canecaccia.com

La gioia di Bergamo
GARA-3 QUARTI DI FINALE PLAY-OFF SERIE A2 BERGAMO-XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 86-77
Bergamo 24/04/2019
Di Giuliomaria Christian, premiato da canecaccia.com quale miglior realizzatore della C Gold Girone Ovest  (412 punti in 23 partite). Il premio "trapano/avvitatore con batteria 18V al Litio" è stato offerto dal nostro sponsor BLACK + DECKER

Canecaccia TV - Video
Video On Demand
AgriBertocchi Orzi - Urania

AgriBertocchi Orzi - Urania

06/01/2019 23:18

Video Live
Olginate - Cesena, Serie B

Olginate - Cesena, Serie B

29/04/2019 10:56

Persico Seriana - Ome, XIV G

Persico Seriana - Ome, XIV G

06/01/2019 23:15

Olginate - Crema, LIVE

Olginate - Crema, LIVE

10/12/2018 23:14

Gorle - Caslamaggiore, LUVE

Gorle - Caslamaggiore, LUVE

10/12/2018 17:35




Sustinente superato da Opera e quasi certo dei play out

Coach Zecchini opta per uno "starting five" composto da Francesco Guerra in cabina di regia, supportato da Luca Bordato e Pier Buzzi, con Andrea Albertini e Leon Tomic a completare il quintetto.
Il match vede la partenza lanciata dei locali, abili grazie a veloci ripartenze, a cogliere il +5 sul 12-7. Albertini e Tomic hanno un feeling speciale che i difensori di Opera faticano a contenere: proprio da due combinazioni dei due lunghi mantovani, Sustinente ritocca il proprio massimo vantaggio sul 18-11. La reazione di Opera vale il 25-21 con il quale va in archivio la prima ripresa. Nel secondo quarto la gara viaggia sugli stessi binari di inizio gara: Sustinente prova costantemente a scappare, Opera tiene il colpo e rimane in scia. La tripla di Guerra e ben tre tiri liberi di Albertini mandati a bersaglio chiudono il primo tempo sul 43-37.
Nella ripresa esce tutta la voglia di salvezza di Opera, compagine già capace nella gara d'andata di recuperare sostanziosi "gap, per poi effettuare poi il sorpasso. Il pareggio, toccato sul 48-48, da inizio ad una gara assolutamente equilibrata, con il Sesa capace di toccare il +6, salvo poi patire un controbreak di 0-8 che vale il 56-58. Ancora grazie ai tiri liberi i "falchi" chiudono avanti il 3° quarto sul 60-58. Sino al 66-66 la gara resta in totale equilibrio anche nell'ultimo parziale, poi il black out, l'ennesimo di stagione. Due infrazioni di passi di Tomic e le solite palle perse costringono il Sesa a rincorrere sul 66-72, Nel finale solo Marco Cerniz prova a tenere viva la speranza, subito stroncata dalla freddezza di Opera dalla linea della carità. A Sustinente la sirena suggella il 73-80 con il quale Opera festeggia la salvezza e complica la stagione del Sesa.
Ultima giornata di Poule Salvezza ora per i ragazzi di coach Zecchini che concluderanno la seconda parte di stagione in casa di Erba, Sabato 25 Maggio alle ore 21.
TABELLINO
Sesa Sustinene vs Opera 73-80 (25-21; 43-37; 60-58)
Sustinente: Buzzi 13, Tomic 16, Cerniz 5, Ghidoli, Lanza n.e, Guerra 8, Albertini 16, Vucinovic, Bordato 6, Nizzola n.e, Ferrari, Doddi 9. All. Zecchini - Boskovich
Opera: De Francesco, L. Cazzaniga, Fontana, Cattaneo 11, D. Cazzaniga 3, Werlich 8, Nicoletti 2, Iurato 13, Veronesi 11, Spirolazzi 12, Chiesa 13, Pastori 7. All. Celè

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

19/05/2019 13:42

ENGINUX STRAPPA IL PASS PER IL TURNO FINALE DEI PLAYOFF

BASKET VOGHERA - ENGINUX 64-67
(20-16) (17-19) (16-14) (11-18)

Match infrasettimanale per la seconda partita del primo turno playoff C Silver, che ha visto impegnata Carpe Diem Calolzio, in quel di Voghera, strappare nel finale il pass per l'ultimo turno.
Partono bene i Lecchesi ma Olimpia Voghera non si scompone e recupera passo passo fino a prendere il comando per la più parte del match. Enginux non lascia mai ed una difesa arcigna nel finale permette di strappare il referto rosa ed il passaggio all'ultima fase.
Fattore campo avverso nel prossimo turno contro Cerro, seconda nel proprio girone in regular season, con palla a due in casa avversaria per il primo scontro.

Cronaca :
Fischio d'inizio con Voghera che schiera Degrada Ogliaro Buffo Ugolini e Mazzocchi opposti a Zambelli Meroni Rusconi Floreano e Bonacina
Parte bene Enginux con una buona difesa che permette di piazzare un 9 a 0 e solo dopo quasi quattro minuti Voghera trova la retina con un break di 5 punti 5-9. Con determinazione i ragazzi di coach Talpo chiudono il gap sino al pareggio 15 15 a uno e trenta da giocare. Finale di quarto con i locali che trovano una importante tripla con Ogliaro per il primo riposo 20 16.
Pronti via Enginux non è attenta e Voghera allunga di ulteriori 4 punti 24 16 per il time out coach Mazzoleni. Rientro con Butti che piazza una bomba bissata da Ferrario e sul fallo subito  da Butti coach Talpo chiede minuto. 24 22 dopo quattro minuti. Pareggio a metà periodo subito seguito dal vantaggio per i Lecchesi 24-26 per un break di 10 punti. Gara riequilibrata da Enginux che non fa trovare la retina per oltre 5 minuti a Voghera. I locali non mollano e riavanzano 35 30 con un minuto da giocare. Finale con Enginux che trova la giusta grinta per un break di 2 a 5 fissando sul tabellone  37-35 con le due squadre negli spogliatoi per l'intervallo lungo.
Terzo quarto con la pressione che si fa sentire ma Voghera appare più determinata ed a metà periodo è avanti di 6 lunghezze 49 43. Seconda parte con sostanziale parità ed avvio all'ultimo intervallo con il risultato di 53 49.
Tensione che sale pochi i canestri e dopo 5 e trenta giocati il parziale è pari 6 punti per parte sul 59-55 con il timeout di Mazzoleni che da una scossa ai suoi ragazzi tanto che in 45 secondi Enginux piazza un break di 4 punti per il 59 pari a 3 e 43 da giocare e minuto questa volta chiesto da coach Talpo che vede gli avversari troppo vicini. Il motore dei Lecchesi sembra girare meglio e con intensità  mette avanti la testa Enginux 59 61, a 2 30 da giocare. Partita aperta con liberi e canestri facili che non entrano. Porro mette dall'angolo due punti importanti sul 62 63 con timeout coach Talpo a 45 secondi. Falli sistematici che portano in lunetta Zambelli (14 a fine match), Bonacina (15 punti) e Floreano 64-67. Gli ultimi due tentativi di Voghera dalla lunga distanza, grazie ad un importantissimo rimbalzo offensivo, non trovano il fondo della retina per l'esultanza dei Lecchesi presenti che dovranno indirizzare il futuro sostegno in quel di Cerro.

Nuova Olimpia BK Voghera: Lisini, Barbieri 2 Paulinus, Cartasegna 2 Degrada  19 Ogliaro 13 Buffo, Ugolini 15 Dolcino, Mazzocchi 7 Cremaschi 2 Villani 4 All. Talpo
Enginux Calolzio : Butti 5 Zambelli  10 Meroni 14 Ferrario 7 Fontana,  Rusconi 5 Porro 8 Floreano 3 Bonacina 15  Pirovano, Cazzaniga, Garota,  All. Mazzoleni. Ass. Cocco
canecaccia.com

18/05/2019 09:46

Il Basket Iseo è lieto di comunicare che Matteo Mazzoli siederà sulla panchina gialloblu anche nella stagione 2019/2020.

