canecaccia.com


LIVE STREAMING MULTICAMERE, canecaccia.com, ha effettuato per la seconda volta in C SILVER le riprese live streaming a più sorgenti video, vedi la bellissima partita di ieri tra BELLINI VIRTUS GORLE vs E' PIU' CASALMAGGIORE, impiegate 3 video camere dedicate alla partita e una fonte video dedicata alle statistiche in tempo reale. Che dire, DAVANTI A TUTTI e con grande soddisfazione
Bellini Virtus Gorle - E' Più Casalmaggiore
8 Dicembre ore 18:10
LIVE in esclusiva con 4 videocamere
 
 
 
 
NP Gordon Olginate - Pall. Crema
9 Dicembre ore 17:50
LIVE con 1 sorgente statistiche
 
 
Link alternativi n caso di mancata visione con il player del sito
LINK CANALE CANECACCIA TV (1)
LINK CANALE CANECACCIA TV (2)

NP GORDON OLGINATE - PALL. CREMA 
 



Persico Seriana Basket - Cral Dalmine 82 - 80 Parziali 15-25, 34-44, 55-60

Persico Seriana Basket :  Bellazzi 2, Capelli 2, Orlandi 26, Colombo 11, Giacchetta 9, Bassi n.e., Silva 17, Giorgini, Zappa 9, Rovetta 2, Piantoni 4, Scaini n.e.. All. Baroggi
Cral Dalmine :  Vitali 3, Castelletti 8, Zambelli 24, Ubiali, Lodovici, Iabichella 14, Dadda 4, Ndiaye 12, Bonfanti 8, Fall, Quisi n.e., Colombo 7. All. Maffioletti, vice Lardo  

Una sconfitta di misura, che ci sta con la seconda in classifica, ma sanguinosa per come è avvenuta. Siamo stati avanti per 39 minuti, poi sbagliando i tiri liberi e una rimessa abbiamo buttato via la partita. Senza nulla togliere a Seriana che ci ha creduto fino in fondo e grazie ad un fenomenale Orlandi (5 triple negli ultimi minuti) ha meritato la vittoria.  Speriamo che ci serva di lezione…! Adesso andiamo al PalaBiava con la rabbia giusta per il derby con Bottanuco! Forza ragazzi!
canecaccia.com

16/12/2018 12:17

URANIA SEI PERFETTA, LA CAPOLISTA FAENZA SI INCHINA AL PALAISEO, 74-64

Serata magica per la Super Flavor Milano che stende la capolista Faenza e continua la rincorsa verso il vertice, 74-64. Quinto successo su sei partite per l'Urania che gioca una gara tutta sostanza in difesa. Collettivo Wildcats ai limiti della perfezione con Piunti (26 con 11 rimbalzi e 46 di valutazione) autentico signore del pitturato, al resto pensano il killer instinct di Scanzi (14 con 4/6 da tre) e la gestione di Santolamazza (11 con 8 assist) che gela il pallone nel finale. Non bastano alla Rekico i lampi di capitan Venucci (14 punti) e Fumagalli (18 alla sirena).

COMANDA PIUNTI
Inizio subito vibrante con le due squadre che giocano già con grande intensità. Gli ospiti colpiscono con Chiappelli e Costanzelli, risponde un autoritario Piunti che infiamma il PalaIseo con una stoppata ed il primo canestro Super Flavor, 3-4. Difese protagoniste con raddoppi efficaci da entrambe le parti, Milano si sblocca dall'arco con Eliantonio, ancora Piunti per il primo mini parziale Urania, 10-6. Si iscrive alla sfida anche Simoncelli che timbra il più 5 dei padroni di casa, ma è ancora Giorgio Piunti a dominare il proscenio, tripla e massimo vantaggio Wildcats, 18-11.

MURO URANIA
Rekico che risponde subito con la versatilità di Silimbani e la pericolosità offensiva di Fumagalli, Venucci riporta i suoi ad un solo possesso, 20-17. Non converte alcuni buoni tiri l'Urania ma tiene la diga difensiva, Scanzi mette una tripla di puro talento per il nuovo più 6, 25-19. Sale la tensione, ed i falli nella gara, Paleari mette punti preziosi ma Venucci è devastante nelle improvvisazioni, 27-25. Arriva la terza penalità per il capitano Wildcats, è ancora grande equilibrio all'intervallo, 32-28.
SCANZI E PIUNTI I KILLER
Dopo la pausa lunga ancora Piunti imperiale in vernice, l'appoggio del centro Urania ed il botta e risposta tra Venucci e Scanzi per il più 7 Super Flavor, 40-33. Ritmo della sfida che si alza con Faenza che cerca le triple in semi transizione, aumenta la fisicità l'Urania con Scanzi killer per il più 11, 45-34. Prende il largo l'Urania con Piunti che demolisce le certezze della Rekico, Scanzi si ripete martellando il canestro avversario facendo volare i padroni di casa, 51-34. Santolamazza mette sul ferro la tripla del più 20, capitan Venucci evita il tracollo della capolista che è ancora a meno 15 alla penultima sirena. 

SIGILLA SANTOLAMAZZA
Un solidissimo Eliantonio tiene a distanza gli ospiti in avvio di quarta frazione, Rekico che prova a scuotersi affidandosi a Chiappelli, 60-44. Non smette di attaccare con esperienza e l'Urania che però spreca qualche libero, salgono anche i falli in casa Wildcats con Toffali che esce con la quinta penalità. Gli uomini di coach Friso hanno ancora grande energia ma non la lucidità per azionare una vera rimonta, Santolamazza amministra con sapienza il finale, Simoncelli mette i sigilli reali in penetrazione, 72-58.
canecaccia.com

15/12/2018 23:37

ABC Pall. Lomazzo - US Dil. Indipendente 49 - 61 Parziali 13-10, 25-26, 43-42

ABC Pall. Lomazzo :  Clerici 2, Galletti 8, Pagani 10, Chiurato 1, Paieri 1, Galli 9, Colombo 2, Erba 14, Martinoni, Formicola, Orsi 2, Ippindo. All. Zandalini 
US Dil. Indipendente :  Arrigoni 7, Trebbi 2, Rossi 7, Gorni 13, Ferloni 6, Prato, Bottinelli 6, Rovelli,   Ronchetti 4, Pagani 4, Losa 12. All. Biraghi  

Lomazzo – La  Novacaritas torna al successo battendo Lomazzo a domicilio dopo una gara giocata sul filo dell’equilibrio per tre quarti e che si è decisa nei primi minuti dell’ultimo periodo con il break decisivo di 9 a 0 effettuato dagli ospiti.
Appiano si presenta a Lomazzo con tre assenze importanti, Del Pero, Chittaro e Rimoldi, in più perde Bottinelli per infortunio dopo 18 minuti.
la partita a questo punto sembra segnata ma i ragazzi di Biraghi reagiscono bene alla malasorte e grazie ad una grande difesa restano in partita e portano a casa un meritato foglio rosa.
Da segnalare le ottime prestazioni dei due 2001 Ronchetti e Pagani, autori insieme a Rossi dei canestri dell’allungo decisivo, ma tutta la squadra è da elogiare per la prestazione.
Tra le fila appianese ha esordito il neo acquisto Prato.
Per Lomazzo i migliori sono Pagani ed Erba.
canecaccia.com

15/12/2018 23:21

Recupero X Giornata, E'PIU' THUNDER CASALMAGGIORE - VIRTUS BRESCIA: 77 - 53 (17-8, 31-26, 53-37) Arbitri: Lonati, Lanotte

E'PIU' THUNDER CASALMAGGIORE: FONTANA 8, CAVALIERE 4, BERNARDI 9, ZERBINI 10, ANTOZZI 7, FORNARI 13, BASOLA 2, MARCHINI 16, DONZELLI, OSURU 1, FRILLI 7. All: VENCATO-SETTI

VIRTUS BRESCIA: BERTINI 3, DALLA LONGA 2, DALCO' 17, AMADINI, MARNIGA 2, PORTA 2, VERONESI 4, PIAVANI 4, DE MARTIN 3, THIDUNE 4, BELLANDI 12, GALIC: All: ZANCO-CABRINI

Nessuno uscito per falli; tecnico ad Antozzi.

