andata

Seriana Basket - Lic Verolanuova - C Silver Girone C - I Giornata di andata

sintesi
ripresa di Maurizio Tomasini

01/10/2017 21:23

Opera Basket Club - Arcisate Valceresio - C Gold - Prima Giornata di Andata

Opera Basket Club - Arcisate Valceresio - C Gold - Prima Giornata di Andata

intervista a coach Telesi e coach Bianchi
di Vittorio Velardo

24/09/2017 09:08

Ultimi Video Live
Musica insieme

Musica insieme

Gemellaggio, Angelini - Collecini
Live integrale 1 ora 57 minuti
Almenno San Bartolomeo  24/11/2017

24/11/2017 07:53

Musica insieme

Musica insieme

Gemellaggio, Angelini - Collecini
Live parziale 28 minuti
Almenno San Bartolomeo  24/11/2017

24/11/2017 07:53

Opera Basket Club - Casa Gioventù Erba, XI Giornata

Opera Basket Club - Casa Gioventù Erba, XI Giornata

LIVE Ultimato alle ore 19:45 con intervista finale a Carmelo Iurato

19/11/2017 23:55

Bellini Virtus Gorle - Gilbertina Soresina, C Silver Girone C, VIII Giornata

Bellini Virtus Gorle - Gilbertina Soresina, C Silver Girone C, VIII Giornata

LIVE concluso alle ore 20:15 del 11/11/2017

12/11/2017 08:31

Opera Basket Club - Virtus Cermenate, IX Giornata di Andata

Opera Basket Club - Virtus Cermenate, IX Giornata di Andata

Live del 06/11/2017 ore 18:00

06/11/2017 10:46

XXL Bluorobica - Persico Seriana Basket, C Silver Girone C V Giornata

XXL Bluorobica - Persico Seriana Basket, C Silver Girone C V Giornata

Partita sospesa nel terzo parziale per problemi illuminazione campo da gioco

29/10/2017 23:20

Persico Seriana Basket - Gilbertina Soresina, C Silver Girone C, IV Giornata

Persico Seriana Basket - Gilbertina Soresina, C Silver Girone C, IV Giornata

Live del 22/10/2017 ore 20:25
riprese, regia e commento di Vittorio Velardo

22/10/2017 01:59

NP Gordon Olginate - Tramarossa Vicenza, Serie B Girone B III Giornata di Andata

NP Gordon Olginate - Tramarossa Vicenza, Serie B Girone B III Giornata di Andata

LIVE HD, commento di Alberto Casati

15/10/2017 10:40

Opera Basket Club - Cistellum Cislago, C Gold Girone B, IV giornata di andata

Opera Basket Club - Cistellum Cislago, C Gold Girone B, IV giornata di andata

LIVE....Primo video
per problemi linea sono stati effettuati 2 video

12/10/2017 09:07

Opera Basket Club - Cistellum Cislago, C Gold Girone B, IV giornata di andata

Opera Basket Club - Cistellum Cislago, C Gold Girone B, IV giornata di andata

LIVE....Secondo video
per problemi linea sono stati effettuati 2 video

12/10/2017 09:07

Bellini Virtus Gorle - Pall. Quistello, C Silver Girone C Prima giornata di Andata

Bellini Virtus Gorle - Pall. Quistello, C Silver Girone C Prima giornata di Andata

Live Streaming del 30/09/2017 ore 18:15

30/09/2017 23:51

Opera Basket Club - Arcisate Valceresio - C Gold - Prima Giornata di Andata

Opera Basket Club - Arcisate Valceresio - C Gold - Prima Giornata di Andata

Live Streaming del 24 settembre ore 18
by Vittorio Velardo
OPERA BASKET CLUB - ARCISATE VALCERESIO

24/09/2017 23:48



SUCCESSO AL PARINI PER IL GORLA CONTRO CASTRONNO

TEAM ABC GORLA CANTÙ 83
PALLACANESTRO CASTRONNO 61

(23-9, 41-23, 61-42)

Team ABC Gorla Cantù: Carpani 4, Pagani 7, Ronchetti 3, Molteni 2, Ruzzon 11, Bet 15, Di Giuliomaria 7, Pifferi 10, Castelli 3, Pedalà 16, Borsani, Olgiati 5. All. Borghi, Vice All. Alberio.
Pallacanestro Castronno: Barbieri 9, Ivone, Vescovi 14, Zanzi 10, Canavesi, Ghirindelli 15, Carlesso 3, De Vita, Beri 4, Binda 4, Gaye 2. All. Vis, Vice All. Leo. 

Torna ala vittoria davanti al pubblico del Parini il Team ABC Gorla Cantù, che nella sfida contro Castronno prende immediatamente lo slancio e non si lascia mai agganciare dai varesotti, portando a casa i due punti che lo confermano leader del girone. 
Inizio positivo per il Team ABC Cantù: Beri e Binda provano a dare gas a Castronno, ma Bet e Di Giuliomaria da sotto rispondono per le rime agli ospiti; Ruzzon insacca il canestro del +4 interno, poi la bomba di Barbieri rimette Castronno ampiamente in scia. I padroni di casa, sfruttando i contropiede innescati da Di Giuliomaria, sono bravi a siglare un break di 13-2, che consente loro di volare sul +14 al 10’. 
Il Gorla non intende cambiare ritmo nemmeno nella seconda frazione, che si apre con i canestri di Molteni e Pedalà per il +20. Castronno sfrutta la combo Vescovi-Ghirindelli per accorciare 29-15 a metà periodo; Pagani non sbaglia in arresto e tiro, Ghirindelli segna da sotto, poi gli 8 punti di Pagani e Pifferi fanno volare i canturini sul 39-17 al 18’. Nel finale, gli ospiti si riavvicinano grazie alla tripla di Ghirindelli e al tiro dall’area di Beri; si va comunque nello spogliatoio per la pausa lunga con il Gorla ampiamente davanti (41-23). 
Al rientro in campo, il Team ABC prosegue la sua cavalcata con i cinque punti consecutivi di Bet; Vescovi segna da sotto, poi Di Giuliomaria e Ronchetti dall’arco siglano il 51-24 interno al 25’. Gaye risponde al canestro di Pifferi, quindi Vescovi suona la carica per Castronno e, con un filotto di punti personali, riporta gli ospiti a -14 a un solo minuto dalla sirena. Il gioco da 2+1 firmato Pedalà e il canestro di Binda chiudono la terza frazione sul punteggio di 61-42.
Il canestro da sotto di Vescovi inaugura gli ultimi 10’ del match, ma Pedalà replica immediatamente con sei punti personali per l’ennesimo +21 interno. Zanzi fa 1/2 ai liberi e anche Barbieri approfitta del giro in lunetta; Castelli sgancia una bomba allo scadere dei 24”, Ghirindelli replica da sotto, quindi le triple di Pedalà e Pifferi a due minuti dal termine portano il Gorla a +25 e sanciscono definitivamente la resa di Castronno. La partita si conclude sul risultato finale di 83-61. 

canecaccia.com

24/11/2017 23:56

Dichiarazioni pre derby Quistello vs Sustinente

E’ andato in scena ieri sera, su Radio 5.9, il pre partita dell’attesissimo derby che vedrà il Sesa Sustinente impegnato, nonostante le tante assenze, sul campo della Negrini Quistello (diretta questa sera Radio 5.9 a partire dalle 21.30 circa).

Nicola Della Chiesa (Coach Sesa): “Siamo reduci da una vittoria fondamentale a Lumezzane nella quale abbiamo dimostrato di poter esser più forti delle assenze e degli infortuni lottando e conquistando due punti preziosi dopo un tempo supplementare. La fortuna non è certamente dalla nostra parte perché dopo Doddi e Buzzi, anche Steccanella non sarà del derby a causa di una violenta botta ai denti ricevuta in allenamento. Un derby è sempre una gara particolare ma sono sicuro che i miei ragazzi non deluderanno e le tante assenze possono divenire un motivo di ulteriore coesione per un gruppo che sta, progressivamente, trovando la propria amalgama, che sta bene insieme e che sta mostrando tuttociò anche sul campo. Sono perfettamente cosciente di quanto sarebbe importante dare ulteriore continuità di risultati e abbiamo lavorato in settimana per arrivare il più pronti possibile”.

Marco Gabrieli (Coach Negrini): “Siamo stati protagonisti di un inizio di stagione clamorosamente sfortunato contraddistinto da molteplici infortuni. E’ notizia dell’ultim’ora che non sarà del derby anche Mauceri, partito per Catania nella serata di ieri a causa di un grave lutto familiare. Affrontiamo una squadra costruita per lottare per vincere il girone, sappiamo che anche loro avranno molte assenze ma il roster largo e la presenza di un “fuori categoria” come Leon Tomic rendono il Sesa la favorita assoluta del derby. Sarà molto dura per noi e mi auguro che il nostro agonismo e la nostra difesa possano metter in difficoltà Sustinente”.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

24/11/2017 12:47

C Silver Girone C - X Giornata - presentazione derby Quistello vs Sustinente

Venerdì sera alle 21, 30 pressi il Palasport di Quistello e in diretta su Web Radio 5.9, nuova edizione del derby mantovano Quistello – Sustinente. Partita sentitissima da ambo le parti, e sempre piena di furore agonistico, ma anche carica di lealtà sportiva.
Le due squadre si presentano all'appuntamento entrambe con due infortunati: Zapata e Compagnoni per i locali, Doddi e Buzzi per gli ospiti con le assenze in casa sustinentese che paiono incidere maggiormente nell'economia di gioco. Il Sesa e la Negrini arrivano ambedue da due vittorie di fila, di cui le ultime in trasferta, con preziosi squilli colti rispettivamente contro Seriana e Lumezzane. Quistello (due punti in meno del Sesa) nelle ultime settimane ha recuperato i suoi giocatori “classici” ed è quindi tornata ad essere la squadra che conosciamo: lenta ma che costringe gli avversari al proprio ritmo, capace di conseguenza di far giocare male qualunque avversario, pericolosa in almeno quattro dei suoi elementi. La squadra dell'oltrepò ha cambiato assetto dall'anno scorso, rinunciando a Cassinerio ma aggiungendo qualità e rotazioni nel reparto guardie con il rientro di Mantovani dopo un anno sabbatico e abbracciando l'arrivo di Compagnoni, ora assente. Una squadra molto difficile da decifrare, i cui elementi di forza sono: Cuzzani, giocatore di movenze antiche ma di grande classe (oltre 22 punti ppg nelle ultime partite), l'ala piccola Mauceri, ex di Sustinente e grande tiratore che viaggiano a quasi 17 punti per gara ed il pivot Mancin letale sotto canestro. La caratteristica principale di Quistello è l'la seconda migliore difesa del campionato, cosa che le permette di risultare molto competitiva malgrado un attacco non molto produttivo.
Certamente i Falchi troveranno un clima infuocato in questa trasferta, ma dovranno fare i conti con un assetto di squadra in cui sono venute a mancare per infortunio le due guardie titolari Doddi e Buzzi, anche se a Lumezzane Zanini e soprattutto Mantovani hanno dato il 120% non facendoli rimpiangere.  A coach Della Chiesa il compito di trovare la difficile soluzione della marcatura di Mauceri e Cuzzani, due atipici che mal si incrociano con i pari ruolo (disponibili) sustinentesi. Peraltro la velocità di Leon Tomic può chiaramente mettere in difficoltà Mancin, per cui ci si aspetta un derby come sempre molto tirato e palpitante.
Bollettino medico: Piercarlo Buzzi: L'esame ecografico ha dato Come esito uno stiramento tra il primo e il secondo grado che porterà la guardia dei falchi a uno stop di due settimane e ad un assenza prevista dai campi per le prossime tre partite

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

23/11/2017 08:35

ROMANO VINCE, MA NON SENZA QUALCHE PATEMA

Evolut Romano Basket : Rottoli, Macchi 4, Deleidi 4, Ferri ne, Buzzini 15, Benassi 12, Chiarello 7, Carrara 10, Turelli 6, Mazzanti 10, Carrera 15. All. Maioli  
Manerbio Basket :  Atienza 5, Calasso, Rakic 14, Bonassi, Natali, Lazzari, Salafia 12, Suarez, Pisoni 8, Bettio, Brunelli 12, De Guzman 17. All. Lovino

Vittoria con scarto quella ottenuta sul parquet del Palafacchetti contro un Manerbio mai domo che, dopo la prestazione contro la Gardonese con prima vittoria, era arrivato in casa dei cinghiali mannari con intenti bellicosi.
Romano deve fare a meno di Ferri, in panchina per onor di firma dopo l'infortunio rimediato settimana scorsa a Piadena, con Chiarello e Carrera che non hanno praticamente fatto nessun allenamento in settimana.
Sul parquet Buzzini, Benassi, Carrara, Mazzanti e Carrera ai quali coach Lovino contrappone De Guzman, Salafia, Brunelli, Calasso e Rakic.  E' subito Romano che scappa con Carrera, Mazzanti e Carrara che da oltre l'arco firmano il 9 a 0 dei primi istanti, poi  interrotti da 2 punti di Brunelli. I locali tentano lo strappo ma Salafia da sotto fa valere il corpaccione  macinando qualche punto. il primo quarto termina 19 a 14.
il secondo quarto vede il rientro deglio ospiti con Rakic e De Guzman, complice anche l'ingresso in campo per rotazione di giocatori di Romano con problemi fisici. Manerbio trova la via del canestro e ricuce chiudendo col punteggio di 38 a 34.
Si ritorna sul parquet ed i locali accelerano, con Benassi e Buzzini arrivando anche sul più 12 ma Atienza e soci non ci stanno e ricuciono lo svantaggio chiudendo sotto la doppia cifra 62 a 56
L'ultimo quarto è quello che offre più brividi per la formazione di casa che , dopo anche aver raggiunto i 15 punti di vantaggio si vede " arrivare" Manerbio a meno un solo punto di svantaggio quando mancano 2 minuti alla fine. Minuto per raccogliere le energie mentali per i cinghiali mannari che trovano il modo di bypassare la press avversaria e con un Buzzini preciso ai liberi riescono a dilatare lo scarto fino a 7 lunghezze che diventano 10 con la tripla di Mazzanti tirata a 3 secondi dalla fine col giocatore che prima si ferma poi " costretto" al tiro dalle urla di panchina e pubblico.
Cinque giocatori di Romano e 5 di Manerbio finiscono in doppia cifra, assegnerei un MVP globale a tutti quanti i giocatori scesi sul campo di gioco, viste anche le buone percentuali al tiro che tutti hanno ottenuto.
Sabato trasferta ad Iseo per incontrare la forte compagine sebina, in testa alla classifica con Juvi Cremona,. Servirà una prova ancora più di sostanza rispetto a quella con Manerbio
FORZA CINGHIALI MANNARI
Ufficio Stampa Romano Basket
canecaccia.com

21/11/2017 15:39

ATLANTIS PUNTOEBASKET NERVIANO vs I DOLCI SAPORI 7 LAGHI GAZZADA 79-69

Grandi, ragazzi! L'11^ turno di campionato ci regala una vittoria, è proprio il caso di dirlo, dai "dolci sapori": di fronte al pubblico del Pala Da Vinci, la squadra dà un calcio alle recenti difficoltà ed ottiene un prestigioso successo ai danni di Gazzada, seconda forza del girone, in precedenza fermata dalla sola capolista Vigevano.

Nel primo quarto l'equilibrio la fa da padrone: le due squadre procedono punto a punto, con i nostri ragazzi praticamente sempre al comando (+ 5 il massimo vantaggio).
Negli ultimi 30'', con i padroni di casa avanti 19-16, due triple consecutive di Bolzonella e Matteucci consentono a Gazzada di ribaltare a proprio favore il parziale della prima frazione di gioco.
Nel secondo periodo sono gli ospiti a tenere sempre la testa avanti, toccando anche la doppia cifra di vantaggio grazie al 3/3 dalla lunetta di Passerini seguìto alla duplice sanzione (fallo tecnico e, subito dopo, espulsione) comminata a coach Morganti dai direttori di gara (30-41 a 1:17').
In quel che resta da giocare prima dell'intervallo, i ragazzi riescono a ridurre il gap, andando così a riposo sul punteggio di 36-43.
Nel terzo periodo la squadra rientra in campo col piglio giusto e, pur non riuscendo a trovare l'aggancio, fa sentire agli avversari il proprio fiato sul collo accorciando sempre più le distanze.
A poco più di un minuto dalla sirena, arriva la svolta: tiro in sospensione di Nuclich, la conclusione è sbagliata ma Capitan Bandera si avventa sulla palla, più veloce di tutti, e realizza due punti in tap in (54-56).
È solo il primo canestro del parziale di 7-0 che ci porterà a chiudere in vantaggio la terza frazione di gioco: nell'azione successiva, infatti, Vantini intercetta un passaggio di Angiolini e pesca perfettamente Frontini che, in appoggio, pareggia i conti.
Quindi è ancora Jack, in versione Diabolik, a "scippare" il navigato numero 7 avversario, palla che passa tra le mani di Bandera e da lì a arriva a Guidi, che piazza la "bomba" del sorpasso: il pubblico è in visibilio, tremano gli spalti del Pala Da Vinci!
Sull'onda dell'entusiasmo, piazziamo un parzialone di 11-0 in apertura e dominiamo poi l'intero quarto: Guidi "is on fire" e fa registrare 20 punti a referto, Nuclich è ovunque (11 punti e 7 rimbalzi), Vantini un concentrato di energia, ottimo impatto sulla gara di Bandera, sugli scudi anche Frontini (16 punti e 7 rimbalzi).
Gazzada, impotente, viene travolta dall'uragano neroverde: al suono dell'ultima sirena il tabellone recita 79-69!

Una prova di grande spessore, contro una delle favorite del girone, in cui il merito maggiore della squadra è stato quello di non uscire dalla partita, mentalmente, quando Gazzada sembrava avere il pallino del gioco ben saldo tra le mani.
I ragazzi, al contrario, sono sempre rimasto sul pezzo, concentrati, e la rimonta vincente è stato il giusto premio per l'ottima interpretazione dell'impegno.
Ora, però, bisogna dare seguito a quanto di buono messo in mostra Domenica: con la massima determinazione, avanti tutta!

#puntoebasket



Ufficio stampa Atlantis Puntoebasket Nerviano.

canecaccia.com

21/11/2017 08:10

Team 86 Villasanta - ASD Morbegno 76 - 65 Parziali 19-12, 39-27, 54-51

Team 86 Villasanta :  Fajoui ne, Moscatelli 15, Passoni M. 14, Saini 8, Favalessa M. 9, Mungiovì 6, Pagani 14, Barazzetta 0, Vivian 0, Carolo 10, El Saharawi ne, Passoni L. ne. All. Silvestri 
ASD Morbegno :  Bongio 6, Lucchina 7, Gottari 0, Zambelli 20, Manni 0, Feloj 11, Favero 14, Maspero 2, Pontiggia 5, Ronconi G. ne. All. Busi  

VILLASANTA – Il quattro vien da sé! Quarto foglio rosa consecutivo per i ragazzi di coach Silvestri in una partita di ottimo livello contro Morbegno. Per una Villasanta mai al completo (fuori anche Grillo per squalifica), questa è stata una partita approcciata fin dai primi minuti con la giusta energia. Il dominio biancoblu soprattutto in area si è fatto sentire e per tutta partita ha dato ottimi risultati, complice l’assenza dei lunghi avversari. A riaprire la partita è stato il terzo quarto, nel quale la squadra ospite è riuscita a rifarsi sotto creando qualche difficoltà all’attacco villasantese con la difesa a zona. Ma i biancoblu non hanno mai perso la testa, nemmeno quando il tabellone segnava solamente +1. Le rotazioni più lunghe della panchina di casa hanno in questo sicuramente giovato e la partita si è chiusa con molta lucidità con un ottimo +11 biancoblu.
“Tutti i miei ragazzi hanno giocato bene e tutti hanno approcciato bene la partita” ha commentato coach Silvestri “Direi che ora abbiamo preso le misure di questo campionato per noi nuovo e stiamo imparando ad affrontare le partite con la giusta intensità”. Il prossimo avversario è Bocconi Milano, l’obiettivo è proseguire la scia di vittorie!
canecaccia.com

20/11/2017 13:09

Robur Saronno - Basketball Gallarate 89 - 85 Parziali 19-11, 39-27, 64-51

Robur Saronno :  Politi 20, Cacciani 11, Gurioli 12, Novati 12, Leva 8, Furlanetto 11, Tresso 6, Banfi 7, Dhaoui ne, Danelutti 3, De Piccoli 0. All. Bianchi 
Basketball Gallarate :  Gatto 11, Picotti 1, Fedrigo 10, Pariani 6, Ciardiello 18, Quaglia 4, Tomasini 0, Fogato 9, Tognati 1, Puricelli 25, Mosele ne, Ferrario 0. All. Ferri   

Saronno - Sembrerebbe il classico testa coda fra una squadra che punta in alto, in altissimo, e una che invece guarda ai playoff come il modo più semplice ed immediato per trovare la salvezza dopo la promozione dalla C Silver dell'anno scorso. E così è almeno per tutto il primo tempo: non certo un match entusiasmante tra i padroni di casa della iMO Robur Basket e gli sfidanti di Gallarate. La iMO pigia presto sull'acceleratore, Gurioli e Politi (20+8 in 27 minuti) sono mismatch ingiocabili per gli ospiti e il punteggio a fine primo tempo dice 39-27 per Saronno. Nella ripresa però Gallarate dimostra di crederci e la partita cambia completamente faccia. I ragazzi di Ferri trovano subito due triple in fila con Ciardiello, dopo aver tirato male nel primo tempo, e si riportano sotto la doppia cifra di svantaggio sul 42-35 del 22', ma immediatamente la Robur - che nella partita arriva anche a +18 - replica con la tripla di capitan Leva e tutto sommato rimane in controllo per tutto il parziale, chiudendolo sul +13. Al PalaRonchi suona però un campanello d'allarme e sono i 24 punti segnati dagli ospiti nei minuti da 20 a 30 dopo averne segnati in tutto 27 nei primi 20 di minuti. E infatti la Gallaratese si scatena ad inizio quarto quarto: in 3 minuti firma un esplosivo 18-6 e si riavvicina a -1: il grande protagonista è Puricelli che segna nel periodo 17 dei suoi 25 punti. La iMO prova a reagire ma in difesa è un colabrodo e Gallarate trova addirittura il primo vantaggio della sua partita al 36' sul 75-76 con il solito Puricelli al termine di un megaparziale da 11-25. Per la Robur è veramente troppo: otto punti in fila di Furlanetto e Novati (12+11 rimbalzi nella sua partita) ristabiliscono un minimo di distanza e Saronno va in ammanistrazione controllata nel finale. Furlanetto ne segna altri 5 nel finale e Gallarate non ne ha proprio più dopo un comunque splendido secondo tempo. Finisce 90-85. La iMO Robur Basket fa sei vittorie consecutive e si ritrova al terzo posto in classifica, con l'ambizione di continuare a crescere nel finale di girone d'andata per poi buttarsi con convinzione negli scontri diretti di inizio girone di ritorno. Prossimo impegno sabato 25 novembre a Cermenate.
canecaccia.com

20/11/2017 13:11

Trasferta infruttuosa per la USSA Nova Milanese

Dopo la deludente prestazione casalinga della scorsa settimana , la USSA Nova Milanese gioca una partita sicuramente migliore contro i forti avversari del Calolziocorte ma non sufficiente a cogliere il primo successo stagionale in trasferta.
Come al solito le prime due frazioni di gioco sono le migliori per i giovani novesi , infatti con un buon Ventura il primo parziale si chiude sul 14 a 7 per la USSA e il secondo termina con i novesi a ruota della compagine locale. 
Anche la terza frazione si gioca sul filo dell’equilibrio , con Calolziocorte che chiude in vantaggio di 4 punti , 46 a 42. Tra i novesi bene anche Torchio ma spiccano le numerose palle perse dai giocatori USSA , palle perse che vanificano tutto il buon lavoro svolto in fase difensiva.
Nell’ultimo quarto la USSA sbaglia moltissimo in attacco ed in questo frangente si fanno sentire le assenze di Beretta , Mariani e Maccan, e quindi i locali , pur senza entusiasmare , chiudono la partita vincendo per 58 a 51.
Sicuramente da mettere in preventivo , vista la giovanissima età del roster novese, l’incostanza e l’inesperienza, ma bisogna sottolineare che le assenze di giocatori importanti penalizzano notevolmente il rendimento della USSA Nova , che venerdì 24 Novembre riceverà la POSAL di S.S. Giovanni.


Carpe Diem Calolziocorte - Ussa Nova Milanese     58 - 51     Parziali  7-14, 27-24, 46-42
Carpe Diem Calolziocorte :   Paonessa 3, Butti 2, Meroni L. 24, Gnecchi 7, Ciancio 0, Cazzaniga 0, Fontana 2, Floreano 8, Porro 2, Meroni 10. All. Redaelli  
Ussa Nova Milanese :   Capelli 5, D'Apolito 7, Velez, Meroni 6, Colombo 5, Ventura 16, Ravasi, Pandolfi, Torchio 11, Pozzi 1. All. Cogliati 
canecaccia.com

20/11/2017 13:13

OLEGGIO MAGIC BASKET 9^ GIORNATA DI CAMPIONATO SQUALI DA SBALLO: ANCHE SAN MINIATO AL TAPPETO!