Per il coach originario di Pisogne questo sarà il sesto anno (uno da vice e gli altri da capoallenatore) con la società del Presidente Poieri, con lui rimarranno i vice Giuseppe Consoli e Federico Zani. Queste le prime parole di coach Mazzoli: “dopo una stagione difficile proseguire con il Basket Iseo era la mia priorità, tanta la voglia di rivalsa e di riscattare un campionato caratterizzato da poche soddisfazioni. Voglio prima di tutto ringraziare il GM Zani ed il DS Scotti perché sono sempre stati vicini al sottoscritto e al resto della squadra, non facendo mai mancare l’appoggio e far venire meno la serenità nemmeno nelle ultime settimane quando sono arrivate undici sconfitte consecutive.  Poi come sempre un grazie a mia moglie Silvia che ha condiviso la scelta. Tornando al basket giocato devo ammettere che nel girone di andata, seppure con qualche nota negativa, ci eravamo comportati bene (nove vittorie e quattro sconfitte). Poi una serie di infortuni hanno tolto certezze e la squadra ha perso fiducia, sono anche arrivate sconfitte all’ultimo che hanno contribuito a far diminuire la stima e la sicurezza. Una volta raggiunta la Poule Promozione poi ci siamo accontentati facendo venire meno quella voglia di lottare che è sempre stata una caratteristica di questo club. Per la prossima annata è imperativo fare meglio, soprattutto nel lavoro settimanale in palestra perché è da questo aspetto che si creano quelle fondamenta che fanno la differenza in partita. L’idea è quella di costruire un roster con giocatori grintosi, vogliosi di lavorare e migliorarsi. Un gruppo che possa far parte del Basket Iseo per più anni, insomma una squadra futuribile ma con delle certezze e qualche atleta esperto”.

Sistemato il primo tassello la società gialloblu inizierà a monitorare il mercato, partendo dai rinnovi con chi ha giocato ad Iseo nella stagione 2018/2019 e quindi cercare nuovi giocatori per completare al meglio il roster a disposizione di coach Mazzoli.
canecaccia.com

18/05/2019 09:45

Pre Sesa vs Opera, Zecchini: “Due vittorie per sperare nella salvezza diretta”

E' andato in scena ieri sera, a Radio 5.9, la puntata di Minors Takeover che, alla viglia della sfida interna contro Cislago, ha permesso a coach Paolo Zecchini e del giovane play Francesco Guerra di fare il punto della situazione in casa Sesa Sustinente.
PAOLO ZECCHINI (Coach Sesa): "Ci siamo complicati severamente la vita con una serie di partite non all'altezza. Siamo reduci da tre sconfitte che ci hanno complicato la vita e reso la salvezza diretta una vera impresa. A Mortara abbiamo perso una gara vissuta sempre in rincorsa. Sul -21 siamo stati bravi a risollevarci ma senza riuscire a riaprire davvero la gara. Vogliamo provare ad evitare la fase play out: dobbiamo ad ogni costo vincere contro Opera, magari ribaltando il passivo patito nella gara d'andata per sperare ancora nella salvezza diretta ma soprattutto, in caso di play out, garantirci il posto migliore possibile".
FRANCESCO GUERRA (Play Sesa): "Noi crediamo fortissimamente nella salvezza. Proprio contro Opera, nella gara d'andata, era iniziata la nostra difficoltà. Abbiamo ora il dovere di vincere e provare a ribaltare la differenza canestri. Nella gara d'andata dominammo in casa loro salvo poi scioglierci nel finale. Non saranno ammessi errori. La salvezza diretta è ancora possibile e, anche se dovessero essere play out, vogliamo arrivarci nella maniera migliore possibile. Il clima è buono, stiamo lavorando tanto e siamo tutti molto concentrati per regalare una speranza al nostro pubblico."
MARCO CELE' (Coach Opera): "Siamo chiamati a due vittorie per sperare nella salvezza. Essendo sotto, nella classifica avulsa, sia contro Cantù che contro Cislago, non abbiamo nessun risultato alternativo alla vittoria per evitare i play out. Sarà una gara incredibilmente importante che la immagino tesa ma spettacolare. Giochiamo in un palazzetto caldo che proverà a spingere i falchi alla vittoria. Nella gara d'andata fummo capaci di ribaltare per due volte un -10. Servirà la stessa tempra per strappare una vittoria in un palazzetto difficile".


Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

18/05/2019 09:43

Pall. Quistello 1996 (5A) - Team 86 Villasanta (4B) 66 - 63 Parziali 15-14, 35-29, 46-40 (2) 2 - 0

QUISTELLO: Pavesi M., Selogna, Salzano 2, Pavesi P., Zapata 8, Rizzi 13, Faccioli 20, Natali 2, Morello 10, Colla 10, Grande 1, Veneri, All. Gabrielli
VILLASANTA: Moscatelli 2, Passoni 7, Castiglioni 9, Favalessa, Marchisio 4, Mungiovì 1, Meroni 8, Ruzzon 21, Gianella 3, Mantelli 8, All. Cogliati  

QUISTELLO – Finisce qui l’avventura biancoblu. Era obbligatorio vincere. Rimane l’amarezza per i primi 30 minuti di Gara 1 giocati a luce spenta.
Gara 2 è stata tutt’altra partita. I biancoblu si ritrovano senza Pagani (miglior realizzatore domenica scorsa) e devono mettere in campo tutto ciò che hanno per cercare di riportare la serie in parità e giocarsi la bella a Villasanta.
La partita inizia con uno stratosferico Meroni che segna i primi 7 punti del match, ma è Quistello ad andare in vantaggio (segnando 7 tiri liberi nei primi 11 punti). Per Villasanta Ruzzon riporta i suoi in vantaggio, ma un canestro dei mantovani a 40” dalla prima sirena sigla il 15 a 14.
Villasanta c’è: affronta la partita con molta più determinazione e contenendo le forti armi offensive di Quistello. Dalla loro i mantovani si schierano a zona cercando di mettere in difficoltà i biancoblu, ma due canestri di Ruzzon e uno di Moscatelli portano Villasanta in vantaggio sul 18-23. Negli ultimi due minuti però qualche distrazione difensiva di troppo, 8 a 0 di parziale e concediamo a Rizzi due bombe pesantissime che mandano tutti negli spogliatoi sul +6 per Quistello.
Ma il terzo quarto si riapre al meglio. I biancoblu rientrano mettendo a segno un parziale di 11 a 0 e con Passoni si riportano in vantaggio. Quistello continua con la difesa a zona e Villasanta fatica a trovare la via del canestro. I mantovani si affidano al loro capitano Colla per riportarsi prontamente in vantaggio e chiudere il quarto 46 a 40.
I biancoblu hanno 10 minuti per giocarsi il tutto e per tutto. Ancora una volta entrano in campo ed infliggono un parziale di 6-0 con Gianella e Castiglioni. Pari, partita riaperta. Ma due palle perse e due distrazioni difensive costano carissime e si torna in pochi secondi a -8. Villasanta non molla: altro parziale e a 3 minuti e mezzo dalla sirena finale si torna sul 55 pari. I biancoblu riescono sempre a riportarsi in parità, ma mai a mettere la testa davanti. Purtroppo è Quistello che mette a segno il parziale decisivo. Si torna a -7 sul 62 a 55. A far male sono questa volta i canestri di Zapata. Le due triple di Castiglioni e Passoni nell’ultimo minuto non bastano a riportare i biancoblu in parità. Finisce sul 66 a 63.
Questi 80 minuti di gioco decretano la vittoria di Quistello, che proseguirà i Play Off affrontando Lumezzane o Brusuglio. La stagione biancoblu finisce qui.
“Un peccato non aver mai avuto la partita in mano. Rispetto a Gara 1 oggi abbiamo sempre giocato alla pari. Noi siamo riusciti a metterli in difficoltà, ma loro sono sempre stati in grado di punirci su ogni nostro errore – ha commentato coach Cogliati – Oggi abbiamo perso sui dettagli. Complimenti a Quistello, ma anche ai nostri ragazzi per non aver mai mollato”.
Cala il sipario, ma un grande applauso da tutta la tifoseria biancoblu è doveroso per un gruppo che ha saputo regalare al PalaVilla una splendida pallacanestro e una stagione di vittorie e successi.
canecaccia.com

17/05/2019 00:05

Settimo Basket ASD (3B) - Edicasa Civatese (2A) 76 - 64 Parziali 16-15, 34-34, 53-49 (36) 2 - 0

Settimo Basket ASD:  Marangoni 17, Daverio 12, Caselli, Benfenati, Cogliati 2, Acerni 10, Antonini, Ciolina 2, Ronca 12, Grassi 2, Colombo 5, Rondena 15. All. Antonini
Edicasa Civatese:  Castagna 17,Galli 12,Corti 9,Valsecchi 8,Castelnovo 7,Panzeri 6,Consonni 3,Negri 2,Capovilla Castelletti Bosso Huertas. All. Brusadelli


Si conclude a gara due l'avventura dei play off per l'Edilcasa Civatese.
La partita parte molto equilibrata da ambe le parti e scorre senza distacchi fino al 34-34 della pausa.
Nel terzo quarto il clima si scalda ma il divario a fine del quarto è solo di 4 punti.
nell' ultima frazione l'Edilcasa subisce la zona messa in campo da settimo,la quale mostra la sua superiorità vincendo la partita.
Si conclude così per l'Edilcasa una stagione positiva al di sopra delle aspettative.