Fondamentale per Casalmaggiore era muovere la classifica e i due punti sono arrivati nel recupero della partita contro Virtus Brescia. Una gara che si è messa subito bene con i locali che hanno sfruttato gli errori al tiro dei giovani virtussini ma che poi si è leggermente complicata nel secondo quarto quando gli ospiti si son fatti più aggressivi ed i biancoblu hanno abbassato l'attenzione. Dal +9 del primo parziale si è arrivati al +2 con Dalcò e Bellandi ed è grazie ad una tripla di Zerbini che il vantaggio locale arriva a due possessi 31-26. Sicuramente poco rassicurante perchè nelle fila dei Thunder sia Frilli che Basola, recuperati in extremis, giocano in precarie condizioni fisiche ed il piglio di Brescia mette spesso in difficoltà Casalmaggiore che attacca senza costrutto perdendo spesso palla. L'intervallo però serve all'E'Più per ricompattarsi ed infatti il quarto, che si apre con una tripla in transizione di Zerbini, è giocato dai ragazzi di vencato e Setti con ben altro atteggiamento: aggressivi in difesa con Bernardi e Osuru e precisi in attacco con Fornari e Marchini. La partita gira in favore dei biancoblu, ma quella però che non vuol girare è la sfortuna che ancora una volta si accanisce sulla squadra: a farne le spese stavolta è Zerbini che in un contrasto fortuito si procura una distorsione alla caviglia ed è costretto ad uscire; la speranza è di vederlo in campo venerdì nell'altra sfida salvezza con gli Old Socks, ma le speranze sono ridotte al lumicino. Il vantaggio alla fine del terzo quarto è decisamente più rassicurante, +16. Negli ultimi dieci minuti, con Donzelli in regia, Casalmaggiore allunga ancora con Antozzi, Fontana e Cavaliere.

canecaccia.com

13/12/2018 09:10

Sustinente: Guazzaloca e Cerniz in prova

A.D. Basket Sustinente comunica che questa settimana saranno in prova due possibili new entry: il play guardia Marco Cerniz, classe 95, proveniente dalla serie C Silver friulano-veneta, e la guardia Federico Guazzaloca, 94, l'anno scorso in C Gold Emilia a Modena.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

12/12/2018 08:48

La società GS Lonate Basket a seguito della gentile richiesta della società ospitante,

Basket Cassano Magnago, comunica che la gara n.002440 del campionato di serie D maschile, da calendario fissata per Venerdi 14/12; è stata spostata a LUNEDI 17 DICEMBRE presso la Palestra di Via Santa Caterina, 1 con palla a due per le ore 21.00

canecaccia.com

11/12/2018 17:30

Soul Basket Milano - Team 86 Villasanta 72 - 54 Parziali 12-13, 32-25, 59-44

Soul Basket Milano :  Tiengo 7, Lambrugo, Pratelli, Colombo 1, Balboni n.e, Scanziani 5, Proserpio 16, Vantini 10, Degradi 14, Caserini 6, Mantica 11, Navone 2. All Cesati 
Team 86 Villasanta :  Passoni L.  0, Moscatelli 2, Passoni M. 9, Castiglioni 7, Marchisio 0, Mungiovì 2, Pagani 13, Meroni 6, Ruzzon 9, Gianella 0, Mantelli 6. All. Cogliati

MILANO – La maledizione della trasferta continua. I biancoblu ancora una volta incappano in una brutta prestazione e ancora una volta questo accade fuori casa. Il campo di Soul Basket non aiuta i villasantesi che riescono a tenere botta solo per i primi 20 minuti.
Dopo i due punti che aprono la partita, i biancoblu subiscono l’aggressività dei milanesi, perdendo tre palloni di fila e subendo un parziale di 6-0. A fine primo quarto una tripla di Mantelli e 4 punti di Passoni permettono ai villasantesi di riportarsi avanti e chiudere a 12-13.
Ad inizio secondo quarto altro parziale di Soul Basket che allunga di nuovo e coach Cogliati è costretto a chiamare un time out per recuperare la concentrazione dei suoi. I biancoblu rientrano in campo e accorciano le distanze, ma di nuovo ad un minuto dall’intervallo il tabellone segna +10 per i milanesi.
Al rientro dagli spogliatoi i biancoblu reagiscono e in pochi minuti si riportano a -3, ma di nuovo le triple di Soul Basket riaprono la distanza. A metà del quarto i padroni di casa arrivano anche a +18.
Negli ultimi dieci minuti i villasantesi provano a reagire, trovano Pagani e Ruzzon come terminali offensivi e riescono a riportarsi a -10. Ma le distrazioni in difesa sono fatali e l’intensità e la determinazione sono tutte dalla parte dei milanesi che ancora una volta riallungano e riescono a chiudere il match sul +18.
“Abbiamo faticato tutta partita ad accoppiarci in difesa e in attacco abbiamo costruito poco. Finché la partita è rimasta ad un punteggio basso siamo rimasti attaccati, poi loro hanno iniziato a segnare e da lì abbiamo pagato” ha commentato coach Cogliati.
Settimana prossima si torna al PalaVilla contro Groane, una nuova battaglia per i biancoblu.
canecaccia.com

11/12/2018 17:27

C Gold, Provvedimenti Disciplinari Tredicesima Giornata

OVEST
234 I.M.O. ROBUR BASKET SARONNO ammenda di Euro 150.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
234 HYDROTHERM s.r.l. BUSTO ARSIZIO ammenda di Euro 240.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per minacce collettive e frequenti [art. 27,4b RG rec.,art. 27,5bd RG rec.]
233 DELTA LINE OPERA B.C. ammenda di Euro 90.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
231 Sporting MILANOTRE BASKET ammenda di Euro 90.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
231 DANIELE CURTI (Sporting MILANOTRE BASKET) DANIELE CURTI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri [art. 33,1/1b RG]a fine partita
 EST
ILLESO
 
Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

11/12/2018 14:55

C Silver, Provvedimenti disciplinari Undicesima giornata

GIRONE A
576 CRAL DALMINE ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per minacce collettive e frequenti [art. 27,4b RG ,art. 27,5bd RG] 
GIRONE B
817 Allianz Bank Financial Advisors ROVELLO ammonizione per violazione delle norme relative alle caratteristiche del campo di gioco, sopravvenute rispetto alla omologazione dello stesso campo [art. 38,1d RG] assenza linea di rimessa
816 DARIO BRINI (PC PROJECT ENGINUX CARPE DIEM CALOLZIO) DARIO BRINI inibizione determinata dal 10/12/2018 al 30/12/2018 per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri e per non aver immediatamente abbandonato il terreno di gioco, dopo essere stato espulso e per tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di capitano della squadra, dirigente di società o addetto agli arbitri rivestita [art. 33,1/1b RG,art. 36 RG,art. 21,5a RG]
GIRONE C
1062 FLUIDOTECNICA AIRONI ROBBIO ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri e per offese frequenti verso singolo tesserato avversario individuato[art. 27,4b RG rec.,art. 28,3 RG]
1062 ALBERTO GALLI (POL. VAREDO) ALBERTO GALLI deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG]
1062 ALESSANDRO LANZANI (POL. VAREDO) ALESSANDRO LANZANI squalifica tesserato per 1 gara per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri e per tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di capitano della squadra, dirigente di società o addetto agli arbitri rivestita [art. 33,1/1a RG,art. 21,5a RG]a fine partita
1061 ECOABITARE MARNATESE ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

11/12/2018 14:48

Robur Saronno - Hydrotherm Busto Arsizio 91 - 67 Parziali 36-17, 54-41, 73-57

Robur Saronno : Ukaegbu 4, Clementoni 27, Maiocco 11, Gurioli 14, Mariani 23, Turatti 0, Dhaoui 0, Tresso 3, Tosi 4, Leva 5. All. Bianchi  
Hydrotherm Busto Arsizio :  Preatoni 3, Tagliabue 5, Atsur 10, Arui 17, Azzimonti 12, De Franco 2, Marotto 2, De Vita 3, Crespi 0, Pariani 13 . All. Nava 

Saronno - Uno spaventoso primo quarto spiana la strada alla iMO Robur Basket Saronno verso la vittoria su Busto Arsizio. Ultima giornata del girone d'andata al PalaRonchi con la squadra di casa chiamata a fronteggiare il marziano della categoria, il playmaker turco Engin Atsur arrivato a Busto per motivi famigliari da Capo D'Orlando, dove segnava otto punti di media in Serie A. Ma la squadra di coach Massimo Bianchi, nonostante l'assenza per influenza di Politi, sente il grande palcoscenico e mette subito in chiaro le proprie intenzioni: alla fine dei primi dieci minuti il tabellino recita 36-17 con Clementoni e Gurioli subito in doppia cifra, Mariani ad orchestrare le danze (chiuderà con 23 punti e 9/10 al tiro) ed una difesa di squadra con raddoppi e show profondissimi capaci di mandare fuori giri l'attacco ospite. Nel secondo quarto arriva la sfuriata di Arui, che sul parquet del PalaRonchi segna sempre a raffica, ma Busto non riuscirà mai a riportare lo svantaggio sotto la doppia cifra. Nemmeno nel secondo tempo, quando la Robur gioco forza dovrà rinunciare anche a Gurioli (fermato dalla fascite plantare, ma autore di 14 punti in 16 minuti giocati). Anzi, la difesa di casa si farà ancora più imponente e concederà solo 26 punti in 20 minuti; il tutto unito ad un attacco che continuerà a lavorare con ordine, trovando spazi per Mariani e ancora Clementoni (27 punti e 9 rimbalzi). Alla fine è 91-67 e c'è spazio anche per dare tanti minuti ai giovani '99 e 2000 di casa Saronno. Bella prova collettiva, esattamente come aveva chiesto coach Bianchi. Domenica alle 18 al PalaStazione di Cislago con il Cistellum, reduce dalla convincente vittoria con Erba, comincia il girone di ritorno.