Strada ancora lunga, lunghissima. Ma la classifica al momento parla chiaro. Un posto fra i grandi per ora ha un colore ben preciso: bianco e rosso! Nella nona giornata di campionato l’Oleggio Magic Basket espugna il PalaFontevivo battendo la Blukart San Miniato 71-82.
San Miniato in campo con Zita, Chiriatti, Nasello, Bertolini e Perin, Mamy con Shaq Hidalgo, Calzavara, Gallazzi, Colombo e Spatti. L’avvio è uno scambio di battute fra Spatti, Nasello ePerin (4-4), che infila anche la tripla. Calzavara accorcia, con Hidalgo e Spatti arriva il parziale di 0-6 che vale il 7-10. Bertolini sta lì (9-10), ma arriva un altro parziale, stavolta di 0-9, che fa volare gli Squali: prima Colombo ai liberi, poi “pulisce” un tiro di Spatti, Gallazzi sfodera il tiro da tre e Shaq va da solo al ferro dopo aver rubato palla (9-19). Time out per i padroni di casa, al rientro alzano un po’ il ritmo e accorciano 14-19, ma Spatti e Penny tengono le distanze nonostante i canestri di Benites e Naselllo (18-23). Spatti bene dalla lunetta, Tempestini e Benites si avvicinano e sul 23-27 coach Passera chiama time out. Battaglia punto a punto, con San Miniato a star lì, ma gli Squali bravi a non farsi mai sorpassare.
Colombo segna il 27-31 poi deve riposare carico di tre falli. Zita segna il 29-31, gli Squali mettono in mostra tutto il loro carattere, prima Lo Biondo, poi Calzavara da solo in contropiede e Colombo ai liberi (29-37). Shaq in lunetta mette la doppia cifra di vantaggio (32-43). Tecnico a Gallazzi (tre falli per lui), coach Passera richiama i suoi, passaggio delicatissimo di Lo Biondo che vede nel traffico Shaq che segna (35-45).
Un rientro dall’intervallo un po’ da dimenticare con gli arbitri a fischiare agli Squali quattro falli in meno di due minuti di gioco e di questi uno è il quarto di Gallazzi, costretto a uscire per un po’ e poco dopo arriva anche il quarto di Colombo. Gli Squali pasticciano un po’ in attacco, ne approfitta San Miniato con Chiriatti, Bertolini e Zita a ricucire a un solo possesso (43-45). Dopo cinque minuti di silenzio è Spatti dall’arco a dare ossigeno (43-48), Giacomelli prova a caricarsi la squadra sulle spalle, ma la difesa è il marchio di fabbrica biancorosso, De Vita a rimbalzo conquista palloni e capitalizza dall’altra parte (45-52). Gli Squali non ne vogliono sapere di arrendersi, i padroni di casa rimangono a distanza ravvicinata, Giacomelli fa gioco da tre punti e accorcia al 53-57 con quattro secondi alla sirena. Proprio in quei pochi istanti Penny prende palla, scappa dall’altra parte, va al ferro e si prende anche il tiro in più (53-60). Il cuore dei tifosi è messo a dura prova, sfida intensa. Momento di Lo Biondo che si infila nel traffico e si prende il tiro in più per la doppia cifra di vantaggio (53-63). Penny e
Colombo scappano (53-68). Una tripla di casa fa respirare i padroni, ma anche ancora Lo Biondo (56-70). E’ ancora Giacomelli a provare a star lì, ma la distanza da colmare non è poca, gli Squali fanno il possibile in difesa e dall’altra parte due punti li portano sempre “a casa”) ancora con Penny e Lo Biondo (65-75). Zita e Nasello ci credono, ma Shaq e Gallazzi dalla lunetta non sbagliano (71-80). San Miniato perde ancora palla e in una manciata di secondi stavolta è Shaq a scappare dall’altra parte e fare l’ultimo canestro (71-82).
Blukart San Miniato – Oleggio Magic Basket: 71-82 (18-23; 35-45; 53-60)
San Miniato: Tempestini 7, Giacomelli 14, Petrolini ne, Zita 8, Nasello 14, Bertolini 4, Benites 8, Baldi ne, Perin 9, Capozio, Neri, Chiriatti 7. All. Barsotti.
Oleggio: Hidalgo S. 15, Hidalgo P. 15, Barcarolo ne, De Vita 4, Calzavara 4, Spatti 19, Marusic ne,Colombo 10, Gallazzi 5, Lo Biondo 10. All. Passera.
Elena Mittino
Responsabile Ufficio Stampa
Mamy OMB
canecaccia.com

20/11/2017 10:09

8. GIORNATA SERIE A2 OLD WILD WEST CONSULTINVEST BOLOGNA-BERGAMO

Non basta una partita tatticamente impeccabile a Bergamo per sbancare il PalaDozza. Il finale, 68-62, premia la Consultinvest, brava nel rimanere sempre avanti nel punteggio e a gestire al meglio l’ultimo quarto, decisivo per l’esito dell’incontro. Un plauso comunque va agli uomini di Ciocca, bravi nel confondere le idee ai padroni di casa in difesa e dimostratisi - una volta in più - un gruppo che non molla mai. Per i gialloneri ora è prevista una settimana senza partite ufficiali, vista la finestra FIBA che vedrà impegnati Gelvis Solano e Jonas Zohore con le rispettive
nazionali. Il prossimo impegno è previsto per domenica 3 dicembre 2017 in casa dell’Andrea Costa Imola, per la decima giornata del campionato di serie A2 Old Wild West.
Bergamo parte col piglio giusto grazie ai canestri di Cazzolato e Zohore e tiene a bada i padroni di casa, che non forzano i ritmi (6-6 al 5’); la partita si mantiene equilibrata in questa fase, dove si segna molto poco, e il punteggio si sblocca solo dopo una tripla di Fultz e un libero di Ferri (9-7 al 9’). Sul finale di frazione Bryan è costretto ad uscire a causa di un infortunio al ginocchio, col punteggio che non si schioda.
Solano impatta in penetrazione (9-9 al 12’), due triple di Fultz e Legion tengono avanti la Fortitudo, che però non scappa per la buona vena di Solano (17-12 al 15’); dopo un time-out i padroni di casa provano ad accelerare sfruttando le basse percentuali di Bergamo e toccano il +10 sul 27-17, chiudendo il primo tempo avanti 29-18.
Solano inaugura il secondo tempo con la prima tripla della serata di Bergamo, poi con altri tre punti tiene Bergamo ancora in partita, nonostante Bologna alzi i giri del proprio attacco (38-24 al 23’); la Fortitudo ora è più fluida e per Bergamo si fa dura contenere Mancinelli e compagni, ma la caparbietà degli uomini di Ciocca è encomiabile e i gialloneri non escono dalla partita grazie a Sergio, prezioso pure in difesa, e Zohore (44-36 al 27’). Cinciarini si vede fischiato un fallo tecnico per proteste e Bergamo si avvicina ulteriormente con quattro punti filati di Fattori e un
canestro di Solano, che scatena le urla del PalaDozza (47-43 al 29’), con Mancinelli e lo stesso Solano che fissano il punteggio sul 50-45 al 30’.
Bozzetto infila il -3 sul perfetto assist di Ferri, Bologna si rianima con un gioco da tre punti di Legion (56-49 al 32’).
McCamey si prende la scena con quattro punti consecutivi che valgono il nuovo +9 interno, che obbliga coach Ciocca al time-out; Fattori risponde presente (58-51 al 34’), Bergamo però paga dazio a causa di un fallo antisportivo fischiato a Sergio tornando a -11 dopo un contropiede di Legion. I fischi del PalaDozza all’indirizzo di Solano si fanno sempre più assordanti, e in questo clima la Fortitudo tiene i nervi saldi, scappando definitivamente con la tripla di Fultz (65-51 al 37’). Bergamo ci prova fino alla fine con Zohore e Fattori, Solano inchioda la
schiacciata del -8 a 50” dalla sirena e Cinciarini mette il canestro della staffa dall’arco, dando i due punti alla Fortitudo.
Consultinvest Bologna-Bergamo 68-62 (9-7, 29-18, 50-45)
Consultinvest Bologna: McCamey 14 (7/10, 0/2), Legion 18 (5/13, 2/4), Amici 4 (1/3), Mancinelli 7 (2/3, 1/3), Gandini 4 (1/3, 0/1); Cinciarini 8 (1/6, 1/3), Fultz 9 (0/1, 3/6), Italiano (0/2 da tre), Pini 4 (2/5), Bryan, Boniciolli n.e., Montanari n.e.. All. Boniciolli
Bergamo: Ferri 7 (1/3, 1/6), Solano 21 (8/11, 1/6), Cazzolato 3 (1/2, 0/5), Fattori 13 (5/7, 1/4), Zohore 13 (5/11, 0/1); Bozzetto 2 (1/2), Sergio 3 (0/1, 1/3), Mascherpa (0/3, 0/2), Sanna, Bedini n.e., Piccoli n.e., Ricci n.e.. All.Ciocca
Tiri liberi: Consultinvest Bologna 9/15, Bergamo 8/14
Rimbalzi: Consultinvest Bologna 42 (Mancinelli 11), Bergamo 44 (Zohore 12)
Assist: Consultinvest Bologna 18 (Fultz 5), Bergamo 16 (Solano 7)
Usciti per cinque falli: -
Spettatori: 5000
CONTATTI:
VITTORIO MILESI - UFFICIOSTAMPA@BB14.IT
canecaccia.com

20/11/2017 09:04

Autovittani Pescate - Edilcasa Civatese 58 - 74 Parziali 14-18, 30-31, 43-59

Autovittani Pescate - Edilcasa Civatese     58 - 74     Parziali 14-18, 30-31, 43-59

Autovittani Pescate :  Gatti 20, Puglisi 5, Mencarelli 10, Longhi 2, Nasatti 6, Zucchi 8, Rusconi 5, Ghislanzoni 2. All. Decio
Edilcasa Civatese :  Castagna 24, Capovilla 13, Galli 7, Bosso 6, Valsecchi 6, Panzeri 5, Corti 5, Negri L. 2, Castelletti 2, Castelnuovo 2, Negri A. 2, Rusconi 0. All. Brusadelli M/Brusadelli A.  

L’Edilacasa Civatese aggancia la Pol. Mandello in vetta alla classifica e si prepara al meglio al derby tra le due capoliste di domenica prossima.
I grigiorossi quest’anno sono perseguitati dalla sfortuna e, dopo il lungo stop di Panzeri, dovranno fare a meno di Consonni per una sospetta frattura al piede destro rimediata domenica scorsa contro Nibionno (rischia 2 mesi di stop).
Pescate a sorpresa schiera la difesa a zona, Civate si aggrappa a Castagna e chiude la prima frazione sul 14-18. Nel secondo quarto la partita è equilibrata, Pescate cresce e va anche in vantaggio con una tripla di Puglisi. Si fa male anche Negri Luca, altra tegola per i civatesi che vanno comunque al riposo avanti di una lunghezza (30-31).
Al rientro dagli spogliatoi Civate cambia faccia, trascinata da Galli e Corti gioca una difesa asfissiante e mette alle corde Pescate. Contro la zona ci pensa Castagna dall’arco dei tre punti e al 30’ il punteggio è 43-59.
L’ultimo quarto vede Civate in controllo e il risultato non è più in discussione: il match si chiude sul 58-74.

Coach Brusadelli commenta così: “Non è stato facile oggi, complimenti ai miei ragazzi. Ora godiamoci la sfida al vertice contro Mandello, squadra di categoria superiore e favorita per la vittoria. La testa è già li consapevoli che solo rimanere in partita sarà un grande risultato per noi”.
canecaccia.com

19/11/2017 21:55

VICENZA AMARA: LA REKICO CADE ANCORA IN

Tramarossa 87
Rekico        72
(32-15; 49-34; 66-43)

VICENZA:  Mezzalira ne, Contrino, Svoboda 27, Demartini 10, Montanari 16, Chemello, Kedzo ne, Rigon ne, Kekovic 4, Campiello U. 15, Chinellato ne, Campiello A. 15. All.: Silvestrucci
FAENZA: Aromando 7, Neri ne, Perin 10, Benedetti 5, Venucci 13, Iattoni 8, Pagani 6, Milosevic, Chiappelli 9, Brighi 14. All.: Regazzi
ARBITRI: Soavi – Uncini
USCITI PER FALLI: Iattoni e Montanari

Niente colpo esterno per la Rekico, caduta anche in casa della Tramarossa Vicenza. Il tabù trasferta colpisce ancora e in Veneto arriva il quinto ko lontano dal PalaCattani in altrettante gare disputate. Neanche l'assenza di Silimbani, out per un problema alla schiena, può essere una scusante, perchè la squadra non ha mostrato lo stesso atteggiamento e la stessa aggressività che le sta permettendo di superare ogni ostacolo davanti al proprio pubblico. 

Vicenza gioca un'ottima partita non risentendo della mancanza di Corral per infortunio, segnando da tre e da sotto canestro con grande precisione sin dai primi minuti. Il mattatore è Svoboda, giocatore che già lo scorso anno fece male alla Rekico quando era a Desio e autore in questa occasione di 27 punti, che a suon di triple piazza il primo break e così dopo pochi minuti i veneti conducono 17-7 arrivando alla fine del primo quarto sul 32-15. La Rekico è in giornata negativa al tiro e difende senza troppa attenzione, trovandosi ad inizio secondo periodo sotto 20-40. Poi però arriva la reazione e all'intervallo si trova ad inseguire 34-49. Neanche nel secondo tempo l'inerzia cambia, anzi, la Tramarossa continua a colpire e vola sul 66-40, trascinata dal solito Svoboda e da Umberto Campiello. I Raggisolaris provano a piazzare una incredibile rimonta a suon di tiri da tre e con tre centri consecutivi riducono il passivo fino al 67-79, ma ancora una volta Svoboda mantiene le distanze con i suoi canestri. La Rekico non molla e ritorna ancora sul -12, vedendosi bloccare il break da un fallo antisportivo di Iattoni che a 2'40'' dalla fine manda in lunetta Umberto Campiello. Il capitano della Tramarossa segna entrambi i liberi e chiude il match.

PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 26 novembre alle 18 al PalaCattani contro Costa Volpino.
Per maggiori informazioni
Luca Del Favero
Capo ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza
canecaccia.com

19/11/2017 22:14

GALVI LISSONE 70-75 ARGOMM ISEO (19-19; 15-18; 12-19; 24-19)

GALVI LISSONE 70-75 ARGOMM ISEO (19-19; 15-18; 12-19; 24-19)

Pallacanestro Lissone: Gatti 13, Morse ne, Degrada 11, Collini 15, Cogliati 10, Riva, Mladenovic 5, Ferraresi ne, Squarcina 8, Morandi 4, Tedeschi 4, Saccardi ne. All.: M. Mazzali.
Basket Iseo: Ghitti ne, Leone 15, Permon 2, Baroni 12, Furlanis 10, Franzoni 6, Tedoldi, Arici, Azzola 21, Pelizzari ne, Veronesi 9, Alibrandi ne. All.: M.S. Mazzoli.

Arbitri: N.O. Dragoi di Carate Brianza (MB) e I. Nardello di Castello Cabiaglio (VA).

Note – Parziali: 19-19; 34-37; 46-56 e 70-75. Tiri da due: Pallacanestro Lissone 20/41 - Basket Iseo 20/43. Tiri da tre: Pallacanestro Lissone 07/23 - Basket Iseo 06/23. Tiri liberi: Pallacanestro Lissone 09/19 - Basket Iseo 17/20. Rimbalzi: Pallacanestro Lissone 36 - Basket Iseo 44. Assist: Pallacanestro Lissone 13 - Basket Iseo 12. Palle perse/recuperate: Pallacanestro Lissone 07/00 - Basket Iseo 08/00. Stoppate fatte: Pallacanestro Lissone 05 - Basket Iseo 2. Falli commessi: Pallacanestro Lissone 20 - Basket Iseo 18. Uscito per falli Baroni (BI) al 36’36” (58-65). All’11’21” (19-19) Degrada (PL) è uscito per infortunio senza più fare ritorno sul parquet. Prima della palla a due è stato osservato un minuto di silenzio in memoria dell’arbitro Gianluca Mattioli. Spettatori presenti 200 circa.

Il Basket Iseo vince (70-75) sul parquet della Pallacanestro Lissone e si conferma in vetta alla classifica. I gialloblu non sono autori di una prestazione brillantissima e hanno faticato a scrollarsi la coriacea resistenza della Galvi, infatti dopo l’allungo di inizio ultimo quarto la squadra di casa è rientrata così il successo è arrivato in volata. Prima della palla a due viene osservato un minuto di silenzio in memoria dell’arbitro Mattioli, l’Argomm che recupera Permon si schiera con Leone, Furlanis, Azzola, Franzoni e Baroni mentre coach Mazzali propone Cogliati, Gatti, Degrada, Mladenovic e Collini. La Galvi va avanti 4-0 con Mladenovic e Degrada, il Basket Iseo litiga con il ferro e mette i primi punti al 02’28” con Furlanis e la sua fortunosa tripla di tabella. Al minuto quattro i sebini conducono 4-7 (Leone e Baroni) con il time out chiamato da coach Mazzali, al rientro c’è la tripla di Degrada e la partita diventa un continuo botta e risposta tra le due squadre. L’Argomm che ha già Baroni a due falli prova più volte l’allungo ma viene sempre ripresa dai brianzoli che si affidano con successo nel tiro da fuori cosa che invece non riesce ai gialloblu. A circa novanta secondi dalla fine del primo quarto il 2+1 di Veronesi vale il 15-19, ma la Galvi con l’1/2 di Squarcina e la tripla di Degrada trova il 19-19 del decimo. Il secondo quarto si apre con l’infortunio allo scafoide sinistro di Degrada fin lì il mattatore della squadra di casa (11 punti con 3/4  da tre), alla tripla di Leone (giunta dopo quasi tre minuti di errori) coach Mazzali risponde con un nuovo time out per ridisegnare la squadra. Collini diventa il cardine del gioco della Galvi ed è proprio lui a mettere i quattro punti che riportano avanti i locali. Come nel primo quarto si assiste ad un continuo sorpasso e controsorpasso: Squarcina, Mladenovic e Gatti da una parte mentre Leone, Baroni e Azzola dall’altra sono i protagonisti per il 29-30 del 17’13”. Si continua così fino al ventesimo quando Azzola proprio sulla sirena mette la tripla del 34-37 che accompagna le due squadre negli spogliatoi. 

Al rientro dal lungo riposo il Basket Iseo si presenta con lo stesso quintetto della palla a due. Baroni e Furlanis rispondono ai due canestri di Collini lasciando l’Argomm avanti, ma al 25’06” il 2/2 di Gatti rimette le cose in perfetto equilibrio (44-44). Il Basket Iseo propone la zona 2-3 e chiude ogni spazio in difesa, i frutti si vedono quasi subito perché la Galvi smette di segnare mentre Furlanis e Azzola allungano per i gialloblu. Il canestro di Tedeschi non ferma il buon momento dei sebini che ampliano il gap con Franzoni e Veronesi (46-52). Il minuto di sospensione di coach Mazzali non serve a molto con Azzola e Leone a mettere i punti che portano al più dieci di fine terzo quarto (46-56). Gli ultimi dieci minuti si aprono con i canestri di Franzoni e Veronesi, il tabellone dice 44-60 del 32’26”. Tutto fatto? Per niente perché Gatti mette cinque punti che ridanno fiducia ed entusiasmo alla squadra di casa, coach Mazzoli conscio del pericolo chiama time out. Veronesi torna a segnare per l’Argomm ma con Cogliati la Galvi è ancora a contatto (56-62 del 35’43”). Il Basket Iseo perde Baroni per falli, Cogliati e Collini provano a ridurre ma Leone e Franzoni rispondono prontamente. A circa due minuti dalla fine arriva la tripla di Azzola che sembra chiudere la contesa (63-72), ma ancora una volta la Pallacanestro Lissone con il pick & roll non vuole cedere e grazie ai quattro punti di Cogliati e Morandi rimette tutto in discussione. Dopo l’1/3 d Azzola arriva la tripla di Gatti però a mettere fine ad ogni discorso sono i liberi di Leone per il 70-75 Argomm della sirena. Successo sofferto che però prolunga il buon momento del Basket Iseo, sabato alle 21:00 appuntamento al PalAntonietti contro il Romano Basket che si trova nel gruppone di metà classifica.
canecaccia.com

19/11/2017 22:11

A. Dil. Basket Casalmaggiore - Ombriano Basket 2004 88 - 70 Parziali 21-9, 46-29, 63-51

A. Dil. Basket Casalmaggiore :  Lombardi 15, Cavaliere 2, Lezzerini 5, Antozzi 8, F. Parizzi, Silocchi 4, Pirolo 10, Zani 3, Marchini 25, R. Parizzi 13, Donzelli 3. All. Vencato
Ombriano Basket 2004 :   Salinelli ne, Basso Ricci 3, Tiramani 8, Nodari 2, Bissi 6, Gamba 13, Mainardi 13, Manenti 13, Guarnieri 4, Gritti, Dorini 4, Guglielmetto 4. All. Bergamaschi 

Con una prova concreta l'E'Più fa suo il derby con Ombriano. Fin dall'inizio Casalmaggiore fa capire di voler indirizzare il match dalla sua parte onde evitare di arrivare nel finale a giocarsi la gara punto a punto contro una squadra che ha nell'intensità e aggressività difensiva una delle doti principali. Con Lombardi nel ruolo di metronomo e realizzatore, pronto ad innescare i vari Pirolo e Marchini, i Thunder scavano nel primo quarto un solco di 12 punti. Ombriano fatica a tenere il ritmo dei locali e quando attacca non trova tiri aperti. Col punteggio di 21 - 9 si va alla prima pausa. Un leggero calo di tensione dei ragazzi dei coachs Vencato e Setti permettono ai cremaschi di rientrare grazie a Mainardi e Bissi, ma una tripla di Lezzerini ridà slancio ai biancoblu che riprendono a giocare con intensità recuperando rimbalzi in difesa e ripartendo in transizione. Parizzi R e Marchini riaprono la forbice con Ombriano che fatica a reagire. L'infortunio al ginocchio di Dorini complica ancor di più le cose per Ombriano sui quali piovono i piazzati di Antozzi e Silocchi ma ancor di più la tripla di Pirolo con la quale si va all'intervallo; 46 -29. Il vantaggio di 17 punti a metà gara è rassicurante ma non decisivo in quanto l'orgoglio cremasco esce per riscattare una prova fin lì non proprio positiva. Mainardi e Manenti pungono dalla linea dei 6,75 riportando sotto Ombriano, anche se il vantaggio dei biancobklu rimane comunque in doppia cifra. La partita non ha un attimo di tregua con le squadre che giocano un basket veloce: a Mainardi e Bissi rispondono i Antozzi e Marchini ben serviti da Lombardi e con la tripla di Parizzi R si va all'ultima pausa con l'E'Più in vantaggio di 12, 63-51.  Ombriano prova un'ultimo tentativo di rimonta con le giocate di Gamba e Manenti ma le bombe di Parizzi R e Lombardi e gli attacchi al ferro di un incontenibile Marchini bloccano le velleità cremasche. Negli ultimi 5 minuti di gioco il vantaggio di Casalmaggiore si fa più largo con i canestri degli ottimi under Donzelli, Zani e Cavaliere, per l' 88-70 finale. Prossimo impegno per l'E'Più mercoledì 22 contro River Orzinuovi nell'anticipo della 9^ giornata.
canecaccia.com

19/11/2017 22:13

Olimpia Lumezzane - Sesa BK Sustinente 85 - 94 Parziali 19-16, 41-37, 63-59, 78-78, D1ts

Olimpia Lumezzane - Sesa BK Sustinente     85 - 94     Parziali  19-16, 41-37, 63-59, 78-78, D1ts

Olimpia Lumezzane :   Nyanse, Becchetti 8, Beccagutu, Maffeis 3, Nava 6, Ubiali 9, Prandelli 10, Bertolo, Rizzoli 15, Perazzi 10, Lottatori 24. All. Cullurà
Sesa BK Sustinente :  Tomic 29, Zanini 7, Ronzani 7, Steccanella 9, Mantovani 28, Buzzi 2, Ghidoli 3, Nizzola 5, Albertini 4. All. Della Chiesa  

Un Sustinente su cui la sfortuna si accanisce (stiramento a Buzzi a metà del primo quarto, lunedì ecografia per valutare i tempi di recupero) ci crede fino alla fine e, stringendo denti e serrando i ranghi in difesa, vince all'overtime sul delicato campo del Lumezzane. Trascinatori un grande Mantovani e Leon Tomic, che in tandem mettono complessivamente a segno 57 dei 94 punti, con il play ex Bancole protagonista di un supplementare perfetto.
Coach Della Chiesa parte col quintetto basso formato da Mantovani, Zanini, Buzzi, Ronzani e Tomic.
Sustinente parte forte vola sul 8-4 con i canestri di Buzzi e poi Tomic. L'imprecisione da fuori non permette l'allungo, e alla fine del primo quarto il tabellone recita un 19-16 interno, con Buzzi che ricadendo dopo una penetrazione esce per stiramento sul 10-10. La sua uscita si aggiunge all'infortunio di Doddi, riducendo il reparto guardie ai minimi. Nel secondo tempo Lumezzane tenta di scappare, complici le corte rotazioni mantovane e i "mismatch" che inevitabilmente si creano nella difesa del Sesa, costretta a giocare con giocatori a volte fuori ruolo. Sul 41-31 per Lumezzane, il Sesa reagisce riuscendo a rimanere nel match con un mini-parziale di 6-0 sul finire del tempo, che porta le due squadre all'intervallo lungo sul 41-37 per i locali.
Nello spogliatoio coach Nicola della Chiesa rimette insieme le idee di un gruppo che ritrova volontà e coesione, giocando un terzo quarto molto equilibrato, che finisce sul 63-59 per Lumezzane. I locali si tengono a galla con ottime percentuali da fuori, ma Sustinente trova due triple di Ronzani e due di Mantovani, mentre Tomic, che chiuderà la gara con un "alieno" 46 di valutazione, continua a battagliare sotto canestro e Andrea Albertini gioca alcuni minuti di buona qualità. Nell'ultimo periodo, sale la pressione difensiva dei Falchi, che sorpassano sul 68-65 con tripla di Mantovani in transizione. si procede punto a punto: a 30" dalla fine sul 78 pari Tomic in penetrazione non si vede riconosciuto un fallo netto, Lumezzane sbaglia la tripla e il Sesa non trova il canestro sul ribaltamento a 5" dalla fine.
Il supplementare non ha storia, con Sustinente che scappa subito 85-78, controllando poi dalla lunetta contro i falli sistematici dei bresciani, e chiudendo alla sirena sul 94-85.
Grande gioia per una vittoria di testa, concentrazione e volontà. Ora derby a Quistello, ma serviranno nervi saldi ed una super prestazione senza le due guardie che meglio si potevano opporre a Mantovani e Mauceri.
Per questa domenica si pensa solamente a godersi questa vittoria fortemente voluta, un altro passo avanti nella crescita di un ottimo gruppo.
canecaccia.com