Coach Brusadelli
"È stata una stagione fantastica, abbiamo raggiunto tutti i nostri obbiettivi sia in termini di risultati (addirittura ci siamo superati col primo posto nel girone a pari merito) e soprattutto tecnici: i giocatori sono cresciuti tecnicamente e i nostri giovani hanno avuto minuti importanti e sicuramente l'anno prossimo potremo contare su di loro. Desidero ringraziare tutti i miei giocatori e il mio staff per la professionalità dimostrata durante l'anno."
canecaccia.com

16/05/2019 07:43

Cral Dalmine (7A) - Pall. Cerro Maggiore (2C) 67 - 78 Parziali 14-16, 37-33, 56-51 (3) 0 - 2

Cral Dalmine:  Vitali 8, Castelletti 2, Rodari n.e., Zambelli 25, Lodovici 7, Mindu n.e., Iabichella 5, Dadda 7, Ndiaye 7, Fall 4, Quisi, Colombo 2. All. Maffioletti, vice Lardo
Pall. Cerro Maggiore:  Turano 13, Mariani, Pastori 11, Gastoldi, Morandi 2, Ballarate 27,  Rossi 9, Maniero 8, Puglisi n.e., Persico 8, Meraviglia n.e., Paganini n.e.. All. Botti

Un po’ di rammarico c’è, perché a 5 minuti dalla fine eravamo ancora lì… complimenti ai nostri ragazzi che comunque hanno disputato un ottimo campionato ed un sontuoso turno di playoff, contro una squadra tecnicamente e fisicamente costruita per la serie superiore.
Chi ha fatto la differenza stasera è stato Ballarate, che ha chiuso la partita al momento giusto (due triple molto difficili che hanno scavato il solco).
A nulla sono valsi i tentativi di Zambelli e compagni di rientrare, ma i nostri hanno comunque venduto cara la pelle. “Lucio” Zambelli MVP, bene Dadda e Ndiaye.
La partita: punto a punto fino all’intervallo, poi nella ripresa riusciamo a portarci avanti anche di 8 punti, ma Cerro rientra grazie alla zona, dove i nostri sbagliano tanto al tiro. Poi la fiammata finale dei milanesi, che chiude definitivamente la serie.
Buona estate a tutti (speriamo che arrivi), ci rivedremo l’anno prossimo con tante novità. Buon Basket
canecaccia.com

16/05/2019 00:37

Il sigillo del capitano, Paleari lancia l’Urania sul 2-0, 75-66

Altra super esibizione difensiva della Super Flavor che regola Firenze e vola in Toscana sul 2-0. Dopo un inizio lento è capitan Paleari (16 con 11 falli subiti) a dare la svolta con leadership, carisma e giocate fondamentali su entrambi i lati del campo. Importante anche nella seconda sfida il contributo di Simoncelli (16 con 6 assist), perfetto nella gestione dei possessi offensivi e gelido dalla linea della carità. I lampi di Scanzi, Piunti e Negri tengono lontana la All Foods a cui non basta il solito Genovese, la premiata ditta Santolamazza-Paleari gestisce con sapienza il finale.
PARTE MEGLIO FIRENZE
Firenze inizia con un’altra faccia rispetto a gara 1, Bastoni sigilla il primo mini break della sfida, 0-4. Si sblocca la Super Flavor con Scanzi, un antisportivo subito da Simoncelli riporta subito l’Urania a contatto, 5-6. Arriva anche il sorpasso con Scanzi ma la All Foods è assai meno arrendevole che nell’opener, Berti impatta a quota 10.

SCANZI E PALEARI PER IL BREAK
Brani di zona per coach Niccolai che prova a mescolare le carte all’attacco milanese, Scanzi e Paleari bucano la difesa ospite, 17-12. Piunti è un mago del tabellone con appoggi d’autore, è sempre capitan Paleari a dare la spinta per tenere a bada Savoldelli e compagni alla prima sirena, 24-19. Tenta lo strappo Milano con Negri che infila 5 punti filati per il vantaggio che arriva alla doppia cifra, 29-19. Spreca due volte la chance per il più 13 la Super Flavor, Firenze respira con Berti e Toure, 30-26. Nonostante gli eroismi di Paleari soffre a rimbalzo l’Urania contro Banti e compagni, Scanzi è la polizza per scardinare le trappole della All Foods, 35-29. Si sporcano le percentuali dei padroni di casa, si alzano invece quelle degli ospiti, fondamentali 4 liberi consecutivi di Simoncelli (con terzo fallo di Cuccarolo) per lasciare due possessi a Milano all’intervallo, 39-34.
PERICOLO GENOVESE
Dopo l’intervallo più aggressiva la Fiorentina, tanti errori da entrambe le parti con i viola che gettano più di un’occasione per tornare ad un solo possesso, 43-39. Salgono le penalità tra gli ospiti con Banti a quota 4 e con la coppia Cuccarolo-Genovese a 3. Prende fuoco proprio l’ala della All Foods con due triple che spingono a meno 1 la Viola, 43-42. Vico fallisce il sorpasso e regala, grazie ad un tecnico per proteste, un minimo di inerzia all’Urania, 46-42.
ALEX RILANCIA
Continuano i problemi offensivi per la Super Flavor che fatica a ritrovare fluidità ed efficacia, ci pensa ancora una volta l’orgoglio di Paleari a far ruggire il PalaIseo per il nuovo parziale dei padroni di casa, 51-44. Il capitano milanese si guadagna anche un prezioso sfondamento che innervosisce la Fiorentina, la tripla di Santolamazza per il massimo vantaggio Urania, 55-44.

PALEARI SIGILLA
Paleari a segno anche da tre per il più 12, Firenze non si arrende guidata dal solito Genovese letale dal perimetro, 67-57. Aumenta la pressione su Simoncelli da parte di Toure, si va da Scanzi per tenere lontana la Viola, Paleari si veste da capitan America in difesa, 72-60. L’antisportivo a Vico è il segnale della resa definitiva dei toscani, titoli di coda del Prof. Santolamazza, 75-60. 
canecaccia.com

15/05/2019 11:48

Saronno - La iMO Robur Basket Saronno vince d'autorità Gara3 dei quarti di finale di Serie C Gold con Cermenate

e si qualifica per le semifinali che cominceranno domenica alle 18 a Soresina contro la Gilbertina. Dopo aver vinto il primo incontro e perso il secondo episodio della serie, si decide tutto con la volata finale di sabato sera. Nel match parte decisamente meglio Cermenate sull'onda lunga della larga vittoria nell'infrasettimanale. 3-6-9 di Guidi e la squadra comasca traccia il primo solco del match per il 17-22 del decimo. Dopo la paura per un'altra botta alla spalla di Mariani (appena rientrato dopo aver saltato le prime due partite chiuderà con 4 punti, 8 rimbalzi e 4 assist) Saronno si scuote nel secondo quarto e, soprattutto in difesa con le rubate di Clementoni (che aggiunge anche 22 punti e 10 rimbalzi) ed i rimbalzi di squadra, offre una superprestazione. Gurioli fa 7-0 ed al 14' è 24-25. La Virtus risponde con la bomba di Pellizzoni ma la Robur piazza un parziale di 8-0 e chiude 34-30 il primo tempo. Dopo un terzo periodo equilibrato, nel quarto quarto l'inerzia cambia del tutto. La iMO si scrolla completamente di dosso il torpore di Gara2: i primi cinque canestri sono di cinque giocatori diversi e soprattutto Cermenate non finalizza per cinque minuti consecutivi. E così la tripla di capitan Leva segna il +13 sul 63-50 al 35' e, anche quando gli ospiti si risvegliano, con i liberi e con la concretezza Saronno mantiene le distanze e porta a casa una vittoria pesantissima, quella decisiva per il passaggio del turno. Ora in semifinale c'è Soresina. Unico precedente stagionale il 73-75 del 6 aprile in poule promozione al PalaRonchi. Gara1 domenica 19 alle 18 a Soresina, Gara2 mercoledì 22 alle 21 a Saronno. Eventuale Gara3 domenica 26 alle 18 a Soresina.

coach Massimo Bianchi: "Abbiamo giocato questo turno praticamente senza due giocatori per noi molto importanti come Mariani e Ukaegbu. Bene nella prima partita, abbiamo fatto la figura dei cioccolatai nella seconda, mentre nella terza ci siamo presentati con la faccia giusta e abbiamo fatto le cose che in questo momento ci servivano per vincere la partita e superare la serie; dico che, anche senza aver un vantaggio sempre netto, abbiamo avuto il controllo della partita. Siamo stati bravi a togliere alcune cose che ci avrebbero messo in difficoltà di loro e alla fine abbiamo vinto, merito di una grande difesa. Ora ci mettiamo a posto, ci alleniamo e poi con Soresina daremo tutto quello che abbiamo dentro, perché è nel dna di questa società, abituata a rimanere sempre in alto. Le semifinali da raggiungere erano il risultato minimo per una società come Saronno, ora vogliamo provare a regalarci qualcosa di più".
canecaccia.com

15/05/2019 11:47

REFERTO ROSA PER ENGINUX AL DEBUTTO DEI PLAYOFF

ENGINUX CALOLZIO - VOGHERA 79 58
(28-9) (13-19) (20-17) (13-13)

Al via sabato 11 Maggio 2019 il primo turno dei playoff della categoria C Silver, al meglio delle tre partite, che hanno visto impegnati, al Palazzetto di Olginate, i Lecchesi della Carpe Diem Enginux Calolzio terza classificata nel girone B, contro la Nuova Olimpia Basket di Voghera sesta classificata del girone C.
Match che Enginux ha sempre in controllo soprattutto grazie ad una spumeggiante partenza e che malgrado un calo nel secondo quarto non ha mai di fatto impensierito la Carpe Diem che ha raggiunto anche un vantaggio massimo di 24 lunghezze e sempre tenuto a debita distanza Voghera permettendo il debutto ai playoff anche ai propri giovani.