Diego Marturano - Ufficio Stampa Robur Basket Saronno

canecaccia.com

10/12/2018 16:51

Sesa 62 – Piadena 98, il buio oltre la siepe

Una cosa bisogna dirla: il pubblico del Palasusty è sempre a fianco del Sesa, senza e e senza ma. Anche in una partita in cui i falchi partivano già sconfitti, in 8 giocatori abili, di cui un 99, un 2000 ed un 2001. E una squadra che, al cospetto della capolista che viaggiava a11 vittorie ed una sola sconfitta, non ha rinunciato, finchè ce l’ha fatta, a battersi. Fuori Monzardo, Ghidoli, Doddi, coach Zecchini sceglie di partire con Guerra, Tomic, Buzzi, Bordato e Faccioli. Nel primo quarto i padroni di casa tengono fino al 10-10, poi Piadena comincia a salire, e chiude il quarto sul 13-21 a suo favore. Tomic e Bordato, malgrado le solite pessime percentuali ai liberi, tengono a galla la scialuppa di salvataggio mantovana. Piadena nel secondo periodo allarga gradualmente il divario, appoggiandosi soprattutto in area su Lorenzetti, e chiudendo all’intervallo sul 34-52, con un parziale di 31-21 per i cremonesi.  Zecchini, messo alle strette, mette in campo anche l’ultimo baby Davide Lanza oltre a Fabio Ferrari. Nel terzo quarto, piove sul bagnato sul Sesa col quarto fallo di Bordato, e il distacco si mantiene costantemente sui 20 punti, terminando il periodo sul 50-67. In 21 minuti sul parquet del palaSusty, Leon Tomic, lottando , porta  a casa 20 punti e 14 rimbalzi. Garbage time nell’ultimo periodo che purtroppo vede i falchi smettere di lottare e chiudere nel grande freddo del -36, 62-98.
Finito il girone di andata, per il meccanismo del campionato, si apre una lunga fase in cui ci saranno 5-6 squadre che cercheranno di attrezzarsi per preparare i playout, visto che non vi sono retrocessioni dirette.
canecaccia.com

10/12/2018 16:48

SERIE C GOLD - VITTORIA NELL’ULTIMA DI ANDATA PER IL GORLA

MILANO 3 BASKET 81
TEAM ABC GORLA CANTÙ 89

(22-29, 35-45, 51-64)


Milano3 Basket: Cappellari Andrea, Cinquepalmi 6, Giocondo 21, Sorrentino 1, Iacono 14, Bassani 17, El Rawi ne, Colombo ne, Cappellari Alberto, Tandoi 4, Arioli 5, Bonora 4. All. Pugliese.

Team ABC Gorla Cantù: Procida, Lanzi, Carpani 14, Ronchetti, Molteni 2, Cucchiaro 7, Novati 2, Di Giuliomaria C. 28, Pifferi 21, Pedalà 3, Gatti 10, Di Giuliomaria J. 2. All. Visciglia, Vice All. Pozzoli, Deandrea. 
Termina con un successo il girone di andata del Team ABC, che riesce a tornare a casa da Milano con un meritato referto rosa, arrivato alla fine di una partita sempre condotta. 
I ragazzi di Coach Visciglia partono subito forte, attaccando molto bene e punendo con canestri da 3 punti la zona dei padroni di casa. 
Nella seconda frazione le due compagini si rispondono colpo su colpo, e i biancorossi non riescono a mettere a segno il break decisivo per la fuga; due bombe consecutive di Bassani consentono quindi a Milano3 di rientrare pericolosamente poco prima della pausa lunga (40-45). 
Al rientro in campo, i canturini stringono le maglie difensive, concedendo solo 21 punti in 17 minuti; nel frattempo, l’attacco gira a dovere, e il Team ABC continua a segnare, sia dalla distanza con Gatti, Carpani e Pifferi, sia servendo Di Giuliomaria sotto canestro. Il Gorla riesce così a macinare sempre più vantaggio, arrivando anche a +20, e firmando di fatto la vittoria finale per 81-89.

canecaccia.com

10/12/2018 00:11

Ebro Basket - Carpe Diem Calolzio 55 - 65 Parziali 10-17, 25-35, 45-51

Carpe Diem Calolzio in trasferta milanese l’8 dicembre per affrontare Ebro Basket, nel campionato di basket C Silver girone B, compagine che occupa la quarta posizione e che darà del filo da torcere ai Lecchesi in un match importante per rimanere in scia di Rovello che guida la classifica imbattuta.

Enginux con il roster al completo schiera il quintetto forte con Zambelli Meroni Floreano Porro e Bonacina opposti a Ardizzone Galletta Binaghi Martini e Piva.

CRONACA :
Partenza positiva per Enginux che trova alcuni canestri facili grazie anche a Ebro che non mette grande opposizione. Dopo circa 4 minuti coach De Rivo chiama time out sul parziale di 1 a 8. Rientro sul campo con la strada sempre a favore dei Lecchesi che piazzano un ulteriore break di 4 a 9 e sul 5 a 17 Ebro è costretta a chiedere il secondo time out. Rientro con un parziale di cinque lunghezze a favore dei padroni di casa non riuscendo comunque a chiudere il gap iniziale,  fissando il finale di quarto 10-17.
Le ultime battute del primo periodo non soddisfano coach Mazzoleni che opera alcune rotazioni in avvio di secondo quarto. Situazione pressoché stabile e  dopo quattro minuti il tabellone indica 16-22 a favore ancora degli ospiti. Ebro ruota fino a trovare la giusta amalgama in campo, cambia marcia e recupera a un possesso pieno a 5 dal termine con immediato time out di coach Mazzoleni sul 21-24.Enginux conferma di aver recepito le giuste direttive della panchina ed allunga  a 10 lunghezze grazie anche ad una bomba di Rusconi praticamente sulla fischio della sirena. Finale 25-35.
Ripresa con qualche sussulto ed un fallo tecnico fischiato alla panchina lecchese permette a Ebro di avvicinarsi ma Enginux non si scompone e rimette il punteggio avanti di 10 lunghezze, dopo aver toccato anche 13 di vantaggio. Coach De Rivo non ci sta e chiama un minuto a metà quarto. Rientra parzialmente Ebro sino a 5 di distacco a uno e trenta da giocare nel quarto. Rosicchia ancora sino a un possesso pieno Ebro ma sulla sirena Rusconi si ripete e piazza la bomba del più sei di sicurezza per il finale di quarto 45-51.
Ultima frazione con i lecchesi che chiedono timeout poco dopo l'avvio, con coach Mazzoleni che teme ancora l'avvicinarsi dei milanesi, chiamando i ragazzi ad istruzioni precise. Situazione che volge comunque a favore di Ebro sfrutta il momento e si porta sotto di un possesso con ancora  sette minuti da giocare.Trascorre un minuto e Calolzio beneficia di un tecnico che però non capitalizza 51-55. Poco dopo ci pensa Zambelli che rimedia un canestro più fallo per creare margini di sicurezza. Ancora timeout Enginux  a poco meno di quattro dal termine con Mazzoleni che teme in modo particolare gli avvicinamenti di Ebro. I milanesi rosicchiano solo con i tiri liberi, malgrado una percentuale non soddisfacente e a due e quaranta dalla fine Enginux è avanti di due possessi pieni 53-59. Finale appannaggio ancora dei lecchesi che piazzano un break di quattro punti e ipotecato così la vittoria che in effetti si concretizzerà di lì a poco con finale di match 55-65

ENGINUX CALOLZIO :
Butti 4  Zambelli 13 Meroni 6 Pirovano, Cazzaniga, Ferrario 10 Fontana  2 Rusconi 8 Garota, Porro 8 Floreano 8 Bonacina 6
All. Mazzoleni Ass. Cocco

EBRO BASKET :
Ardizzone 10 Galletta 15 Borroni 7 Gionso 4 Fontana 5 Binaghi, Martini 1 Piva, Penazzi, Merlati 13
All. De Rivo Ass. Bonelli
Enrico Pirovano a. s. ENGINUX CALOLZIO

canecaccia.com

09/12/2018 09:17

Serie B Undicesima Giornata - Il coro Urania non stecca, Wildcats corsari a Cremona

Trasferta vincente a Cremona per l'Urania che passa in casa della Juvi (68-79) con un'ottima prova collettiva, cinque uomini in doppia cifra per i milanesi. Dopo una partenza a rilento reagisce la Super Flavor con Negri (13 punti) protagonista che tiene a contatto la truppa di coach Locati. Il break decisivo nel terzo periodo griffato da Paleari (14 con 8 falli subiti) e Santolamazza. Una difesa extralusso, un Piunti (18 con 9 rimbalzi) sempre letale in area colorata ed uno Scanzi dal rientro tutta sostanza gli ingredienti della fuga finale dei Wildcats.