19/11/2017 12:30

Serie B - UNA GRANDE GORDON CEDE IMMERITATAMENTE DOPO 2 OVER TIME

Serie B - UNA GRANDE GORDON CEDE IMMERITATAMENTE DOPO 2 OVER TIME

BAKERY PIACENZA - NPO GORDON: 108 – 96 2ts ( 25-17; 44-38; 61-56;78-78; 91-91)
Una grandissima GORDON mette alle corde la corazzata Piacenza vincendo 3 dei 4 quarti e portandola a due overtime cedendo  solo quando, oltre all’infortunato Colnago (operato in settimana), perde per falli Todeschini, Bassani e Tagliabue. Nonostante un quintetto falcidiato NPO rimane in partita e all’ultimo supplementare ci si arriva solo per due clamorose  sviste dei grigi che, dopo una  prestazione a dir poco opaca, assegnano due canestri da tre con piedi sulla linea e che quindi sarebbero stati da due e partita chiusa per gli ospiti.
Purtroppo rimane l’amarezza per vedere sfumare una grande opportunita’ ma rimane la gioia per aver disputato una partita encomiabile con i ragazzi lecchesi che hanno fatto rabbrividire gli avversari e la splendida cornice del fantastico pubblico emiliano.
Un incontro da rivedere per l’intensita’ e le emozioni che ha offerto con due grandi protagonisti, Perego e Bassani, il primo con 26 punti e 32 di valutazione ed il secondo con 24 punti 17 rimbalzi e 30 di valutazione che si sono scambiati colpo su colpo entusiasmando il pubblico.
Per NPO un vero peccato non essersi agiudicati i due punti che sarebbero stati un grande tesoro nell’ottica salvezza perche’ contro questa Piacenza pochi riusciranno a vincere al PalaFranzanti.
L’incontro inzia con la Bakery che e’ determinata e concentrata confermando che teme e rispetta l’avversario mentre la Gordon evidenzia troppo timore nei confronti dello squadrone di coach Coppeta che parte a mille con Pederzini che ne mette 8 di fila e dopo il 10-3 quando arriva la tripla di Birindelli del 6’ si e’ sul 16-7 e time out NPO con Coach Galli che ricarica i lecchesi e trainata da Bassani che segna i primi 9 punti in pochi minuti torna a due lunghezze per poi essere ricacciata sul 25-17 della prima sirena.
Nei primi 3’ della seconda frazione Olginate accellera ed inizia a far capire che questa sera non si scherza e con un parziale di 10-2 impatta sul 27-27.
Ma coach Coppeta corre ai ripari e rimescola il quintetto riuscendo a riprendere in mano la partita con un parziale di 11-0 per il 38-27 del 16’.
Ma ancora una volta la partita non offre nulla di scontato e la reazione passa attraverso le mani di Planezio che mette la tripla del -6 mentre Bassani si conferma incontenibile nel pitturato e a meta’ partita e’ gia’ in doppia doppia con Todeschini che prima del riposo lungo accorcia da tre per il 44-38.
Anche nel terzo periodo l’inerzia dell’incontro e’ per i lecchesi che macinano un buon gioco e al 23’ arriva la bomba di Tagliabue del sorpasso 48-50. Proprio nel momento piu’ critico di Piacenza dove e’ alle corde e barcolla entra in gioco l’arbitro che risultera’ decisivo in quanto tutte le decisioni balorde escono dal sue fischietto ed in soli 3’ minuti fischia generosamente 3 falli di cui un tecnico al centro Tagliabue che al 25’ si deve sedere in panchina per il 4 fallo.
Ovviamente davanti a questa ghiotta occasione un giocatore esperto come Perego non puo’ che sfruttare il gran vantaggio ed inizia a macinare giocate di gran livello segnando prima e poi offrendo un prezioso assist per Stanic che con la sua tripla ferma l’emoragia riportando avanti i sui sul 55-52.
Ma oramai Olginate crede nell’impresa e rimane incollata con Planezio permil 57-56 che diventa 59-56 al 30’ grazie all’esperienza di Rombaldoni che segna un canestro di gran tecnica.
Nell’ultima frazione Coach Galli risparmia Tagliabue per il gran finale e Piacenza alza la voce proprio nel centro area con giocate di gran qualita’ e veloce rotazione della palla mantenedo sempre la testa della partita.
Nel frattempo Marino’ continua a segnare con continuita’ e dopo essere andati sul -7 la Gordon al 36’ torna ad un possesso per giocarsi il gran finale con uno strepitoso Planezio che in jumper mette al segno il 78-78 sulla sirena mandando tutti all’overtime.
Olginate capitalizza al meglio i viaggi in lunetta e passa a condurre ma immediatamente perde Tagliabue per falli, sul fronte opposto non si sbaglia nulla e quando a Birindelli gli viene validato un canestro da tre mentre aveva il piede sulla linea dell’arco c’e’ il nuovo sorpasso. L’ultimo minuto e’ tensione ai massimi livelli Siberna strappa la palla a Stanic ed in contropiede sigla il 87-86. Pederzini di fisico segna ancora con Marino’ che prima mette i due liberi del 89-88 a cui risponde Birindelli con un 2/2 dalla lunetta e 14” da giocare. Piacenza decide di non fare fallo e sullo scadere una gran tabellata di Marino’ impatta sul 91-91.
I giocatori sono esausti ma lo spettacolo prosegue con gli arbitri che non vedono la smanacciata di Perego sul tabellone mentre Bassani sbaglia da sotto e nella mischia chiudono gli occhi permettendo ai locali di rifiatare e sul ribaltamento al primo sospiro Bassani viene punito col 5 fallo che Pederzini concretizza per il 97-93. Olginate barcolla senza lunghi in campo ma ci pensa Siberna con un missile per il 97-96 a cui pero’ Stanic rimedia subito con la tripla del 100-96 del 48’.
A questo punto non ci sono proprio piu’ le forze per costruire delle azioni che possano impensierire Piacenza che ad ogni forzatura NPO puo’ tranquillamente aumentare il proprio bottino finendo tra gli applausi sul 108-96
  
Tabellini:
Bakery Piacenza:Bracchi ne, Rombaldoni 8, Stanic 19, Bruno 5, Perego 23, Guerra, Pederzini 26, Maresca 4, Guaccio ne, Birindelli 23, Libe’ ne, All. Claudio Coppeta
NPO GORDON: Siberna 21, Planezio 16, Todeschini 5, Taglaibue 7, Rota 4, Bassani 24, Marino’ 19, Butta, Maver ne, Seck, Moretti , Bonfanti ne, All. A. Galli

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa 
canecaccia.com

19/11/2017 09:20

E' PIU' CASALMAGGIORE-OMBRIANO BASKET 88-70 Parziali 21-9; 46-29; 63-51

E' PIU' CASALMAGGIORE-OMBRIANO BASKET 88-70  Parziali  21-9; 46-29; 63-51

Thunder: Lombardi 15, Cavaliere 2, Lezzerini 5, Antozzi 8, F. Parizzi, Silocchi 4, Pirolo 10, Zani 3, Marchini 25, R. Parizzi 13, Donzelli 3. All. Vencato.
OB4: Salinelli ne, Basso Ricci 3, Tiramani 8, Nodari 2, Bissi 6, Gamba 13, Mainardi 13, Manenti 13, Guarnieri 4, Gritti, Dorini 4, Guglielmetto 4. All. Bergamaschi.
CASALMAGGIORE - Netta sconfitta per un OB4 in difficoltà nel contrastare la veemenza della corazzata Casalmaggiore, che si conferma seconda forza del campionato, infliggendo un abbondante 88-70 ai ragazzi di coach Bergamaschi. Una partenza ad handicap (21-9), demerito di un quintetto lento e macchinoso, ha compromesso la gara fin dal primo periodo. L'orgoglio rossonero ha comunque portato al 25-20 del 15' grazie ai canestri di Guglielmetto e del positivo Mainardi (13 e 7 rimbalzi) ma una tripla di Lezzerini, ad innescare poi un lungo parziale, ha mandato i titoli di coda con larghissimo anticipo (46-29). Nella ripresa Gamba e Manenti hanno provato a riscattare un primo tempo opaco, mettendo sotto pressione la difesa casalasca (61-52 al 29') ma in apertura di ultimo periodo, l'MVP Marchini, giocatore solido e talentuoso, ha messo in chiaro le cose, dando un rassicurante più 15 ai compagni, supportato dalle tre triple del killer Riccardo Parizzi.
Ombriano, con un intraprendente Bissi, si è rimessa al lavoro senza mai scendere però sotto gli 11 punti di distacco. Nel finale due canestri di tabellone degli under di casa hanno poi dilatato il distacco a 18 lunghezze. Domenica prossima quindi, immediata occasione di riscatto contro la Padernese, compagine bresciana che staziona in zona playout ma reduce da una corroborante vittoria nel derby con Pontevico.
canecaccia.com

18/11/2017 11:52

PRESENTAZIONE 8. GIORNATA SERIE A2 OLD WILD WEST CONSULTINVEST BOLOGNA-BERGAMO

PRESENTAZIONE 8. GIORNATA SERIE A2 OLD WILD WEST CONSULTINVEST BOLOGNA-BERGAMO

Bergamo fa visita alla Fortitudo Bologna: gara da brividi per chi ama questo sport. Oggi la “Effe” è targata Consultinvest e per l’ottava giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West attende i ragazzi della Città dei mille reduci dal successo casalingo contro Roseto. Gli atleti di coach Ciocca si trovano di fronte una delle squadre più attrezzate dell’intero panorama della Serie A2, nonché una piazza storica del basket italiano; non sono lontani i tempi in cui Bologna lottava per il titolo italiano (dieci finali scudetto in undici anni, dal 1996 al 2006, con i titoli conquistati nel 2000 e nel 2005). Una trasferta affascinante, di fronte al pubblico probabilmente più caldo d’Italia, contro una squadra che ben ha cominciato la stagione (6 vittorie e una sola sconfitta), e che ha sfiorato il ritorno in Serie A2 nel 2015/2016, cedendo solo a Brescia nella Finale Play-Off.
Coach Boniciolli, al suo quarto anno sulla panchina della “Effe”, può fare sicuro affidamento su capitan Mancinelli - che sta trascinando i suoi a 13.4 punti di media, 8.1 rimbalzi e una riconosciuta leadership - sulla coppia USA composta dal playmaker McCamey, primo anno in Italia, e Legion, guardia che è alla seconda stagione a Bologna (rispettivamente 12.4 e 13.3 punti di media). Di primissimo valore il nucleo degli italiani: il cavallo di ritorno Fultz e Cinciarini a completare il reparto guardie, le ali Amici e Italiano, i lunghi Pini, Gandini, Bryan e Chillo.
Coach Ciocca ha le idee chiare: <<Ci approcciamo alla sfida con Bologna con il dovuto rispetto verso una squadra profonda in tutti i ruoli, guidata da un allenatore di prima fascia. L’obiettivo principale sarà quello, inizialmente, di non subire l’urto di una corrazzata e l’urto del PalaDozza, come successo contro Orzinuovi e Verona; Bologna è partita fortissimo ed ha costruito nel primo quarto i suoi successi. Dovremo mettere in pratica il più possibile il nostro piano-partita, per crescere ulteriormente come gruppo. Giocare in una bolgia come sarà il PalaDozza ha grande fascino, ma dall’altro punto di vista dovremo affrontare un vero e proprio “sesto uomo” come è la Fossa. Il nostro obiettivo è sempre quello di vender cara la pelle e ben figurare.>>
Arbitri dell’incontro i signori Enrico Boscolo di Chioggia (VE), Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP) e Salvatore Nuara di Selvazzano Dentro (PD).
Palla a due domenica 19 novembre 2017 alle ore 18.00 presso il PalaDozza di Bologna (Piazza Azzarita, 3).
Diretta prevista su LNP TV per gli abbonati a LNP TV PASS.
CONTATTI:
VITTORIO MILESI - UFFICIOSTAMPA@BB14.IT
canecaccia.com

18/11/2017 10:30

SERIE B, REKICO RAGGISOLARIS FAENZA A VICENZA PER PIAZZARE IL PRIMO COLPO LONTANO DAL PALACATTANI

SERIE B, REKICO RAGGISOLARIS FAENZA A VICENZA PER PIAZZARE IL PRIMO COLPO LONTANO DAL PALACATTANI

Trasferta veneta per la Rekico, impegnata domenica 19 novembre alle 18 sul campo della Tramarossa Vicenza, match che si di disputerà sul parquet del Palazzetto dello Sport di Vicenza in via Goldoni 32. L’obiettivo dei faentini è di centrare la prima vittoria stagionale fuori casa dopo quattro ko consecutivi, ripetendo la grande prestazione della scorsa stagione che regalò il successo. Anche in questa occasione la Rekico sarà seguita da molti tifosi che saranno sugli spalti per far sentire il loro calore, spingendo la squadra come hanno sempre fatto in tutte le gare lontane dal PalaCattani.

DIRETTA VIDEO - La partita tra Rekico e Vicenza sarà trasmessa in diretta e in esclusiva sugli schermi della Birreria, locale che si trova in via Granarolo 17 a Faenza e sponsor da molti anni dei Raggisolaris. La Birreria trasmetterà in esclusiva le principali partite in trasferta dei Raggisolaris. Per info e prenotazioni: 338-2827542.

L’AVVERSARIO La Tramarossa Vicenza occupa il quarto posto in classifica in coabitazione con Olginate e Crema con 10 punti, conquistati nelle vittorie casalinghe con Rimini e Desio e con i colpi in trasferta sul campo di Reggio Emilia, ad Olginate e a Bernareggio. L'organico dei veneti è un mix di esperienza e talento, costruito sulla spina dorsale del gruppo dello scorso anno che aveva reso meno del previsto, dovendosi addirittura salvare nei play out. Sono soltanto due infatti gli innesti estivi che hanno rinforzato il roster del confermato coach Marco Silvestrucci. Da Omegna (serie B) è arrivato il pivot Diego Corral, giocatore con esperienza anche in serie A2 e miglior marcatore dei vicentini con 15.3 punti di media e 6.3 rimbalzi a partita, mentre da Desio (serie B) è sbarcato in Veneto la guardia Ariel Svoboda, ottimo tiratore che viaggia costantemente in doppia cifra. Nel gruppo dei confermati troviamo i fratelli Andrea e Umberto Campiello, ormai da anni senatori del club e protagonisti sotto i tabelloni con punti e rimbalzi, il playmaker Daniele Demartini, l’ala Pietro Montanari e la guardia Eros Chinellato, fermo per quasi tutta la scorsa stagione per un problema al ginocchio. Ora che è in ottime condizioni fisiche, sta segnando con continuità, come dimostrano i 12 punti di media. Nel reparto under ci sono i playmaker Luca Contrino (nato nel 2000) e Antonio Chemello (’99) e la guardia Piergiacomo Rigon (2001), tutti e tre formatisi nel settore giovanile vicentino, e il centro Lazar Kekovic (’99), arrivato in prestito dalla Vis Ferrara, e impiegato con continuità.

IL PREPARTITA – “Stiamo crescendo dal lato del gioco e l’ultima partita lo ha confermato – spiega Claudio Agresti, assistente di coach Regazzi -. Stiamo distribuendo bene i tiri, giochiamo bene in velocità e anche in difesa siamo concentrati, ma dobbiamo ancora migliorare sotto molti aspetti, come ad esempio nel coinvolgere maggiormente i lunghi e nell’eliminare i momenti di pausa. Ora dobbiamo vincere in trasferta e proveremo a farlo contro Vicenza, squadra che si è molto rinforzata in estate, inserendo elementi di valore come Corral e Svoboda. La chiave della partita sarà attaccare bene la zona, visto che la Tramarossa difende per quasi quaranta minuti con la 3-2 o con la 2-3: inoltre dovremo stare attenti a non commettere falli sui loro penetratori ed essere pronti a raddoppiare sui loro lunghi. Con una vittoria saliremmo al quinto posto e ci rilanceremmo in classifica, mostrando di poter lottare per un posto prestigioso nei play off”.
PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 26 novembre alle 18 al PalaCattani contro Costa Volpino.
Per maggiori informazioni
Luca Del Favero
Capo ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza
canecaccia.com

18/11/2017 10:24

SCONFITTA INTERNA PER IL GORLA NEL DERBY CON LENTATE

SCONFITTA INTERNA PER IL GORLA NEL DERBY CON LENTATE

TEAM ABC GORLA CANTÙ 69
MIA GROANE LENTATE 86

(19-16, 31-38, 52-56)

Team ABC Gorla Cantù: Carpani 13, Pagani 5, Molteni M. 7, Molteni T. 7, Ruzzon 7, Bet 2, Di Giuliomaria 13, Pifferi 8, Castelli ne, Pedalà 7, Borsani ne, Olgiati. All Borghi, Vice All. Alberio.
Mia Groane Lentate: Brambilla 4, Sampietro 0, Visini 8, Novati 25, Del Pero 14, Casadio 2, Bergna 11, Bartesaghi 14, Meroni ne, Mantelli 4, Losa 4. All. Bocciarelli, Vice All. Legnani 

Non trova pace tra le mura amiche il Team ABC Gorla, che non riesce a portare a casa il successo nella sfida al vertice contro Lentate. I ragazzi di Coach Borghi rimangono in partita fino al 30’; poi le più concrete azioni offensive della Mia (e i fischietti non troppo benevoli nei confronti dei biancorossi) regalano la vittoria agli ospiti.
Comincia in salita la gara del Team ABC, che è costretta a subire la partenza turbo di Lentate: grazie a Losa e Novati, infatti, gli ospiti insaccano un break di 3-10 che lascia di stucco i biancorossi. Ma lo stupore dura un battito di ciglia, e il Gorla ci mette poco a ritornare in sé, con le triple di Ruzzon e Pifferi e gli arresti e tiro di Molteni Tommaso, che riportano subito i padroni di casa sul +1 al 7’ (13-12). La bomba di Carpani e il 2/2 ai liberi di Pedalà incrementano il vantaggio interno, ma negli ultimi secondi la Mia è brava a riavvicinarsi e a portarsi al -3 di fine periodo (19-16).

La seconda frazione si apre con i canestri di Bergna e Novati, a cui replica Molteni Tommaso dalla distanza; Novati suona la carica per Lentate e porta i suoi sul +4 (22-26 al 14’); Molteni Marco segna da sotto, Visini insacca una tripla da lontanissimo, quindi Di Giuliomaria risponde con un gioco da 2+1. Casadio non sbaglia dalla lunetta, Novati segna il canestro del +5 esterno, poi il tiro dall’arco di Pedalà riavvicina il Gorla; ma il tiro dall’area di Brambilla e il 3/3 di Del Pero ai liberi consente alla Mia di andare all’intervallo lungo avanti di 7 lunghezze (31-38).

Si ritorna in campo, e il Team ABC spinge al massimo i motori in attacco, con il canestro di Ruzzon e i tre punti di Pifferi per il -2 interno; ma Lentate non intende mollare, e Novati e Bergna ristabiliscono le distanze. Di Giuliomaria prende in mano la squadra e, con 8 punti consecutivi, trascina i biancorossi a una sola lunghezza di svantaggio; l’operazione di aggancio viene quindi completata da Carpani al 27’ (45-45). Bergna insacca una tripla, Di Giuliomaria risponde da sotto, quindi Carpani allunga con l’ennesimo tiro dalla distanza; ma Lentate è sempre lì, e prima impatta con Bergna, per poi superare con Del Pero. I canestri di Molteni Marco e Novati chiudono il terzo periodo con gli ospiti in vantaggio 52-56.

L’ultimo periodo si apre con l’aggancio del Gorla firmato Ruzzon e Bet (56-56); con un break di 0-7, però, gli ospiti prendono ancora una volta il largo. Da qui in poi, i ragazzi di Coach Borghi fanno di tutto per rimanere in scia, ma gli allunghi di Lentate sono mortiferi, e le decisioni arbitrali certo non aiutano i padroni di casa. Alla sirena finale, il verdetto è inesorabile: la Mia Groane si impone sul Team ABC Cantù con il risultato di 69-86.
canecaccia.com

18/11/2017 00:12

Presentazione incontro di C Silver, Olimpia Lumezzane - Sesa Sustinente

Presentazione incontro di C Silver, Olimpia Lumezzane - Sesa Sustinente

Partita da brividi quella che va in scena per la nona giornata di C Silver lombarda alle ore 18 a Gussago tra i padroni di casa dell'Olimpia Lumezzane e i falchi del Sesa.
La neopromossa Lumezzane è una squadra che va di corsa: società nata nel 2013, in quattro anni ha scalato le serie dalla Prima Divisione alla C Silver. Tanto di cappello per un exploit non da tutti, anzi. Arrivata in C, le prime 8 giornate di quest'anno sembrerebbero dire che c'è ancora qualche problema di ambientamento. All'ottava giornata, Lumezzane ha un record di 2-6, contro le 4.4. di Sustinente. Lumezzane ha il secondo peggior attacco del girone e la seconda peggior difesa. I triulpini sono reduci da quattro sconfitte consecutive, tra le quali spicca una pesante sconfitta in quel di Asola. Ma, come spesso accade nel basket, per una squadra esponente di un territorio molto orgoglioso, queste cifre vogliono solo dire una gran voglia di riscatto.
Squadra, quella valligiana, imperniata sui due lunghi Bonacina (arrivato da ambriano) e l'espertissimo Perazzi. Frontline completata dagli altrettanto esperti Lottatori e Rizzolo (guardie) e Nava (ala). Malgrado l'esperienza, Lumezzane subisce oltre 75 ppg,contro i 66 di Sustinente, a fronte di numeri simili sul fronte offensivo. Il tema dell'incontro sembrerebbe essere quindi quello del duello fra la della velocità e freschezza del Sesa contro l'esperienza di Lumezzane, in un campionato che, va ricordato, confeziona ad ogni giornata sorprese su sorprese.
Ed ecco quindi che, in un contesto di grande equilibrio, coach Della Chiesa dovrà motivare al massimo il Sesa a mantenere quella concentrazione ed attenzione per tutta la partita, aspetto che, ne siamo certi, ha fatto la differenza nella durissima sfida punto a punto con Seriana, sopperendo anche alla pesante assenza di Francesco Doddi. Un match importante per i virgliliani, all'inseguimento della pietra verde dell'alta classifica: che la forza sia con voi, ragazzi.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

17/11/2017 08:44

Evolut Romano Basket, che scoppola a Piadena

Evolut Romano Basket, che scoppola a Piadena

Corona Platina Piadena - Evolut Romano Basket     87 - 51     Parziali  28-18, 50-29, 65-43
Corona Platina Piadena : Delibasic 9, Lugic 13, Lorenzetti 20, Marenzi 9, Mascadri 15, Maresca 2, Ariazzi 1, Rakic 0, Boninsegna 0, Olivieri 15, Belluco 3. All. Mazzali   
Evolut Romano Basket :  Ferri 9, Buzzini 9, Chiarello 1, Carrara 2, Mazzanti 5, Macchi 3, Deleidi 2, Benassi 8, Ferrari ne, Carrera 6, Turelli 6. All. Maioli 

Una prestazione quella dell'Evolut Romano in casa del Corona Platina completamente da dimenticare per i cinghiali mannari.
I padroni di casa si presentano sul parquet con Delibasic, Lugic, Lorenzetti, Marenzi e Mascadri ai quali coach Maioli contrappone Ferri, Buzzini, Chiarello, Carrara e Mazzanti. E' subito Ferri che ha la mano rovente che mette 3 triple di fila ed un piazzato di Carrara che portano gli ospiti sul momentaneo vantaggio di 11 a 5, prima che dall'altra parte si scaldino Lorenzetti e Mascadri che cominciano ad inanellare canestri superando un Romano che si disunisce e che subisce lo strapotere fisico dei locali che segnano 28 punti già nel 1 quarto contro i 18 degli ospiti che fino a pochi minuti prima sembrava potessero indirizzare la partita.
Nei primi istanti del 2 quarto succede quello che potrebbe essere l episodio che manda in tilt i bergamaschi. Ferri riceve una gomitata in volto, nemmeno sanzionata dall'arbitro e rimane a terra alcuni minuti, sarà poi seguito dal medico per tutto il resto della partita e passerà la notte in ospedale. Probabilmente il resto dei cinghiali mannari rimane segnato da questo episodio perché di fatto la partita finisce qui.....per Romano. I locali suonano la carica e trovano tutte conclusioni in discesa con Lugic, Lorenzetti ( suoi 20 punti e 20 rimbalzi, come fosse solo in campo) Olivieri e Mascadri mentre i bergamaschi non sanno come opporre resistenza, come se il campo per loro fosse una ripida salita sia in attacco che in difesa.
Finisce il secondo quarto con Piadena già oltre il ventello di vantaggio, inizia il terzo con i bergamaschi che già vorrebbero salire sul pullman del ritorno ma devono passare ancora 20 minuti in balia degli avversari che rincarano la dose, non sbagliando mai una conclusione. Solo una squadra in campo con Lorenzetti che spadroneggia, Romano spera solo che il tempo passi velocemente ma non riesce a fermare l'emorragia di canestri che subisce.
Finisce 87 a 51. C' è da resettare al più presto questa partita dalla testa dei Romanesi che sabato ricevono in casa il fanalino di coda, Manerbio. Serve un inversione di tendenza e un pronto riscatto.
FORZA CINGHIALI MANNARI
Ufficio Stampa Romano Basket
canecaccia.com

14/11/2017 23:43

DELUDENTE PRESTAZIONE DEI GIOVANI NOVESI

DELUDENTE PRESTAZIONE DEI GIOVANI NOVESI

La Ussa Nova gioca la peggior partita della stagione e viene meritatamente sconfitta dalla OSAL Novate.
Non bastano le assenze di Mariani e Beretta a giustificare una così scialba prestazione; imprecisi in attacco ma anche e soprattutto passivi in difesa , i giovani della USSA hanno subito le iniziative della squadra ospite senza riuscire a controbattere efficacemente.
Coach Cogliati dovrà lavorare tantissimo con i ragazzi per riuscire ad invertire un trend che si sta facendo ‘’pericoloso’’ per la classifica: Certamente Nova era consapevole della difficoltà per ripetere i brillanti risultati della scorsa stagione ma la classifica ora è bugiarda relativamente alle possibilità della squadra novese.  
Tornando alla partita , come già successo diverse volte in questa stagione , la terza frazione di gioco è quella risultata fatale alla USSA, un parziale di 29 a 16 a favore dell’OSAL Novate di fatto chiude l’incontro.
Prossima partita in trasferta a Calolziocorte sabato 18 Novembre.