Cronaca :
Fischio d'inizio che vede sul parquet Zambelli Meroni Rusconi Floreano e Bonacina opposti a Degrada Ogliaro Buffo Villani e Mazzocchi.

Partenza forte per Enginux che inanella una serie di canestri per il 12 a 2 con Rusconi(20 pti) in lunetta che ha già refertato 5 punti, dopo due e 40 di gioco, per il time out degli ospiti.
Ancora un breK di 4 punti per i Lecchesi che portano il tabellone sul 17-2 a metà quarto.
Alcune rotazioni da entrambe le parti non cambiano la sostanza ed il periodo termina 28-9.
Rientro più equilibrato ed il parziale vede dopo 4 minuti Voghera avanti di un punto per il 37 a 18 e time out coach Mazzoleni dopo una palla persa ed una bomba incassata. Voghera approfitta di un calo di attenzione dei Lecchesi e si porta sotto di 11, 39 a 28 a 2 e trenta da giocare. Deve stringere le maglie Enginux e sul finale dopo time out degli ospiti mantengono le 13 lunghezze di vantaggio, 41-28 all'intervallo lungo.
Parte senza timore Voghera tenendo il passo con un parziale di 5-6 dopo tre e trenta giocati e due bombe incassate da Enginux per il 46 a 34.
Un fallo tecnico contro i Lecchesi, a circa tre da giocare, vede Degrada (19 punti) che piazza il libero ma Enginux non si fa intimidire e risponde con un break di 5 punti, 59 a 42 e gli ultimi 2 minuti senza sussulti e finale 61-45 all'ultimo intervallo.
Si sente il peso della partita e le tensioni salgono con antisportivo a favore dei Lecchesi che capitalizzano prima con due liberi ed a seguire canestro di Porro per il più venti dopo uno e trenta. Timeout coach Talpo a sette e trenta da giocare, 65 45. Nulla da fare per gli ospiti con Enginux che scava il massimo solco a 24 lunghezze 69 45. Cala l'attenzione Enginux e Voghera ne approfitta per un break di sei punti 69 51; coach Mazzoleni non lascia passare nulla e malgrado il vantaggio chiede minuto dopo una palla persa con quattro e trenta da giocare. Ritrova la retina Enginux solo dalla lunetta con Rusconi e Zambelli (18 punti), dopo alcuni minuti di buio dal campo ma ormai per Voghera esiste solo la consapevolezza di dover preparare la prossima sfida di giovedì 16 maggio, con Enginux che nel frattempo gusta il meritato finale di 74 58, per l'esultanza del pubblico presente.

Enginux Calolzio : Butti 5 Zambelli 18  Meroni 6 Ferrario 5 Fontana,  Rusconi 20 Porro 3 Floreano 6 Bonacina 7 Pirovano, Cazzaniga, Garota 4 All. Mazzoleni. Ass. Cocco

Nuova Olimpia BK Voghera:
Lisini, Barbieri, Paulinus 2 Cartasegna 5 Degrada 19 Ogliaro 6 Buffo 5 Ugolini 4 Dolcino, Mazzocchi 2 Cremaschi 2, Villani 13 All. Talpo
canecaccia.com

13/05/2019 18:20

Pall. Cerro Maggiore (2C) - Cral Dalmine (7A) 71 - 61 Parziali 26-19, 43-33, 56-46 (3) 1 - 0

Pall. Cerro Maggiore:  Ballarate 6, Rossi 13, Maniero 14, Pastori 21, Persico 4, Turano 9, Mariani n.e., Puglisi 2, Meraviglia n.e., Gastoldi, Morandi 2, Paganini n.e. All. Botta
Cral Dalmine:  Vitali 4, Castelletti 6, Rodari n.e., Zambelli 7, Lodovici 4, Iabichella 14, Dadda 10, Ndiaye 10, Fall 4, Quisi, Colombo 2. All. Maffioletti

Chi pensava che fosse una sfida senza storia, si sbaglia di grosso: i titolati e temibili milanesi hanno tremato quando a pochi minuti dalla fine siamo arrivati a soli due punti dall’aggancio. Ma partiamo con ordine: primo quarto spumeggiante, con entrambe le formazioni che mostrano le loro capacità balistiche: per noi ben 5 triple su otto (Zambelli e Dadda due, Iabichella una), però Cerro con Turano e Pastori nel finale prende già le distanze (26-19). Secondo quarto fotocopia del primo nei primi minuti. con ancora due triple dei citati Turano e Pastori, mentre per noi ci pensa Iabichella (altre due triple anche per lui), ma le maglie della difesa milanese si stringono, facendo valere la enorme fisicità dei suoi giocatori. Chiude Ballarate con l’ennesima tripla di Cerro, che porta i padroni di casa al +10 dell’intervallo.
Nella ripresa, le difese più attente da entrambe le parti limitano i tiratori, Dalmine ce la mette tutta ma non riesce a rientrare: finisce sul 13-13 che lascia invariato il distacco. La svolta negli ultimi dieci minuti: una difesa di Dalmine più aggressiva permette di bloccare i terminali offensivi di Cerro, e punto su punto arriviamo fino al meno due quando mancano poco più di tre minuti (59-57). Qui purtroppo un pò di stanchezza ci fa perdere lucidità in attacco e fa trovare alcune soluzioni redditizie sul pick&pop ai nostri avversari: due triple di Pastori, più un (dubbio) canestro + fallo di Ballarate riportano i padroni di casa a distanza di sicurezza, chiudendo poi in tranquillità sul 71-61.
L’impressione però è che si possa giocarsela, tutti e sottolineo tutti i nostri hanno messo intensità e voglia di vincere; Mercoledì prossimo (ore 21.30) al PalaBiava sarà sicuramente una altra storia: la convinzione comune è che abbiamo possibilità di portare lo scontro allo spareggio di domenica.
Per noi bene Iabichella, Dadda e Ndiaye; Zambelli ottimo nel primo quarto, poi limitato dalla difesa avversaria; Vitali e Castelletti positivi, come Colombo e Lodovici. Fall poco redditizio in attacco (ma prende 9 rimbalzi), Quisi utile nei 4 minuti giocati.  Per Cerro, Pastori migliore in campo, ma Maniero, Rossi e Turano sono subito dietro.
Se giochiamo come stasera, a Dalmine si può ribaltare, e poi si andrebbe alla bella con la carica giusta per provarci fino in fondo. Forza Ragazzi!!
canecaccia.com

12/05/2019 23:48

Team 86 Villasanta (4B) - Pall. Qiistello 1996 (5A) 75 - 82 Parziali 13-27, 32-50, 52-75 (2) 0 - 1

Team 86 Villasanta: Moscatelli 2, Passoni M. 10, Castiglioni 4, Favalessa, Marchisio 5, Mungiovì 5, Pagani 19, Meroni 4,Ruzzon 16, Gianella, Mantelli 10. All. Cogliati
Pall. Quistello 1996:  Torelli ne, Salzano 2, Pavesi ne, Zapata, Rizzi 21, Faccioli 26, Grande, Natali 6, Morello 11, Colla 16. All. Gabrielli