AVVIO IN SALITA
Non brilla l'Urania in avvio, il primo canestro della sfida è di Piunti ma resta l'unico acuto dei milanesi colpiti dalla tripla frontale Esposito e dalla schiacciata di Valenti, 7-2. Coach Locati da subito spazio a Santolamazza per dare migliori spaziature all'attacco Wildcats. Non si alzano le percentuali ospiti che faticano a trovare la via del canestro, Belloni in penetrazione sigilla il più 9 cremonese, 11-2. Prova a mettersi in partita Simoncelli, l'ex play di Omegna regala anche l'assist a Paleari che il capitano converte nel mini break Super Flavor, 11-6.

NEGRI LANCIA LA RIMONTA
Più reattiva ed efficace l'Urania che continua la rimonta, due botti filati di un Negri subito rovente decretano il sorpasso, 11-12. Sale sino a più 5 il margine milanese alla fine del primo quarto frutto di un buzzer beater, da tre, di Santolamazza, 14-19. Ndiaye è il motore dell'attacco di Cremona, una tripla dall'angolo di Manini regala il meno 2 alla Ferraroni, 19-21. L'Urania si aggrappa a Piunti ma Cremona trova anche una tripla fortunosa con Veronesi, di Ndiaye il sorpasso, 24-23. Funziona tutto ora in casa Juvi con Vacchelli che dilata il vantaggio dei padroni di casa, il rientrante Scanzi ricuce per la Super Flavor, 30-29. Riprende ritmo l'attacco milanese nonostante una Cremona che continua ad essere pressoché perfetta, capitan Paleari per la parità a quota 36. “Rambo” Scanzi e Piunti rispondono a Valenti e compagni che restano avanti grazie all'ennesima bomba degli esterni, il buzzer beater di Belloni sigla il 45-43 all'intervallo.

PROFESSORE E CAPITANO, CHE COPPIA!
Dopo la pausa lunga prosegue la ricerca esasperata del tiro perimetrale per la Juvi, Milano c'è e torna a mettere il naso avanti sorretta da Piunti, 47-49. Momento forse fondamentale della gara, Cremona sembra più reattiva sulle palle vaganti, Esposito con l'ennesima tripla per il nuovo più 3, 55-52. Lo stesso Esposito incappa nella quarta penalità irretito dall'esperienza di Paleari, l'asse tra il capitano e Santolamazza è palati fini, la Super Flavor mette la freccia, 55-62 alla penultima sirena.

FUGA PER LA VITTORIA
Nonostante un Toffali dalle polveri bagnate Milano si issa sino al più 8 con il siluro di Eliantonio, 57-65. Si innervosisce Cremona che paga la tensione con il tecnico a coach Brotto, prove tecniche di fuga per i Wildcats 59-68. Spreca un paio di possessi fondamentali per scappare la truppa di coach Locati, non manca orgoglio alla Juvi, ancora Valenti per l'appoggio del meno 5, 63-68. Aumenta l'intensità della gara, Negri mette un canestro fondamentale dall'angolo, Eliantonio sigla il primo vantaggio in doppia cifra per gli ospiti, 63-73. E' la difesa Super Flavor a fare la differenza, Valenti carica a testa bassa ma va a sbattere contro il muro Urania, Scanzi spara il più 12, 63-75. Allunga la pressione difensiva Cremona ma Milano non trema, Santolamazza gela il pallone nei possessi finali, Eliantonio manda i titoli di coda, 65-79. 
canecaccia.com

09/12/2018 09:07

US Dil. Indipendente - Pall. Master Carate 64 - 73 Parziali 15-16, 33-29, 47-48

US Dil. Indipendente :  Arrigoni, Chittaro 5, Trebbi,  Rossi 13, Gorni 9, Ferloni, Del Pero 9, Bottinelli 16, Rimoldi 4, Ronchetti n.e., Pagani n.e., Losa 8. All. Biraghi
Pall. Master Carate :  Passerò 13, Villa n.e., Colombo, Galbiati P. 12, Galbiati A. 7, Oliva 10, Molteni 2,Gussoni 4,Carrara 13, Giuffre' 6, Caglio 6. All. Antonini    

Appiano Gentile – Sconfitta della Novacaritas al termine di una partita molto intensa, giocata sul filo dell’equilibrio e che si risolve negli ultimo 5 minuti del quarto periodo.
I primi due quarti filano via nel segno dell’equilibrio, con vantaggi alterni, sempre nel limite dei 2/3 punti, con Appiano che arriva alla pausa lunga sopra di quattro grazie alla difesa ed ad un’ottima prova del rientrante Bottinelli.
Al rientro in campo Carate recupera e chiude il terzo periodo sopra di 1.
Nell’ultima frazione gli ospiti arrivano al 36’ sopra di 6 sul 52 a 58 e qui accade l’episodio che decide la partita con il fallo fischiato a Del Pero che protesta e subisce due tecnici che ne decretano l’espulsione.
Carate sfrutta la situazione segnando 2 dei 5 liberi assegnati e nelle due azioni successive portandosi sul 52 a 64, qui la gara è praticamente chiusa anche se Appiano tenta un disperato pressing per tentare di rientrare.
Ad 1 minuto dalla fine c’è l’infortunio di Chittaro che in entrata si procura una forte distorsione alla caviglia.
Appiano pur giocando generosamente paga la mancanza di centri di peso nei confronti della fisicità degli ospiti.
Oltre a quella di Bottinelli, buonna anche la prova di Rossi.
Tra gli ospiti i migliori sono Passero, autore di due triple consecutive ad inizio quarto quarto, Carrara ed Oliva.
Buono l’arbitraggio.
canecaccia.com

08/12/2018 23:58

SBT Treviglio - Edilcasa Civatese 68 - 63 Parziali 17-12, 33-27, 47-48

SBT Treviglio :  Erba 15, Riva 2, Taormina 8, Pirrone, Badoni 12, Invernizzi 8, Grioni 6, Pinotti, Beretta 2, Tadolti 3, Codevilla 12, Resmini. All. Braga 
Edilcasa Civatese :  Consonni 12, Corti 12, Galli 9, Castagna 9, Valsecchi 9, Castelnuovo 7, Castelletti 3, Bosso 2, Negri 0, Castagna P., Huertas, Brusadelli. All. Marco Brusadelli  

Nei primi due quarti Treviglio guida con 4/5 punti di vantaggio effettuando come per tutta la partita una difesa molto aggressiva,Civate tiene botta giocando con pazienza in attacco.
Nel terzo quarto mette la testa avanti e da lì la partita vivrà di sorpassi e controsorpassi fino a che Treviglio a 4 dalla fine riesce a prendere un vantaggio.
L'Edilacasa grazie ai tiri liberi e una tripla di Valsecchi agguanta il pareggio sul 61 pari a 1 minuto e 15 dalla sirena.
Purtroppo a due azioni senza canestro hanno risposto due azioni di Treviglio con 5 punti chiudendo il match.
Coach Brusadelli:
"Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile ma siamo stati bravi a giocarla fino alla fine.Prima o poi dovevamo perdere,non è un problema;non siamo la corazzata che doveva ammazzare il campionato quindi continuiamo a lavorare per migliorare."
canecaccia.com

08/12/2018 00:16

Sesa vs Piadena: la presentazione del match

La partita che sabato alle 21, "al PalaSusty", vedrà opposti i falchi del Sesa (4 punti in classifica) contro il Corona Platina Piadena (22), capolista del girone Est con 11 vittorie e una sola sconfitta, non autorizza molte speranze per la squadra del duo Zecchini – Boskovich.
Piadena, come la JuVi Cremona degli anni scorsi, è squadra formata da giocatori professionisti allenati da un coach come Antonio Tritto, con esperienze di assistente allenatore in serie A. Una squadra quindi senza punti deboli, se non le assenze nelle ultime partite del forte play Leone e del centro Vignali, assenze determinanti nella sconfitta della scorsa settimana contro Lumezzane. Piadena punta senza se e senza ma alla promozione in B, rafforzando la truppa cremonese che attualmente possiede varie squadre di alto livello. Squadra compatta e con molte frecce al suo arco, ben determinata a venire nella bassa portando a casa due punti facili, anche per le condizioni veramente problematiche del Sesa: fuori Monzardo, infortunatosi Doddi (rientrerà a Gennaio), sempre assente Ghidoli, rientrato invece in allenamento questa settimana Faccioli, le rotazioni sono davvero ridotte ai minimi termini. Piadena può essere una buona palestra per i mantovani per valutare i progressi in termini di gioco della squadra, ed essere un buon banco di prova per i giovani Albertini e Ferrari, reduci da una buona prova contro Romano.
La società si sta muovendo sul mercato a tutto tondo: inserito Igor Boscovich come vice allenatore, si sondano diversi possibili innesti nella rosa che va certamente rimpolpata. Nonostante tutto, al PalaSusty ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni: l’affetto dei tifosi non è mai mancato e questa è veramente una bella notizia.
“Sono contento e riconoscente per l’opportunità che il Sesa mi offre” ci dice Igor Boscovich, che esordirà in panchina proprio contro Piadena “ce la metterò tutta, rispetto molto questa società che tanto dà al basket mantovano e che vive di passione. Io ho una forte etica del lavoro e spero di poter aiutare Sustinente a risalire da posizioni che non merita”.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

07/12/2018 08:33

Boskovich a Radio 5.9: “Entusiasta di essere a Sustinente. Piadena test stimolante”

E’ andato in scena ieri sera su Radio 5.9, a “Minors Takeover” il pre partita della sfida fra Piadena vs Sesa Sustinente.
Igor Boskovich (Coach Sesa): “Per me l'arrivo a Sustinente è un ritorno indietro a 20 anni fa. Sono stato onorato della chiamata della società trovando un ambiente avvilito dal negativo avvio di campionato ed a causa dei tanti infortuni. La società tuttavia resta ambiziosa e vuole a tutti i costi mantenere la categoria. Sono un tecnico di poche parole che ama far parlare il campo. Per me è un esperienza nuova che non voglio sciupare e darò tutto perchè questa stagione possa finalmente avere una svolta. Mi sono trovato a lavorare con un gruppo giovane che mi ha fatto un'ottima impressione. Affrontare la prima in classifica deve essere un grande stimolo ma non deve esser presa come un test "dentro-fuori": lotteremo su ogni pallone e, se non si riveleranno in serata di grazia, dovranno sudarsi i due punti".