Ussa Nova Milanese - O.SA.L. Novate
     57 - 79     Parziali  15-20, 25-35, 41-64  
Ussa Nova Milanese :  Cappelli 3, Maccan 9, D'Appolito 12, Velez 2, Meroni 2, Colombo 7, Ventura 13, Ravasi 2, Pandolfi 7, Torchio 0, Pozzi 0.  All. Cogliati Ruggero  
O.SA.L. Novate :  Turano 4, De Santis 1,  Cigada 10,  Ripamonti 7, Villa 13, Crosignani 3, Sala 12, Meroni 13, Ceriani 2, Comella 14. All. Beneggi/ V.A. Manzi A..    


canecaccia.com

14/11/2017 09:17

C Silver - Provvedimenti Disciplinari VIII Giornata

C Silver - Provvedimenti Disciplinari VIII Giornata

GIRONE A
733 PAOLO CATANIA (BASKETOWN MILANO) PAOLO CATANIA squalifica tesserato per 1 gara per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri [dopo espulsione] e per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [dopo espulsione][art. 32,3 RG,art. 33,1/1a RG,art. 33,1/1b RG]
734 MECH PRESS SRL LESMO 2004 ammonizione per violazione delle disposizioni in tema di efficienza dei campi di gioco [docce fredde][art. 38,1c RG rec.]
734 MECH PRESS SRL LESMO 2004 ammenda di Euro 75.00 per non aver il dirigente addetto agli arbitri compiutamente assolto ai prescritti compiti o per mancanza del dirigente addetto agli arbitri [art. 38,1f RG rec.]
739 P.O.S.A.L. SESTO ammonizione per utilizzo di un marchio di sponsorizzazione non autorizzato [art. 38,1a RG rec.]
740 SOCIAL O.S.A. BASKET ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
740 JACOPO DI BERNARDINI (SOCIAL O.S.A. BASKET) JACOPO DI BERNARDINI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1b RG]
740 GIANLUCA PANNELLA (SOCIAL O.S.A. BASKET) GIANLUCA PANNELLA squalifica tesserato per 4 gare per atti di violenza di tesserati nei confronti di altri tesserati, non in fase di gioco e per reazione ad un fatto ingiusto altrui [a fine partita][art. 33,3/2b RG,art. 21,4a RG]
740 WALTER GRILLO (ITALCONTROL VILLASANTA) WALTER GRILLO squalifica tesserato per 3 gare per comportamento offensivo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco e per sputi che colpiscono direttamente l'avversario [dopo espulsione]e per reazione ad un fatto ingiusto altrui [art. 33,3/1b RG,art. 33,3/1d RG,art. 21,4a RG]
GIRONE B
ILLESO

GIRONE C
1219 SESA BASKET SUSTINENTE ammonizione per violazione delle disposizioni in tema di efficienza dei campi di gioco [docce fredde] [art. 38,1c RG rec.]

Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

14/11/2017 09:04

C Gold - Provvedimenti Disciplinari X Giornata

C Gold - Provvedimenti Disciplinari X Giornata

GIRONE A
420 EVOLUT ROMANO BASKET ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri REC.[art. 27,4b RG rec.]
422 LUCA CIPELLETTI (MAZZOLENI B.T. PIZZIGHETTONE) LUCA CIPELLETTI deplorazione per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri [a fine partita] [art. 33,1/1a RG]
423 DARIO POZZI (NILOX AGRATE CSA AGRATE BRIANZA) DARIO POZZI squalifica tesserato per 2 gare per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [reiterato e plateale] [art. 33,1/1b RG rec.]
GIRONE B
575 LUCA BELLOTTI (COPERT. ALLUMINIO BAJ GIUSEPPE ARCISATE) LUCA BELLOTTI squalifica tesserato per 2 gare per aver usato espressione blasfema durante la gara e per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri e per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [a fine partita] [art. 34 RG,art. 33,1/1a RG,art. 33,1/1b RG]


Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

14/11/2017 09:05

C GOLD - LE BOCCE CASA GIOVENTÙ ERBA vs ATLANTIS PUNTOEBASKET NERVIANO 62-58

C GOLD - LE BOCCE CASA GIOVENTÙ ERBA vs ATLANTIS PUNTOEBASKET NERVIANO 62-58

La sconfitta patita sul campo di Erba nel match valido per la 10^ giornata, oltre a relegarci sempre più sul fondo della classifica, ha visto riemergere, prepotenti, quegli errori e problematiche più volte occorsi nelle precedenti gare e che, per un momento, la netta vittoria ai danni di Gallarate dello scorso turno aveva messo da parte.

La nostra partenza sembra promettere bene: grazie ai punti di Gatto e Priuli, ci portiamo sullo 0-7 a 7:15', prima che i due punti di Brambilla interrompano il parziale.
Il prosieguo del periodo (e non solo) è caratterizzato dalla scarsa efficacia realizzativa di entrambe le squadre, con i nostri ragazzi che, forti del vantaggio acquisito nei primi minuti di gioco, mantengono sempre il comando (gli avversari riescono, al massimo, a risalire fino al -4), chiudendo la prima frazione di gioco sul +10 (7-17).
L'inizio del secondo quarto sorride, invece, ad Erba, che mette a segno un parziale di 5-0 cui rispondiamo con tre punti consecutivi di Guidi (12-20 a 6:24').
Il successivo botta e risposta (inframezzato da varie imprecisioni da una parte e dall'altra) premia i padroni di casa, che riescono a rosicchiare qualche punto: si va all'intervallo con Nerviano avanti 25-29.
L'avvio della ripresa è quasi identico all'inizio gara: rientriamo in campo col piglio giusto e piazziamo un parziale di 8-0 (Gotti 4 pt, Gatto 2, Priuli 2) che ci lancia a +12 (25-37 a 6:12').
Gli avversari sembrano sul punto di crollare, serve l'ultima spallata per farli uscire dalla partita: nulla di tutto questo, purtroppo, accade.
Al contrario, Erba trova una buona reazione che le consente di mantenersi a contatto, apprestandosi a disputare gli ultimi 10' di partita in svantaggio di sole cinque lunghezze (41-46 al suono della terza sirena).
Nel quarto periodo, infine, il timore di subire la rimonta avversaria, fin lì arginata in qualche modo dai ragazzi, diviene una spiacevole certezza: aprono i quattro punti di Ceppi (1/2 dalla lunetta e tripla), l'allungo di Guidi (2/2 ai liberi) ci regala ancora un po' di speranza, frantumata un paio di minuti più tardi dalla "bomba" di Brambilla che vale il pareggio (48-48 a 6:01').
Nei successivi due minuti minuti, sull'onda dell'entusiasmo, i padroni di casa piazzano un parziale di 12-0 che "ammazza" la partita: benché, infatti, vi siano ancora quasi quattro minuti a disposizione, i ragazzi di coach Morganti accusano (inevitabilmente) il colpo e, complice il protrarsi di una serata nerissima al tiro, non riescono a rialzarsi.
Il riavvicinamento finale è nulla più che un'illusione: Erba, tra il delirio del proprio pubblico, vince 62-58.

Una sconfitta che fa male, maturata al termine di un match a larghi tratti condotto, nel quale sarebbe stato sufficiente tirare con una percentuale realizzativa "normale" per avere la meglio di un avversario certamente caparbio ma per nulla irresistibile.
Ancora una volta, l'unica risposta plausibile è il lavoro, tanto lavoro, per provare a modificare l'andamento di quello che, ahinoi, si sta tramutando in qualcosa di più di un avvio di stagione complicato.

#puntoebasket

Ufficio stampa Atlantis Puntoebasket Nerviano.
canecaccia.com

13/11/2017 19:51

SERIE B -- VALSESIA BASKET: CONTRO SANGIORGESE VITTORIA CON IL CUORE!

SERIE B -- VALSESIA BASKET: CONTRO SANGIORGESE VITTORIA CON IL CUORE!

GESSI VALSESIA BASKET: 64
LTC SANGIORGESE BASKET: 60
Parziali:12-18; 29-31; 47-48.
Gessi Valsesia Basket: Catakovic, Farabegoli 4 ,Gloria 8, Gatti 17, Gobbato 4, Vercelli ne, Ouro Bagna 2, Sodero 10, Quartuccio 2, Martina 3, Magrini 14. 
Coach: Domenico Bolignano - Ass.coach: Marco Cardano.
Prep.fisico: Luca Perona – Fisioterapista: Giuseppe Cerutti.
Ltc Sangiorgese Basket: Dushi 2, Tassinari 11, Scali ne, Bianchi 6, Antonietti 4, Lenti 15, Bernardi, Charles Miguel ne, Rossi 4, Falconi 14, Toso, Battilana 4.
Coach: Daniele Quilici           Ass.coach: Silvano Picarelli – Davide Roncari.
Arbitri: Sigg. De Bernardi Stefano di Torino e Sconfienza Alberto di Costigliole D’Asti (At)
Il cuore oltre l’ostacolo: ieri sera, con un Pala Loro Piana tutto esaurito, i tifosi hanno accolto con un boato di sollievo e soddisfazione la vittoria degli Eagles contro Sangiorgese Basket, tornati al successo casalingo, dopo lo stop inaspettato del turno infrasettimanale dei Santi contro Fiorentina Basket. I ragazzi di coach Bolignano hanno dato vita a un match vibrante, tutto atletismo e cuore, imponendosi sull’energica compagine lombarda di Sangiorgese Basket con il punteggio finale di 64-60. Priva di Bertotti ( infortunatosi in allenamento al ginocchio) e con Catakovic impiegato col contagocce ( solo quattro minuti di gioco per lui ieri sera), la squadra valsesiana ha dovuto faticare per ben 35 minuti prima di liberarsi definitivamente della coriacea squadra lombarda di coach Quilici. Il sesto uomo in campo (Dunkers in testa insieme a tutti i tifosi) ha fatto, come consuetudine, la propria parte, incitando senza sosta i propri beniamini e trascinandoli alla vittoria: bravi, grandi e insostituibili!

In starting five per gli Eagles Gloria, Gatti, Sodero, Quartuccio e Magrini, mentre per la Sangiorgese sono scesi in campo Tassinari, Antonietti, Lenti, Rossi e Falconi. Il primo quarto di gioco si apre con il canestro di Falconi, Sodero riceve un assist da capitan Gatti e va a canestro da sotto, Gloria carica con un mini parziale di 4-0 ( da sotto + schiacciata), il pivot Lenti si fa spazio e va a canestro, Quartuccio segna uno spettacolare sottomano, ancora Falconi a segno ma Gloria è attento sotto le plance (10-6). I lombardi continuano la manovra di avvicinamento con Dushi e Lenti ( che può sfruttare anche il tiro aggiuntivo), raggiungono la parità al 7’ e coach Bolignano prontamente chiama il primo time out per riassettare i suoi. Al rientro, Lenti segna l’aggiuntivo dalla lunetta e, sullo sviluppo dell’azione successiva targata Sangiorgese, va a canestro. Viaggi in lunetta per Tassinari (1/2) e Gobbato (2/2), ancora Tassinari a segno e Falconi in lunetta fa 1/2. La Sangiorgese chiude il primo quarto in vantaggio: 12-18.
Il secondo periodo si apre con la magic bomb di capitan Gatti al 1’, Bianchi subisce fallo va in lunetta e segna entrambi i liberi, il play Martina, in campo per far rifiatare Quartuccio, caparbiamente va a  segno da sotto e si procura il libero aggiuntivo che non sbaglia e capitan Gatti mette la firma al primo sorpasso ( con canestro +1/2 ai liberi): 21-20 al 14’. Per un minuto e mezzo le retine restano a secco, sblocca Antonietti per i Draghi ( lunetta + canestro), Farabegoli con energia replica da sotto, Falconi risponde e la panchina nero-arancio chiama time out al 17’ (23-25). Al ritorno in campo, i lombardi aggrediscono con Lenti, che subisce fallo e in lunetta è preciso (2/2), gli Eagles iniziano a soffrire la fisicità degli avversari, spendono falli e mandano in lunetta anche Antonietti e Battilana che, dalla linea della carità non sono perfetti (1/2 per entrambi) mentre, per i nero arancio, Gobbato dalla lunetta è chirurgico (2/2) e capitan Gatti ci mette il carico (27-29). A 34” dall’intervallo, coach Quilici chiama time out e al rientro sul parquet ancora Lenti segna dalla lunetta (2/2) mentre in transizione valsesiana, Gloria offre un assist a Magrini che non sbaglia. Il secondo quarto si chiude a favore degli ospiti 29-31.
Nel terzo quarto parte bene la compagine lombarda che segna subito con Lenti ( ancora 2/2 dalla lunetta) e Rossi, Farabegoli si oppone, ma poi sono ancora i Draghi a sputare fuoco con un mini break di 5-0 ad opera di Tassinari e Bianchi (31-40). Al 25’ Sodero scuote la retina avversaria con una bomba, ma Tassinari spegne l’entusiasmo dei tifosi valsesiani costruendo un mini break di 5-0 grazie a un canestro e a una tripla e firmando il massimo vantaggio del match: 34-45. Brivido di paura sugli spalti: Magrini tenta di scacciare i fantasmi con una bomba, Falconi risponde segnando da tre, ma ancora Magrini prima e Sodero poi ripagano con la stessa moneta segnando due triple consecutive che fanno tirare un sospiro di sollievo a i tifosi valsesiani. In campo c’è anche Kamaldine Ouro-Bagna, applauditissimo dai tifosi, vero folletto in campo, mandato sul parquet da coach Bolignano per dare un aiuto concreto ai compagni insieme a Farbegoli, Martina e Gobbato: questi baldi giovani si sono fatti trovare pronti e hanno giocato minutaggi importanti con grande energia e intensità: bravi! A chiudere il terzo periodo è proprio “Kamal” che va sicuro a canestro, mandando in visibilio i tifosi sugli spalti. Il terzo periodo si chiude ancora a favore dei Draghi, ma solo di una lunghezza: 47-48.
Nel quarto periodo si alzano scudi in difesa e le retine restano inviolate per circa due minuti: sblocca capitan Gatti che riporta i suoi in vantaggio, Tassinari e Falconi prontamente rispondono ma Magrini accorcia (51-52). La scossa decisiva, per Valsesia Basket, arriva dal suo immenso capitano che si carica i suoi sulle spalle, suona la carica, li incita a non mollare realizzando il canestro del contro sorpasso e Sodero lo aiuta ad incrementare (55-52). Per gli arancio- blu va a segno Bianchi, Magrini con fermezza si oppone (57-54) e la panchina lombarda chiama time- out quando mancano 3’18” dalla fine del match. La sospensione però fa bene agli Eagles, che ritornano in campo con la giusta determinazione e concentrazione: ancora capitan Gatti scalda la retina avversaria con una provvidenziale sassata da tre punti che infiamma il pubblico presente, ma le energie dei Draghi non sono del tutto esaurite: infatti Lenti e Falconi ci mettono una pezza costruendo ancora un mini break di 4-0 e coach Bolignano chiama il minuto di sospensione a pochi secondi dalla fine. In uscita dal time out, Magrini viene subito mandato in lunetta e la sua mano non trema: 2/2 e, sullo sviluppo della successiva azione degli Eagles, è ancora capitan Gatti che serve un ghiotto assist per Magrini che capitalizza: 64-58. Pubblico in delirio sugli spalti, ancora il tempo per due liberi di Rossi e il suono liberatorio della sirena sancisce la vittoria di Valsesia Basket sulla Sangiorgese con il punteggio finale di 64-60. Onore agli Eagles, che sono riusciti a tenere botta nonostante le rotazioni limitate: grazie a chi è stato sul parquet per tanti minuti ma un sentito ringraziamento va ai nostri giovani, che con il cuore hanno disputato un grande match! Bravi tutti!
Ora testa, energie e cuore questa settimana in palestra per preparare al meglio il prossimo match, in programma di sabato 18 novembre palla a due ore 21:00, in trasferta a Torino al Pala Ruffini, dove gli Eagles incontreranno la giovane ed agguerrita compagine di casa PMS Moncalieri. Forza ragazzi, sempre………….
GOOOOEAGLESS!!
Letizia Bertini - Marco Pimazzoni
Ufficio Stampa Valsesia Basket
canecaccia.com

13/11/2017 15:42

Pall. Cerro Maggiore - Robur Saronno 58 - 73 Parziali 26-17, 38-34, 47-52

Pall. Cerro Maggiore - Robur Saronno     58 - 73     Parziali  26-17, 38-34, 47-52

Pall. Cerro Maggiore :  Cassano 5, Marranzano 7, Rossetti 8, Antonini 7, De Tomasi 3, Mariani ne, Puglisi 5, Pastori 3, Beretta 4, Meraviglia 0, Morandi ne, Ghirardin 16. All. Legramandi 
Robur Saronno : Politi 15, Cacciani 18, Gurioli 15, Novati 8, Leva 13, Furlanetto 0, Turatti ne, Tresso 0, Banfi 0, Dhaoui ne, Danelutti 0, De Piccoli 4. All. Bianchi   

Cerro Maggiore - Derby inedito in categoria per la iMO Robur Basket Saronno che centra la quinta vittoria consecutiva nel campionato di Serie C Gold. Domenica sera a Cerro la Robur sfidava una neo promossa che in questo inizio di campionato ha già fatto vedere qualcosa di buono. E infatti si conferma ostica la squadra di coach Legramandi quando nel primo quarto segna 26 punti in faccia alla difesa di Saronno, mandando a canestro otto diversi giocatori per il 26-15 del 10'. E' un inizio difficile per la iMO ma già dal secondo quarto capitan Leva e compagni iniziano a macinare gioco e difesa. Negli ultimi 5 minuti del primo tempo Cerro segna solo un punto e Saronno con i canestri di Cacciani, De Piccoli, Gurioli, Leva e Novati ritorna a -4 sul 38-34 dell'intervallo. Nel terzo quarto la Robur, pur senza grosse percentuali al tiro, riesce a fermare quasi del tutto gli ingranaggi offensivi dei locali e con i liberi di Politi al 33' trova il primo vantaggio del match dallo 0-2 iniziale. Vantaggio che peraltro la squadra di Bianchi e Crugnola non mollerà più sino a fine partita nonostante il sussulto dei locali ad inizio quarto quarto con la tripla di Gerardin per il -2. Qui scatta un 10-0 saronnese (5 punti in fila di Leva) che taglia le gambe a Cerro e conduce la iMO alla quinta vittoria consecutiva in questo scorcio di stagione. Finisce 58-73 per una Robur che ha dovuto spingere a fondo per avere la meglio di un Cerro che dopo i 26 punti segnati nel primo quarto ne ha segnati in tutto 32 nel resto della partita. Saronno ritorna in campo, al PalaRonchi, sabato 18 novembre, alle 21, con Gallarate.

Diego Marturano - Ufficio Stampa Robur Basket Saronno
canecaccia.com

13/11/2017 15:39

CRAC Bionics Buccinasco - Team ABC Cantù 78 - 88 Parziali 18-31, 40-50, 62-69

CRAC Bionics Buccinasco - Team ABC Cantù     78 - 88     Parziali   18-31, 40-50, 62-69

CRAC Bionics Buccinasco : Fornari 8, Casciano F. 4, Romanoni 8, Fant 6, Bursi ne, Casciano A. 13, Bolongaro ne, Carrara ne, Moalli 13, Arisi ne, Kisonga 17, Anelli 9. Al. Matto    
Team ABC Cantù : Carpani 6, Pagani 18, Masocco, Molteni M. ne, Molteni T. 2, Ruzzon 10, Tartamella, Di Giuliomaria 12, Pifferi 19, Pedalà 9, Olgiati 2, Borsani ne. All. Borghi    

Va avanti spedito il cammino del Team ABC Gorla nel campionato di Serie C Silver. Nell’ultimo appuntamento del filotto di trasferte, infatti, i ragazzi di Coach Borghi continuano ad essere molto concreti, portando a casa un importante risultato contro la formazione di Buccinasco.
Comincia subito con il botto il Team ABC, che mette ben in chiaro chi comanda schierando in campo la combo di esperienza Pagani-Pifferi: i due cecchini si esibiscono infatti in uno show delle triple (5/7 per Pifferi e 4/8 per Pagani), lasciando indietro i padroni di casa, che sono costretti a rincorrere (18-31 al 10’).
Nella seconda frazione Buccinasco continua ad opporre resistenza alle offensive biancorosse grazie alla difesa a zona, che si fa più aggressiva e quasi al limite della sanzione arbitrale. I canturini tengono botta guidati da Di Giuliomaria, ma i padroni di casa riescono a riavvicinarsi grazie al bottino raggranellato da Anelli e Romanoni: si va tutti all’intervallo con il Gorla a +10 (40-50).
Nella terza frazione, la Bionics prova nuovamente l’affondo con le giocate di Moalli e Casciano; ma l’ottima prova di Marco Molteni rispedisce al mittente qualsiasi tentativo di aggancio. Da qui in poi, il Gorla è bravo a conservare il vantaggio accumulato, chiudendo l’incontro con dieci lunghezze di vantaggio sugli avversari.

Da segnalare il debutto dei giovani 2000 Tartamella e Masocco, e l’assenza di Bet (problemi alla schiena) e Tremolada (caviglia).
canecaccia.com

13/11/2017 11:42

Ombriano Basket - Vespa Castelcovati 71-42 (15-14, 32-25, 55-34)

Ombriano Basket - Vespa Castelcovati 71-42 (15-14, 32-25, 55-34)

OB4: Salinelli ne, Basso Ricci 2, Tiramani 6, Nodari, Bissi 6, Gamba 7, Mainardi 14, Manenti 6, Guarnieri 12, Gritti 4, Dorini 9, Guglielmetto 5. All. Bergamaschi.   
Vespa: Farina, Bertoni 4, Superti 6, Norbis 9, Bertoli 1, Forte, Taddeolini 8, Airini 4, Bianchi, Fatello 3, Maestri 7. All. Bosetti.