VILLASANTA – Gara 1 è di Quistello. Mercoledì ci si gioca il dentro o fuori.
I ragazzi mantovani, quinti classificati nel loro girone, sbarcano a Villasanta con esperienza e voglia di vincere. Scendono sul parquet affrontando la partita nel migliore dei modi. I ragazzi di Cogliati, nonostante il palazzetto pieno e un calorosissimo tifo tutto biancoblu, subiscono e non entrano con la cattiveria giusta per questa prima giornata di Play Off.
Nel primo minuto di gioco per i padroni di casa è Castiglioni a tenere in piedi la squadra con due canestri che sbloccano il punteggio. Poi inizia lo strapotere di Quistello. Aggressività, uno contro uno, triple, intensità. In un batter d’occhio il punteggio è 4 a 17. Il parziale dei mantovani viene interrotto solo parzialmente da Pagani. Villasanta prova a mettersi a zona, ma ogni errore difensivo viene punito con una tripla. Si arriva ad uno svantaggio di 17 punti fin dal primo quarto.
Serve una reazione biancoblu. Gli avversari tirano con percentuali mostruose, mentre i villasantesi faticano a costruire e soprattutto a finalizzare le scelte offensive. Ruzzon cerca di spingere i suoi con due triple, ma i troppi errori in fase difensiva e la poca intensità vengono puntualmente puniti. A due minuti dall’intervallo il tabellone segna +25. Anche Quistello inizia a difendere a zona, alternando diverse difese, i biancoblu in parte ne approfittano e chiudono a -18.
Si torna in campo e Villasanta finalmente inizia a fare canestro, ma purtroppo i nostri avversari non si fermano. Il punteggio continua ad oscillare tra il -18 e il -20, permettendo a metà del quarto ancora una volta ai mantovani di poter allungare fino al +25.
Sono gli ultimi 8 minuti a riaprire le speranze per tutta Villasanta. I biancoblu riemergono dalle loro ceneri, iniziano a mettere intensità, pressione difensiva, recuperano palloni e corrono in contropiede. Dal -23 si arriva al -4. Una rimonta siglata dai canestri di Mantelli, Ruzzon e Moscatelli e dai contropiedi di Meroni e Pagani. Mancano meno di due minuti alla fine, purtroppo è tardi e Quistello approfitta nuovamente di una distrazione difensiva villasantese per riportarsi a +6. La sirena suona sul 75 a 82.
“Merito ai nostri avversari che sono scesi in campo con aggressività. Hanno eseguito bene e hanno punito ogni nostro errore – ha commentato Coach Cogliati – Però non posso non fare i complimenti ai miei ragazzi per non aver mollato mai, neanche sul +23 ad inizio ultimo quarto. Purtroppo la reazione è arrivata troppo tardi, ma siamo riemersi anche nel momento di massima difficoltà”
Gara 1 è finita. Ora testa e cuore a mercoledì, dove sul campo di Quistello i biancoblu devono dare tutto.
canecaccia.com

12/05/2019 22:33

Edicasa Civatese (2A) - Settimo Basket ASD (3B) 80 - 93 Parziali 23-15, 51-37, 67-67 (36) 0 - 1

Edicasa Civatese:  Panzeri 30, Valsecchi 19, Galli 9, Castagna D. 8,Bosso 7, Castelnuovo 4, Consonni 2, Negri 1, Castelletti, Capovilla, Brusadelli, Huertas. All. Brusadelli
Settimo Basket ASD:  Marangoni 8, Daverio 6, Caselli, Benfenati, Cogliati 6, Acerni 23, Antonini, Ciolina, Ronca 2, Grassi 2, Colombo 2, Rondena 44. All. Antonini

L'Edilcasa Civatese perde gara 1 tra le mura casalinghe andando sotto nella serie.
la partita parte a favore dell' Edilcasa con buone conclusioni  e buona difesa che permette di andare al riposo sopra di 14.
Nel terzo quarto qualcosa si inceppa Settimo reagisce e agguanta il pareggio.Nell ultima frazione fino a due dalla fine è tutto punto a punto solo sul fibale settimo allunga vincendo.

Coach Brusadelli
"Dispiace perché eravamo partiti bene nei primi due quarti,poi qualcosa sicuramente dobbiamo sistemare perché con quasi 30 punti di scarto negli ultimi due quarti vuol dire che qualcosa non è  andato.In ogni caso siamo fiduciosi per gara due anche per il recupero di corti assente oggi per lavoro."
canecaccia.com

12/05/2019 22:32

Sesa ancora ko: sesto posto ora sempre più complesso da raggiungere

MORTARA (PAVIA) - Al Sesa non riesce l'impresa di battere a domicilio la capolista di questa seconda fase e, incappando nella terza sconfitta consecutiva, si allontana dal sesto posto che varrebbe la salvezza diretta.
Coach Paolo Zecchini opta per uno "starting five" composto da Marco Cerniz, Francesco Doddi, Luca Bordato, Andrea Albertini e Leon Tomic.
Il primo quarto vive di un equilibrio costante, con i locali sempre avanti, ma il Sesa costantemente in scia. E' una tripla di Pontisso a scavare il primo break ed a permettere al  Mortara di chiudere avanti il primo quarto sul 20-14. Il divario di sei punti permane sino alla metà della seconda ripresa, quando i pavesi, premendo il piede sull'acceleratore, vale il +15 sul 39-24. Il divario si consolida, con il Sesa protagonista di vari errori da sotto al canestro, sino alla seconda sirena che manda le squadre negli spogliatoi sul 46-32.
Con la zona incapace di contenere le "bocche da fuoco" di Mortara, coach Zecchini passa alla difesa a uomo. La mossa ha il suo effetto e permette al Sesa di ricucire sino al - 11 che lascia qualche speranza anche per l'ultimo quarto. Speranza vanificata da un ultimo quarto nel quale i mantovani, salvo un breve passaggio positivo che riporta lo svantaggio sotto le 10 lunghezze, sono sempre costretti a rincorrere. Ad 1'35'' dalla fine una tripla di Guerra riporta sul -6 un Sesa che non riuscirà più a segnare. Termina così la gara sul 82-74.
Salvezza che passerà in maniera inderogabile dalla sfida interna contro Opera, Sabato 18 Maggio alle ore 21.
TABELLINO
Mortara vs Sesa Sustinente 82-74 (20-14; 46-32; 61-50)
Mortara: Orsini 21, Secchi, Marcone 2, Bossi 9, Invernizzi, Pontisso 24, Orlandi, Pierleoni 22, Muzio 2, Facchi 2. All. Zanellati
Sesa: Buzzi 2, Tomic 21, Cerniz 14, Ghidoli, Guerra 13, Albertini 14, Vucinovic 4, Bordato 4, Nizzola n.e, Ferrari, Doddi 2. All Zecchini - Boskovich
CLASSIFICA POULE SALVEZZA SERIE CGOLD: Mortara 28, Lissone 26, Cernusco 26, Milano 24, Opera 18, Cantù 16, Cislago 14, Sesa Sustinente 14, Cremona 12, Erba 10, Bergamo 8.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

12/05/2019 22:30

Pre Mortara vs Sesa Sustinente: Zecchini: “Ci servono tre vittorie per evitare i play out”

E' andato in scena ieri sera, a Radio 5.9, la puntata di Minors Takeover che, alla viglia della sfida esterna contro Mortara, ha permesso a coach Paolo Zecchini e alla guardia Francesco Doddi di fare il punto della situazione in casa Sesa Sustinente.
PAOLO ZECCHINI (Coach Sesa): "Il nostro turno di riposo di ha riallineato con altre tre compagini sulla dead line della zona salvezza. Sarà fondamentale per noi vincere, in casa di una grande formazione come Mortara, per non scivolare in zon aplay out. La squadra si sta allenando bene e sa che dovrà affrontare una compagine che, solo per vicissitudini interne, non ha centrato i play off in regular season. Ci serve anche sperare in qualche passo falso degli avversari e, guardando in casa nostra, migliorare la tenuta di una difesa che nelle ultime due sconfitte ha concesso davvero troppo agli avversari".
ALFONSO ZANELLATI (Coach Mortara): "Prevedo una partita con un Sustinente molto motivato. Noi, già certi della salvezza, giocheremo a mente libera con la sola voglia di imporre il nostro basket e provare a divertirci. Siamo felici dell'epilogo di questa stagione dati i tanti problemi che ci hanno contraddistinto in questa tribolata stagione. La gara d'andata, condita da netta sconfitta, ci deve imporre una seria riflessione. Se sottovaluteremo l'impegno non potremo opporre resistenza ad una squadra forte".
FRANCESCO DODDI (Play Sesa): "Dobbiamo ripartire dalla ottima gara d'andata. In quel match vincemmo con un margine di 9 punti ma meritando probabilmente anche qualcosa in più. Quella preparazione e quell'attenzione serviranno anche in casa di una delle squadre migliori delle ultime settimane. Nelle ultime tre giornate di questa seconda fase ci serviranno tre vittorie. Sappiamo di non poterci permettere il minimo passo falso e non vediamo l'ora di scendere in campo per lottare per questa maglia".