Fabio Ferrari (Guardia Sesa): “Siamo reduci da una sfida in casa di Romano che è stata negativamente segnata dalle tante assenze. Ci aspetta una gara difficilissima contro una compagine di primissimo livello, composta da un roster ampio e di categoria superiore. Abbiamo le armi per mettere in difficoltà chiunque: ci servirà la nostra prestazione migliore e sperare anche in qualche giocata dal coefficiente di difficoltà elevato. Noi ci crediamo!"

Antonio Tritto (Coach Piadena): “La sconfitta di Lumezzane non cancella il nostro importante avvio di stagione, contraddistinto da dati importanti sia in fase realizzativa che dal punto di vista della difesa. Le sconfitte non fanno mai piacere ma devono servirci per capire cosa migliorare per non calare la tensione. Io resto comunque soddisfatto della prestazione e sono certo la contro reazione sarà immediata. Sustinente è un paese piccolo che vive di pallacanestro, merita tutto il nostro rispetto per i sacrifici che un doppio salto di categoria comporta. Il cambio di allenatore ha cambiato la mentalità pur rimanendo una squadra talentuosa e organizzata, nonostante qualche infortunio di troppo".

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

07/12/2018 08:32

C Silver Decima Giornata - Provvedimenti Disciplinari

GIRONE A
572 FABIO GUZZONI (EUROPA MULTISERVICE 2.0 s.r.l. MANERBIO) FABIO GUZZONI squalifica tesserato per 1 gara per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per tenuto conto dell'aggravante relativa alla carica di capitano della squadra, dirigente di società o addetto agli arbitri rivestita [art. 32,3 RG rec.,art. 21,5a RG]
568 CRISTIANO MASPER (Bellini S.p.A. VIRTUS PALL.GORLE) CRISTIANO MASPER deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione [art. 32,3 RG]
GIRONE B
810 DI. PO. VIMERCATE ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
809 SOUL BASKET ammenda di Euro 60.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
809 STEFANO GABRIELE CRISCUOLI (SOUL BASKET) CRISCUOLI STEFANO GABRIELE inibizione determinata dal 03/12/2018 al 18/12/2018 per comportamento offensivo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1b RG]reiterato riconosciuto dagli arbitri
809 ALBERTO CESATI (SOUL BASKET) ALBERTO CESATI squalifica tesserato per 1 gara per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per non aver immediatamente abbandonato il terreno di gioco, dopo essere stato espulso [art. 32,3 RG,art. 36 RG]
GIRONE C
1053 PAOLO DE ROS (NUOVA OLYMPIA BK VOGHERA) PAOLO DE ROS deplorazione per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri e per proteste avverso decisioni arbitrali [art. 33,1/1a RG,art. 32,1a RG]a fine partita
1053 PAOLO DE ROS (NUOVA OLYMPIA BK VOGHERA) PAOLO DE ROS deplorazione per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri e per proteste avverso decisioni arbitrali [art. 33,1/1a RG,art. 32,1a RG]a fine partita
Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

04/12/2018 16:19

C Gold XII Giornata, Provvedimenti Disciplinari

OVEST
228 HYDROTHERM s.r.l. BUSTO ARSIZIO ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
228 EXPO INOX S.P.A. MORTARA ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
226 CISTELLUM CISLAGO ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
225 ATLANTIS NERVIANO 1919 ammenda di Euro 120.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.]
224 VERGAVINI VIRTUS PALL. CERMENATE ammenda di Euro 90.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG]
224 AMALPLAST B. B. CLUB 7 LAGHI GAZZADA ammenda di Euro 60.00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri [art. 27,4a RG rec.]
 EST
396 DIEGO MUZZOLON (PALL. MILANO 1958) DIEGO MUZZOLON squalifica tesserato per 2 gare per comportamento minaccioso, intimidatorio e/o violento a livello di tentativo nei confronti di altri tesserati per fatti non attinenti al gioco [art. 33,3/1c RG]A fine partita
395 ADRIANO SCARONI (N.B. IMBAL CARTON PREVALLE) ADRIANO SCARONI deplorazione per proteste avverso decisioni arbitrali con conseguente espulsione e per comportamento irriguardoso nei confronti degli arbitri [art. 32,3 RG,art. 33,1/1a RG]
392 MI. GA. L. PALL. GARDONESE ammonizione per mancanza, rilevante irregolarità o guasto delle attrezzature obbligatorie [art. 40,1a RG]sirena 24" non udibile
391 MG.Kvis CORONA PLATINA squalifica campo di gioco 3 gg per aggressione, commessa da più persone, fuori del campo di gioco [art. 29,6B RG] commutata con ammenda di Euro 2250.00 art. 17 rg
391 Idrosanitaria Bonomi LUMEZZANE squalifica campo di gioco 3 gg per aggressione, commessa da più persone, fuori del campo di gioco [art. 29,6B RG]commutata con ammenda di Euro 2250.00 art 17 rg
 
Maurizio Tumi Tomasini
canecaccia.com

04/12/2018 16:17

ATLANTIS PUNTOEBASKET NERVIANO vs I.M.O. ROBUR BASKET SARONNO 64-70

Termina con una sconfitta il nostro pur positivo girone di andata: Saronno passa a Nerviano dopo essere stata costantemente al comando del match.

Pessimo, purtroppo, il nostro approccio, che ci vede incapaci di profondere intensità e ritmo alla gara.
Non riusciamo a pungere in attacco, mentre nella metà campo difensiva soffriamo oltremodo le conclusioni dall’arco di Saronno (ben dodici i punti subiti in questa maniera): ecco spiegato, dunque, l’11-20 sul quale si chiude il primo quarto.
Rientriamo in campo con tutt’altro atteggiamento, costringendo gli ospiti al time-out dopo il parziale di 6-0 che ci porta ad un solo possesso di distanza (17-20 a 6:04’).
Segue un break saronnese di 5-0, al quale rispondiamo con un altrettanto secco 7-0 (Viganò 2, Fornara “2+1”, Zennaro 2) interrotto da due punti biancoblu: il gap rimane invariato, il punteggio è ora 24-27.
La formazione di coach Bianchi, però, allunga nuovamente sul finire del periodo: il tabellone dice 26-34 all’intervallo.
Ripresa che si apre con la tripla di un ispirato Clementoni, cui fa seguito la prepotente schiacciata di Nebuloni. Si assiste poi ad una fase piuttosto concitata del match (tra gli altri, anche un fallo tecnico fischiato ai danni di coach Garetto), quindi ci facciamo di nuovo sotto grazie ai due punti in contropiede di Nuclich ed alla tripla di Nebuloni (33-37). Saronno, grazie ad un parziale di 6-0, trova la doppia cifra di vantaggio, in seguito dimezzata da una nuova schiacciata di Nebuloni e dal gioco da tre punti messo a segno da Zennaro (38-43). Nei restanti minuti di gioco, cambia il punteggio ma non il divario tra le due squadre: a 10’ dalla fine, Saronno conduce per 49-44.
Maiocco infila un parziale di 5-0 in apertura di quarto periodo, score interrotto dal canestro di Nuclich (46-54).
In uscita dal time-out, Zennaro imita l’esperto numero 9 saronnese realizzando analogo break (penetrazione vincete e conclusione dall’arco mandata a bersaglio), consentendoci così di ridurre sensibilmente il distacco (51-55).
La “bomba” di Nuclich, dopo i due punti biancoblu, ci porta ad un solo possesso di svantaggio, ma Saronno risponde prontamente con la tripla di Gurioli (54-60).
Poco dopo, allo scadere dei 24’’, Zennaro si inventa una conclusione sensazionale da ben oltre il limite dell’area, quindi arrivano i due punti in appoggio di Viganò: 61-64 a 2:11’ dal termine, i giochi sono ancora apertissimi.
Al ritorno sul parquet dopo il minuto di sospensione ospite, è ancora Viganò che corona un attacco ben orchestrato con la tripla del pareggio: 64-64, esplode il pubblico neroverde!
Tale euforia, purtroppo, è destinata a durare poco: complice il raggiungimento del bonus da parte nostra, gli avversari sfruttano al massimo i tiri liberi concessi dai direttori di gara, con Mariani prima e Gurioli poi (2/2 per entrambi, in mezzo un facile appoggio fallito da Nebuloni).
Al suono della sirena, il tabellone recita un amaro 64-70.
Dopo che avremo osservato il turno di riposo, il prossimo week-end, avrà inizio il girone di ritorno: appuntamento a Domenica 16 Dicembre, ore 18:00, per la sfida casalinga con Mortara.