OMBRIANO - Torna alla vittoria dopo due stop conecutivi l'OB4, che schianta il fanalino di coda Castelcovati per 71-42, pur non disputando la propria migliore prestazione stagionale. Le Vespe bresciane si sono dimostrate compagine troppo leggera e inesperta per contrastare un secondo tempo rossonero di forgia e intensità più che buona, con un parziale letale che recita 39-17.
Partenza complicata per Manenti e soci, che scivolano sotto 7-10 ma ribaltano l'inerzia col canestro di Gritti. A metà secondo quarto, 6 punti consecutivi di Mainardi (miglior realizzatore a quaota 14 nonostante un pessimo 1/6 dalla lunetta) sembrano far prendere il volo ai locali (31-22) ma Norbis rintuzza nei pressi della sirena. Ad un primo tempo pieno di incertezze e basse percentuali, però, fa da contraltare un ottimo terzo periodo; Mainardi e Tiramani (23 rimbalzi in coppia) dominano sotto le plance mentre Guarnieri e Gamba confezionano il probante 20-4 che demolisce le speranze di Superti e compagni. Nonostante il rivedivile 19/31 ai liberi e qualche forzatura di troppo, i rossoneri aumentano ancora i giri del motore per merito di Bissi e dell'ottimo esordiente Bryan Guglielmetto (atletca ala classe 99), chiudendo sul + 29 una gara condotta senza particolari problemi. Ora grande attesa per la trasferta di venerdì al cospetto della corazzata Casamaggiore.
canecaccia.com

13/11/2017 10:14

Social Osa - Team 86 Villasanta 50 - 57 Parziali 15-9, 21-24, 41-42

Social Osa - Team 86 Villasanta     50 - 57     Parziali  15-9, 21-24, 41-42

Social Osa :  Lucchini, Ghiandoni, Airoldi, Maffezzoli 4, Longoni, Della Flora 7, Sebastiani 2, Pannella 4, Finzi 8, Loizate 2, De Marzi 12, De Bernardini 11. All. Avantaggiato   
Team 86 Villasanta :  Fajoui ne, Moscatelli 9, Passoni M. 3, Saini 2, Favalessa M. 4, Pagani 14, Barazzetta 0, Vivian 7, Carolo 8, Grillo 10. All. Silvestri 

MILANO – Tre su tre! Terza vittoria consecutiva per il gruppo di coach Silvestri! Dopo Nova Milanese e Segrate, anche la Social Osa cade nella rete villasantese.
I biancoblu, ancora senza Mungiovì e Favalessa, sembrano tenere le loro armi migliori nascoste per tutto il primo quarto, tanto da lasciarlo vincere agli avversari. La reazione dei villasantesi inizia al secondo giro di cronometro, quando finalmente mettono in campo la determinazione e la grinta che prima erano mancate. È infatti nel secondo quarto che i ragazzi di coach Silvestri riescono a ribaltare a loro favore la partita, continuando poi a giocare bene durante gli ultimi due quarti. Gli avversari non sono stati in grado di limitare i maggiori punti di forza dei villasantesi e la partita finisce sul 50 a 57.
“La grande forza di questa squadra è la grinta, grazie alla quale riusciamo a uscire anche dalle situazioni più difficili” ha esultato coach Silvestri. “Certamente dobbiamo ancora migliorare l’approccio al primo quarto, dobbiamo subito entrare in partita, e magari sistemare le percentuali ai tiri liberi”.
Settimana prossima li attende un match duro contro Morbegno. Ancora qualche assenza, ma una partita tutta da giocare.
canecaccia.com

13/11/2017 10:11

LA REKICO CALA IL POKER D’ASSI: BATTUTA ANCHE PADOVA

LA REKICO CALA IL POKER D’ASSI: BATTUTA ANCHE PADOVA

Rekico 91
Broetto 84
(30-22; 55-44; 72-64)

FAENZA: Aromando, Neri, Perin 21, Silimbani 4, Benedetti 5, Venucci 22, Iattoni 16, Pagani 10, Milosevic 2, Chiappelli 2, Maroncelli ne, Brighi 9. All.: Regazzi.
PADOVA: Schiavon 11, Canelo 19, Buia, Tognon ne, Calzavara ne, Miaschi 10, Lazzaro 16, Piazza 7, Visentin ne, Nobile 10, Crosato 11. All.: Rubini.
ARBITRI: Grappasonno – Sidoli

La legge del PalaCattani non perdona. La Rekico vince la quarta partita davanti al proprio pubblico, superando la Virtus Broetto Padova 91-84, al termine di un match in cui ha mostrato il suo vero volto. Alte percentuali in attacco, difesa attenta e gioco di squadra, sono state le armi decisive e ora l’obiettivo è sbloccarsi in trasferta, mostrando lo stesso atteggiamento casalingo.
Che la Rekico fosse motivata lo si vede sin dalla prima azione, perché lotta su ogni pallone senza mai risparmiarsi. Il grande mattatore è Venucci con 15 punti nel primo quarto, terminale offensivo di un gruppo che gira alla grande, come dimostra il 30-20 di fine primo periodo. Forse appagata da questo grande inizio, la Rekico ha un piccolo calo di intensità e Padova ne approfitta passando a condurre 33-32. I Raggisolaris però non si scompongono e rispondono con un break di 14-0 trascinati da un grande Perin, autore di 9 punti, e ritornano a condurre in doppia cifra sul 46-35: a chiudere l’allungo è un gioco da tre punti di Iattoni che firma il 55-44 dell’intervallo. L’inerzia continua poi ad essere nelle mani manfrede, bravi a volare fino al 65-49 poi entra in scena il “Canelo show” e Padova ritorna sotto. I punti della guardia riportano gli ospiti fino al 76-82, ma ci pensa Brighi con una super tripla a far esplodere il PalaCattani. Perin lo imita dall’angolo e così la Rekico si porta sull’87-78. La Broetto non crolla e si affida a Lazzaro ritornando sull’82-87 a 1’10’’ dalla fine, non facendo però i conti con il solito Perin che segna il piazzato dell’89-81. A mettere il punto esclamativo è Pagani che firma il 91-81 a 20’’ dalla fine. La Rekico cala così il poker casalingo in un festante PalaCattani.
PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 19 novembre alle 18 in casa della Pallacanestro Vicenza, partita che sarà trasmessa in esclusiva sugli schermi della Birreria.
Per maggiori informazioni
Luca Del Favero
Capo ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza
canecaccia.com

12/11/2017 23:52

Edilcasa Civatese - ASD Basket Nibionno 64 - 57 Parziali 21-13, 39-27, 52-49

Edilcasa Civatese - ASD Basket Nibionno     64 - 57     Parziali  21-13, 39-27, 52-49

Edilcasa Civatese :  Negri L. 18, Galli 15, Castagna 11, Corti 9, Capovilla 6, Panzeri 2, Bosso 2, Consonni 1 , Negri A. 0, Castenuovo 0, Rusconi, Castelletti. All. Brusadelli M/Brusadelli A. 
ASD Basket Nibionno :   Cappellini S. 5, Cappellini C. 3, Tremolada, Corbetta 22, Corti 6, Frigerio 2, Sola16, Raffaldi,, Gnecchi 2, Brambilla 5, Tramarin, Panzeri. All. Fiorentino

L’Edilcasa CIvatese era attesa ad una difficile prova contro la sorpresa del campionato, la matricola Nibionno che si presentava al Palacivitz con ben 4 vittorie su 7 incontri disputati. Era necessario prolungare la striscia di vittorie per mantenere il passo di Sondrio e Mandello in testa alla classifica. E i civatesi ci riescono, inanellando il sesto foglio rosa consecutivo davanti al solito, calorosissimo pubblico.
Buono l’inizio dei padroni di casa con Negri L. (18 pt per lui alla fine) precisissimo al tiro da 3 punti e Corti in spolvero sotto canestro. Il primo quarto si chiude sul 21-13, ma nella seconda frazione Nibionno non molla e resta lì con la testa tenendo apertissimo il match. L’Edilcasa si mantiene avanti di 12 punti all’intervallo (39-27).
Nel terzo quarto Nibionno trascinato da Corbetta mette in difficoltà i grigiorossi che riescono comunque a tenere la testa avanti (52-49)
Nell’ultima frazione Nibionno da la sensazione di poter sferrare il sorpasso da un momento all’altro ma non ci riuscirà. I grigiorossi infatti non perdono la testa, si prendono canestri importanti con Galli e Negri L. e sfruttano nel finale Castagna, precisissimo dalla lunetta.

Coach Brusadelli commenta così: “Abbiamo fatto molta fatica nel terzo periodo e all’inizio del quarto. Nibionno si è dimostrata squadra di livello e anche per questo la vittoria assume risvolti importanti. Complimenti ai miei ragazzi ma non abbiamo ancora fatto nulla”.
canecaccia.com

12/11/2017 23:59

OLEGGIO MAGIC BASKET 8^ GIORNATA DI CAMPIONATO PROVA DI MATURITA’: GLI SQUALI BATTONO LA ROBUR!

OLEGGIO MAGIC BASKET 8^ GIORNATA DI CAMPIONATO PROVA DI MATURITA’: GLI SQUALI BATTONO LA ROBUR!

Una maturità vista soprattutto negli istanti finali quando era fondamentale gestire al meglio gli ultimi possessi. Nell’ottava giornata di campionato l’Oleggio Magic Basket batte la Robur et Fides Varese 64-57 e conquista altri due punti importanti per la classifica. Una nuova prestazione corale importantissima guidata da capitan Gallazzi autore di 27 punti, 24 a suondi triple.
Mamy in campo con Shaq Hidalgo, Calzavara, Gallazzi, Spatti e Colombo, Robur con Bloise, Croci, Maruca, Rosignoli e Bianconi. Dopo un avvio a suon di triple con Gallazzi a rispondere aBianconi (3-6), la situazione si sblocca dopo qualche minuto ed errori da entrambe le parti.
E’ Shaq a rompere il silenzio in penetrazione e a dare il via al primo break: proprio lui con Spatti e Gallazzi firmano un 11-0 che vale il 14-6. La Robur torna a segno con Trentini (14-8), il capitano bene in lunetta e poi Colombo da sotto per la doppia cifra di vantaggio (18-8). E’ Trentini con un tiro sulla sirena dalla metà campo ad accorciare (18-11). Gli avversari si ricaricano con Moretti che in tre azioni mette la freccia (18-19), ma è ancora il capitano che ha deciso di sparare solo da tre a ridare ossigeno (21-19). Ancora una fase di confusione per gli Squali e Bianconi e Moretti ad approfittarne per scappare avanti (21-26). Coach Passera richiama i suoi, al rientro Spatti dalla sua posizione, Bloise ricambia, Gallazzi piazza la tripla, Penny arresto e tiro pareggia (28-28) e ancora il capitano, “inutile” dire da dove, riallunga (31-28). Bianconi tiene a galla i suoi, chiude in contropiede Colombo servito da Shaq (33-30).
Dopo la pausa lunga continua il più assoluto equilibrio in campo con gli Squali che non riescono mai a dare lo strappo per scappare e Varese sempre attaccata. Spatti si stacca un po’ (35-30), Bianconi e Croci ritornano al -1 (35-34), Bloise e Gallazzi si scambiano due triple (40-37), Bianconi accorcia, ma con un capitano così caldo anche le “mani in faccia” non sono un problema (43-39). Per il terzo finale ci pensano Assui e Bloise a pareggiare, ma Shaq dopo qualche errore nei giri prima, in lunetta è un chirurgo (45-43). I primi minuti dell’ultimo periodo hanno la firma di Shaq da lunetta e in penetrazione e di Lo Biondo che prima segna i due punti per il 47-44 e poi una tripla pesantissima che vale il 53-46 e il time out di coach Vescovi. Tra le fila di Varese Bloise prova a stare lì, ma puntualmente Penny risponde dall’altra parte (57-50). Maruca accorcia (57-74), Gallazzi sfodera l’ottava e ultima tripla di serata, ma Bloise ne approfitta subito (60-57). Varese fa un giro in lunetta ma va a vuoto, Penny fa a metà, Gallazzi uguale, ma sul secondo è Spatti a conquistarsi rimbalzo e possesso e sulla sirena Penny ci mette la ciliegina con due liberi: 64-57.
Oleggio Magic Basket – Robur et Fides Varese: 64-57 (18-11; 33-30; 45-43)
Oleggio: Hidalgo S. 9, Hidalgo P. 20, Marotto, Barcarolo ne, De Vita, Calzavara, Spatti 6, Colombo 6, Gallazzi 27, Corti ne, Lo Biondo 5. All. Passera.
Varese: Croci 2, Santambrogio 3, Bloise 14, Mottini ne, Maruca 5, Rosignoli, Trentini 5, Caruso, Moretti 12, Somaschini ne, Bianconi 14, Assui 2. All. Vescovi.
Elena Mittino
Responsabile Ufficio Stampa
Mamy OMB
canecaccia.com

12/11/2017 00:03

ARGOMM ISEO 76-63 MAZZOLENI PIZZIGHETTONE (14-07; 17-18; 26-20; 19-18)

ARGOMM ISEO 76-63 MAZZOLENI PIZZIGHETTONE (14-07; 17-18; 26-20; 19-18)

Basket Iseo: Ghitti, Leone 16, Permon ne, Baroni 15, Furlanis 5, Franzoni 13, Tedoldi 6, Arici, Azzola 19, Pelizzari, Veronesi 2, Alibrandi. All.: M.S. Mazzoli.

Basket Team 1995 Pizzighettone: Foti 16, Roberti 8, Pedrini 18, Bertuzzi 1, Severgnini 2, Manini 7, Cipelletti 2, Presentazi 7, Gerli 2, Baldrighi, Bolzoni. All.: G. Sabbia

Arbitri: M. Cassago di Bovezzo (BS) e F. Di Pilato di Paderno Dugnano (MI).

Note – Parziali: 14-07; 31-15; 57-45 e 76-63. Tiri da due: Basket Iseo 20/34 – Basket Team 1995 Pizzighettone 14/41. Tiri da tre: Basket Iseo 07/32 – Basket Team 1995 Pizzighettone 07/26. Tiri liberi: Basket Iseo 15/22 – Basket Team 1995 Pizzighettone 14/20. Rimbalzi: Basket Iseo 45 – Basket Team 1995 Pizzighettone 43. Assist: Basket Iseo 15 – Basket Team 1995 Pizzighettone 11. Palle perse/recuperate: Basket Iseo 15/10 – Basket Team 1995 Pizzighettone 17/08. Stoppate fatte: Basket Iseo 02 – Basket Team 1995 Pizzighettone 01. Falli commessi: Basket Iseo 21 – Basket Team 1995 Pizzighettone 23. Nessun giocatore uscito per falli Fallo tecnico alla panchina del Basket Team 1995 Pizzighettone al 19’54” (29-25), alla panchina del Basket Team 1995 Pizzighettone al 29’21” (57-45), a Baroni (BI) ed a Manini (BP) al 38’12” (74-60). Spettatori presenti 400 circa.

Terzo successo consecutivo per il Basket Iseo che al PalAntonietti batte (76-63) il Basket Team 1995 Pizzighettone. I gialloblu conducono dall’inizio alla fine contro una Mazzoleni che prima della sfida di stasera condivideva con i sebini il secondo posto in classifica, nei primi due quarti l’attacco (soprattutto dalla lunga distanza) fatica poi appena la mira viene raddrizzata ecco il break decisivo per il successo finale. Alla palla a due l’Argomm (con Permon in panca per onor di firma) si presenta con Leone, Furlanis, Azzola, Franzoni e Baroni mentre coach Sabbia (senza Casali, tra i migliori realizzatori del girone) replica con Foti, Manini, Presentazi, Gerli e Pedrini. L’avvio è tutto di Franzoni che in ogni modo (dalla media, tripla e 1/2  dalla lunetta) firma i primi sei punti dell’incontro, con Baroni arriva l’8-0 mentre i primi punti rivieraschi sono di Pedrini. Poi per quasi quattro minuti non si segna, ci pensa l’atteso ex Foti a riaccendere la sfida ma con Furlanis e Baroni i gialloblu tornano ad allungare (12-05 a poco più di due minuti dalla fine del periodo). Nel tempo rimanente ci sono solo due canestri, uno per parte prima è Roberti poi Baroni che infila il 2/2 per il 14-07 del minuto dieci. Nel secondo quarto è buona la partenza degli ospiti: Roberti, Gerli e Pedrini riportano sotto i biancoblu targati Mazzoleni (17-14 del 14’23”). Azzola (canestro dopo due rimbalzi offensivi) e Veronesi sembrano poter rilanciare l’Argomm ma con tre triple in serie il Basket Team 1995 Pizzighettone (Presentazi, Manini e Pedrini –da applausi la sua conclusione-) impatta perché dall’altra parte c’è il solo canestro di Franzoni (23-23 a due minuti esatti dal lungo riposo). A Leone replica Cipelletti con Pedrini che commette il terzo fallo (piuttosto dubbio) e crea una falla nel sistema difensivo di coach Sabbia, il Basket Iseo non si fa pregare e con Azzola, Baroni e Leone (che sfrutta il tecnico alla panchina dei grifoni) si materializza il 6-0 gialloblu che manda le due squadre negli spogliatoi con l’Argomm a condurre 31-25.

Alla ripresa il Basket Iseo ha lo stesso quintetto della palla a due, i sebini trovano quasi subito il vantaggio in doppia cifra (38-27 del 22’20”) grazie ai canestri di Baroni, Furlanis ed Azzola. Severgnini e Manini provano a reagire ma con Baroni i gialloblu sembrano in controllo quando la sfuriata di Foti (sette punti consecutivi) rimette tutto in discussione (42-38 del 24’20”). Tocca a Leone ed Azzola interrompere il buon momento dei cremonesi, i gialloblu provano ad allungare ulteriormente con Baroni e Leone ma Presentazi e Roberti tengono la Mazzoleni a contatto (50-44 del 27’50”). Il tentativo successivo è quello buono, Tedoldi e Leone infilano il 7-0 che dà il via all’allungo che risulterà decisivo (57-44 ad un minuto circa dalla fine del quarto). Bertuzzi torna a segnare per i suoi con l’1/2, nei secondi rimanenti arriva il secondo tecnico alla panchina cremonese ma i gialloblu non ne approfittano e così si arriva al minuto trenta con il Basket Iseo a condurre per 57-45. Ultimi dieci minuti si aprono con il 2+1 di un indomito Pedrini, ma con Franzoni, Azzola e Leone si arriva al 64-48 del 32’33” che costringe al time out coach Sabbia. Il Basket Iseo ha oramai la partita in mano, tra i rivieraschi solamente Pedrini e Foti provano a resistere ma possono fare ben poco perché Azzola infila cinque punti per il 69-52 del minuto trentasei. Tedoldi ed Azzola replicano ai soliti Pedrini e Foti, arriva anche il doppio tecnico fischiato a Baroni e Manini con i due coach che danno spazio agli under presenti in panchina. La partita si avvicina stancamente alla conclusione con Pedrini che infila il 2/2 anticipando di poco la sirena che sancisce la vittoria dell’Argomm per 76 a 63. Il successo prolunga il buon momento del Basket Iseo che raggiunge così in vetta la JuVi Cremona Basket, settimana prossima (sabato ore 21:00) è in programma l’undicesima giornata con la trasferta sul parquet della Pallacanestro Lissone.
canecaccia.com

12/11/2017 00:01

7. GIORNATA SERIE A2 OLD WILD WEST BERGAMO-ROSETO SHARKS 82-64

7. GIORNATA SERIE A2 OLD WILD WEST BERGAMO-ROSETO SHARKS 82-64

Bergamo conquista con merito la prima vittoria casalinga della sua stagione, battendo 82-64 i Roseto Sharks. Una partita che i gialloneri hanno giocato con intelligenza ed acume; un secondo quarto ottimo in difesa che ha portato ferri e compagni anche a toccare il +12, poi - dopo il rientro di Roseto - la sfuriata finale a suon di triple (cinque consecutive) per spaccare definitivamente la partita e dare la prima gioia ai propri tifosi. Sugli scudi la coppia Solano-Fattori, 44 punti in due, una lucidità di esecuzione esemplare nel finale . Per Bergamo ora all’orizzonte c’è l’affascinante trasferta del PalaDozza in casa della Fortitudo Bologna di domenica 19 novembre 2017, da affrontare sulla scia dell’entusiasmo creato dal successo odierno.
Lupusor e Fattori inaugurano il match con una tripla a testa, e nelle prime battute regna l’equilibrio (5-6 al 4’). La partita prosegue su buoni ritmi nonostante qualche errore di troppo, Solano colpisce sempre dall’arco ma Roseto resta lì con i liberi di Combs (12-11 al 7’). Con i primi cambi si rivede Zohore dopo un mese e mezzo di assenza e pure Ogide, che gioca con una vistosa fasciatura al dito operato 15 giorni fa; il lungo rosetano si rende subito suo malgrado protagonista con un fallo antisportivo proprio su Zohore, da cui Bergamo non lucra nulla, e Roseto chiude avanti la prima frazione 14-18 con la tripla sulla sirena di Combs.
Bergamo ricuce subito con Sergio, Contento e Combs obbligano Ciocca al time-out (17-22 al 13’). Bergamo è troppo imprecisa e per il momento paga le tante palle perse (8), ma Sanna e Ferri rispondono presente e i gialloneri nel giro di 30 secondi impattano a quota 22; Solano in contropiede sorpassa, Fattori e Sergio mantengono il vantaggio (28-24 al 15’), Ferri e Solano aumentano il divario con due super giocate e Bergamo si prende 7 punti di margine (35-28 al 18’), che diventano 10 dopo la bomba di Cazzolato. Bergamo si prende l’inerzia del match e chiude avanti la prima frazione con il punteggio di 38-31.
Bergamo resta avanti grazie a Sergio e Ferri, che con due triple consecutive scavano il solco (46-34 al 23’), obbligando gli abruzzesi al time-out; Roseto rinviene con uno 0-6, chiuso da una schiacciata clamorosa di Solano (48-40 al 26’), Casagrande e Zampini accorciano ulteriormente il gap, rimettendo in carreggiata Roseto. Bergamo si aggrappa a Solano, protagonista in questo frangente, e resta avanti al 30’ 53-51.
Roseto sorpassa in avvio di ultima frazione con Di Bonaventura e Infante, ma qui comincia un’altra partita: Solano mette il vestito da superman e spara tre triple consecutive che danno 7 punti vantaggio a Bergamo (64-57 al 34’) per
il delirio del PalaNorda, Fattori ne mette due a sua volta (70-59 al 36’) e Bergamo scappa decisamente. Casagrande prova a rimandare il verdetto ma Fattori non è dello stesso avviso (73-62 al 38’), e i gialloneri chiudono alla grande con il solito Solano, che sigilla la prima affermazione al PalaNorda.
Bergamo-Roseto Sharks 82-64 (14-18, 38-31, 53-51)
Bergamo: Ferri 15 (2/2, 3/8), Solano 22 (4/8, 4/8), Cazzolato 3 (1/3 da tre), Fattori 22 (6/7, 3/4), Bozzetto 2 (0/2); Zohore 2 (1/3), Mascherpa 2 (1/2, 0/1), Sanna 3 (1/2 da tre), Sergio 13 (2/4, 3/6), Bedini, Piccoli, Ricci. All.Ciocca
Roseto Sharks: Zampini 5 (1/2, 1/3), Combs 12 (3/10, 1/6), Casagrande 16 (3/5, 3/4), Lupusor 5 (0/4, 1/4), Infante 13 (6/12); Contento 4 (0/2, 0/5), Ogide 1 (0/2), Di Bonaventura 8 (4/4, 0/2), D’Eustachio n.e., Lusvarghi
n.e.. All. Di Paolantonio
Tiri liberi: Bergamo 5/9, Roseto Sharks 12/21
Rimbalzi: Bergamo 40 (Ferri 9), Roseto Sharks 27 (Infante 8)
Assist: Bergamo 13 (Ferri 4), Roseto Sharks 7 (Combs 3)

Usciti per cinque falli: Lupusor (Roseto Sharks)
Spettatori: 1300
CONTATTI:
VITTORIO MILESI - UFFICIOSTAMPA@BB14.IT
canecaccia.com

12/11/2017 08:20

Ospitaletto Basket ASD - A. Dil. Basket Casalmaggiore 71 - 79 Parziali 23-18, 40-41, 46-63

Ospitaletto Basket ASD - A. Dil. Basket Casalmaggiore     71 - 79     Parziali  23-18, 40-41, 46-63

Ospitaletto Basket ASD :   Cittadini 15, Patti F. 6, Patti M. 12, Imarhiagbe n.e., Bignotti 4, Zekaj 10, Biondi n.e., Treccani n.e., Nember 5, Loda 4, Libretti, Candela 15. All. Tanfoglio
A. Dil. Basket Casalmaggiore :  Lombardi 10, Cavaliere, Antozzi 9, Grazi 15, Parizzi F. 5, Silocchi 4, Pirolo 5, Zani, Marchini 18, Parizzi R. 13, Donzelli. All. Vencato - Setti  

Espulso Vencato per doppio tecnico, tecnico alla panchina di Ospitaletto; usciti per 5 falli Grazzi e Pirolo

L'E'Più torna dalle due trasferte in Franciacorta con altrettante vittorie: quella di ieri sera vale sicuramente doppio perchè avvenuta contro una squadra d'alta classifica e dopo una partita al cardiopalma.
Fin dall'inizio si capisce che sarà dura soprattutto sotto canestro: Ospitaletto difende molto forte con parecchi attacchi di Casalmaggiore che s'infrangono sui lunghi bresciani; mentre sull'altro fronte quando i biancoblu provano a stringere le maglie spesso si vedono fischiare contro con conseguenti e frequenti viaggi dalla lunetta (26/37 Ospitaletto e 16/23 Casalmaggiore le % ai liberi). A farne le spese è Pirolo che dopo 6 minuti è già caricato di 3 falli. Casalmaggiore però non si disunisce e nonostante subisca 10 punti filati di Candela rimane in scia grazie a Parizzi e ad un ritrovato Marchini (a fine gara risulterà i miglior marcatore con 18 pt); due liberi di Patti allo scadere del primo quarto danno il +5 ai locali, 23-18. Marchini riporta i suoi al -1, 23-22, e da questo punto fino al 14 minuto si gioca punto a punto; sul 30 pari però Ospitaletto piazza un break di 9 a 0 dando l'impressione di entrare in controllo di partita. Antozzi ed una tripla di Parizzi F danno la scossa che permette ai Thunder di rientrare e addirittura di sorpassare con Pirolo prima e Lombardi dopo. 40-41 all'intervallo. Alla ripresa l'E'Più accelera con un incontenibile Grazzi che attacca il ferro trovando il canestro nonostante le opposizioni dei locali. In difesa poi Casalmaggiore si arrocca concedendo solo tiri sporchi che non arrivano a referto. Parizzi F e Lombardi trovano i punti del +10, 40-50. Ospitaletto fatica e smuove lo score solo dalla lunetta mentre sull'altro fronte Grazzi trova canestro e fallo. Ospitaletto è alle corde: ancora una volta Grazzi penetra trovando il canestro ma un presunto gomito troppo largo nella fase di salto al canestro spinge gli arbitri a fischiare e ad annullare. Sull'altro fronte Loda trova i 2 punti del -9, 44-53. Casalmaggiore però corre e ancora una volta Grazzi brucia la retina: sulla rimessa Patti riceve palla ma pasticcia e Lombardi gli ruba palla col giocatore bresciano che gli frana addosso e conseguente fallo. Inaspettatamente da parte di tutti, avversari compresi, il fischio però è contro lo stesso Lombardi. Le proteste di Vencato  e di tutti i biancoblu sono veementi e questo porta al fallo tecnico; le proteste però continuano seppur in maniera non offensiva e questo porta al secondo tecnico e conseguente espulsione del coach di Casalmaggiore. Ospitaletto ha la possibilità di limare il distacco con i 5 liberi a disposizione e di dare una svolta alla gara con gli ospiti senza guida in panchina: ma ne realizza solo 2. E' il minuto 26. Invece che demoralizzarsi i Thunder continuano con lo stesso piglio e piazzano un'ulteriore allungo con Parizzi R e Silocchi, e con una difesa attenta di Antozzi sui tiratori tocca il +17 di fine terzo quarto; 46-63. Il vantaggio sembrerebbe rassicurante ma Ospitaletto spinta dal pubblico trova la forza di recuperare. Casalmaggiore non riesce più ad avvicinarsi al ferro ed è Marchini con 2 triple consecutive  a dare respiro ai suoi mantenendo il vantaggio in doppia cifra. 59-69 al 35° minuto. I bresciani però non mollano e ricuciono: sul meno 4 e palla in mano la difesa biancoblu tiene e sul ribaltamento Marchini trova il fallo per l'1/2 dalla lunetta. I Thunder difendono forte e trovano l'infrazione di Ospitaletto: sulla rimessa la palla arriva a Pirolo che non trovando spazio per entrare nel pitturato prova il tiro dalla lunga trovando 3 punti di vitale importanza. Il + 8, 65-73, con 3 minuti dalla sirena non bastano per rendere l'E'Più al sicuro; ma i biancoblu mantengono la calma e gestiscono bene le azioni a disposizione con Parizzi R e Lombardi. Alla sirena finale, col tabellone che segna il 71 a 79, l'entusiasmo dei Thunder è più che giustificato.
canecaccia.com