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

10/05/2019 14:09

Virtus Cermenate (11) - Robur Saronno (6) 79 - 51 Parziali 16-20, 30-44, 52-54 (11) 1 - 1

Virtus Cermenate:  Brambilla 6, Anzivino 7, Guidi 9, Scuratti 16, Broggi, Banfi 7, Pellizzoni 19, Moscatelli ne, Squarcina 15, Mazzoccato ne, Romano, Meroni ne. All. Mazzali
Robur Saronno: Politi 9, Clementoni 13, Maiocco 3, Gurioli 15, Leva 6, Turatti, Ukaegbu, Tresso 1, Mariani ne, Tosi 4. All. Bianchi

Saronno - E Gara3 sia. Dopo aver vinto la prima partita sabato in casa, la iMO Robur Basket Saronno è caduta mercoledì sera al PalaMalacarne di Cermenate. E allora sabato 11 maggio si torna al PalaRonchi per l'ultimo e decisivo episodio della serie. Ancora senza Mariani e Ukaegbu, fermati dagli infortuni, la squadra di coach Massimo Bianchi regge, anzi, sta avanti per tutto il primo tempo, salvo cedere l'onore delle armi in una seconda frazione di gioco praticamente... non giocata. Dopo un buon primo tempo, come detto, arriva anche la tripla di capitan Leva al 22' per il 30-37 che sembra indirizzare match e serie a favore di Saronno. Ma è qui che tutto cambia. Infinito parzialone di 16-2 dei padroni di casa in cui impazzano Pellizzoni e Anzivino, con percentuali da tre che migliorano, e Scuratti che colpisce dalla media. L'ultima azione degna di nota per la Robur è la nuova bomba di Leva tiene per il 49-44, ma è l'ultimo segnale di vita prima di un quarto periodo letteralmente dominato da Cermenate (27-7). Il finale è impietoso, 79-51, ma perdere di uno o di mille nelle serie di playoff non cambia nulla. La testa va subito a sabato sera quando, alle 21, iMO Robur Basket Saronno e Virtus Cermenate scenderanno sul parquet per l'ultima volta in questa serie e per chi perde anche per l'ultima volta in questa stagione. Chi vince invece va in semifinale.
canecaccia.com

10/05/2019 14:05

Di.Po. Vimercate - Team 86 Villasanta 78 - 72 Parziali 22-17, 38-38, 46-50, 66-66, D1ts

DIPO: Carzaniga M. 8, Viganò 17, Carzaniga T., Formenti, Colombo ne, Cambiaghi, Tremolada 21, Urso 11, Banfi ne, Monguzzi 11, Gabaldi 1, Gomma 9, All. Tassi
VILLASANTA: Moscatelli, Passoni 8, Castiglioni 13, Favalessa 1, Marchisio, Mungiovì 8, Pagani 18, Meroni 7, Ruzzon 14, Gianella, Mantelli 3, All. Cogliati  

PROGRESSIONE: 22-17, 38-38, 46-50, 66-66

BERNAREGGIO – Sconfitta, ma quarto posto confermato! I biancoblu cedono sul campo di Bernareggio contro la Di.Po dopo un tempo supplementare, ma grazie alla sconfitta di Posal contro Soul Basket il quarto posto in classifica è cosa fatta.
I biancoblu non scendono in campo mostrando la loro migliore pallacanestro e si parte in ricorsa sugli avversari. Nel secondo quarto i villasantesi riescono a raddrizzare la partita, riuscendo a ricucire lo svantaggio con i canestri di Ruzzon, Meroni e Passoni. Le buone notizie in casa biancoblu sono che Passoni e Mungiovì sono rientrati al meglio, recuperando velocemente il ritmo partita dopo i lunghi infortuni che li hanno tenuti lontani dal parquet per diverso tempo. Si va negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 38 pari e al rientro in campo i ragazzi di Cogliati riescono a prendere qualche punto di vantaggio. Qui arriva forse l’occasione per poter provare ad allungare, ma gli avversari di Vimercate non si fanno sorprendere e rimangono sempre a breve distanza. Nell’ultimo quarto sul +3 per Villasanta dopo una stoppata di Pagani valutata come fallo da parte della coppia arbitrale, arrivano alla panchina biancoblu fallo tecnico ed espulsione e a dover abbandonare il campo sono coach Cogliati (per un tecnico preso nel primo quarto) e il suo assistente Bonfio (tecnico ed espulsione). Vimercate si trova con 5 tiri liberi da tirare e palla in mano: in pochi secondi il risultato è ribaltato, +3 Vimercate. A 10 secondi dalla fine dell’ultimo quarto ci pensa però Castiglioni con una tripla a trascinare i suoi ai tempi supplementari sul 66 pari.
Nell’overtime Villasanta fatica a trovare canestri e buone soluzioni e lascia scappare via la Di.Po che chiude sul 78 a 72.
“Non abbiamo giocato una brutta partita, abbiamo faticato ad adeguarci al metro arbitrale, ma in più di un’occasione abbiamo mostrato del buon basket – commenta coach Cogliati – Ora dobbiamo cercare di fare bene ai Play Off, giocando con la mentalità e la voglia giusta”.
Si comincia settimana prossima con il primo turno di Play Off al PalaVilla contro Pallacanestro Quistello, quinti classificati nel girone A.

canecaccia.com

05/05/2019 23:17

PLAYOFF IN VISTA :ENGINUX STRAPPA IL REFERTO ROSA E CONFERMA LA TERZA POSIZIONE

ENGINUX VS RONDINELLA SESTO 69 - 55
(15-7) (15-23) (15-10) (24-15)

Ultima giornata, sabato 4 maggio, della regular season del campionato di serie C Silver con fischio d'inizio alle 21 per tutti e tre i giorni. I Lecchesi della Enginux Calolzio  al Palaravasio di Olginate ospitano Rondinella Sesto e centrano la vittoria
che conferma la terza posizione a seguito della classifica avulsa, pur avendo pari punti con Rovello e Busnago, anch'esse vittoriose.
Gli abbonamenti faranno incontrare nel primo turno, al meglio delle tre partite, la compagine di Voghera, sesta nel girone C, con il fattore campo a favore dei Lecchesi.

Cronaca :
Palla a due con Enginux che schiera Zambelli Meroni Rusconi Floreano e Bonacina opposti a Ravanini Geroli Zaccuri Sasso e Manferdelli.

Avvio con notevole imprecisione ed a metà quarto il tabellone segna solo 6-2 con due tiri dal campo a referto per Enginux e parecchi errori comunque da entrambe le parti.Trascorrono ancora due minuti senza vedere la retina per Enginux mentre gli ospiti rimediamo due liberi 6 4 Qualche rotazione dei Lecchesi e la sostanza cambia con un parziale di 9 a 3 per il finale di quarto 15-7 grazie ad un canestro sulla sirena di Garota confezionato con il solo ultimo secondo a disposizione.
L'avvio della seconda frazione è appannaggio degli ospiti che rimediamo un break di sei punti per il time out di coach Mazzoleni dopo due e trenta sul 15 13. Porro referta i primi due punti dal campo dopo quasi tre minuti, 17 15 ma subito dopo gli ospiti con canestro e fallo su una brutta palla persa dai Lecchesi vedono il primo vantaggio 17 18 dopo circa 4 minuti. Difficoltà per Carpe Diem e Rondinella avanza di 4 lunghezze 17 21a poco più di quattro da giocare. Break di 6 a 2 per gli ospiti che portano il distacco a 8 punti 19 -27. Enginux serra le fila, mostra il proprio gioco e piazza un recupero di 7 a zero con tripla di Meroni 26 28. Bissa la tripla Zambelli (15 punti a fine partita) a 38 secondi dal termine per il pareggio 30 30 che accompagna tutti negli spogliatoi.
Prosegue anche dopo l'intervallo lungo la fatica nel trovare la retina e dopo cinque minuti il parziale segna 6 4. La difficoltà nel trovare il canestro premia gli ospiti che infilano due bombe consecutive avanzando di 4 punti 36 40 a 4 da giocare per l'immediato time out di coach Mazzoleni. Rientro che da effetti e Carpe Diem rimedia un break di 5 lunghezze che permette di mettere avanti la testa 41 40 e timeout Rondinella a due e venti da giocare. La buona difesa dei Lecchesi favorisce ancora un parziale di 4 punti che accompagna all'ultimo intervallo sul 45-40.
Cambia il ritmo ed anche i canestri 10 a 6 il parziale dopo tre minuti con Enginux avanti di 9 e Meroni che sigla 5 dei 9 punti 55 46. A quattro dal termine quarto Carpe Diem è avanti di 12, 60 48. Attimi importanti della partita con Enginux che controlla a 10 lunghezze a tre dal termine  60 50. Finale tutto targato Carpe Diem che fissa sul tabellone 69 55 per la gioia dei tifosi presenti, che ritorneranno numerosi il prossimo week end per il primo match del playoff.