Ufficio stampa Atlantis Puntoebasket Nerviano
canecaccia.com

04/12/2018 16:16

Carpe Diem Calolzio - Basketown Milano 75 - 68 Parziali 25-19, 40-41, 54-53 FATICA ENGINUX MA STRAPPA IL REFERTO ROSA

Carpe Diem Calolzio :   Butti  8, Zambelli 7, Meroni 15, Pirovano, Cazzaniga, Ferrario 5, Fontana 10, Rusconi 14, Garota, Porro 2, Floreano 14, Bonacina, All. Mazzoleni Ass. Cocco 
Basketown Milano :  Petrosino 13, Monfardini 9, Botto T. 14, Dampha 10, Mazzi 13, Belli 5, Botto F. 4. All. Papale  

Decima giornata di andata per il basket nella categoria C Silver girone B con la lecchese Enginux Calolzio che ospita in quel dj Olginate la compagine milanese di Basketown.
I padroni di casa si presentano dopo l'unica sconfitta subita con Rovello ed una partita da recuperare a 14 punti mentre gli ospiti vantano 4 punti in classifica ed occupano la penultima posizione.
Roster completo per Calolzio che affronta una squadra non in grande classifica ma che per buona parte della partita ha saputo competere con un Calolzio non in grande spolvero a livello difesa, che referta il rosa solo nel finale.
I Lecchesi schierano il quintetto forte con Zambelli Meroni Rusconi Floreano e Bonacina opposti a Petrosino Dampha Botto F Monfardini Botto T

Cronaca:

Partenza senza molta convinzione per Enginux che paga inizialmente una certa leggerezza difensiva permettendo agli ospiti di mantenere la partita in equilibrio. Time out di coach Mazzoleni per sistemare gli assetti. Ci pensa Butti, prima con una bomba e poi con un canestro con fallo realizzato a portare in avanti il tabellone per l'immediato contro time out degli ospiti. Rientro con l'ultimo minuto che non cambia molto la situazione per il finale di quarto 25-19.
Rientro con ritmi più decisi con i tiri dall'arco da entrambe le parti che fanno lievitare il punteggio; dopo 5 di gioco evidenzia 36-35 con gli ospiti che riescono a tenere in equilibrio la partita.
Basketown non vuole far scappare Enginux e chiama time out a due e trenta dal termine con i padroni di casa avanti di cinque lunghezze dopo un canestro di Fontana e Zambelli.
Rientro proficuo per gli ospiti quando centrano la retina con un tiro dall'arco e fallo subito per il meno 1 40-39 a uno e trenta da giocare.
Non soddisfatto ovviamente coach Mazzoleni chiede time out a un minuto dalla fine dopo canestro realizzato e vantaggio degli ospiti, nulla cambia e si va al riposo lungo con 40-41 finale di quarto.
Ripresa con break della Carpe Diem di quattro lunghezze con  Basketown che dopo uno e quaranta di gioco 44-41 chiede il minuto per evitare che il divario diventi più corposo.
Rientro sul parquet con momenti di confusione a metà tempo dove gli ospiti riescono a mantenersi a una lunghezza, o forse Enginux non riesce ad allungare, 46-45 mentre il tempo scorre ed i canestri latitano. Molti errori per i padroni di casa e Basketown piazza un break di 6-2 e si porta ad un canestro pieno di vantaggio a tre dal termine e immediato time out Mazzoleni. 50-53.
Timido recupero per Enginux che con un 4-0 di parziale conclude il quarto avanti di uno. 54-53.
Ultimo periodo che vede le difese latitare e dopo quattro minuti il parziale si assesta sul 8-9 per gli ospiti. 62-62.
Gli animi si scaldano ed Enginux rimedia un doppio tecnico capitalizzato con due liberi 62-64.
La penalizzazione sembra spronare i lecchesi
che mettono a segno 4 punti filati rimettendo la testa avanti, 66-64 a due e trenta dal termine con time out Basketown.
Ripartenza tutta lecchese ed un ulteriore break di cinque lunghezze (totale 9-0) porta Enginux avanti di 7 punti.
Basketown non molla e chiede minuto per il tentativo di rientro finale 73-66.
Ultimo minuto che non desta particolari preoccupazioni e traghetta Calolzio verso la vittoria numero 8 per il 75-68 finale.
canecaccia.com

04/12/2018 16:14

Igor Boskovich entra a far parte dello staff tecnico del Sesa

A.D. Basket Sustinente comunica che da questa settimana Igor Boskovich supporterà Paolo Zecchini come guida tecnica della prima squadra di C Gold. Igor è nato nel 1978 in Bosnia-Erzegovina a Mostar, ed è arrivato in Italia negli anni '90. Ha giocato nel Basket Sustinente in passato ed ha svolto un lungo lavoro, raggiungendo anche importanti risultati, di allenatore delle squadre giovanili di San Pio X e JBC Curtatone, con cui tuttora collabora. Igor è allenatore abilitato alle panchine di C Gold.

Paolo Zecchini resterà head coach per tutto il proseguo della stagione.
A Igor il benvenuto e l'augurio di buon lavoro da parte di tutto il Basket Sustinente.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

03/12/2018 19:43

Sustinente ko a Romano e perde Doddi per infortunio

ROMANO LOMBARDO- Piove sul bagnato in casa del Sustinente. Non bastasse l’uscita di scena di Monzardo e l’assenza di Faccioli, che riducono ai minimi termini il reparto lunghi del Sesa, durante il match si infortuna anche Francesco Doddi. Per la guardia carpigiana distorsione con distacco osseo e gamba gessata per 20 giorni. Francesco tornerà con l’anno nuovo.
Eppure, nonostante l’essere scesi a Treviglio con 8 giocatori, per 25 minuti i falchi non demeritano: Albertini e Ferrari chiamati ad essere protagonisti non deludono, anzi. L’ala in doppio tesseramento Pompea-Sesa sarà anche, con 17 punti, il miglior marcatore mantovano. Il 2001 Fabio Ferrari gioca un’ottima partita, orgogliosa e senza sbavature. Il primo quarto vede il Sesa come purtroppo capita spesso litigare col canestro da sotto e da fuori, contro un Romano che è probabilmente come stazza fisica la squadra più forte incontrata finora. Spesso Andrea Albertini si trova a marcare l’ex serie A Chiarello, a cui rende 30 chili abbondanti. Ma il quintetto Guerra, Bordato, Albertini, Tomic e Doddi, a cui ben presto subentra Buzzi, non demorde mai, anche grazie alle ottime iniziative di Albertini e Bordato e, pur essendo spesso in ritardo nelle rotazioni difensive, nel secondo quarto ce la mette tutta e chiude a -7 (39-32), destando l’impressione di una squadra dalla tempra morale ben diversa da quella di qualche giornata fa. Tomic lotta e si fa sentire sotto i tabelloni ed è purtroppo penalizzato dalle percentuali ai liberi: 1/7. Il rientro dagli spogliatoi è, come sempre, il momento critico del Sustinente, che perde il filo del gioco e si perde in iniziative individuali, venendo punito sistematicamente dai tiri da 3 di Villa e affondando rapidamente a -3 (67-37) alla fine del terzo periodo, con un parziale di 28-5 per Romano. L’aver dovuto giocare a lungo con campo due ragazzi del 2001 (Guerra e Ferrari) ed uno del 99 (Albertini) è una valida attenuante. Nell’ultimo quarto, Romano non abbassa le armi e si chiude sul 92-60.
Ora la situazione è molto dura per i ragazzi di Zecchini: senza Ghidoli, Monzardo e Doddi, la società sta operando sul mercato alla ricerca di rinforzi, ma non è un periodo semplice per operazioni di mercato. Intanto arriva un rinforzo in panchina, con Igor Boscovich, allenatore proveniente da Curtatone, croato ma mantovano ormai da quasi 30 anni, a rinforzare lo staff tecnico dei falchi che perderà temporaneamente Cesarino Squassabia per un prossimo intervento chirurgico. La società però non demorde, convinta di poter arrivare ai playout in condizioni che permettano di giocare tutte le carte per la permanenza in C Gold. C’è solo bisogno di lavorare e di ritrovare il team al completo.
Ora arriva ala capolista Piadena la prossima settimana: bisogna mettercela tutta.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