11/11/2017 00:06

Novacaritas Onlus Appiano – Basket Brusuglio 68–52

Novacaritas Onlus Appiano – Basket Brusuglio  68–52

Appiano: Cairoli, Chittaro 5, Gorni 4, Rossi 10, Ferloni 8, Bettini, Bottinelli 21, Rovelli 3, Felizietti 4, Rimoldi 4, Belloni, Cattaneo 9. All. Delfinetti 
Brusuglio: Fioritto, Tornari 16, Delgrosso 7, Sormani, Como, Rossi 4, Basilico 3, Maina 6, Noro 1, Vigni 4, Galli 11. All. Bassanini 

Parziali:  17-11, 33-19, 53-36

Appiano Gentile – Pronto riscatto della Novacaritas che, dopo la pesante sconfitta di Cusano Milanino , batte nettamente l’imbattuta capolista Brusuglio tra le mura amiche del Palamulo.
Parte forte Appiano, subito 9 a 0 in avvio, con gli ospiti che non riescono più a ricucire il divario che aumenta con il passare dei minuti, +6 alla fine del primo quarto e +14 a metà gara.
Nel terzo periodo il vantaggio raggiunge anche il +20.
L’ultimo quartoo vede la Nocacaritas controllare agevolmente la gara con gli ospiti sempre più nervosi che alla fine subiranno ben 5 falli tecnici.
Vittorìa più che meritata quella appianese che dimostra che la brutta prova della settimana scorsa è stata dimenticata dai ragazzi di coach Delfinetti.
Tra gli appianesi ottima prova di Bottinelli, MVP della gara, ben coadiuvato da Ferloni e Cattaneo, alla sua ultima partita in maglia bianco verde, perchè deve lasciare per motivi di lavoro; per lui una meritata standing ovation all’uscita dal campo.
Per Brusuglio il migliore è Tornari.
canecaccia.com

11/11/2017 00:08

OLEGGIO MAGIC BASKET PRE PARTITA 8^ GIORNATA CONTRO VARESE IL CAPITANO: “ENERGIA DALLA DIFESA”

OLEGGIO MAGIC BASKET PRE PARTITA 8^ GIORNATA CONTRO VARESE IL CAPITANO: “ENERGIA DALLA DIFESA”

Altro incontro di quvittoria contro la Gessi e che finora ha fatto del palazzetto di casa la propria fortezza, senza mai espugnare quelli altrui. Le due squadre si sono già affrontate in pre campionato, ora che la partita conta davvero è tempo di replicare.
Parola al capitano, Edoardo Gallazzi: «
E’ una partita a cui teniamo tanto perché abbiamo già perso troppi punti in casa, vogliamo assolutamente vincere anche per dimostrare di essere cresciuti dal punto di vista mentale dopo la vittoria di Montecatini. Dobbiamo partire daelli che “si sentono” e creano quella giusta atmosfera di voglia di fare bene. Questa sera, sabato 11 alle 21, per l’8^ giornata di campionato al PalaEolo è tempo di sfida contro la Robur et Fides Varese, formazione reduce dalla domenica per ripeterci e non fare come dopo Borgosesia quando abbiamo peccato un po’ di
presunzione e abbiamo avuto un atteggiamento sbagliato contro Milano e poi Sangiorgese
».
Contro Varese una partita che si sente: «
E’ una squadra che io rispetto tanto con giocatori in quintetto dotati di molto talento e che sono bravi a fare canestro da ogni posizione.
Dobbiamo come sempre lavorare partendo dalla difesa perché quando siamo concentrati abbiamo visto che possiamo mettere i bastoni fra le ruote a chiunque e da questo traiamo tantissima energia che ci serve poi dall’altra parte del campo. Dobbiamo rispettare il piano partita e togliere tutte quelle soluzioni che a loro piacciono
».
Elena Mittino
Responsabile Ufficio Stampa
Mamy OMB
canecaccia.com

11/11/2017 14:11

LA REKICO OSPITA PADOVA E SI AFFIDA AL PALACATTANI

LA REKICO OSPITA PADOVA E SI AFFIDA AL PALACATTANI

A caccia del poker casalingo. La Rekico ritorna a giocare nell’amato e imbattuto PalaCattani per allungare la striscia positiva casalinga su un campo dove sono arrivate soltanto grandi vittorie. La truppa di coach Regazzi sarà di scena domenica 12 novembre alle 18 contro la Virtus Padova, formazione con un rendimento altalenante in trasferta proprio come i faentini. Un match che si preannuncia molto duro vista anche l’esperienza del roster veneto e dunque ancora una volta sarà fondamentale la spinta dei tifosi, decisiva nelle prime tre gare interne.

L’AVVERSARIO – La Virtus Padova è alla ricerca del riscatto in questa stagione, dopo aver visto sfumare lo scorso aprile i play off nelle ultime giornate. Per il nuovo corso, la dirigenza ha deciso di confermare molti giocatori, ma di cambiare la guida tecnica affidandosi a Daniele Rubini, ritornato in serie B dopo quattro anni nel settore giovanile dove ha conseguito ottimi risultati. Il roster veneto è composto da sei senior d’esperienza, di cui cinque in maglia biancoverde anche nello scorso campionato, e da giovani di valore tra cui spicca la guardia Federico Miaschi, uno dei migliori 2000 del panorama italiano. Il giocatore, in doppio tesseramento con la Reyer Venezia proprietaria del cartellino con cui gioca il campionato Under 20, si è già messo in luce con 8.4 punti di media, prendendosi anche molte responsabilità, come la tripla del sorpasso segnata nella partita persa a Lugo. Gli altri under, tutti prodotti del vivaio, sono il playmaker Leonardo Clark (classe 1998), le guardie Federico Buia (’99) e Alessandro Tognon (’99), l’ala Enrico Visentin (’99) e l’esterno Stefano Calzavara (’97) nella scorsa stagione in prestito ad Arzignano in C Gold. Passando ai senior, il miglior realizzatore è anche in questa stagione l’ala/pivot Marco Lazzaro con 13.4 punti media, dominatore a rimbalzo insieme al capitano Claudio Nobile. Altro giocatore dalla mano calda è la guardia Juan Carlos Canelo con 12.9 punti, un vero cecchino dalla lunga distanza, come l’ala Enrico Crosato (11 punti). Di grande sostanza è anche il compagno di reparto Federico Schiavon. L’unico volto nuovo è il playmaker Andrea Piazza, secondo realizzatore dei veneti con 13 punti a partita, sceso dalla serie A2. Fino a febbraio ha giocato a Chieti, dove aveva come compagno di squadra Mattia Venucci, poi è passato a Roseto. Nelle prime sette giornate, la Virtus ha vinto quattro partite, in casa con i Tigers Forlì, Reggio Emilia, Vicenza e a Palermo, e ne ha perse tre a Lugo, a Crema e a Rimini.

IL PREPARTITA – “In queste prime giornate ci è mancata la convinzione nei nostri mezzi in trasferta– spiega la guardia Marco Perin – e per questo motivo non abbiamo mai avuto continuità di rendimento. In casa invece non ci sono stati problemi, perché abbiamo un grandissimo tifo che ci spinge anche nei momenti difficili e ci fa reagire. Credo sia soltanto una questione mentale e non di certo fisica se commettiamo errori banali e se siamo disuniti in alcuni momenti delle partite. Ora però è arrivato il momento di reagire, mostrando tutte le nostre qualità. Ognuno di noi deve mettersi al servizio della squadra ed essere il punto di riferimento dei compagni: il nostro gruppo è molto unito fuori dal campo e dobbiamo esserlo sempre anche in partita. Domenica contro Padova sarà un bel banco di prova, perché vorrà riscattare l’ultima sconfitta a Lugo e ci metterà in difficoltà con i suoi tanti giocatori esperti. I lunghi dovranno essere bravi in difesa a limitare sotto canestro Nobile e Lazzaro, e noi esterni ad evitare che Piazza e Canelo prendano fiducia e inizino a segnare con continuità. Dovremo dunque giocare uniti e concentrati per quaranta minuti”. 
PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 19 novembre alle 18 in casa della Pallacanestro Vicenza.
Per maggiori informazioni
Luca Del Favero
Capo ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza
canecaccia.com

11/11/2017 14:06

Sesa Sustinente, vittoria interna contro Persico Seriana Basket

Sesa Sustinente, vittoria interna contro Persico Seriana Basket

Le buone impressioni scaturite dalla sfortunata trasferta di Prevalle si tramutano in sostanza nella vittoria casalinga contro un "coriaceo" Seriana, piegato con il punteggio di 69-65.
Al "pala Susty", i tifosi dei "falchi" e gli appassionati di basket, assistono ad una partita di grandissima sofferenza che i padroni di casa portano a casa soprattutto grazie ad un'ottima difesa, specialmente nell'ultimo quarto. Una gara nella quale si è sentita palesemente la mancanza di Francesco Doddi, specialmente in una serata in cui le uniche bocche da fuoco affidabili si sono rivelate Tomic e Buzzi, almeno fino all'ultimo quarto dove tutti hanno dato il loro contributo.
Coach Dalla Chiesa, limitato nelle scelte dalla febbre di capitan Steccanella, propende per un quintetto iniziale composto da Mantovani in cabina di regia, Buzzi e Zanini in guardia e Ronzani con Tomic a completare lo "starting five".
Ad incidere sul risultato finale contribuisce anche l'ottima partenza che permette, al termine del primo quarto, a Sustinente di chiudere avanti sul punteggio di 26-17, grazie ad un travolgente parziale di 9-0. Nel secondo quarto la qualità della gara cala drasticamente ed anche il punteggio ne risente. Con il magro parziale di 9-11 si chiude un secondo quarto nel quale i bergamaschi provano, senza riuscirci ad accorciare significativamente le distanze. Per il Sesa la chiara sensazione di occasione persa con molti palloni regalati agli avversari ed una poca capacità di concretizzare il bonus ospite dopo appena 4'. Il secondo tempo non migliora le percentuali dei padroni di casa che vengono ripresi sul -1 dopo 4' 40', con le due compagini che proseguono a braccetto sino al vantaggio ospite sul 46-47 a 1'53'' dalla terza sirena. Una reazione esaltante permette ai "falchi" di chiudere sul 51-47 nonostante la poca precisione dalla lunetta a cronometro fermo. Nell'ultimo quarto la gara diventa elettrizzante: Sustinente prova l'allungo ma viene prontamente ripresa dagli ospiti sul 59-57 prima e sul 61-60 a 4 minuti dalla sirena conclusiva. I padroni di casa allungano sul 69-63 mettendo due possessi pieni di differenza a 14'' dalla fine grazie al 1/2 dalla lunetta di Mantovani. A nulla serve l'ennesimo sforzo, con annesso time out ospite: il Sesa chiude alla sirena conclusiva sul 69-65 cogliendo la quarta vittoria stagionale.
Una gara faticosa meritatamente convertita in vittoria per un Sustinente che ora proverà a dare continuità nella complessa trasferta di sabato prossimo in casa del Lumezzane.
TABELLINO
Sesa: Buzzi 21, Tomic 21, Ghidoli, Zanini 3, Ronzani 5, Steccanella 2, Ferrari F. Ne, Ferrari I, ne, Mantovani 15, Nizzola 2, Albertini, Marchiori ne. All. Della Chiesa
Seriana: Capelli 5, Orlandi 11, Bassi 5, Silva 22, Zappa 6, Comerio ne, Rivetta 2, Colombo, Piantoni, Zanotti, Giacchetta 14. All. Baroggi

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

11/11/2017 13:30

Sesa Sustinente - Persico Seriana, prepartita, dichiarazioni di Buzzi e coach Baroggi

Sesa Sustinente - Persico Seriana, prepartita, dichiarazioni di Buzzi e coach Baroggi

E' andato in scena ieri sera su Radio 5.9 il pre partita della sfida fra Sustinente e Seriana in programma questa sera:
Piercarlo Buzzi (guardia Sesa): "Affrontiamo Seriana nel momento peggiore poichè, dopo un avvio complesso, ora i bergamaschi sono una squadra in grande crescita. A mio parere i bergamaschi sono una compagine con tantissimi punti nelle mani e, anche per questo, dovremo esser bravi a non calare mai l'intensità della gara se vorremmo provare a portare a casa i due punti e provare a riaprire una necessaria striscia di risultati positivi. Noi veniamo da una sconfitta, quella in casa del Prevalle, che per certi versi ci ha addirittura dato degli spunti positivi. Pesa e non poso l'assenza di Doddi ma ci faremo trovare pronti stasera e daremo battaglia ad una delle grandi protagoniste dello scorso torneo".
Filippo Baroggi (Coach Seriana): "Siamo una squadra diversa dalla passata stagione, ma non per questo meno ambiziosi. Siamo partiti male, lo sappiamo, come siamo consapevoli che in questa stagione l'obbiettivo sia cambiato e sarà quello di entrare ai play off, anche dovesse essere all'ultima giornata. Siamo una squadra conosciuta per il fluido ed efficace gioco offensivo. Abbiamo una maniera di giocare che è mutata rispetto alle prime due giornate, anche per via della pesante assenza di Comerio, trovando grande apporto nei lunghi e sfruttando molto meglio le situazioni senza palla. Affrontiamo un Sesa indiscutibilmente costruito per lottare al vertice. Stanno trovando poca continuità, penso per via dei tanti cambiamenti ancora da assimilare, ma restano una compagine temibilissima che affronteremo con grande rispetto consapevoli delle molteplici soluzioni che il roster mantovano possiede. Mi aspetto una gara equilibrata, giocata punto a punto e chi riuscirà a limitare gli errori, porterà a casa l'intera posta in palio".
 
Ufficio Stampa
Wildcom Italia per SResa Basket Sustinente
canecaccia.com

10/11/2017 12:29

BK Cusano Milanino - US Dil. Indipendente 67 - 44 Parziali 14-14, 34-27, 49-33

BK Cusano Milanino :  Casanova 4, Frigerio 4, Cazzaniga, Benedini ne, Bienati 11, Scartezzini 14, De Castro Lu. 15, Morosini 1, Sita 11, Garofalo ne, Santoruvo 2, De Castro Le.5. All. Meszeli  
US Dil. Indipendente :  Chittaro, Gorni, Rossi 2, Ferloni 11, Bettini, Bottinelli 17, Rovelli 3, Felizietti 5, Rimoldi 4, Belloni 2, Cattaneo. All. Delfinetti   

Villa Guardia – Pesante battuta d’arresto per la Novacaritas che interrompe la striscia di 5 vittorie consecutive cadendo sul difficile campo di Cusano Milanino.
La squadra appianese rimane in gara nei primi due quarti che filano via sull’onda dell’equilibrio anche se con i padroni di casa a comandare nel punteggio.
Nel terzo periodo c’è l’allungo di Cusano, gli ospiti non riescono a ricucire, anzi il divario aumenta progressivamente fino al +24 finale.
Appiano non ripete le buone prove delle partite precedenti, soprattutto in attacco, con percentuali deficitarie, 13 su 34 da due e addirittura 0 su 16 da tre.
Nel grigiore generali si salvano Bottinelli e Ferloni.
Tra le fila dei padroni di casa su tutti Scartezzini e De Castr Lu.
Venerdì al Palamulo arriva il forte Brusuglio ottima occasione per un pronto riscatto.
canecaccia.com

06/11/2017 18:34

ATLANTIS PUNTOEBASKET NERVIANO vs SAFCO ENGINEERING GALLARATE 84-65

Finalmente! Nella delicata sfida casalinga di questa 9^ giornata, contro Gallarate degli ex Alessandro Ferri (coach) e Francesco Cappellotto, arrivano due punti frutto di una prova quasi perfetta, in una gara che ci ha visti condurre, ininterrottamente, dall'inizio alla fine.
Un'ottima risposta, dunque, alla brutta prestazione offerta Mercoledì a Mortara e, più in generale, ad un inizio di stagione rivelatosi più complicato del previsto.

Pronti, via e Gotti lancia subito un segnale, catturando i primi due rimbalzi offensivi e mettendo a segno, in occasione del secondo, il primo canestro del match.
Dall'altra parte, Gallarate trova il pareggio (l'unico del match) con il play Picotti, dopodiché piazziamo un parziale di 11-0 (Corno 5 pt, Nuclich 2, Gatto 4) grazie al quale schizziamo sul 13-2 a 6:41' (massimo vantaggio del primo periodo).
Gallarate riesce a risalire fino al -6 con un mini-parziale di 4-0 firmato Picotti-Puricelli (15-9 a 3:38'), ma i nostri ragazzi, concentrati, impediscono che questo tentativo di rientro dei varesotti si trasformi in qualcosa di più, chiudendo il quarto in pieno controllo sul +8 (22-14), dopo aver toccato nuovamente, peraltro, la doppia cifra di distacco.
La seconda frazione di gioco costituisce l'autentico spartiacque del match: con la difesa che mantiene lo stesso alto livello dei primi 10', abbinata ad un attacco che continua ad essere estremamente prolifico, è presto spiegato il parziale di 26-13 che manda le squadre negli spogliatoi col risultato di 48-27.
Al rientro in campo, i ragazzi dimostrano maturità nel non abbassare la guardia in quel che resta da giocare di una gara dall'andamento ormai ampiamente segnato; benché gli avversari trovino il canestro con maggiore facilità (saranno 20 i punti messi a segno dal team di coach Ferri al termine del periodo), riusciamo ad incrementare ulteriormente il nostro vantaggio (72-47 a 10' dalla fine), trascinati dalle "bombe" di un Guidi dalla mano particolarmente calda (21 punti con 4/7 da 3).
L'ultimo quarto è una pura formalità: Nebuloni replica la schiacciata della scorsa Domenica, regalando al pubblico la "fotocopia" della giocata effettuata nel corso della sfida con Saronno (addirittura nello stesso canestro!) e, sull'onda dell'entusiasmo, ci spingiamo tocchiamo il +29 (82-53 a 6:05', due punti in sospensione di Frontini), prima che una reazione d'orgoglio porti i gallaratesi a limare lo svantaggio fino al -17 (82-65 a 00:54'). Infine, i due punti in tap-In di Priuli suggellano il match, che si chiude sul punteggio di 84-65.

Un successo di vitale importanza per la classifica, oltre che un'iniezione di fiducia e positività per la maniera in cui è arrivato: ora testa alla trasferta di Erba (vincitrice a sorpresa della gara con Milano3), partita insidiosa nella quale dovremo confermare quanto di buono messo in mostra in questo convincente 9^ turno di campionato.
Avanti tutta, ragazzi!

#punto e... basket!

Ufficio stampa Atlantis Puntoebasket Nerviano.

canecaccia.com

06/11/2017 14:55

E' UNA GORDON DELUXE - TIGERS FORLI’ - NPO GORDON: 67-68 (14-14; 32-29; 49-51)

 E' UNA GORDON DELUXE  - TIGERS FORLI’ - NPO GORDON: 67-68 (14-14; 32-29; 49-51)

NPO si presenta nell’ottimo palazzetto Forlivese orfana di Tagliabue perdendo quel vantaggio oggettivo sotto le plance visto che i Tigers godono di un roster molto atletico e dinamico ma certamente meno imponente del pacchetto lunghi dei lecchesi.
Forli’ parte con lo starting five titolare formato da Zani, De Fabrittis, Sacchettini, Battisti, Papa, mentre coach Galli schiera Siberna, Todescini, Planezio, Marino’, Bassani quindi parte con un quintetto basso.
Forli parte con intensita’ e dopo il 4-0 dei padroni di casa arriva il primo centro di Bassani per poi subire sulla sirena dei 24” la tripla di Battisti del 7-2. Olginate c’e’ e si vede mettendo a segno un break di 7-0 che decreta il primo sorpasso NPO 7-9 al 5’. Ma e’ ancora Sacchettini a sfruttare gli spazi nel pitturato con la Gordon che non molla in difesa e in attacco  la coppia Todeschini – Bassani segna il controsorpasso sul 12-14 e immediato time out di Coach Di Lorenzo.
Sul finale le due formazioni pasticciano con NPO che spreca 3 possessi consecutivi chiudendo il primo quarto sul 14 pari.
Forli’ torna in campo ed inizia con un 4-0 con il giovanissimo Rossi che spinge i suoi mentre sul fronte oppposto arriva lo schiaccione di Seck che apre il break di 8-0 dei lecchesi per il 18-22 e quando Forli’ sembra in difficolta’ ci pensa Battisti a segnare un tripla sui 24” per poi rubare palla a Colnago e propiziare il contropiede del 23-22 con partita che si infiamma nonostante basse percentuali dall’arco per entrambe le formazioni.
Si procede colpo su colpo fino all’ultimo minuto del primo tempo quando ancora Battisti trova accellerazioni importanti per il break del vantaggio del 32-29 del riposo lungo. 
Forli parte forte con Olginate che rimane aggrappata con i liberi fino a quando Sacchettini corregge il tiro di un compagno con gran schiacciata che fa alzare tutti in piedi per il 41-35.
Olginate non si fa intimorire e con una bella difesa torna  sotto con uno scatenato Siberna per poi sorpassare sul canestro del positivo Seck al sul 43-44 che diventa +3 quando Planezio lancia Siberna in contropiede e time out Forli’ al 27’ (43-46) e parziale 2-11 dei lecchesi.
Sul finale 5 punti di Papa che vengono vanificati dalla tripla di Planezio e al 30’ Npo ancora avanti per 49-51.
Nell’ultima frazione si parte  forte per  entrambe le formazioni con Planezio che inizia a colpire giocando da 4 e va in stricia e massimo vantaggio per il 52-60 (al 33’) con l’ultimo centro di Bassani altro time out Forlì.
Si torna in campo e i romagnoli diventano aggressivissimi con Todeschini che perde due palle velenose per 4 punti che costano cari 56-60 in 15”.
Sul ribaltimento in area tigers succede di tutto e vengono graziati dagli arbitri che mandano un messaggio chiaro gli ultimi 5’ saranno bagarre.
Ed infatti negli ultimi 5’ succede di tutto con NPO che subisce l’aggressivita’ dei romagnoli che sporcano ogni giocata dei Gordon, con Todeschini che viene punito ingiustamente con antisportivo che lancia Sacchettini e compagni verso il sorpasso portandosi addirittura sul 65-62 e parziale 10-2. Ma questa sera Olginate e’ concentrata  e non vuole mollare con Siberna che vola piu’ alto di tutti e dalla lunetta fa 2/2 per il 65-64. Bassani ruba palla e Planezio non sbaglia piu’ e segna da 8 metri per il 65-67. Gli ultimi possessi sono con fallo sistematico e con Olginate che, anche senza qualche brivido di troppo si aggiudica una vittoria importantissima che lo porta a 8 punti in classifica e scaccia le streghe di Cento.
Coach Galli esulta con tutti i suoi ragazzi in un abbraccio liberatorio dopo le due beffe di Bernareggio e Vicenza.
Prossimo appuntamento sabato 11 Novembre ore 21,00 al PalaRavasio alle ore 21,00
BRAVI RAGAZZI
Tabellini:
Tigers Forli’: Zani 2, Papa 13, Carpanzano 3, Battisti 16, Cicchetti 6, De Fabrittis 12, Rossi, Sacchettini 15, Agatensi, Puntolini ne, All.Di Lorenzo
NPO GORDON: Siberna 17, Planezio 16, Todeschini 10, Rota 2, Colnago , Bassani 10, Marino’ 5 , Seck 8, Moretti , Maver ne, Bonfanti ne, All. A. Galli

Foto Morale & Photo LR:

Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa 
canecaccia.com

06/11/2017 11:06

ROMANO ...... PROVA DI CARATTERE

ROMANO ...... PROVA DI CARATTERE

Evolut Romano Basket - Pallacanestro Milano     90 - 81     Parziali  20-25, 43-46, 63-64     
Evolut Romano Basket :  Buzzini 7, Chiarello 18, Carrara 20, Mazzanti 6, Carrera 14, Rottoli ne, Macchi 6, Deleidi 2, Ferri 15, Benassi ne, Ferrari ne, Turelli 2. All. Maioli      
Pallacanestro Milano :  Perego 7, Clementoni 19, Bertoglio 14, Ramenghi 9, Reali 20, Cattaneo Tommaso ne, Bazzoli ne, Pezzati ne, Torricelli 0, Cattaneo Michele 4, Cattarin ne. All. Petitti
Romano si prende la vittoria sul parquet amico contro  Pall. Milano e contro la coppia arbitrale, decisamente milanese, indegna di vestire la casacca grigia e portare un fischietto.
palla a 2 con i locali che schierano Buzzini, Chiarello, Carrara, Mazzanti e Carrera contrapposti a Perego, Clementoni, Reali, Bertoglio e Ramenghi.
Parte subito a razzo la pall.Mi che, con Reali ispirato da oltre l'arco, Clementoni e Bertoglio mettono alla frusta i locali che trovano solo in Chiarello una risposta, al quale arriva poi un super Macchi a dare man forte. Il giovane Jaio si merita per questa partita la palma di vice MVP, superato solo da quello che poi sarà il mattatore dell'incontro. Macchi nel primo e nell'ultimo quarto ha fatto vedere gioco non da under ma da giocatore navigato con tutte le caratteristiche per stare in questa categoria. Bravo.
Dicevamo della partita che si era messa male per i cinghiali mannari, dopo pochi minuti sono già doppiati e arrivano anche oltre la doppia cifra di svantaggio del 13 a 24, chiudendo poi il primo periodo col punteggio di 20 a 29.
inizia il secondo quarto con ancora pall.Mi sugli scudi, a Perego e Bertoglio si aggrega Torriani che mette 6 punti e dilata la differenza fino a più 14 per i milanesi, per Romano sono  Ferri, Chiarello e Mazzanti che suonano la carica e ricuciono lo strappo fino ad arrivare a fine del tempo sul 43 a 46 con un tiro piazzato di Carrara proprio sulla sirena.
Probabilmente quella è stata la scintilla che ha fatto scoppiare la bomba, perché al rientro dalla pausa lunga c è solo Carrara che spadroneggia in campo, Segna da 3, da 2, stoppa, prende rimbalzi. in un amen ne mette 13 ( saranno 20 per lui a fine partita, MVP, con Macchi menzione speciale) e mette i suoi col naso avanti dopo 5 minuti. I milanesi non ci stanno e si affidano al solito Reali ed a un sorprendente Clementoni che portano a fine periodo la squadra ospite in chiusura ancora in vantaggio col minimo scarto, 63 a 64.
Ma è solo illusione per i milanesi perché subito Romano mette la freccia e supera, prendendosi un piccolo vantaggio  che al 35' è di 5 lunghezze, 73 a 68. Gli ospiti non mollano, Clementoni e Riva bruciano la retina, ma i cinghiali ormai sentono l'odore della vittoria e non vogliono lasciarsela scappare, ne scippare come successo 2 giorni prima a Lumezzane. Sono Buzzini, Chiarello, Ferri ed ancora Carrara, autore di una tripla in equilibrio sulla sirena dei 24, che spezzano ogni tentativo di rimonta dei milanesi. Gli ospiti giocano la carta del fallo sistematico, allora palla in mano a Carrera che dalla lunetta è una sentenza. 8 su 8 e titoli di coda su una partita bella ed intensa in cui l'unica cosa oscena è stata l' incapacità e l'inadeguatezza arbitrale.
Merito ad entrambe le squadre di non aver mai mollato, merito a Romano di aver tenuto testa e nervi saldi nonostante la coppia sottodimensionata e territoriale. Dopo la delusione di giovedì, nonostante la bella prestazione, si prende in casa 2 punti ma ora bisogna che Romano trovi continuità di gioco e conquisti vittorie pesanti. Sabato prossimo contro Piadena serve una grande prestazione.
La società Romano Basket organizza pullman per i tifosi con partenza dal palazzetto di Romano sabato 11 novembre alle ore 18,15.
FORZA CINGHIALI MANNARI
Ufficio stampa Romano Basket
canecaccia.com