Enginux Calolzio : Butti, Zambelli 15 Meroni 9 Ferrario 9 Fontana 2 Rusconi 10 Porro 4 Floreano 3 Bonacina 13 Pirovano  2 Garota 2 All. Mazzoleni - Ass. Cocco

Rondinella Sesto :  Cazzaniga 6 Ravanini 7 Geroli 3 Zaccuri 11 La Mantia ne  Sasso 6 Manferdelli 6 Rigon 2 Vocino 6 Casadei 8 All. Telesi - Ass. Di Venere 
canecaccia.com

05/05/2019 14:51

Robur Saronno - Una battaglia è vinta, ma la guerra ancora lontana dall'essere risolta

Cominciano con un successo i playoff della iMO Robur Basket Saronno, in gara1 dei quarti di finale con la Virtus Cermenate. La squadra di coach Massimo Bianchi deve fare a meno di Mariani e Ukaegbu infortunati, ma l'allenatore tira fuori il meglio dal roster a disposizione e Saronno tiene il fattore campo in una serie che si annuncia combattutissima. Ad inizio partita ci sono due soli uomini al comando, da un lato Gurioli (che chiuderà con 24 punti, 8/13 al tiro e 7 rimbalzi) dall'altro Brambilla (25 per lui, con 5/9 dall'arco e 9 rimbalzi). Nonostante i sette punti di distacco del 20' (36-29) il match è sempre in equilibrio. Coach Max Mazzali prova a mettere in difficoltà Saronno con la zona, ma il tiro da fuori a tratti funziona e il gioco interno (da segnalare uno schiaccione di Tosi) anche. Per la Robur sarebbe anche più semplice scappare via se le percentuali ai liberi fossero quelle abituali, ma la squadra di Bianchi tira con il 50% per quasi tutto il match ed è solo a 2'33 dalla fine che Leva riesce a segnare il libero del +10 sul 61-51. Sembrerebbe finita, ma nel quarto quarto Brambilla è a dir poco spaziale: segna tutti e 15 i punti della sua squadra e da solo accorcia le distanze sino a portata di parità. Sul 62-59 a 34 secondi dalla fine, Cermenate ha la palla per impattare con Pellizzoni che però sbaglia dalla distanza. Il più reattivo di tutti a rimbalzo è Clementoni ed inizia il giro di liberi finale per sancire la vittoria della squadra di casa. 67-62 il punteggio finale per una Robur che ha saputo soffrire, ma ha meritato la gioia del successo per quanto ha saputo tirare fuori da ognuno dei giocatori scesi in campo, da segnalare i 7 punti a testa per il '99 Tosi ed il 2000 Tresso. Mercoledì gara2, palla a due alle 21 al PalaMalacarne di Cermenate. E sarà un'altra battaglia.

canecaccia.com

05/05/2019 14:49

Nilox CSA Agrate Brianza - Cral Dalmine 75 - 61 Parziali 18-14, 40-36, 57-51

Chi pensava ad una partita poco giocata da entrambe le squadre, vista la matematica certezza dei playoffs, si è sbagliato di grosso. Molta intensità e tanti falli, voglia di non lasciare i due punti all’avversario da parte di tutte due le squadre. Alla fine la differenza la fa la velocità dei giovani brianzoli, che mettono tantissimi canestri in contropiede. Esempio lampante il momento clou della partita: a 5 minuti dalla fine Dalmine in rimonta arriva fino al -1 (61-60), a questo punto Agrate mette la quinta e su alcune palle perse ed azioni sbagliate in attacco dei nostri, mette ben 5 (cinque!) contropiedi di fila, e scava il solco decisivo per chiudere la partita. I nostri non riescono più a reagire, e finisce con un parziale shock di 14-1 che mette fine alla contesa.
MVP della serata per Dalmine Matteo Iabichella, che segna, prende rimbalzi e lotta su ogni palla. Così così tutti gli altri, ma il vero esame saranno i turni di playoff, di cui vi faremo sapere al più presto date ed orari precisi.
Ci aspetta la compagine di Cerro Maggiore, seconda classificata del girone C con 42 punti, 21 vittorie e 9 sconfitte. Non sarà facile, ma di sicuro ce la metteremo tutta per finire in bellezza questa ottima stagione!  Forza Ragazzi!
AGRATE: Campana 7, Moretti 4, Catalfamo 22, Colombo, Taccone 8, Melzi, Sacchetti 6, Tremolada n.e., Marelli 14, Pizzul, Macrì 4, Pelusi 7. Allen. Decio.
CRAL DALMINE: Vitali 3, Castelletti 7, Zambelli 12, Ubiali n.e., Lodovici 7, Iabichella 14, Dadda 6, Ndiaye 2, Fall 2, Ravasio n.e., Quisi 6, Colombo 2. Allen. Maffioletti, vice Lardo.
canecaccia.com

05/05/2019 00:19

Saronno - Comincia al PalaRonchi la scalata di Saronno nei playoff di Serie C Gold

Ai quarti di finale, la iMO Robur Basket incontrerà la Virtus Cermenate. Saronno ha chiuso la poule promozione in sesta posizione, mentre Cermenate in undicesima. Dallo stesso lato del tabellone di Saronno ci sono: 2 Pizzighettone - 15 Romano, 7 Gazzada - 10 Gallarate, 3 Soresina - 14 Gardonese. Da quest'ultimo incrocio uscirebbe l'eventuale sfidante della semifinale. I precedenti stagionali sono tutti a favore di Cermenate: entrambe le gare si sono chiuse a punteggio basso e ristretto, ma sempre con una vittoria della squadra di coach Massimo Mazzali. Evidente l'importanza che lo staff di coach Massimo Bianchi ha dato al match nella preparazione in settimana. Per la Robur ci sono ancora da verificare le condizioni di Giacomo Mariani e Chri Ukegbu, entrambi fermati da infortuni nelle ultime partite. Il resto del roster è invece a disposizione per la serie che comincerà sabato 4 maggio alle 21 al PalaRonchi. Gara2 si giocherà invece al PalaMalacarne di Cermenate mercoledì 8 maggio alle 21, mentre per eventuale Gara3 si tornerà a Saronno sabato 11 maggio alle 21.
--
Diego Marturano - Ufficio Stampa Robur Basket Saronno
canecaccia.com

04/05/2019 01:09

Serie B, Play Out, Terza Partita --- Lugo crede ancora nella salvezza e nell'aiuto del proprio pubblico!

Sabato 4 maggio alle ore 20.30 presso il PalaBanca, l'Orva Lugo cercherà la vittoria per allungare la serie e arrivare così a gara quattro: non inganni infatti il divario maturato nell’ultimo match disputato a Lecco mercoledi scorso dove i ragazzi di coach Gianluigi Galetti hanno dimostrato una buona reazione rispetto alla partita precedente prendendo la misura all’avversario per buona parte dell’incontro.
Innegabile resta che l’assenza di capitan Seravalli abbia un peso specifico altissimo, ma la forza della squadra lughese sembra come al solito quella di sopperire al maggior talento dell'avversario con il duro lavoro nella preparazione degli incontri.
Come detto sabato sarà imperativo arginare l'avversario che arriva a Lugo con il vantaggio di due incontri vinti, e a tale proposito il general manager dell’Orva Lugo Luciano Giovannini dice: "dopo il 2 a 0 maturato in gara due con l'immeritata sconfitta in quel di Lecco siamo nella condizione di non potere più sbagliare. L'avversario si è confermato forte ma non imbattibile malgrado i passivi subiti nelle precedenti gare possano dimostrare il contrario".
In questi ultimi anni, nei momenti decisivi della stagione, il pubblico di Lugo ha saputo stringersi attorno alla propria squadra ed infatti continua Giovannini: "sabato cercheremo, nonostante i numerosi infortuni, di realizzare un difficile recupero e sottolineo che sarebbe molto importante avere il sostegno di un pubblico numeroso e caloroso che portasse fiducia ai nostri ragazzi".