03/12/2018 07:15

Team ABC Gorla Cantù - Opera Basket Club 62 - 60 Parziali 11-18, 31-28, 49-45

Team ABC Gorla Cantù :  Carpani 8, Cucchiaro 9, Di Giulimaria C. 23, Pedalà, Gatti 3, Ronchetti, Molteni 14, Novati, Quarta ne, Di giuliomaria J. 2, Pifferi 3, Banfi ne. All. Visciglia 
Opera Basket Club :  Fontana, Digianvittorio 6, Spirolazzi 15, Vercesi 6, Iurato 18, Vitelli, De Francesco 8, Cazzaniga L. 5, Rao, Chiesa 2. All. Celè  

Secondo successo consecutivo del Team ABC, che nell’impegno domenicale contro Opera Basket riesce a ottenere una vittoria decisiva. I ragazzi di Coach Visciglia, nonostante le assenze di alcuni Under (impegnati in questo week end a Masnago nella #NextGenCup, e classificatisi per le Final Eight di febbraio) giocano un primo tempo in rincorsa. Al rientro dopo la pausa lunga, però, i canturini fanno quadrato attorno ai pilastri Di Giuliomaria, Molteni e Cucchiaro, e in un finale da cardiopalma superano gli ospiti per sole due lunghezze. 
Partenza fortissima dei milanesi, che grazie alle bombe di Spirolazzi, Vercesi e Iurato scappano subito sullo 0-9. Gatti dalla distanza sblocca la situazione per i padroni di casa, ma il tap-in di Chiesa tiene Cantù a -8 a metà frazione (3-11). Di Giuliomaria C. capitalizza l’occasione da 2+1, Carpani dall’arco non sbaglia e riporta i suoi a -2 al 7’ (9-11). Digianvittorio realizza in appoggio, Molteni porta a canestro l’assist di Novati, ma Iurato e De Francesco ricacciano indietro i biancorossi alla fine della prima frazione, che si conclude sul punteggio di 11-18.
Una penetrazione di Cucchiaro e la tripla di Di Giuliomaria senior consentono al Gorla di rientrare ancora a -2 all’inizio del secondo periodo (16-18 al 12’); Di Giuliomaria J., Molteni e Di Giuliomaria C. completano quindi il sorpasso e fanno volare il Gorla 24-18 al 15’. De Francesco si alza dalla distanza, Di Giuliomaria C. concretizza canestro e fallo, Spirolazzi ha via libera e schiaccia senza difesa schierata, poi realizza il 2+1 del pareggio esterno (27-27 al 19’). Di Giuliomaria C. non sbaglia sotto canestro, Cazzaniga fa 1/2 dalla lunetta, quindi il canestro di Di Giuliomaria C. manda tutti negli spogliatoi sul 31-28 in favore dei biancorossi.
Al rientro in campo, i biancorossi continuano a segnare con Molteni, Di Giuliomaria C. e Cucchiaro, che fanno salire a 10 le lunghezze di vantaggio (38-28 al 23’). Molteni sfrutta il viaggio in lunetta, Digianvittorio infila una bomba, Molteni non sbaglia da lontano; ma Opera non ci sta, e con Spirolazzi e la tripla di Iurato si riavvicina pericolosamente al 26’ (42-36). Cucchiaro e Iurato si rispondono dall’arco, Carpani realizza entrambi i liberi a disposizione, Iurato è preciso da sotto e segna i quattro punti che tengono Opera a -4; l’assist di Pifferi viene puntualmente consegnato a canestro da Di Giuliomaria C., ma il giro in lunetta allo scadere di Spirolazzi vale l’ennesimo -4 esterno (49-45).
I canestri di De Francesco e Spirolazzi all’inizio dell’ultimo periodo permettono a Opera di ritornare a +1 al 33’; le distanze rimangono invariate fino al 36’, quando la tripla di Carpani rimescola nuovamente le carte e consente al Team ABC di rimettere il naso avanti (52-50). Cazzaniga segna solo uno dei due liberi, Di Giuliomaria C. capitalizza l’arresto e tiro, Digianvittorio fa 1/2 e tiene i milanesi in scia al 38’ (54-52). Il cecchino Molteni spara il colpo del +5, e Cantù tiene palla in mano e con Pifferi sgancia la bomba del 60-52 con ancora 80” da giocare. Ma Opera vuol vender cara la pelle, e con il break di 0-5 firmato da Vercesi e Iurato ritorna pericolosamente a -3. Cucchiaro insacca un arresto e tiro importantissimo, Digianvittorio dalla distanza riavvicina i suoi a -2; ma l’ultima palla è biancorossa, e i canturini non hanno nessuna intenzione di tornare a casa con il referto giallo: la vittoria è del Gorla, che porta a casa un successo fondamentale con il risultato finale di 62-60.
canecaccia.com

02/12/2018 23:52

Urania poker mancato con giallo finale, Reggio Emilia sbanca il PalaIseo, 58-59

Un' Urania opaca e sprecona prima affonda poi recupera e, nel finale, non viene premiata dalla buonasorte. Dopo un avvio positivo ed un primo tempo in equilibrio c'è il crollo verticale dei Wildcats sino al meno 16 che sa di sentenza. Piunti (15 rimbalzi), e soprattutto un Simoncelli esaltante nonostante gli acciacchi (17 in 20 minuti), regalano il brivido della rimonta. Non completata anche a causa di un fallo non sanzionato a Toffali sull'ultimo assalto della Super Flavor. Troppo poco per meritare una vittoria che i reggiani intascano grazie al trio Bertocco-Gatto-Zampogna.

RITMO DA MATINEE
Dell'Urania il canestro in avvio con Eliantonio in un inizio sottoritmo della sfida, 6-2 timbrato dall'angolo da Negri. Prima spallata Wildcats con il siluro di Eliantonio, Reggio Emilia fatica a trovare buone soluzioni offensive ma trova il meno 5 con Bertocco, 9-4. Percentuali non brillanti tra i padroni di casa che non riescono ad andare in fuga nonostante la netta superiorità a rimbalzo, Gatto infila la bomba frontale per la parità a quota 9.

PRIMI SQUILLI BMR
Lo stesso Gatto fa mettere la freccia agli ospiti che riescono ad impedire ricezioni comodi ai lunghi milanesi, 12-13 dopo il comodo appoggio di Germani. Paleari e Piunti provano a dare la spinta alla Super Flavor, il capitano è il motore del mini break biancodorato, 19-17 alla prima sirena. Risponde colpo su colpo la BMR anche in apertura di secondo periodo, senza Scanzi e Simoncelli per Urania le rotazioni diventano obbligatoriamente più profonde con spazio per Sedazzari e Riva, 25-22 con Bertocco in evidenza. Più reattivi i reggiani che strappano preziosi rimbalzi d'attacco, Canelo guida gli uomini di coach Eliantonio al nuovo sorpasso, 25-26. Attacco asfittico e privo di armonie quello di Urania che sbatte contro il muro ospite, 26-32 all'intervallo.

CROLLO VERTICALE
Più energia e voglia in casa Wildcats dopo la pausa lunga ma non migliorano le percentuali, BMR che arriva sino al più 10 dopo il 3+1 di Zampogna, 29-39. Serata da dimenticare dal perimetro per gli esterni milanesi nonostante il rientro di un Simoncelli non al meglio. Si chiude a riccio la difesa ospite che difende con i denti il vantaggio, Gatto sigilla con una tripla il momento magico dei reggiani, 31-44. Si precipita sino a meno 16 con pochi segnali di controtendenza da parte dei Wildcats, c'è il quinto fallo di capitan Paleari, 31-47. Milano si aggrappa a Piunti per provare a ruggire la rimonta, è meno 8 alla penultima sirena, 41-49. Serve un Urania da battaglia nella frazione decisiva, una stoppata d'autore di Eliantonio produce la tripla del meno 5 di Simoncelli che infiamma il PalaIseo, 44-49. Non trema la BMR condotta sempre da Canelo, una tripla fortunosa di Bertocco respinge l'ondata Super Flavor, 45-56.