06/11/2017 10:51

ITAL CONTROL METERS VILLASANTA 83 GAMMA BASKET SEGRATE 53

VILLASANTA: Fajoui 4, Passoni M. 15, Passoni L., Saini 5, Favalessa M. 12, Moscatelli 12, Mungiovì 4, Pagani ne, Barazzetta 10, Vivian 6, Carolo 2, Grillo 13, All. Silvestri
GAMMA BASKET SEGRATE: Cristofori, Ravanini 6, Giuseppetti 2, Del Vescovo 15, Campeggi 9, Magnaghi 2, Berti 7, Sirtori 2, Stenco 2, Dedè 8, All. Vianello
 
PROGRESSIONE: 23 - 12, 38 - 22, 57 – 34
 
VILLASANTA – Avanti così! Finalmente una serata da incorniciare per i biancoblu! Il 17-3 dei primi minuti fa ben sperare e la partita prende fin da subito la piega giusta. La pressione a tutto campo avversaria è presto battuta e i ragazzi di coach Silvestri riescono a prendere il largo con facilità. Gli avversari al contrario non riescono a trovare continuità e buoni tiri in attacco, complice una difesa ben preparata in settimana dai villasantesi. Ampio spazio riescono a trovare anche gli under della panchina del Team 86, che in questa serata possono ad esprimersi al meglio e a trovare maggiore fiducia.
“Ho chiesto ai ragazzi maggiore intensità e maggiore cattiveria agonistica: le cose che ci servono per competere in questo campionato. Da due partite a questa parte posso ritenermi più che soddisfatto” - ha commentato il coach di casa - “oggi sono contento di tutta la squadra, anche di tutti gli under che stanno trovando fiducia e punti”.
Settimana prossima si va sul campo del Social Osa a cercare di strappare il terzo foglio rosa consecutivo.

canecaccia.com

06/11/2017 09:29

LA REKICO LITIGA COL CANESTRO E CADE A LECCO

LA REKICO LITIGA COL CANESTRO E CADE A LECCO

Gimar 72
Rekico 52
(17-11; 41-25; 51-31)

LECCO: Vitelli, Fabi 7, Morgillo 8, Ratti ne, Riva, Balanzoni 13, Garota, Quartieri, Spera 6, Cacace 26, Albenga, Maccaferri 10. All.: Meneguzzo.
FAENZA: Aromando ne, Perin 5, Silimbani 2, Benedetti 6, Venucci 15, Iattoni 12, Pagani 2, Milosevic, Chiappelli 5, Brighi 5. All.: Regazzi.
ARBITRI: Spessot - Pellicani
USCITO PER FALLI: Chiappelli

Niente da fare per la Rekico in casa di Lecco. I faentini non bissano il successo della scorsa stagione, cadendo 52-72 in un match condizionato dalle basse percentuali offensive e dai pochi rimbalzi catturati: la statiche vede Lecco trionfare 53-28. Due fattori che non permettono di sfatare il tabù trasferta nonostante la spinta del solito nutrito pubblico faentino che non ha perso l’occasione per seguire dal vivo la squadra.

Già in avvio di gara la Rekico litiga con il canestro ed infatti il peso dell’attacco è tutto sulle spalle di Venucci, autore di 9 degli 11 punti complessivi. La Gimar mostra maggiore fisicità sotto canestro, ma non riesce a sfruttarla a dovere, conducendo al 10’ di soli 6 punti, 17-11. Nel secondo quarto si spostano gli equilibri. Lecco punisce dalla lunga distanza soprattutto con Cacace e sono proprio tre sue triple consecutive a far volare i lombardi sul 36-24. La Rekico invece fatica a trovare soluzioni per perforare la difesa avversaria e come se non bastasse sbaglia ben 7 dei 10 liberi a disposizione. All’intervallo il punteggio è lo specchio di questi problemi: il tabellone vede Lecco avanti 41-25. Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia, tanto che Faenza trova due soli punti nei primi 5 minuti e 6 complessivi in tutto il periodo, di cui 4 dalla lunetta. La Gimar pur abbassando i ritmi, riesce così a portarsi sul 51-31. Nel momento peggiore la Rekico reagisce iniziando l’ultimo quarto con tre triple consecutive riaprendo i giochi sul 40-53 al 32’, ma Lecco non subisce il contraccolpo psicologico, trovando canestri importanti con Balanzoni e Quartieri e liberi pesanti con cui chiude i conti.
PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 12 novembre alle 18 al PalaCattani contro la Virtus Padova.
Per maggiori informazioni
Luca Del Favero
Capo ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza
canecaccia.com

05/11/2017 23:50

Argomm Iseo vince il derby di Gardone

MIGAL GARDONESE 65-79 ARGOMM ISEO
(17-22; 18-18; 17-15; 13-25)

Pallacanestro Gardonese: Fossati 12, Dalovic 21, Coppi ne, Accini 9, Balogun 7, Mitrovic 4, Pederzani ne, Dzigal, Marelli 2, Cancelli 10, G. Poli. All.: S. Poli.
Basket Iseo: Ghitti ne, Leone 24, Baroni 9, Furlanis 7, Piantoni 2, Franzoni 8, Tedoldi 2, Arici 2, Azzola 13, Pelizzari ne, Veronesi 12, Alibrandi ne. All.: M.S. Mazzoli.

Arbitri: A. Mignani di Mortara (PV) e C. Mignogna di Milano (MI).
Note – Parziali: 17-22; 35-40; 52-54 e 65-79. Tiri da due: Pallacanestro Gardonese 18/37 - Basket Iseo 22/52. Tiri da tre: Pallacanestro Gardonese 05/21 - Basket Iseo 10/20. Tiri liberi: Pallacanestro Gardonese 14/24 - Basket Iseo 05/07. Rimbalzi: Pallacanestro Gardonese 29 - Basket Iseo 48. Assist: Pallacanestro Gardonese 15 - Basket Iseo 15. Palle perse/recuperate: Pallacanestro Gardonese 08/02 - Basket Iseo 10/04. Stoppate fatte: Pallacanestro Gardonese 03 - Basket Iseo 01. Falli commessi: Pallacanestro Gardonese 19 - Basket Iseo 21. Uscito per falli Baroni (BI) al 36’54” (58-71). Fallo tecnico a coach Poli (PG) all’11’21” (17-24). Fallo antisportivo a Franzoni (BI) al 27’10” (40-52). Spettatori presenti 400 circa.

Il Basket Iseo si impone (65-79) in modo brillante nel derby con la Pallacanestro Gardonese. I ragazzi di coach Mazzoli vincono in modo convincente contro una delle candidate al salto di categoria (pur priva nell’occasione di due ex: Coppi e Prestini); i gialloblu condotti da un Leone in versione stellare hanno quasi sempre comandato e resistito alla veemente rimonta del terzo quarto ottenendo i due punti grazie ai dieci minuti finali perfetti. Alla palla a due l’Argomm (sempre senza Permon) si schiera con Leone, Azzola, Tedoldi, Franzoni e Baroni mentre coach Poli si affida a Mitrovic, Dalovic, Fossati, Balogun e Cancelli l’altro ex di serata. Partono meglio i locali che trovano buone soluzioni offensive da Fossati e Dalovic (4-0 e 7-2), ma con Baroni e Leone il Basket Iseo al minuto quattro mette la freccia (7-9). Balogun e Azzola sono già a due falli però restano sul parquet contribuendo al continuo sorpasso-controsorpasso tra le due squadre, al 06’40” il neoentrato Accini mette fuori ritmo la tripla del 13-13. Fossati e Dalovic replicano ad Azzola prima del 6-0 Argomm (Baroni, Azzola e Veronesi) che chiude il primo quarto con il Basket Iseo avanti 22-17. Il secondo periodo si apre con i gialloblu che continuano ad affondare il colpo in attacco e chiudersi bene in difesa: Veronesi, Furlanis (libero sul tecnico per proteste a coach Poli) e Piantoni in contropiede regalano il più dieci al team sebino (17-27 dell’11’40”). Balogun prova a ricucire dalla lunetta ma con Veronesi e Tedoldi ecco il 20-31 del 14’37” che porta al time out locale. Fossati torna a segnare su azione per la Migal, lo scatenato Leone e Furlanis mantengono il vantaggio (27-38 a circa tre minuti dal lungo riposo) replicando ai canestri di Mitrovic e soprattutto Dalovic che una volta tornato sul parquet scuote l’attacco gardonese. Purtroppo per l’Argomm la parte finale della frazione è tutta di marca locale, Cancelli, Balogun e Dalovic confezionano l’8-2 (Franzoni l’autore del canestro sebino) che porta al 35-40 di metà partita.

All’uscita dagli spogliatoi il Basket Iseo ha lo stesso quintetto della palla a due, i gialloblu iniziano subito in modo aggressivo: Franzoni in entrata, Baroni da tre e Leone dalla media mentre per la Pallacanestro Gardonese segnano solamente Dalovic e Mitrovic (1/2 dalla lunetta). Il buon momento prosegue con Franzoni e Leone, dopo la tripla dell’esterno iseano c’è il time out di coach Poli (38-52 del 23’08”). Per quasi quattro minuti non si segna, il Basket Iseo ha il torto di non affondare il colpo e chiudere (almeno psicologicamente) nell’angolo la Pallacanestro Gardonese. Cancelli torna a segnare per i suoi, l’antisportivo fischiato a Franzoni consente ai biancoblu di ridurre sempre più. Il canestro di Franzoni non ferma la sfuriata della squadra di casa perché Balogun e Fossati segnano in ogni modo, proprio in chiusura di frazione arriva anche la tripla di Accini (forse commettendo passi) che porta a meno due la Migal (52-54). E’ tutto da rifare per l’Argomm che inizia però bene gli ultimi dieci minuti con i canestri di Veronesi (un leone a rimbalzo) e Arici. Cancelli e Fossati provano a resistere ma lo sforzo è vano perché Azzola e Furlanis mantengono i cinque punti di vantaggio. La tripla di Leone e il canestro da sotto di Veronesi sono il momento chiave dell’incontro (58-68 del 35’56” e time out Pallacanestro Gardonese). Azzola e Veronesi dilatano il gap, la fuga questa volta è quella decisiva anche perché la squadra di casa non ha più l’energia per reagire. L’uscita per falli di Baroni dà l’ultimo sussulto alla Migal che torna a meno dieci con Dalovic e Marelli (63-73 a due minuti circa dalla fine). Ma ci pensa un sontuoso Leone con due triple consecutive a mettere i titoli di coda sul derby, Dalovic prima fa 2/2 dalla lunetta e poi viene stoppato da Franzoni proprio sulla sirena che sancisce la vittoria gialloblu per 65 a 79. Per il Basket Iseo arriva una prestigiosa vittoria, nella migliore prestazione stagionale, che regala il secondo posto in classifica. E sabato prossimo al PalAntonietti arriva il Basket Team Pizzighettone 1995 la rivelazione di questo avvio di campionato.
canecaccia.com

05/11/2017 23:46

New Basket Prevalle - Sesa BK Sustinente 80 - 73 Parziali 21-26, 43-41, 59-57

New Basket Prevalle - Sesa BK Sustinente     80 - 73     Parziali  21-26, 43-41, 59-57

New Basket Prevalle : Lanfredi 16 Simoncini 10, Corti 6, Fraboni, Pedrini, Ambrosini 10, Raskovic 16, Padovani n.e, Zanetti n.e, Brunelli 6, Cotruta 2, Bergomi 14. All. Scaroni   
Sesa BK Sustinente :  Buzzi 16, Tomic 13, Ghidoli 1, Zanini 4, Ronzani 7, Steccanella 15, Ferrari F. ne, Mantovani 15, Nizzola, Ferrari I. ne, Albertini 2, Marchiori n.e. All. Della Chiesa   

Quarta sconfitta stagionale per il Sesa Sustinente che, al termine di una gara molto discussa nel finale dal punto di vista arbitrale. In terra bresciana è il Prevalle ad avere la meglio in rimonta col punteggio di 80-73.
Coach Della Chiesa propende per un quintetto, condizionato dall'assenza di Doddi, con Mantovani in cabina di regia, Buzzi e Zanini in guardia, Steccanella ala e Tomic pivot. La partenza dei "falchi" è di quelle fiammanti con un parziale di 0-10, trascinati dalle giocate di Buzzi, Mantovani e Steccanella, che costringono il coach dei locali Scaroni a chiamare d'urgenza il time out. La chiamata ottiene l'effetto sperato ed i padroni di casa accorciano sino al 14-15. La gara, serena e per nulla cattiva, subisce un'inspiegabile carica nervosa iniziando a distribuire tecnici e falli antisportivi, specialmente sulla sponda mantovana (Steccanella). Il primo quarto si chiude con i "falchi" in vantaggio per 21-26.
Nel secondo quarto Prevalle trova la parità a quota 26 e ne scaturisce una gara che si protrarrà bella ed equilibrata sino alla sirena conclusiva. Tomic inizia a caricarsi di falli con i mantovani che riescono a rimanere in partita nonostante a 58'' dalla fine Prevalle metta a segno il suo massimo vantaggio sul 40-35. Il secondo quarto si conclude sul 43-41 per i padroni di casa. Prevalle rinuncia a Raskovic nella ripresa ma Prevalle controlla la gara grazie ad un Tomic limitato dal quarto fallo ed alle calanti percentuali di Buzzi e Mantovani. Mantovani trascina Sustinente con un tripla al 55 pari a 120 secondi dal termine del penultimo parziale che si conclude poi con il minimo vantaggio dei padroni di casa sul 59-57.
La gara prosegue equilibrata sino al vantaggio del Sesa sul 67-70, grazie anche al passaggio alla difesa a zona 1-3-1. A spaccare definitivamente la gara sono i falli tecnici ed antisportivi fischiati al Sesa che permettono a Prevalle di metter la freccia sino al 77-72 che chiude virtualmente la gara. Alla sirena conclusiva si chiude sul 80-73 per Prevalle che sale cosi a quota 10 punti in classifica al terzo posto. Per il Sesa, apparso in crescita, una severa lezione della quale fare tesoro per assumere il giusto livello di malizia necessario per affrontare gare tirate sino all'ultimo possesso.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

05/11/2017 22:42

Edilcasa Civatese - SBT Treviglio 65 - 58 Parziali 14-12, 30-34, 46-44

Edilcasa Civatese :   Negri 14, Castagna 11, Panzeri 10, Valsecchi 8, Corti 7, Consonni 4, Capovilla 2, Bosso 2, Castenuovo, Rusconi. All:Brusadelli M/Brusadelli A. 
SBT Treviglio :   Erba 10, Pirrone 2, Badoni 3, Invernizzi 4, Grioni 4, Beretta 6, Bergamini 2, Tadolti 10, Merisio 5, Codevilla 9, Resmini 3. All. Gamba 

L’Edilcasa Civatese si aggiudica il big match di giornata con una grande prestazione, battendo la quotata Treviglio e allungando così a 5 la striscia di vittorie consecutive.
Parte bene Civate con Corti in grande spolvero sotto canestro; dopo il 14-12 con cui si chiude la prima frazione Treviglio però cambia marcia e va avanti anche di 10 lunghezze trascinata da Erba.
Sul finale del secondo quarto Castagna riduce la distanza per i grigiorossi con un bel tiro sulla sirena: si va al riposo lungo sul 30-34 per i bergamaschi.
Ma è al rientro dagli spogliatoi che il Civitz mostra il suo lato migliore: difesa, cuore e tiro da fuori. Capitan Castagna e un ritrovato Panzeri conducono avanti l’Edilcasa che chiude il terzo quarto sul 46-44.
Treviglio non molla e l’ultima frazione è bellissima: colpo su colpo fino al parziale decisivo guidato da uno scatenato Negri e con la bomba da 3 punti decisiva di Consonni. Finisce sul 65-58 una partita difficile che lancia i grigiorossi in vetta alla classifica con Mandello e Sondrio.

Brusadelli è soddisfatto:”Temevo questa partita, Treviglio è una delle migliori squadre del campionato. Siamo stati bravi in difesa a contenerli. Ora ci attende la difficile trasferta di Nibionno, sorpresa del campionato”.
canecaccia.com

05/11/2017 22:35

Gilbertina Farmacia Segalini Soresina - Lions del Chiese Asola 80-53 (16-28; 36-34; 62-44)

Gilbertina: Pala 2, Brogio 4, Martinelli 4, Massari, Tolasi 5, Guzzoni 6, Olagundoye 7, Giudici 9, Masper 14, Riccò 5, Ivanyuk 24. All. Castellani
Asola : Corona 11, Gori, Sartora 9, Caiola ne, Andreolli, Cerini, Mason 12, Savazzi 10, Mori 11, Pilati, Lui. All. Piccinelli.

Vola la Gilbertina e lo fa con carattere, con cuore, con testa ... e con la panchina dei giovani.
Una dimostrazione di forza incredibile, una clamorosa supremazia venuta fuori dopo un primo quarto da incubo.
Questa Gilbertina fa davvero divertire e sognare ed è sicuramente è capace di entusiasmare e farsi apprezzare dal proprio pubblico.

La cronaca -

1° Quarto:
Coach Castellani lancia in quintetto base Gabriel Olagundoye, lasciando inaspettatamente fuori Masper.
L´idea è chiara: gli avversari hanno un solo lungo di ruolo da far stancare e riempire di falli prima dell´ingresso del killer.
Asola però sorprende i padroni di casa con un avvio di gara assolutamente mostruoso. Mason, Mori e Sartora prendono a sassate i padroni di casa con triple da ogni posizione, Savazzi perfora la difesa gialloverde con ottime penetrazioni e Corona difende benissimo per poi far ripartire la squadra in contropiede.
il 5-14 al quinto minuto e soprattutto il 13-28 a 40 secondi dalla fine del tempo, sembrano una sentenza per gli uomini del Presidente Pala.
Due punti di Martinelli e un libero di Riccò, rendono il finale di quarto meno amaro, ma comunque pieno di preoccupazioni e perplessità.
Proprio la Gilbertina che vanta la seconda miglior difesa del torneo, prende 28 punti in soli 10 minuti di gara.

2° Quarto:
Coach Castellani striglia la squadra. Cerca di scuoterla e di far capire ai ragazzi l´importanza di questa gara.
Il segnale lo manda lanciando in campo i 3 giovani Under della rosa, ed è proprio con loro in campo che la partita cambia volto.
Un incredibile Ivan Ivanyuk realizza 12 punti di fila con due triple; Andrea Pala si lancia su un pallone a metà campo recuperando il possesso tra l´ovazione del pubblico di casa e poco dopo realizza un tap-in a fil di sirena dei 24 secondi; Francesco Tolasi azzanna il play avversario costringendolo a errori su errori e va anche lui a segno.
Una difesa tostissima che lascia solo 6 punti agli ospiti e consente un recupero lento ma progressivo che porta la Gilbertina avanti di due lunghezze all´intervallo: 36-34

3° Quarto:
L´inerzia della gara non si spegne alla sirena del secondo quarto, ma prosegue inesorabilmente anche nella terza frazione.
La differenza di tasso tecnico inizia a pesare e la differenza tra le due squadre diventa evidente.
Da una parte Soresina che gioca di squadra, che difende aggressiva e vola in contropiede, dall´altra Asola che si affida al talento dei singoli.
Quando Guzzoni subisce un fallo antisportivo da Pilati e porta la Gilbertina sul +7 si capisce che la gara è finalmente scivolata sui binari giusti.
Cristiano Masper mette a segno una tripla centrale, emulato poco dopo ancora dal giovane Ivanyuk. Olagundoye e Brogio sono precisissimi dalla lunetta, ma è quando Davide Giudici mette a segno due triple consecutive che il PalaSuresina esplode e capisce che il sesto successo è cosa ormai fatta. La tripla di Savazzi rende solo meno pesante il passivo alla fine del terzo quarto: 62-44

4° Quarto:
Fa accademia la Gilbertina.
Coach Castellani lascia riposare coloro i quali solo 48 ore prima avevano giocato tanti minuti a Lumezzane e rimette in campo i tre Under.
La serata "Monster" di Ivan Ivanyuk continua: un´altra penetrazione, la quarta tripla e due tiri liberi gli consentono di chiudere con un bottino di 24 punti.
Tolasi fa ancora un bel canestro e Davide Giudici inchioda definitivamente la gara con un´altra tripla.
Purtroppo il finale di gara è segnato dal brutto infortunio alla caviglia di Martino Brogio. Davvero sfortunato il reggiano che mercoledì era rientrato dopo un mese di stop per problemi muscolari e che adesso dovrà molto probabilmente fermarsi ancora per qualche giorno.
Il punteggio finale di 80-53 è davvero pesantissimo, soprattutto se si considera che il parziale degli ultimi 31 minuti è stato di 63-25.
Davvero inarrestabile la macchina Gilbertina.
Il pubblico sogna, lo staff dirigenziale gongola... giocatori e coach però già pensano alla prossima battaglia di sabato 11 a Gorle.
La mentalità è quella giusta.
canecaccia.com

04/11/2017 17:30

PRESENTAZIONE 6. GIORNATA SERIE A2 OLD WILD WEST TERMOFORGIA JESI-BERGAMO

Dopo la prima affermazione stagionale ottenuta al PalaBanca di Piacenza, Bergamo affronta la seconda trasferta consecutiva, e per la sesta giornata del campionato di Serie A2 Old Wild West fa visita alla Termoforgia Jesi. La squadra marchigiana ha avuto un inizio di stagione positivo, fatto di quattro vittorie e una sola sconfitta. All’UBI Banca Sport Center Jesi ha già incontrato - e battuto - Verona, Treviso e Piacenza, e grazie a questi successi si è issata in classifica nel gruppo immediatamente dietro la capolista Trieste. Dal canto suo Bergamo arriva a questo appuntamento con il morale alto visti i primi due punti conquistati la scorsa settimana, e con la consapevolezza di potersi giocare le proprie carte anche in questa occasione.
Damiano Cagnazzo, allenatore di Jesi, ha a disposizione un terzetto di esterni che sta viaggiando a cifre altissime: il playmaker Brown, 178 cm di esplosività e pericolosità dall’arco (21.2 punti di media), Hansbrouck, guardia da 21.8 punti di media e Marini, esterno che può giocare sia guardia che ala, che ha cominciato la stagione a 16.4 punti a gara. Il roster vede la presenza di giocatori d’esperienza come i lunghi Rinaldi e Ihedioha e i rampanti Quarisa, Piccoli e Massone (playmaker classe 1998), che in queste partite si sono ben comportati, dando un solido contributo nelle vittorie maturate. A completamento dei dodici gli under Mentonelli, Kouyate, Melderise Valentini.
Coach Ciocca nel pre-partita: <<Bisogna affrontare questo impegno come abbiamo fatto con quelli precedenti, con la fiducia che una vittoria importante come quella di domenica scorsa a Piacenza ci deve dare; ma dobbiamo rimanere umili e concentrati, e sapere che solo attraverso il lavoro e la mancanza di errori Bergamo può andare su un campo come quello di Jesi e giocarsela. I marchigiani, insieme a Trieste e Montegranaro, sono la squadra più in forma del momento, hanno il secondo bilancio complessivo e tirano con quasi il 40% da tre punti, per cui - se vogliamo fare partita a Jesi - dobbiamo difendere tantissimo per mettere in difficoltà le loro bocche da fuoco.>>
Arbitri dell’incontro i signori Jascopo Pazzaglia di Pesaro, Corrado Triffiletti di Messina e Damiano Capozziello di Brindisi.
Palla a due domenica 5 novembre 2017 alle ore 18.00 presso il UBI Banca Sport Center di Jesi (Via
Tabano, Jesi). Diretta prevista su LNP TV per gli abbonati a LNP TV PASS.
canecaccia.com

04/11/2017 10:08

Dichiarazioni Pre partita New Basket Prevalle - Sesa Sustinente

E' andato in scena ieri sera su Radio 5.9, all'interno del programma "Solo Rete", il pre partita della sfida fra Prevalle e Sustinente. Ai microfoni dei Videoblogger si sono succeduti il nostro Francesco Doddi ed il coach dei bresciani Scaroni.
Francesco Doddi: "Sono veramente dispiaciuto per la rottura del capitello radiale del gomito destro. Sono abbastanza abbacchiato perchè a Sustinente mi sono inserito immediatamente trovando un gruppo favoloso e ritagliandomi sempre più minutaggio. Dovrò star fermo un mese e mezzo fa farò di tutto per rientrare il prima possibile perchè voglio tornare il prima possibile a lottare con i miei compagni. Venendo alla squadra, siamo reduci da due vittorie consecutive che ci hanno dato una bella iniezione di fiducia dopo un avvio di campionato a singhiozzo. Domenica tiferò per i miei compagni che stanno lavorando sodo in palestra e hanno tutte le carte in regola per lottare per i due punti a Prevalle".
Coach Scaroni: "Giocare in maniera cosi ravvicinata dopo una sconfitta può essere un bene poichè permette di tornare in campo dopo una bella scarica di adrenalina e voglia di rivincita. La vittoria con Serianna non ci ha tolto tuttavia la fame per affrontare Sustinente. Noi siamo una squadra rafforzata dal forte centro Raskovic che ha voglia di attestarsi nelle zone nobili della classifica. Non c'è solo lui in squadra, ho la fortuna di poter allenare una squadra giovane e ricca di talento. Questo girone è particolarmente incerto dove le neopromosse sono tutto fuorchè vittime sacrificali. Affrontiamo un Sesa molto solido che ha cambiato molto, trattenendo i migliori della passata stagione ai quali sono stati uniti giocatori di grande qualità. Sarà una gara difficile aperta a qualsiasi risultato".