Roberto Ronchi
roberto@robertoronchi.com
canecaccia.com

03/05/2019 09:28

C Silver XXIX Giornata -- provvedimenti disciplinari

GIRONE A
726 DARIO POZZI (NILOX AGRATE BRIANZA) DARIO POZZI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1b RG]
GIRONE B
964 ITALCONTROL T. 86 VILLASANTA ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
962 FORTITUDO BUSNAGO ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
960 ALESSANDRO RUFFINI (SOUL BASKET) ALESSANDRO RUFFINI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco e per riparazione del danno o spontanea eliminazione o attenuazione delle conseguenze della propria infrazione [art. 33,3/1c RG,art. 21,4c RG]
960 FABIO MANUEL PROSERPIO (SOUL BASKET) FABIO MANUEL PROSERPIO squalifica tesserato per 1 gara per comportamenti non regolamentari espressi platealmente e/o in modo violento, posti in essere da tesserati durante lo svolgimento di una gara [art. 35,1c RG] dopo allontanamento dal campo di gioco
GIRONE C
1205 O.SA.L. NOVATE ammenda di Euro 75.00 per presenza nel campo di gioco di persone non autorizzate o non iscritte a referto [art. 38,1g RG]
1202 CMT di TREVISAN GIAMPAOLO V. LUINO ammenda di Euro 75.00 per non aver il dirigente addetto agli arbitri compiutamente assolto ai prescritti compiti o per mancanza del dirigente addetto agli arbitri [art. 38,1f RG]
1199 MATTEO BALLARATE (PALL. CERRO MAGGIORE) MATTEO BALLARATE squalifica tesserato per 1 gara per aver usato espressione blasfema durante la gara [art. 34 RG]

Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

02/05/2019 08:37

HR Solutions S.Giovanni Bosco Abbiategrasso - Novacaritas Appiano G 87-57 (23-14, 48-29, 73-39)

Abbiategrasso: Sacchi 7, Marcone 10, Facchi G, Invernizzi B. 8, Orlandi 27, Facchi M. 2, Lonati 5, Facchi A. 9, Mangiarotti 7, Invernizzi G. 12 - All. Gerosa
Novacaritas: Arrigoni, Trebbi 2, Rossi 6, Ferloni 20, Del Pero n.e., Bottinelli 17, Rovelli, Rimoldi 2, Ronchetti 8, Losa 2, Bottani. - All. Biraghi

Finisce ad Abbiategrasso la stagione della Novacaritas.
Dopo la sconfitta in gara 1, la Novacaritas si presente carica, gioca bene i primi minuti, con un effimero vantaggio sul 14-13, poi è un monologo dei padroni di casa, che sfruttano l’alta percentuale al tiro da fuori per scavare il solco già a metà del secondo quarto, quarto che chiude a +19 (48-29), con la difesa ospite che ha le maglie un po’ troppo larghe.
La pausa lungo non serve molto agli Appianesi, che subiscono la verve dei ragazzi di Abbiategrasso, i quali allargano sempre più il divario tra le due compagini.
Ultimo quarto che serve solo a consolidare il risultato e confermare l’ottima partita della squadra di casa.
Per l’Abbiategrasso, limitato Marcone, esce di prepotenza Orlandi (27p.), a cui si aggiunge la concretezza di Invernizzi G. (12p.); per l’Appiano buona la gara di Bottinelli (17p.), capitan Ferloni (20p.) e il giovane Ronchetti.
Per la Novacaritas, dopo una brillante stagione regolare chiusa al secondo posto alle spalle di Seregno, un play-off da dimenticare.
canecaccia.com

02/05/2019 08:35

Regge il fortino Urania, sbancata Alba e si vola al secondo turno, 55-61

Soffre, lotta e si aggrappa alla super difesa l’Urania che viola Alba e passa il turno. Gara dura con Milano che spreca, dopo un ottimo inizio di Perez (14 con 9 rimbalzi), margini anche in doppia cifra. Nella ripresa è battaglia vera risolta nel finale grazie ai guizzi di Scanzi (13 punti)ed a due “muri” difensivi nel finale, vani gli assalti di Danna e Dell’Agnello.

LA GARA
Partenza concentrata e tonica della Super Flavor che mette la museruola agli esterni avversari, 0-5 firmato da Scanzi. Ottimo anche l’impatto di Perez che con la sua verve tiene alto il ritmo, si allunga il margine milanese con Piunti a referto, 3-14. Vantaggio in doppia cifra ricucito dai padroni di casa in chiusura di primo quarto, Milano spreca qualche pallone di troppo, Dell’Agnello tiene ad un solo possesso la sfida, 11-14 timbrato da Polloni. Non molla la presa la difesa extra lusso dell’Urania, Santolamazza dirige e colpisce, Eliantonio riporta a 10 gli ospiti, 18-28. Non smette di creare difficoltà ai piemontesi un elettrico Perez, i milanesi conservano un buon margine all’intervallo nonostante i lampi di Danna, 24-34. Prova a correre la Witt dopo la pausa lunga, partenza lenta dei Wildcats che concedono due penetrazioni facili agli avversari, 28-34. Un pick’n roll di grande qualità tra Simoncelli e Piunti sblocca Milano, ancora l’ex Omegna ricaccia indietro gli albesi, 30-39. Si innervosisce la gara, tecnico al centro marchigiano e poi a capitan Paleari, Alba capitalizza e prende inerzia, 35-39. Nel momento di massima difficoltà la forza e l’esperienza di Scanzi, 2+1 di pura sostanza del Rambo dei Wildcats, 37-43. Gara ormai però in totale equilibrio, il Pala958 spinge i suoi beniamini al sorpasso, Danna per il meno 2, 42-44. Pareggio inevitabile che arriva in apertura di quarto periodo con Coltro, per la Super Flavor proseguono le difficoltà offensive costringendo ad un nuovo timeout coach Davide Villa. Ancora Scanzi ed un guizzo da rimbalzo d’attacco di Negri ridanno ossigeno agli ospiti, 46-51. Sfida di piccoli strappi, Danna impatta, lo stesso capitano albese sbaglia la bomba del sorpasso, Perez lascia quattro punti all’Urania con 4 minuti sul cronometro, 51-55. Fase caotica della partita, molta frenesia della Witt, Milano rallenta ma pesca liberi importanti, 53-57. Negri dall’angolo fallisce la potenziale tripla del KO, è sempre meno 2 a 60 secondi dalla fine, 55-57. Un prezioso rimbalzo d’attacco di Piunti produce i liberi che di fatto decidono la sfida, a vuoto gli assalti finali dei biancorossi, Urania incassa vittoria e qualificazione.

canecaccia.com

01/05/2019 23:48

GS BK Paderno Dugnano (7C) - Edicasa Civatese (2A) 71 - 79 Parziali 23-19, 40-38, 64-61 23) 0 - 2

GS BK Paderno Dugnano:  Galli 20, Toffoli 11, Lazzarin 9, Roselli 9, Antonelli 6, Pruni 5, Ribatti 4, Masoli 4, Andolina 2, Brambilla 1, Robboni, Bollani. All.Croci
Edicasa Civatese:  Castagna 28, Panzeri 14, Galli 10, Corti 9, Castelnuovo 6, Castelletti 5, Consonni 3, Bosso 2, Capovilla 1, Valsecchi 1, P.Castagna, Negri. All. Brusadelli

A Paderno Dugnano è andata in scena gara 2 del primo turno di play off tra il GS Paderno e l’Edilcasa Civatese. Per superare il turno, dopo la vittoria sofferta di domenica scorsa, ai grigiorossi era chiesto di vincere ancora.
Paderno però ha subito la mano calda da 3 punti e chiude la prima frazione sul 23-19 dopo aver raggiunto anche i 7 punti di vantaggio. Il secondo quarto è un continuo tira e molla, i milanesi vogliono scappare mentre l’Edilcasa trascinata dal proprio capitano Castagna (28 punti per lui, migliore in campo) non molla e resta in scia. Si va al riposo sul  40-38 per i padroni di casa.
Al rientro dall’intervallo la tensione si percepisce nell’aria; il Civitz però  c’è e con una tripla di Panzeri aggancia per la prima volta il pareggio sul 48-48, la partita non si sblocca e a dieci minuti dal termine Paderno è ancora avanti 64-61.
L’ultima frazione propone nuovamente un gioco molto duro, le due squadre sembrano due pugili pronte a rispondere colpo su colpo. A 2 minuti dal termine l’Edilcasa sente però che il momento decisivo è arrivato: tre azioni difensive super sono il presupposto per l’allungo decisivo, costruito dalla lunetta, fino a quel punto il tallone d’Achille grigiorossi. Corti e Castagna fanno infatti 6/6 ai liberi e danno il via ai festeggiamenti.

Coach Brusadelli commenta così:”Arrivare in semifinale era il nostro obiettivo stagionale. Non va dimenticata la nostra giovane età: non eravamo e non siamo una corazzata. È la 3^ semifinale che conquistiamo in 4 anni di serie D, ce la godremo fino in fondo.”
canecaccia.com

01/05/2019 20:36



 
 
 
 
Copyright 2017 canecaccia.com
All Rights Reserved
D Lombardia Play OFF

LIVE STREAMING

LA TORRE - ARGENTIA
26 aprile ore 21:25
Problemi di connessione durante il live
per linea 4G inesistente o quasi,
potete vedere la partita in Differita
utilizzando i link sotto riportati
Video 1 - Video 2