FURIA SIMONCELLI MA NON BASTA
Mancano i punti degli esterni in una giornata tragica al tiro per il trio Santolamazza-Toffali-Negri, coach Davide Villa tenta di alzare il pressing per l'ultimo assalto, ancora Simoncelli per il meno 4, 52-56. L'ex Omegna è posseduto nel finale, sua l'assistenza per l'appoggio di Piunti e poi per il pareggio ancora con la moto al centro dell'area, 58-58. Da brivido il finale che si tinge di giallo: Germani mette un libero, l'Urania spreca un possesso e poi viene privata di un fallo, piuttosto netto, sia sul recupero di Toffali che sul tentativo della disperazione di Santolamazza, alla sirena è 58-59.
canecaccia.com

01/12/2018 23:59

canecaccia.com

01/12/2018 23:59

Tavernerio Basket - US Dil. Indipendente 75 - 67 Parziali 15-17, 36-35, 48-49

Tavernerio Basket :  Farina 14, Dellavalle ne, Aiani 13, Outtara, Taormina 34, Piva 8, Fiorino, Bianco, Sormano 6, Romanó. All. Dilandri 
US Dil. Indipendente :  Appiano: Arrigoni 4, Chittaro 9, Trebbi 4, Rossi 15, Gorni 4, Ferloni 7, Del Pero 8, Losa 7, Rimoldi 9, Ronchetti, Pagani ne. All. Biraghi  

Tavernerio – La Novacaritas cade sul campo di Tavernerio chiudendo la striscia vincente a otto partite.
La partita è combattuta, con vantaggi alterni e massimi vantaggi sul +9 per Appiano nel secondo quarto e di Tavernerio nel terzo.
La Novacaritas paga il calo fisico del quarto periodo e Tavernerio riesce ad allungare ed a vincere meritatamente.
Ottima prova dei padroni di casa con Taormina in grande spolvero con 33 punti ben coadiuvato da Farina e Aiani.
Appiano paga la serata no di squadra, con i soli Rossi, Rimoldi e l’acciaccato Del Pero sopra la sufficienza.
canecaccia.com

01/12/2018 16:27

Pall. Quistello 1996 - Cral Dalmine 68 - 62 Parziali 25-17, 43-35, 58-52

Pall. Quistello 1996 :  Faccioli 25, Colla 17, Rizzi 9, Grande 8, Morello 5, Salzano 2, Zapata 2, Pavesi M ne, Selogna ne, Pavesi P ne, Pellegrini, Veneri. All. Gabrielli 
Cral Dalmine :  Vitali 7, Castelletti 7, Zambelli 12, Iabichella 5, Ndiaye 4, Dadda 10, Bonfanti 5, Fall 12, Colombo, Quisi, Ubiali n.e., Rodari n.e.. All. Maffioletti

Una sconfitta di misura, dopo una partita tutto sommato equilibrata (anche se non bella), dove però i nostri sono sempre sotto, anche se di poco, alla fine di ogni periodo. Peccato perchè andando a vedere i punteggi dei quarti, abbiamo pareggiato il secondo, vinto il terzo e pareggiato il quarto... la differenza l'ha fatta il primo periodo perso di ben 8 punti. Una partita persa che però non ci preoccupa più di tanto: l'avversario era temibile ed abbiamo ampiamente la possibilità di rifarci al ritorno in casa nostra, puntando a ribaltare il risultato.
Adesso testa e cuore all'impegno casalingo di Venerdì prossimo contro Viadana, una partita alla nostra portata se giochiamo come sappiamo fare. Forza ragazzi!
canecaccia.com

01/12/2018 10:47

Pre Romano vs Sesa, Doddi a Radio 5.9: “Squadra cresciuta in coesione, ci servono punti!”

E’ andato in scena ieri sera su Radio 5.9, a “Minors Takeover” il pre partita della sfida fra Romano vs Sesa Sustinente.
Paolo Zecchini (Coach Sesa): “Non siamo stati in grado contro Lumezzane, attraverso la nostra difesa, di limitare l’attacco bresciano che, specialmente nella ripresa, è diventato incolmabile. All’orizzonte abbiamo la delicata trasferta in casa di Romano: squadra partita fortissimo ma poi protagonista di un fisiologico rallentamento dato il tasso di difficoltà del girone. Non ci sono riferimenti offensivi sui quali impostare le difese. Hanno una distribuzione importante di punti che la rende una compagine complessa da affrontare e caratterizzata da un bel pacchetto lunghi. Giocano un basket veloce, cercando spesso il “penetra e scarica”, cercando di divertirsi nel giocare a pallacanestro. Per giocarci la partita e la posta in palio dovremmo lavorare in maniera quasi perfetta in difesa e soprattutto azzerare le tossine e concentrarci solo sull’importanza della gara”.
Francesco Doddi (Guardia Sesa): “Stiamo crescendo, qualcosa ancora non funziona in attacco ma finalmente in difesa parliamo di più, ci aiutiamo cercando di limitare al minimo la concessione dei canestri facili. Contro Romano sarà un test importante per verificare i nostri miglioramenti, specialmente in ottica di coesione, con la voglia di giocarci una gara punto a punto con l’obbiettivo di fare punti pesanti. Stiamo lavorando davvero bene in palestra e coach Zecchini ci prepara sempre al meglio spiegandoci minuziosamente le caratteristiche dei nostri avversari. La classifica necessita punti, adesso la responsabilità è nostra: affrontiamo una gara alla nostra portata e vogliamo a tutti i costi regalarci una vittoria”.
Emanuele Maioli (Coach Romano): “Siamo reduci da 5 vittorie e 6 sconfitte. Il nostro palazzetto resta il nostro fortino nel quale abbiamo vinto 4 delle 5 gare interne. Siamo partiti fortissimo in campionato concentrandoci specificatamente nella difesa. L’infortunio di Mazzanti ci ha complicato il percorso ma l’arrivo di Biasich ha riportato qualità entrando rapidamente nei nostri meccanismi. Contro Sustinente ci aspetta una gara difficile da decifrare contro una compagine in crescita ed affamata di punti. Il Sesa ha tanti punti di forza: Faccioli lo considero uno dei giocatori più capaci nel gioco in area, Tomic si è adattato benissimo nella categoria superiore e Filic e Guerra rappresentano un ottimo pacchetto in cabina di playmaking. Non vedo un favorito ma vogliamo vincere per tornare in zona play off”.

Ufficio Stampa
Wildcom Italia per Sesa Basket Sustinente
canecaccia.com

01/12/2018 09:35

GS Lonate Basket: Un nuovo arrivo in maglia bianco-rossa

Il GS Lonate Basket comunica che dalla data di Lunedi 3 Dicembre farà parte del roster della propria prima squadra, il play-guardia Stefano Marusic.
Torna così sul mercato la società varesina, anche per sopperire alla lunga assenza che si prevede per Giacomo Boccato (stiramento al retto femorale e tempi ancora da stabilire dopo la risonanza prevista per la settimana prossima), ed il passo indietro deciso da Andrea Bongiovanni che ha lasciato la squadra visti i pressanti impegni lavorativi aggiunti all’incarico di responsabile del settore minibasket ricoperto al Basket Casoratese. Ad Andrea un grande in bocca al lupo; rimarrà sempre nei cuori bianco-rossi per quanto dato sia la passata stagione sportiva, sia in questo breve scorcio di 2018/19.
Torniamo però al nuovo arrivo in casa Tigers; Stefano nativo di Busto Arsizio, alto 186 cm.; cresciuto nel vivaio del Legnano Basket Knights, ha giocato tra le altre alla Sangiorgese (DNB), a Casorate Sempione (serie C Gold), a Cadorago (C Silver) ed al Wiz Legnano nel 2017/18 (serie D).
Marusic tra l’altro viene da una famiglia di cestisti; il padre giocò tra le altre a Brescia in serie A e fu professionista per diversi annate sportive, mentre il fratello Andrea gioca attualmente ad Oleggio in serie B, dopo aver girato tutta l’Italia.
Il nuovo ingaggio è un ulteriore sforzo della società per alzare il livello tecnico-tattico e provare a raggiungere i play-off, Lonate Pozzolo che tra l’altro aspetta per la metà di Dicembre il ritorno, per un viaggio di studio all’estero, del play Leonardo Marotto, uno dei colpi estivi visto il passato in C Silver e la vittoria della serie D ottenuta con la Virtus Fagnano la scorsa stagione dal regista di Sesto Calende.


canecaccia.com

01/12/2018 00:26

Autovittani Pescate - Edilcasa Civatese 60 - 77 Parziali 18-19, 34-40, 49-50

Autovittani Pescate :  Butta 9, Mencarelli 9, Nasatti 14, Galli 4, Boselli 4, Rotta 11, Invernizzi 3, Longhi 4, Maver 2, Scotellaro 0, Radaelli 0, Doka 0.  All. Lorenzon
Edilcasa Civatese :  Castagna D. 21, Valsecchi 19, Corti 13, Galli 10, Consonni 5, Bosso 3, Castelletti 2,Negri 2, Castelnuovo 2,Castagna P. 0, Capovilla, Maggi. All. Brusadelli   

L'Edilcasa batte Pescate e infila la nona vittoria consecutiva.
Partita molto tirata nei primi tre quarti con la civatese che non riesce ad allungare.
Nell' ultimo quarto a sei dalla fine civate allunga con due triple di Bosso e Valsecchi mettendo il distacco decisivo per l'affondo finale.
Coach Brusadelli: "È stata una partita combattuta. Loro sono stati bravi e ci hanno messo molto in difficoltà. Nell'ultimo quarto abbiamo avuto qualcosa in più e il parziale del 4q di 11 a 27 ha deciso una partita fino a quel momento molto complicata."
canecaccia.com

01/12/2018 00:20

NP GORDON OLGINATE - PALLACANESTRO OLGINATE   guarda tutte le foto



 
 
 
 
Copyright 2017 canecaccia.com
All Rights Reserved