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

03/11/2017 18:19

C Silver Settima Giornata - Presentazione partita New Basket Prevalle - Sesa Sustinente

La partita che domenica alle 18 a Prevalle metterà di fronte i locali del New Basket Prevalle (8 punti in classifica) al Sesa Sustinente (6) non è di facile interpretazione, ma offre vari spunti di grande interesse.
Si affronteranno due compagini ambiziose: Prevalle già l'anno scorso si è resa protagonista di un campionato di vertice, mentre il Sesa, dopo un anno di ambientamento, ha costruito un roster competitivo. Due squadre reduci da un turno con esiti differenti: Prevalle sconfitta inopinatamente dal Seriana, al primo "hurrah" della stagione, mentre il Sesa ha colto la sua seconda vittoria consecutiva contro Ome01. Ambedue le squadre hanno pagato caro l'ultima di campionato con due gravi infortuni: Prevalle perdendo per 6 mesi Alessandro Pezzali (auguri!!), ala arrivata quest'anno da Ghedi, molto importante nell'economia dell'attacco prevallino. Il Sesa perde invece la guardia Francesco Doddi, arrivato quest'anno da Carpi, che nelle rotazioni di coach Della Chiesa stava assumendo un ruolo di primo piano.
Due infortuni, uno per parte, che faranno assumere più importanza rispettivamente a Simoncini per il Prevalle, già ottimo realizzatore nella passata stagione, ed i mantovani alle esperte guardie Buzzi, Zanini e Nizzola. Altra somiglianza tra le due squadre è quella di basarsi ambedue sui lunghi forse più forti del campionato: i bresciani sul potente serbo Raskovic, forte centro sceso dalla C Gold che sa garantire ottimi movimenti spalle a canestro, realizzando quasi 20 punti per gara, ed il Sustinente sul croato Leon Tomic, più a suo agio in velocità e fronte a canestro, ad ogni modo grande rimbalzista.
Molte somiglianze quindi tra le due squadre: a Prevalle il vantaggio di poter giocare sul proprio campo, grazie alla deroga concessa ancora una volta all'ultimo secondo dalla FIP. Un campo "corto", dalle minime misure regolamentari, che potrebbe creare qualche problema ai mantovani.
Per il Sesa, l'occasione di tirare fuori le unghie per sopperire all'assenza di Doddi e confermare i progressi di concentrazione, difesa ed attacco ragionato mostrati sia a Gorle che contro Ome, evidenziando i frutti del duro lavoro in allenamento e delle idee di Nicola della Chiesa. Forza ragazzi!!

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

03/11/2017 13:02

C Silver, Provvedimenti Disciplinari Sesta Giornata

GIRONE A
717 MATTEO ROTA (BASKETOWN MILANO) MATTEO ROTA squalifica tesserato per 2 gare per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1c RG]
717 F A B R I Z I O M A N T I C A ( S O U L B A S K E T M I L A N O ) FABRIZIO MANTICA squalifica tesserato per 2 gare per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1c RG]
719 U.S.S.A. NOVA ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
719 U.S.S.A. NOVA deplorazione per utilizzo di un marchi di sponsorizzazione non autorizzato REC. [art. 38,1a RGrec.]
723 P.O.S.A.L. SESTO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti delpubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
GIRONE B
ILLESO
 
GIRONE C
1197 R O B E R T O P R A N D E L L I ( P M C O M M E R C I O M E T A L L I L U M E Z Z A N E ) ROBERTO PRANDELLI squalifica tesserato per 1 gara per aver usato espressione blasfema durante la gara [art. 34 RG]
1201 L U C A M O N T A G N O S I ( B L U O R O B I C A ) LUCA MONTAGNOSI squalifica tesserato per 1 gara per aver usato espressione blasfema durante la gara [art. 34 RG]
1204 LUCA APOLLONIO (LIC SAS VEROLANUOVA) LUCA APOLLONIO squalifica tesserato per 1 gara per aver usato espressione blasfema durante la gara [art. 34 RG]
Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

02/11/2017 21:23

Ussa Nova Milanese - Team 86 Villasanta 47 - 54 Parziali 8-18, 20-29, 38-41

Ussa Nova Milanese :  Capelli 11, Maccari 2, D'Apolito 0, Velez  3, Mariani 4, Meroni 2, Colombo 10, Ventura 9, Ravasi 0, Pandolfi 0, Torchio 2,Pozzi 4. All. Cogliati     
Team 86 Villasanta :  Fajoui ne, Moscatelli 12, Passoni M. 4, Saini 4, Favalessa M. 16, Mungiovì 9, Barazzetta 0, Vivian 0, Rizzalli ne, Carolo 1, Passoni L. ne, Grillo 8. All. Silvestri      

NOVA MILANESE – Iniezione di fiducia e consapevolezza. Finalmente i ragazzi di coach Silvestri riescono a esprimersi al meglio anche sul campo avversario. Il rientro di Marcello Passoni e di Marco Moscatelli è ossigeno per i villasantesi. La partita inizia subito bene, già dai primi minuti di gioco i biancoblu riescono ad accumulare un bottino che si rivelerà prezioso durante tutto il prosieguo della partita. I villasantesi riescono a controllare il match, soprattutto mettendo in campo una buona difesa.  Come già dimostrato nelle scorse partite, l’intensità difensiva è la grande arma del gruppo, tanto da riuscire a contenere gli avversari a meno di 50 punti totali.
“Ottima prova! L’unica cosa che manca ancora è una maggiore continuità in attacco. Quando anche nella fase offensiva troveremo fiducia riusciremo ad esprimerci al meglio” ha analizzato coach Silvestri. “Questa vittoria ci ha dato tanta fiducia e domenica abbiamo un’altra partita in cui dobbiamo lottare fino alla fine”.
Si torna tra le mura di casa domenica prossima contro Gamma Bk Segrate.
canecaccia.com

02/11/2017 10:38

Sesa Sustinente vs Ome 01 67-56 (18-15; 21-16; 14-10; 14-15)

Sesa Sustinente vs Ome 01 67-56 (18-15; 21-16; 14-10; 14-15)

Il Sesa Sustinente finalmente riesce a dare continuità alle proprie prestazioni e, dopo la brillante vittoria di Gorle, non fallisce l'appuntamento infrasettimanale interno contro Ome01, imponendosi col punteggio di 67-56.
Un buon impatto alla gara permette già nel primo quarto a Sustinente di tentare la fuga davanti al suo sempre caloroso pubblico. La resistenza di Ome 01, guidata dal prolifico Bianchi si ferma sul -3, 18-15, che chiude il primo quarto. Unica nota dolente l'infortunio alla guardia Francesco Doddi che, in una rovinosa caduta ha causato la frattura del capitello radiale del gomito destro che lo terrà lontano dal campo per addirittura tre mesi.  Nel secondo parziale il Sesa prova a scavare un solco guidato dalle giocate spettacolari di un Leon Tomic finalmente efficace e capace di dosarsi correttamente sotto il profilo dei falli. Nonostante qualche errore, i falchi chiudono il primo tempo avanti di 8, sul 39-31.
Nella ripresa Ome tenta la reazione ma il Sesa ingrana una marcia tanto lunga da ricacciare i malcapitati avversari sino al -20. Albertini, autore di un'altra prova altamente positiva, si toglie lo sfizio di infilare una spettacolare tripla che fa esplodere il "Pala Susty". Nel finale un calo di concentrazione permette a gli ospiti di accorciare sino al -11 conclusivo che fissa il punteggio del definitivo 67-56.
Una vittoria fondamentale in chiave morale per una compagine rinfrancata che avrà pochissimo tempo per preparare la difficile trasferta di Prevalle. Spiace tuttavia dover fare a meno per tanto tempo di Francesco Doddi diventato in poco tempo uno dei cardini della compagine guidata da coach Della Chiesa.

TABELLINO

Sesa: Buzzi 10, Tomic 18, Ghidoli, Zanini 6, Doddi, Ronzani 4, Steccanella 10, Mantovani 7, Nizzola 1, Albertini 11, Marchiori. All. Della Chiesa
Ome: Orsatti 3, Foschetti 3, Pancera 5, Bianchi 19, Maestri, Fall 6, Valenti, Garofalo, Moretti 7, Beltran, Giotto 2, Salvetti 6.
canecaccia.com

02/11/2017 07:58

Rams Daverio - Team ABC Cantù 68 - 79 Parziali 23-15, 35-37, 51-61

Rams Daverio :  Remonti ne, Piatti ne, Croci 2, Lesica 17, Busana 17, Pol ne, Tenconi 2, Caccianiga 14, Barozzi ne, Putnam, Missoni 16, Torricelli. All. Tallone 
Team ABC Cantù :  Tremolada 14, Carpani 13, Pagani 2, Molteni M. 7, Molteni T., Ruzzon 8, Bet ne, Di Giuliomaria 11, Pifferi 2, Pedalà 10, Borsani ne, Olgiati 12. All. Borghi, Vice All. Alberio   

Vittoria importante per il Team ABC sul campo della Polisportiva Daverio. I ragazzi di Coach Borghi macinano piano i chilometri iniziali, ma poi mettono il turbo e sorpassano i varesini alla fine del primo tempo, per poi lasciarli ampiamente indietro per tutto il resto della gara.
Inizio in salita per il Team ABC che fatica a entrare in partita e, complice l’aggressività offensiva dei padroni di casa, subisce un break di 9-0. Di Giuliomaria e Tremolada segnano finalmente i primi punti de canturini, ma Lesica e Missoni allargano la forbice a favore di Daverio (15-4 al 4’). Pedalà non sbaglia l’opportunità da 2+1, Lesica punisce ripetutamente in arresto e tiro, Pagani realizza dall’area e Caccianiga ripaga con la stessa moneta. Il Gorla prova a rientrare con Di Giuliomaria, Carpani e Pedalà, ma non c’è abbastanza tempo per l’aggancio, e la prima frazione si conclude con Daverio avanti 23-15.
Il canestro di Missoni apre la seconda frazione, Carpani replica in arresto e tiro, poi Missoni segna ancora per il +10 interno (27-17 al 13’). Busana realizza da sotto, quindi i biancorossi, innescati da Olgiati, inanellano un break di 1-11 che consente loro di rientrare a -2 al 17’ (30-28). Caccianiga segna dalla distanza, ma i ragazzi di Coach Borghi hanno decisamente ripreso il ritmo, e con Di Giuliomaria, Olgiati e Ruzzon completano il sorpasso al 19’ (33-34). Busana è bravo ai liberi, ma la tripla di un ottimo Olgiati permette al Gorla di andare all’intervallo lungo sul +2 (35-37).
Si ricomincia così come si è finito, con il Team ABC in striscia positiva che mette subito 8 lunghezze di distanza tra sé e gli avversari (35-43 al 23’). Tenconi, Lesica e Missoni riavvicinano Daverio, quindi le due bombe consecutive di Tremolada tengono i padroni di casa ben lontani (43-50 al 26’). Lesica e Busana provano a dare una scossa ai compagni, ma si scontrano con un muro biancorosso: Molteni, Carpani e la tripla di Di Giuliomaria da lontanissimo ricacciano infatti i varesini sul -10 al 30’ (51-61).
La bomba di Carpani apre l’ultima frazione, ma Caccianiga risponde subito dalla distanza; Tremolada realizza in arresto e tiro, Croci fa 2/2 ai liberi, poi Olgiati segna da sotto per il +13 esterno (55-68 al 33’). A questo punto, al Gorla non resta altro da fare se non gestire al meglio il risultato, che alla fine della partita è favorevole ai canturini e dice 68-79 per il Gorla.

Coach Sergio Borghi commenta in questo modo la gara dei suoi: “Questa sera abbiamo giocato una partita molto concreta, piacevole da vedere. Il nostro avvio è stato sicuramente zoppicante, a causa di una presenza mentale non adeguata nei confronti dell’appuntamento che ci attendeva: per questo motivo abbiamo poi dovuto faticare per recuperare l’atteggiamento corretto, che ci ha consentito di trovare soluzioni bellissime contro la loro zona, ben fatta e ben attaccata poi da parte nostra. Sono molto contento, perché con la defezione all'ultimo momento di Bet sono diventati molto più protagonisti i giovani, che partita dopo partita si stanno inserendo nel telaio della squadra prendendosi responsabilità importanti. Oggi mi preme sottolineare che, insieme a un apporto mentale importante da parte di Tremolada, Ruzzon e Olgiati hanno condotto una partita molto concreta, pur commettendo errori leciti nella lettura di alcune situazioni, ma sopperendo con grande carattere. Voglio inoltre fare un plauso anche alla grande esperienza di Marco Molteni che, dopo un anno e mezzo dal suo infortunio, è riuscito a condurre un’ottima partita, dimostrandosi ancora una volta un giocatore essenziale e solido per i nostri equilibri.”

“Siamo quindi contenti per questa trasferta” chiosa Borghi “e siamo già mentalmente pronti per le prossime gare che ci aspettano lontano da casa.”
canecaccia.com

01/11/2017 23:46

TROPPO FORTE CENTO - NPO GORDON – BALTUR CENTO: 53-86 (18-17; 29-37; 46-58)

TROPPO FORTE CENTO  -  NPO GORDON – BALTUR CENTO: 53-86 (18-17; 29-37; 46-58)

NPO GORDON – BALTUR CENTO: 53-86 (18-17; 29-37; 46-58)
La formazione romagnola si presenta sul lago dimostrando tutte le proprie qualita’ nonostante l’assenza di Benfatto e dilaga infliggendo una pesante sconfitta ad una NPO GORDON che ci aveva illusi di poter rimanere in scia degli avversari dopo un eccellente primo quarto.
Il quintetto di Coach Galli parte bene e sulla spinta di Planezio va sul 6-0 con Tagliabue che carica di falli l’ex Lecco Piunti che dopo solo 2’25” e’ gia’ con 3 falli e praticamente scompare dalla partita. La perdita del lungo  coincide con l’exploit del senegalese classe ’98 Ba che in pochi minuti crea scompiglio ai rimbalzi d’attacco fermando l’inerzia di Olginate che, prima viene raggiunta e poi riemerge con due triple di Colnago del 12-5 chiudendo alla prima sirena avanti 18-17 ma con gli avversari capaci di catturare 9 rimbalzi offensivi che si tramutano in pesantissimi extra possessi.
Comunque nel gremitissimo PalaRavasio lo spettacolo e’ di alto livello e al rientro in campo NPO accenna a scappare e proprio quando ha la palla del + 6 Cento alza il ritmo difensivo e strappando letteralmente 4 palloni dalle mani dei lecchesi mette a segno un colpo da KO del 10-0 e fuga sul 33-24 per poi chiudere il primo tempo avanti 37-29 nonostante un ottimo Tagliabue che riesce sempre a fare breccia nella difesa avversaria.
Dopo la pausa lunga Olginate per 6’ minuti e’ ancora viva ed in un paio di occasioni torna sul -7 tenendo sotto pressione Cento che con tutta la sua qualita’ di un roster di categoria superiore ed un incontenibile Vico che dopo gli 11 punti di meta’ partita ne mette altri 12 nella frazione e di fatto ipoteca l’incontro chiudendo la frazione sul 46-58
Olginate si spegne letteralmente e scompare dalla partita lasciando troppo spazio ad avversari che affondano il coltello nelle crepe dei lecchesi e con un 10-0 targato Chiera e ancora Vico  - MVP con 28 punti e 32 di valutazione - dilaga e al 35’ sul 46-68 si levano gli ormeggi in casa NPO mentre i giovani di Cento dimostrano tutto il loro valore e allungano con un altro parziale di 9-0 negli ultimi 2’ per il definitivo 53-86.
Coach Galli commenta “probabilmente se avessimo giocato come nei primi 15’ per tutto l’incontro non avremmo vinto contro questa corazzata ma lo scollamento degli ultimi 15’ e’ stato veramente pesante. Anche giocando contro formazioni cosi’ forti si puo’ imparare e crescere, noi non l’abbiamo fatto. Ma non dimentichiamoci che il nostro campionato lo dobbiamo fare contro altre squadre”
Coach Benedetto (Cento): “Temevamo questa trasferta ad Olginate perche’ eravo cosapevoli di giocare contro una buona squadra e nella prima parte ci hanno messo in difficolta’. Poi siamo riusciti a difendere forte e togliere i punti di riferimento NPO trovando un grande Vico e potendo contare sul valido supporto a rimbalzo di Ba”

Tabellini:
NPO GORDON: Siberna, Planezio 11, Todeschini 6, Tagliabue 17, Rota , Colnago 12, Bassani 3, Marino’ 4, Seck , Moretti , Maver , Bonfanti, All. A. Galli
Baltur Cento: Ba 8, Piunti 7, Vico 28, Chiera 7, Graziani, Pasqualin 2, D’Alessandro 15, Govoni 4, Cantone 2, Mastrangelo 5, Rizzitiello 8, All.Benedetto


Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa

Foto Morale & Photo LR
canecaccia.com

01/11/2017 22:12

UNA REKICO PERFETTA TRAVOLGE I CRABS RIMINI

UNA REKICO PERFETTA TRAVOLGE I CRABS RIMINI

Rekico               91
Crabs                 59
(29-13; 61-28; 77-45)

FAENZA: Aromando 2, Samorì 3, Perin 13, Silimbani 8, Benedetti 5, Venucci 20, Iattoni 12, Pagani 6, Milosevic 3, Chiappelli 11, Brighi 6, Neri. All.: Regazzi.
RIMINI: Galassi ne, Signorini 11, Altavilla, Toniato 4, Tartaglia 3, Myers 7, Busetto 10, Sipala 2, Tiberti 10, Fiusco 2, Moffa, Foiera 10. All.: Maghelli.
ARBITRI: Martinelli – Sironi
USCITO PER FALLI: Milosevic

Una Rekico perfetta si aggiudica il derby con i Crabs Rimini 91-59, giocando una partita da applausi. La voglia di vincere e di mantenere inviolato il PalaCattani fanno la differenza, esaltando i tanti tifosi sugli spalti che hanno creato la migliore cornice per questa sfida molto sentita. Giornata da ricordare per Milosevic e soprattutto per Samorì, autori dei loro primi punti in serie B: entrambi hanno segnato un tiro da tre.
Già dall’avvio di gara, la Rekico mette le cose in chiaro volando dopo cinque minuti sul 13-4 grazie al gioco in transizione e ad una difesa perfetta, che ruba ogni pallone agli avversari. Rimini infatti non riesce a trovare il modo per penetrare nelle maglie difensive faentine e dopo sette punti consecutivi di Myers (13-7), non riesce più a segnare. La Rekico invece continua a giocare a ritmi altissimi e ad esaltare ogni suo singolo giocatore: il punteggio di 29-13 di fine primo quarto è infatti piuttosto emblematico.
Coach Regazzi capisce che la sua squadra è in giornata positiva e ruota tutti i suoi uomini, non trovando differenze di rendimento tra quintetto titolare e panchina. Il 61-28 dell’intervallo è la fotografia di un match a senso unico, che Faenza sta dominando grazie anche alle alte percentuali offensive. I Crabs hanno un sussulto al rientro in campo piazzando un break di 12-0 e approfittando delle polveri bagnate dei faentini, a secco nei primi sei minuti, ma quando Perin toglie le ragnatele del canestro, la Rekico ritorna a volare e al 30’ è avanti 77-45. La terza vittoria casalinga in altrettante gare è ormai in cassaforte e così l’ultimo quarto diventa una passerella per tutti, con il PalaCattani che applaude a lungo i suoi eroi, autori di una prestazione da incorniciare.
PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà domenica 5 novembre alle 18 in casa del Basket Lecco.
Per maggiori informazioni
Luca Del Favero
Capo ufficio stampa Rekico Raggisolaris Faenza
canecaccia.com

01/11/2017 21:58

Sesa Sustinente, presentazione turno infrasettimanale contro Ome

Per la quinta di andata della C Silver lombarda, scende al PalaSusty, mercoledì 1 Novembre, ore 18, la pericolosa bresciana neopromossa Ome01.
Promossa quest'anno dalla serie D, Ome ha iniziato alla grande il proprio campionato, presentandosi a Sustinente con un bilancio finora di 1 persa e 4 vinte. Ome ha vinto finora partite, sulla carta "semplici" con le ultime della classe Virtus Brescia e Seriana, regolando anche Viadana e Asola (in trasferta), e cadendo solamente con Verolanuova in casa. Un ruolino di marcia che non chiarisce le effettive potenzialità dei bresciani, ma certifica un acclarato stato di salute. Ome01 è una squadra di ragazzi che giocano insieme da anni, presenta un gioco piacevole e corale che denota un buon affiatamento. Quest'anno ha potenziato il roster inserendo la guardia Maestri da Vespa Basket, che sta dando un ottimo contributo. Il giocatore più in vista è l'altra guardia, Bianchi, finora miglior realizzatore del girone con 21 per gara. Squadra non particolarmente attrezzata sotto canestro, presentando come centro di ruolo il giovane Khadim Fall, prodotto del vivaio. Ome01 si giova però di un'ottima difesa di squadra, e presenta un bilancio punti segnati/subiti molto simile a quello del Sesa. Forse non è un caso che l'unica sconfitta sia arrivata proprio contro Verolanuova, compagine che presenta nel proprio roster il centro Zanella, uno dei migliori giocatori del campionato.
Il Sesa vorrà tentare di ripetere, davanti al proprio pubblico, l'ottima prova di Gorle, dove ha evidenziato notevoli miglioramenti di gioco controllando ritmo per buona parte del match. In terra bergamasca sono state messe in evidenza diverse soluzioni in attacco con la sorpresa di un ottimo Andrea Albertini, che ha messo in atto buoni giochi a due con il croato Tomic, sempre perno della squadra. In crescita anche Mantovani e Buzzi, mentre Doddi si sta dimostrando un acquisto certamente azzeccato. Steccanella ha come al solito sgomitato rendendosi protagonista di un lavoro oscuro ma profittevole sotto le plance.
Quella con Ome rappresenta la prima sfida di una settimana intensa che si chiuderà domenica con la difficile trasferta di Prevalle. Voglimo tutta Sustinente, per questa partita che cade in una giornata festiva, a tifare per i “falchi” al PalaSusty!

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

01/11/2017 10:30

NPO finalizza un importante accordo commerciale con AUTOCOGLIATI

NPO finalizza un importante accordo commerciale con AUTOCOGLIATI

Fabio Ripamonti, DS di N.P.OLGINATE, e’ orgoglioso di aver raggiunto, dopo diversi incontri,  un importante accordo di patnership per il prossimo biennio. I valori di AutoCogliati sono assolutamente allineati ai nostri e insieme svilupperemo, incominciando gia’ da domani, importanti attivita’ di coomarketing sul territorio lecchese. Colgo l’occasione per ringraziare il Dott. Lorenzo Cogliati per aver voluto ed accettato di investire sulla nostra societa’ di Basket supportandoci nei piani di sviluppo che ci siamo prefissati.
AutoCogliati nasce come concessionaria auto nel lontano 1971
Azienda leader che sin dai primi anni ha iniziato il proprio percorso al fianco del marcho Volkswagen nella storica sede di Cernuscio Lombardone per poi espandere la propria copertura distributiva nella Provincia di Lecco assumendo l’esclusiva del brand Volkswagen.
Negli ultimi anni ha saputo ampliare ulteriormente il proprio raggio di azione aprendo la filiale di Colico e Milano in via Gallarate, seguite dalla recente inaugurazione dell’innovativa e digitale Show Room di Garlate.
La famiglia Cogliati ha sempre messo in primo piano la capacita’ di porsi nuove sfide per ambiziosi obiettivi facendo leva sulla passione, determinazione e professionalita’ dei propri collaboratori e proprio questi saranno i valori su cui si basera’ il nuovo accordo AutoCogliati – NP Olginate


“Il CUORE NPO BATTE SEMPRE FORTE FORTE”
Addetto Stampa
canecaccia.com

01/11/2017 09:12


Premiazione BLACK + DECKER, migliori realizzatori C Gold - C Silver - D Lombardia
da sinistra: Bolis Alessio ( C Silver Gir. C), Vincenzo Velardo (staff canecaccia.com), Vittorio Velardo (responsabile del sito), Martini Alessandro (D Lombardia Gir. E Vismara Milano) Masper Cristiano (D Lombardia Gir A - Gilbertina Soresina), Panzeri Fabio (D Lombardia Gir. B Flli Maggi Civatese), De Pasquale Manuel (D Lombardia Gir. F Mojazza Milano) Grimaldi Stefano (D Lombardia Gir. D Ardens Sedriano).
Premiazione BLACK + DECKER  2016 - 2017
Allegri Alessio migliore realizzator C Gold Lombardia Gir. A
Premiazione BLACK + DECKER  2016 - 2017
Clementoni Matteo migliore realizzatore C Silver Lombardia Gir. A
Premiazione BLACK + DECKER  2016 - 2017
Gianotti Davide migliore realizzatore D Lombardia Gir. C

 
 
 
 
Copyright 2017 canecaccia.com
All Rights Reserved